Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Taranto Verona 0-0 - L'Hellas trema solo nel finale - febbrea90.com

http://www.febbrea90.com/site/img/taveronaazione2.jpg

di Francesco Vozza - 29/11/2009

Il big match tra Taranto e Verona termina con un pareggio a reti bianche. Stavolta il punto sta stretto alla compagine di Brucato, perchè i rossoblù nell'arco dei 90 minuti hanno costruito più azioni pericolose rispetto agli avversari. In più c'è un finale da film giallo: il guardalinee sventola un fuorigioco che fa infuriare lo Iacovone di fede tarantina. Anche la fortuna si accanisce con il Taranto. È la traversa a salvare l'imbattibilità dei gialloblù. Gli ionici collezionano l'ottavo pareggio stagionale. Ci voleva il blasone della capolista per far giocare meglio il Taranto. Archiviato il 4-3-1-2, il Taranto ha trovato maggiore spinta sulle corsie laterali. Ma alla fine è mancata la sostanza: il gol. Appuntamento fra sette giorni nel derby di Andria.

CRONACA – Prosperi per Bolzan, Quadri per Mezavilla e Berretti per Russo. Queste le novità di Brucato. Primi minuti di studio. Per annotare una conclusione importante bisogna aspettare il minuto 8: punizione di Scarpa e stacco di Prosperi neutralizzato da Ingrassia. Taranto vicino al vantaggio: al 10', lancio di Quadri per Corona. Ma il vice capitano, scattato sul filo del fuorigioco, si fa parare il tiro. Risponde subito il Verona: traversone di Berrettoni e Bremec anticipa Rantier. Al 17' Scarpa raccoglie gli applausi del pubblico per un tiro ad effetto, di poco, sul fondo. Un minuto dopo Quadri calcia, da 25 metri, una splendida punizione deviata in corner. Sul susseguente tiro dalla bandierina Quadri, dalla distanza, manda la palla alta. Incursione Hellas con Russo, al 21'. Ma l'assist dell'esterno gialloblù coglie impreparati i compagni. Al 25' contatto in area tra Rantier e Viviani: la capolista protesta, ma l'arbitro non fischia rigore. Al 29' cross di Russo e stacco di Berrettoni: palla alta. Il gioco si fa duro: 2 ammoniti per il Verona e uno per il Taranto. Squadre al riposo dopo 1 minuto di recupero.

La seconda frazione si apre con il Verona in attacco: cross di Pugliese e conclusione debole di Garzon. Tutto sommato 5 minuti piatti. Al 9' scambio pericoloso Berrettoni – Rantier: si salva la difesa del Taranto. Nell'azione successiva Corona scaglia un missile bloccato, in due tempi, da Ingrassia. Al 13' tiro sbilenco di Cangi. Solo fischi per il numero 2 ospite. Stessa sorte per Corona al 21'. Si accende la partita, perchè saltano gli schemi. Numerosi i contropiedi per entrambe le compagini. Manca la fase di finalizzazione. La stanchezza comincia a farsi sentire: alcuni giocatori cominciano ad avvertire i crampi. Gol annullati al Taranto al 45'. Accese le proteste della compagine ionica. Traversa di Scarpa al 47' su punizione calciata da Lolli. Verona alle corde. L'incontro, dopo 5 minuti di recupero, finisce in parità.

TABELLINO:

TARANTO (4-3-3): Bremec; Imparato(Lolli al 27'st), Viviani, Migliaccio(Bolzan al 21'st), Prosperi; Giorgino, Quadri, Felci; Berretti( Russo all'11st), Corona, Scarpa. A disp: Barasso, Iraci, Mezavilla, Magallanes, Mezavilla,Correa. All: Brucato.

VERONA (4-3-3): Ingrassia; Cangi, Ceccarelli, Massoni(Anselmi al 18'st), Pugliese; Russo, Esposito, Garzon; Rantier(Ciotola al 29'st), Colombo(Gomez al 40'st), Berrettoni. A disp: Da Vià, Bertolucci, Campisi, Farias. All: Remondina.

Ammoniti: Garzon (V) al 28'; Colombo (V) al 32'; Berretti (T) al 39; Migliaccio (T) al 19'st; Felci (T) al 35'st; Corona (T) al 45'st.

ARBITRO: Filippo Merchiori di Ferrara. Assistenti: Cucchiarini di Città di Castello e Fiorucci di Gubbio.

Angoli: 5-2

Note: terreno di gioco in buone condizioni. Presenti 250 tifosi veronesi.

Recuperi: 1 minuto (primo tempo) 5 minuti (secondo tempo)


Sala stampa di Taranto Verona: Soddisfatti tutti, sull'uno e l'altro fronte!

di Francesco Friuli - 29/11/2009

“Un ottimo Taranto al quale è mancato solo il gol”. Con queste parole il presidente Enzo D'Addario si presenta ai giornalisti in sala stampa. Un presidente soddisfatto delle modifiche effettuate durante la settimana. “Nella riunione di inizio settimana abbiamo deciso di cambiare l’assetto tattico. Oggi la squadra mi è piaciuta, la prestazione è stata eccellente. La prova di oggi non è stato un caso. Sarà questo il Taranto da ora in avanti. I tifosi hanno applaudito ad una prova straordinaria dei ragazzi. Oggi la griglia play-off è lontana ma, con un pizzico di fortuna e giocando in questo modo, potremo tranquillamente rientrarvi. Anzi dico di più. La griglia non la guardiamo affatto”.

Dispiaciuto per il risultato, ma felice per la prova dei suoi, Giuseppe Brucato che appare piuttosto carico dinanzi ai taccuini dei giornalisti. “Il gol appare regolare. In campo abbiamo messo tanta intensità, non abbiamo concesso nulla. Ha giocato meglio il Taranto col 4-4-2. Ho cambiato 3-4 uomini perchè erano molto stanchi. Sui cambi, solo quello di Berretti è stato effettuato per motivi tattici, gli atri due invece sono stati dovuti a problemi fisici dei ragazzi che hanno abbandonato il campo. La prestazione dei ragazzi è stata molto positiva: abbiamo chiuso gli spazi. Tutti gli interpreti erano al posto giusto nel momento giusto. Stiamo crescendo e diventando una squadra vera. Non abbiamo concesso nulla alla capolista, creandole altresì notevoli grattacapi. Martedì prossimo rientrerà Innocenti. Lo ammetto, a questa squadra manca un finalizzatore. Sono sereno circa la mia panchina. Non mi sento in discussione e ritengo do essere una persona aperta al dialogo”. Un punto conquistato quello del Verona allo Iacovone.

Sull'altro fronte, Mister Remondina si dice contento per la prestazione espressa dai suoi ed analizza così la gara. “Abbiamo sofferto contro un'ottima squadra e nel finale c'è stata molta paura per l'arrembaggio del Taranto. Nel primo tempo ho puntato a chiudere gli spazi, nel secondo potevamo provare qualcosa in più. Sul gol annullato ai rossoblù posso dire che l'assistente dell’arbitro ha alzato subito la bandierina. Positiva, invece, la prova del portiere di riserva Ingrassia. Sono contento soprattutto perchè, quando si è trovata in difficoltà, la squadra ha retto mentalmente”.

fonte: febbrea90.com

Pubblicato il 29/11/2009 alle 20.6 nella rubrica Taranto.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web