Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Il Presidente Dinelli racconta il suo Viareggio in Prima Divisione - calciotoscano.it

Testo:Paride Pieraccini

Viareggio-n
Stefano Dinelli, viareggino doc, è il presidente più vincente della storia del calcio cittadino. La conquista della Prima Divisione, traguardo mai raggiunto fino ad oggi dal club bianconero, è l'ennesima dimostrazione della bontà e della validità del progetto Esperia, un progetto sportivo, sociale ed economico. Dinelli da quando è al timone del sodalizio zebrato ha vinto ed ottenuto: coppa Toscana, coppa Italia dilettanti, due promozioni consecutive (vittoria dei campionati di Eccellenza e serie D), e nell'ultima stagione agonistica i play-off ed il secondo posto in Seconda Divisione che alla fine sono risultati decisivi per il ripescaggio in Prima.

STEFANO DINELLI, IL PRESIDENTE PIU' VINCENTE DELLA STORIA DEL CALCIO VIAREGGINO, HA RIPORTATO LE ZEBRE NEL GIRO DI POCHI ANNI NEL CALCIO CHE CONTA. QUALI SONO AD OGGI LE SUE EMOZIONI DOPO AVER RAGGIUNTO QUESTO ENNESIMO TRAGUARDO?
"Non riesco ancora a realizzare. Questo traguardo della Prima Divisione è un sogno perchè fino a pochi anni fa era impensabile poter giocare contro club prestigiosi che fino a pochi anni fa militivano in serie A. Sono molto contento e felice perchè alla fine gli sforzi e i sacrifici sono stati ripagati. Una grande gioia che voglio condividere con tutta la città e gli sportivi".

UNA DEDICA PARTICOLARE IN OCCASIONE DEL RIPESCAGGIO IN PRIMA DIVISIONE.
"Voglio dedicare questa gioia a mio figlio Andrea che è un super tifoso delle zebre oltre a quel gruppo di amici che da sei anni a questa parte mi ha seguito e accompagnato in questa avventura. Tutti insieme abbiamo condiviso tante gioie e dolori".

A PROPOSITO DI GIOIE SPORTIVE QUAL'E' STATO IL MOMENTO PIU' BELLO ED IMPORTANTE CHE LEI HA VISSUTO IN QUESTA ULTIMA STAGIONE?
"Sicuramente la vittoria in campionato ai Pini contro il Prato. Una partita bellissima, un derby al cardiopalma che si è deciso proprio nei minuti finali a nostro favore (3-2 il finale ndr) grazie ad un rigore trasformato da De Angelis".

MENTRE IN QUESTI ULTIMI 6 ANNI IL RAMMARICO PIU' GRANDE.
"Lo spareggio per accedere ai play-off nel 2003, nel primo anno della nostra avventura. Il Viareggio perse a Camaiore contro il Ponte del Giglio, ma da quel giorno in poi ci siamo tolti tantissime soddisfazioni".

IN QUEST'ULTIMA SETTIMANA LA DIRIGENZA BIANCONERA, CON LEI IN TESTA, E' RIUSCITA A FORMULARE LA DOMANDA DI RIPESCAGGIO CON ALLEGATA LA FIDEJUSSIONE DA 1 MILIONE DI EURO. UNA SETTIMANA CRUCIALE. IN CHE MODO HA VISSUTO QUESTE ULTIME ORE, TRA SOGNO E REALTA'?
"E' stata una corsa contro il tempo ma alla fine grazie all'impegno di tutti siamo riusciti a formulare la richiesta di ripescaggio con allegata la fidejussione da un milione di euro. Sono stati giorni frenetici in cui non abbiamo mai smesso un attimo di lavorare per raggiungere questo obiettivo. Adesso finalmente possiamo renderci conto dello storico risultato che abbiamo ottenuto. Giocheremo per la prima volta nella storia nella "ex serie C1". Sono stanco ma felice".

E ADESSO LA PALLA PASSA ALLA CITTA'.
"Lo ho già ripetuto alcuni giorni fa in una conferenza stampa. Adesso la città dovrà stringersi maggiormente alla squadra e al club. Mi aspetto per la prossima stagione una grande risposta in termini di abbonamenti e di partecipazione. La Prima Divisione è un campionato difficile ed ostico ma noi ce lo giocheremo con le nostre armi: giocatori motivati, giovani che si vogliono mettere in mostra e soprattutto tanta umiltà".

ED INFINE IL PROGETTO DEL NUOVO STADIO DEI PINI.
"Abbiamo dato continuità al nostro progetto, adesso per continuare a stare a certi livelli nel mondo del calcio bisogna cercare di patrimonializzare la società. Il progetto del nuovo stadio dei Pini va in quest'ottica realizzato".

fonte: calciotoscano.it

Pubblicato il 2/8/2009 alle 16.19 nella rubrica Viareggio.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web