Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Abete: dal prossimo anno nuove regole per ripescaggio - agi.it

ABETE: DAL PROSSIMO ANNO NUOVE REGOLE PER RIPESCAGGIO

(AGI/ITALPRESS) - Roma, 30 lug. - Tutto come da programma nelle decisioni del Consiglio federale di oggi per quel che riguarda i ripescaggi. Alessandria, Andria, Potenza e Viareggio in Prima Divisione, Vico Equense, Poggibonsi, Spezia, Valenzana Fano e Isola Liri in Seconda Divisione con in sospeso il Pistoia, in attesa che il Tar del Lazio prenda una decisione sul ricorso presentato dai dirigenti della squadra toscana contro la decisione di esclusione assunta dalla giustizia sportiva. "Come sapete, i criteri che abbiamo utilizzato si basano sul numero medio di spettatori, un dato che ci viene fornito dalla Siae; dalla storia sportiva della citta', dal risultato agonistico della stagione conclusa - ha tenuto a ribadire il presidente della Figc, Giancarlo Abete, in conferenza stampa -. Da questi criteri stiliamo una graduatoria ed in base a questa si procede alla scelta dei ripescaggi". Tutte le societa' scelte rientravano in questi criteri e rispondevano a tutte le richiesta della federazione. Criteri che cambieranno dalla prossima stagione. Verranno utilizzati sia per la Lega Pro e sia per la Serie D gli stessi criteri di graduatoria, cosa che ad oggi non avviene. In piu', verranno messi paletti economici piu' stretti: chi vorra' ottenere il ripescaggio dovra' versare una fidejussione di 1 milione di euro, per la Prima Divisione, 500mila euro, per la Seconda. "Entro la prossima settimana - ha proseguito Abete - vorremmo arrivare alla formazione dei gironi, anche se dovesse esserci un ulteriore ricorso al Consiglio di Stato da parte della Pistoiese". Per le squadre che hanno rinunciato all'iscrizione, come Avellino e Pisa, in caso di nuova societa', partiranno da due categorie inferiori rispetto a quella che sarebbe spettata, una sorta di Lodo Petrucci anche per le societa' dilettantistiche.

fonte: agi.it

Pubblicato il 30/7/2009 alle 22.17 nella rubrica Generiche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web