Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

E' ufficiale hanno ripescato solo le squadre plurifallite.... uno scandalo - olbiacalcio.net

http://www.olbiacalcio.net/portale/images/banners/header01.jpg

Uno scandalo sì, l'ennesimo perpetrato da chi sta uccidendo il calcio e la buona volontà di Presidentie  società che fanno tutto secondo le regole che non si osgnerebbero mai di fallire o di essere radiati, che non hanno mai chiesto il lodo petrucci che hanno solo creduto che bastasse essere in regola ed onesti. Non serve a niente, vinco sempre gli intrallazzi con essi, e solo con essi, l'Olbia viene classificata Quinta, dopo queste GRANDI E MERITEVOLI FALLITE:
1) POTENZA:
2003-04 ASC Potenza 2° nel girone G di Serie D. Vince i playoff contro il Savoia e viene ripescato in Serie C2. FC Potenza 17° nello stesso girone, retrocede in Eccellenza ma fallisce e si iscrive alla Seconda Categoria, dove chiuderà al 6° posto.
2004-05 Cambio di denominazione in Potenza Calcio. 7° nel girone C di Serie C2.
2) ALESSANDRIA:
13 agosto 2003: il tribunale di Alessandria dichiara fallita l'U.S. Alessandria, e la FIGC la radia con comunicato n° 69A del 30 agosto. Il Comitato Regionale Piemontese affilia la Nuova Alessandria 1912, in maglia bianca e priva dello stadio Moccagatta
2003-04: Nuova Alessandria 1912 8ª in Eccellenza Piemonte
2004: confluenza del marchio dell'U.S. Alessandria Calcio 1912 e del titolo sportivo della Nuova Alessandria 1912. Ritorno alla maglia grigia e allo stadio Moccagatta.
3) ANDRIA BAT:
1977-78: 18° nel Girone H di Serie D. Declassata all'ultimo posto con 0 punti. Retrocessa in Promozione. L'A.S. Andria, viene inizialmente radiata dai Ruoli Federali, per i gravi incidenti verificatisi in Andria-Potenza e successivamente riammessa agli stessi ruoli con la possibilità di partecipare al Campionato di III Categoria.
2003-04: 4^ nel Girone C di Serie C2. Perde la semifinale playoff con il Vittoria. Ripescata per effetto della sentenza del TAR Lazio del 6 settembre 2004 ai danni del Como, a sua volta poi riammesso
2005: La Fidelis Andria non viene iscritta al successivo campionato di Serie C1, e riparte dalla Terza Categoria dove giunge 6° nel girone della provincia BAT per venire poi definitivamente sciolta. Una nuova società con la denominazione di AS Andria BAT aderisce al Lodo Petrucci e riparte dalla Serie C2.
4) VIAREGGIO:
1994 - Il Viareggio non è ammesso alla stagione successiva per problemi finanziari dovuti all'arresto dei proprietari per il ciclone Tangentopoli: a causa del fallimento le viene revocata l'affiliazione. Nasce l'Associazione Calcio Viareggio che rileva il titolo sportivo ottenendo l'ammissione all'Eccellenza Toscana.
2003: - Viene fondato il Football Club Esperia Viareggio ed affiliato alla F.I.G.C. con matricola 750676 con decorrenza 11 luglio 2003. Viene ammesso dal Comitato Regionale Toscana a disputare il campionato di Eccellenza Toscana.

 

VIVA IL CALCIO DEI FALLITI, VIVA IL CALCIO MACCALLI......
VERGOGNA, ASPETTANDO IL PROSSIMO FALLIMENTO
ED UN ALTRO RIPESCAGGIO FARSA.....
FORZA OLBIA, GRANDE RUSCONI

 

 

 

SE COSì SARA': VERGOGNA!
Lo soffiate sono troppo insistenti per non capire che in Lega hanno già deciso che assieme alle meritevoli Alessandria e Potenza, saranno incredibilmente Andria Bat ed Esperia Viareggio a venire promosse per ripescaggio.
Uno scandalo, vero e proprio. L'ennesimo del Pianeta Calcio.
Come si fa a regalare una tradizione a squadre che sono nate nel 2005 e 2003 e che hanno ereditato solo lo sfascio ed i fallimenti vergognosi del loro modo di fare e produrre calcio?
L'A.S. Andria nel 1977 venne addirittura RADIATA con ignomia salvo poi venir ripescata in terza categoria.
Ma quella squadra non era l'Andria Bat, così come non lo era la Fidelis Andria (altra società FALLITA) che partecipò alla serie B. L'Andria BAT non ha storia, non tanto a nostro avviso quanto ad avviso del DIRITTO, quello che viene calpestato dai "maneggioni" di lega.
Stesso discorso per l'Esperia Viareggio che nasce nel 2003 e che non ha niente da spartire con lo SCOMPARSO E FALLITO A.C. VIAREGGIO.
Il fallimento cancella la società in TOTO, e si ricomincia un'altra storia, un'altra Tradizione.
Il calcio, se queste saranno davvero le decisioni, lo rovinano i tanti rubagalline che fanno fallire le società e i "maneggioni" di  lega che li coprono sempre.
Vergogna!
Salza

Lo soffiate sono troppo insistenti per non capire che in Lega hanno già deciso che assieme alle meritevoli Alessandria e Potenza, saranno incredibilmente Andria Bat ed Esperia Viareggio a venire promosse per ripescaggio.
Uno scandalo, vero e proprio. L'ennesimo del Pianeta Calcio.
Come si fa a regalare una tradizione a squadre che sono nate nel 2005 e 2003 e che hanno ereditato solo lo sfascio ed i fallimenti vergognosi del loro modo di fare e produrre calcio?
L'A.S. Andria nel 1977 venne addirittura RADIATA con ignomia salvo poi venir ripescata in terza categoria.
Ma quella squadra non era l'Andria Bat, così come non lo era la Fidelis Andria (altra società FALLITA) che partecipò alla serie B. L'Andria BAT non ha storia, non tanto a nostro avviso quanto ad avviso del DIRITTO, quello che viene calpestato dai "maneggioni" di lega.
Stesso discorso per l'Esperia Viareggio che nasce nel 2003 e che non ha niente da spartire con lo SCOMPARSO E FALLITO A.C. VIAREGGIO.
Il fallimento cancella la società in TOTO, e si ricomincia un'altra storia, un'altra Tradizione.
Il calcio, se queste saranno davvero le decisioni, lo rovinano i tanti rubagalline che fanno fallire le società e i "maneggioni" di  lega che li coprono sempre.
Vergogna!
Salza

TOCCA A NOI: il ripescaggio ci spetta di diritto.

PERCHE' L'OLBIA E' LA FAVORITA NEL RIPESCAGGIO

Spettatori Andria

Prato


Bassano
Olbia
Viareggio
2004/05
1363

644



418



2005/06
1585

239
456

398



2006/07
2294

410

652

633



2007/08
1299

237

785

568

1081

2008/09
2815

541

512

884

1020

MEDIA
1871,2

414,2

481

580,2

420,2












Abitanti

Incr.%
+%

+%

+%

+%
censimento01 95653
172499
40736
45366
61103
2009 99249 +3,76 185091 +7,30 42947 +5,43 54555 +20,26 64189 +5,05
Provincia
390800

245762

861768

154319

389731

Campionati disputati al lordo dei fallimenti e delle liquidazioni delle antiche società

Campionati
Andria Prato Bassano Olbia Viareggio
Serie B 6
10


6
Serie C/C1
7
42
5
11
10
Serie C2
12
16
3
22
12
Serie D/IV 23
5
16
25
33
Dilettanti
15

47
15
9
Coppa Italia C


1


Coppa Italia Dil

1


1
Scudetto Dil


1
1

Totali Campionati
63
63
71
73
71

FALLIMENTI, RIPESCAGGI:
ANDRIA BAT:




1977-78
: 18° nel Girone H di Serie D. Declassata all'ultimo posto con 0 punti. Retrocessa in Promozione. L'A.S. Andria, viene inizialmente radiata dai Ruoli Federali, per i gravi incidenti verificatisi in Andria-Potenza e successivamente riammessa agli stessi ruoli con la possibilità di partecipare al Campionato di III Categoria.

2003-04: 4^ nel Girone C di Serie C2. Perde la semifinale playoff con il Vittoria. Ripescata per effetto della sentenza del TAR Lazio del 6 settembre 2004 ai danni del Como, a sua volta poi riammesso
2005: La Fidelis Andria non viene iscritta al successivo campionato di Serie C1, e riparte dalla Terza Categoria dove giunge 6° nel girone della provincia BAT per venire poi definitivamente sciolta. Una nuova società con la denominazione di AS Andria BAT aderisce al Lodo Petrucci e riparte dalla Serie C2.

BASSANO:
1995-96: Campionato Nazionale Dilettanti. 15° nel girone B. Retrocesso in Eccellenza. Assume la denominazione di "Bassano Virtus 55 Soccer Team"

VIAREGGIO:
1994 - Il Viareggio non è ammesso alla stagione successiva per problemi finanziari dovuti all'arresto dei proprietari per il ciclone Tangentopoli: a causa del fallimento le viene revocata l'affiliazione. Nasce l'Associazione Calcio Viareggio che rileva il titolo sportivo ottenendo l'ammissione all'Eccellenza Toscana.
2003: - Viene fondato il Football Club Esperia Viareggio ed affiliato alla F.I.G.C. con matricola 750676 con decorrenza 11 luglio 2003. Viene ammesso dal Comitato Regionale Toscana a disputare il campionato di Eccellenza Toscana.

Del tutto chiaro che se si considera la discontinuità di queste società che in diritto ed in fatto sono società diverse da quelle che le hanno precedute, NON C'E' STORIA, perché la Tradizione ed i Titoli dell'Olbia, sempre la stessa società dal 1905 ad oggi,  NON HA RIVALI. Aggiungete che l'Olbia da due stagioni è tra le società che hanno i conti più in regola di tutti, pensate che è tra le pochissime ad aver saldato ai suoi giocatori anche maggio e giugno, quando le altre società li saldano come da regolamento a settembre.
Se non ci saranno imbrogli, siamo in PRIMA DIVISIONE.

Salza



fonte: olbiacalcio.net

Pubblicato il 30/7/2009 alle 17.26 nella rubrica Generiche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web