Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Respinto il ricorso contro penalizzazione, Pirro non titolato a presentarlo - vesport.it


di Redazione

La Corte di Giustizia Federale della FIGC ha preso oggi in esame, in via definitiva, il ricorso del Calcio Venezia contro il provvedimento di penalizzazione inflitto al sodalizio arancioneroverde.
La Corte di Giustizia ha confermato quanto deliberato a suo tempo dalla Commissione Giudicante, rigettando il ricorso del Calcio Venezia.

Ricorso: "Pirro non titolato a presentarlo"

di Redazione

Riassumendo quanto deliberato ieri sera della Commissione di Giustizia Federale della Figc riguardo al ricorso del Calcio Venezia relativamente all'ultima penalizzazione (2 punti di classifica, 20.000 euro di ammenda, inibizioni a Pirro e Mazza) quella riguardante il ritardato versamento Irpef sugli stipendi di maggio e giugno 2008 se ne ricava che:

- il ricorso non è stato nemmeno preso in esame in quanto il dirigente arancioneroverde Michele Pirro è autorizzato, con delega, ai soli rapporti con Lega e Covisoc, ma non a rappresentare la Società lagunare. Non potevano quindi presentare il ricorso nè i fratelli Poletti, in quanto inibiti in occasione della precedente penalizzazione, nè lo stesso Pirro. Così ha detto ieri la Commissione.
- di conseguenza è stata confermata l'inibizione di 9 mesi ricevuta dallo stesso Pirro in prima istanza.
- è stato, invece, accolto il ricorso del componente il collegio sindacale Sandro Mazza, in prima istanza inibito per 6 mesi, in quanto i componenti il Collegio Sindacale non sono tesserati Figc.

Ne consegue che, proprio per non essere stato esaminato il ricorso nei suoi dettagliati contenuti, la Società arancioneroverde inoltrerà, con procedura d'urgenza, ricorso al Coni sia per questo aspetto che per quello relativo alla precedente penalizzazione di 2 punti e inibizione ai fratelli Poletti.
A questo proposito sarà interessante capire, in via preliminare, chi sia titolato a presentare l'istanza, visto che i Poletti e Pirro sono inibiti. Prima che anche il Coni se ne lavi le mani. O che si deva tesserare in fretta e furia il Leone di San Marco per rappresentare quello che rimane del Calcio Venezia.


fonte: vesport.it

Pubblicato il 6/3/2009 alle 12.52 nella rubrica Venezia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web