Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Il punto di Roberto Fiorentino sulla ventiduesima giornata

rubrica settimanale a cura di Roberto Fiorentino

Che classifica! Riflettiamo un attimo per trovare qualche spunto interessante e nuovo? Se vi capita di guardare quella delle reti fatte, scoprirete che L’Arezzo è primo, seguono Gallipoli, Benevento, Crotone ed addirittura Sorrento. L’anomalia sta proprio nel primo e nel quinto posto, o meglio, in quel match di qualche settimana fa terminato clamorosamente per 6-5. Quindi, è solo un’illusione ottica, è calma piatta con undici squadre in serio pericolo e le ultime due della graduatoria oramai spacciate. Al Benevento, questa domenica ha tirato le orecchie. Il Crotone ha dimostrato al Santa Colomba di avere più grinta e anche più gioco. Andrà in serie B quest’anno chi avrà più fame. Il timore, invece, è che a retrocedere sarà chi prima ha illuso ed ora manda i giocatori a pagarsi il ritiro. Come la mettiamo??? Questo torneo, è chiaro, ha il veleno nella coda.

Alla Cavese va dato il merito di non mollare. Seppure soffrendo supera in casa il Lanciano e tiene ancorato il Foggia che, dal suo canto, stende una Juve Stabia che dopo avere cambiato due allenatori (e per esigenza anche lo stadio), ora davvero non sa dove più aggrapparsi. Show del Gallipoli che in casa fa furore, poche chance per un Perugia che dopo il vantaggio di Del Core ne prende quattro. Poche ore dopo la disfatta, il patron Covarelli caccia Sarri e richiama Pagliari. Miste, ci permettiamo di darle un consiglio: si porti l’acqua santa. Caturano risolleva il Taranto, l’Arezzo di Cari balbetta ma comunque resta a quattro punti dalla vetta. Sorridono il Sorrento che ritrova Ripa (gol decisivo nell’1-2 di Pistoia) e il Foligno che con Cipolla conquista tre punti pesanti contro la Ternana. Domenica si ritroveranno al Campo Italia. Pareggio sotto la neve tra Potenza e Paganese mentre Pescara e Marcianise hanno riposato. Sul campo di Vasto, domenica si poteva sciare. Per il prossimo turno giusto segnalare due partite: Crotone-Juve Stabia e Ternana-Benevento. In una delle due, ci può scappare la sorpresa.

SEMAFORO ROSSO: Indubbiamente il Benevento. Solo un punticino in due gare. C’è qualche problema da risolvere. Invece che focalizzare gli errori degli stregoni, la prima impressione è che si pensi ad altro, a quanti ospiti c’erano, alle vendette…Mister Soda: il campionato continua. Umiltà…i campionati si vincono dopo aver giocato tutte le partite, non sulla carta.

SEMAFORO GIALLO: Al Perugia. Sarebbe rosso tutta la vita, ma solo il fatto di prendere e lasciare allenatori, deve essere un premio alla coerenza. Giallo. Almeno per adesso: chissà come andrà a finire.

SEMAFORO VERDE: Al Gallipoli del Principe Giannini. Super Ginestra, regala un grande successo contro il Perugia. E pensare che altrove già davano i pugliesi in crisi…Squadra di ferro, carattere d’acciaio.


fonte: solosorrento.it

Pubblicato il 19/2/2009 alle 0.12 nella rubrica 1a Div/B.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web