Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Hellas Verona, Rescissione del contratto per Riccardo Prisciantelli - hellasverona.it

17/02/2009 - 12:11 Segnala questa notizia   Versione stampabile
Martedì mattina è stata formalizzata la risoluzione consensuale dell'accordo

VERONA - Hellas Verona Football Club rende nota la risoluzione consensuale del contratto del Direttore Sportivo Riccardo Prisciantelli. La decisione è stata definita in ogni suo particolare nella mattinata di martedì.

Tutta la società, nel ringraziare Prisciantelli per il lavoro svolto, gli formula i più affettuosi auguri per il suo futuro.

 

 

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte, hellasverona.it

fonte: hellasverona.it

Padova-Hellas Verona 0-1
15/02/2009 - 16:25
Segnala questa notizia   Versione stampabile
Allo stadio "Euganeo" decide una prodezza di Campisi al quarto d'ora della ripresa

PADOVA - Gialloblù di scena all’"Euganeo" con la volontà di vendicare gli ultimi tre derby, coincisi con altrettante sconfitte: zero reti all’attivo e sette al passivo. I padroni di casa si presentano in campo con la maglia commemorativa del centenario biancoscudato, priva di sponsor e dal design anni ’50. Chiuso il settore ospiti in virtù delle disposizioni dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive. 

Gialloblù pericolosi al 4’ con Garzon, che colpisce di destro dal limite dell’area su traversone di Campisi, Cano controlla. Punizione dai venti metri di Patrascu al 21’, palla che termina debolmente a lato. Alla conclusione del centrocampista rumeno risponde Tiboni, sempre su calcio da fermo, al minuto 33: tiro forte ma impreciso, alto sopra la traversa.

 

Primo tiro in porta del match al 51’: Rabito ruba palla sulla trequarti e scocca il sinistro dai venti metri, Rafael blocca a terra senza patemi. Un minuto dopo Jidayi manca clamorosamente il tap-in di testa sugli sviluppi di un lancio dalla sinistra di Patrascu, patavini pericolosi.

 

Al quarto d’ora scaligeri in vantaggio: Campisi controlla dal limite dell’area e di destro trova l’angolino lontano, Cano è battuto. Pochi istanti dopo Girardi viene atterrato all’altezza dei venti metri, la punizione calciata da Parolo si stampa sull’incrocio dei pali.

 

Varricchio si incunea nella difesa scaligera all’81’, Bergamelli interviene in maniera provvidenziale prima che l’ex Spezia concluda a rete. Discesa sulla sinistra di Parolo all’84’, Garzon trova il tempo dell’inserimento ma non la conclusione, la difesa patavina spazza via.

 

Gli uomini di Remondina restano in dieci all’86’: Girardi cade nelle provocazioni di Petrassi e lo tocca con una testata, il direttore di gara punisce il gesto mandando l’attaccante sotto la doccia. La parità numerica viene ristabilita cinque minuti dopo, quando Giancola punisce le eccessive proteste del terzino Di Venanzio col cartellino rosso.

 

Dopo cinque minuti di recupero l’Hellas può festeggiare un successo nel derby: prova di carattere di Bellavista e compagni, che centrano il bottino pieno dopo due ko consecutivi.

 

Il tabellino

CALCIO PADOVA - HELLAS VERONA F.C. 0-1 (0-0)

Reti: 59’ Campisi

CALCIO PADOVA

Cano; Carbone, Cesar, Cotroneo (59’ Petrassi), Falsini (55’ Di Venanzio); Jidayi, Patrascu, Bovo; Rabito (53’ Baù), Varricchio, Di Nardo. (Facchin, Gentile,  Pederzoli, Gasparello). All. Tesser

HELLAS VERONA F.C.

Rafael; Mancinelli, Ceccarelli, Bergamelli, Pugliese; Garzon, Bellavista, Campisi (89’ Moracci); Parolo; Girardi, Tiboni (66’ Gomez). (Franzese, Conti, Vicentini, Vanderhoeght, Dianda). All. Remondina

Arbitro: Tasso di La Spezia

Assistenti: Tronchin, Ranghetti

Ammoniti: Mancinelli, Patrascu, Jidayi, Bellavista, Cesar, Bovo, Varricchio

Espulsi: Girardi all’86’, Di Venanzio al 91’

Recupero: 1’ - 5’

Spettatori: 3.746

 

 

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte, hellasverona.it



Remondina: "Bravi a segnare e concedere poco"
15/02/2009 - 19:00
Segnala questa notizia   Versione stampabile
"Partite così sono decise da un episodio, tanto valeva provare a centrare il successo"

PADOVA - Al termine della gara col Padova, valida per la 22a giornata di campionato, l’allenatore dell’Hellas Verona Gian Marco Remondina ha commentato la prestazione dei suoi di fronte agli organi d’informazione.  

Hellasverona.it vi propone le dichiarazioni del tecnico gialloblù.

Questa vittoria manda un messaggio importante al campionato?

"Vincere è sempre importante, se non fai punti non vai avanti in classifica. Per quanto riguarda la prestazione, nel primo tempo la squadra era un pò timorosa, priva della mentalità giusta per vincere. Ho detto ai ragazzi che partite così sono decise da un episodio, tanto valeva provare a centrare il successo."

Fuori casa l’Hellas dovrà fare la differenza, in considerazione delle trasferte che l’aspettano.

"Puoi anche perdere, però devi provare a dare tutto. Non ci sono squadre più o meno forti, ma squadre capaci di leggere in un certo modo le situazioni. Bisogna avere meno apprensione nella gestione della gara, altrimenti è una lotta su ogni palla vagante."

Come spiega il cambio Tiboni-Gomez?

"Domenico Girardi ha più fisico nel senso che ci fa comodo sulle palle inattive, la sostituzione di Tiboni va letta sotto questo punto di vista. Gomez invece è più rapido, e mi permette di attaccare gli spazi. E’ ovvio che gli avversari si scoprono, essendo alla disperata ricerca del pari. Diventa quindi imperativo provare ad approfittarne. "

Tra primo e secondo tempo l’approccio era diverso.

"Della prima frazione ho apprezzato l’attenzione, ma vedevo che la partita poteva essere decisa dal singolo episodio. Nel secondo tempo siamo stati bravi e fortunati a segnare, concedendo poco. La maturità va dimostrata quando dobbiamo difenderci, in modo da capitalizzare l’azione che si sviluppa in avanti."

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte, hellasverona.it



Campisi: "Ci crediamo ancora di più"
15/02/2009 - 19:02
Segnala questa notizia   Versione stampabile
"I tre punti danno sempre morale, a maggior ragione dopo gare come questa"

PADOVA - Qualche minuto dopo il triplice fischio del direttore di gara, il match-winner del derby Luisito Campisi ha incontrato gli organi d’informazione presso la sala stampa dello stadio "Euganeo".  

Hellasverona.it vi propone le dichiarazioni del centrocampista gialloblù.

Oggi una partita perfetta, di fronte ad un avversario molto attrezzato.

"Ci è riuscito un pò tutto, i reparti erano molto vicini tra loro, il gioco si sviluppava in trenta-quaranta metri. Il Padova ha tirato in porta solo un paio di volte, tentando l’arrembaggio dopo l’1-0. Siamo stati bravi a gestire il match, dopo questo derby ci crediamo ancora di più."

Cosa cambia per voi questa partita?

"I tre punti danno sempre morale, a maggior ragione in occasione di una gara importante come questa. Il successo col minimo scarto è sofferto, non scontato, ha un sapore ancor più particolare. Oggi tutti hanno dato il proprio contributo, il collettivo era unito per portare a casa il bottino pieno."

Contro gli uomini di Tesser avete evidenziato grande cura dei particolari. Un passo avanti deciso rispetto alla gara con la Cremonese.

"Cerchiamo sempre di stare attenti ai dettagli, stavolta ci è riuscito meglio. I biancoscudati hanno trovato pochissimi sbocchi, nonostante si tratti di una compagine costruita per vincere. Abbiamo preparato bene la partita, facendo altrettanto nell’interpretazione."

Vi ha detto qualcosa il Presidente Martinelli dopo il termine del match?

"E’ venuto a salutarci negli spogliatoi. Siamo felici di avergli dato questa soddisfazione, il passaggio di proprietà ha garantito concentrazione e serenità. Sta a noi ripagare la fiducia."

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte, hellasverona.it


Pubblicato il 17/2/2009 alle 15.13 nella rubrica Verona.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web