Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Spal-Hellas Verona 0-1 Garzon: "Successo dedicato ad Arvedi"

18/01/2009 - 16:04 Segnala questa notizia   Versione stampabile
Al "Mazza" decide Garzon, che concretizza un'azione personale di Gomez

FERRARA - Gialloblù di nuovo al "Mazza" sedici anni dopo l’ultima sfida: il 17 gennaio 1993 i ferraresi si imposero 2-1 in una gara valida per il campionato di Serie B. Da registrare le assenze di Cortesi, Gaspari, Gottardi, La Grotteria, Martucci e Servidei da una parte, quelle di Puccio, Scapini, Sibilano e Tiboni dall’altra.

 

Remondina conferma gli undici che hanno impattato domenica scorsa 0-0 col Lumezzane, Dolcetti schiera Quintavalla al posto di Cazzola, alla vigilia favorito per un posto da titolare.

 

Padroni di casa pericolosi al 9’: traversone dalla destra di Centi che taglia l’area di rigore, Bracaletti supera in velocità Mancinelli ma di prima intenzione non inquadra lo specchio della porta. Bellavista e compagni rispondono due minuti dopo con un’azione sulla corsia di destra che libera Garzon, palla al centro per Gomez che manca l’impatto.

 

Chiusura provvidenziale di Campisi su Arma al 12’: l’attaccante marocchino scambia con Savi ed arriva a tu per tu con Rafael, il centrocampista scaligero sbroglia la matassa. Ceccarelli rovescia dall’interno dei sedici metri verso la porta avversaria al 17’, Capecchi blocca a terra l’incornata di Gomez.

 

Al 26’ Garzon concretizza il grande lavoro svolto sulla sinistra da Gomez: l’argentino salta Ghetti e serve indietro, il pallone colpito in corsa dal centrocampista  sbatte sul palo lontano e termina in fondo al sacco. Ancora Garzon ci prova al 43’ dai venti metri su passaggio di Campisi, il sinistro è bloccato da Capecchi.

 

Pronti-via e dopo un minuto dall’inizio del secondo tempo Centi calcia una punizione dalla sinistra, Arma e Cazzola mancano clamorosamente il tap-in. In cinque minuti Pecorelli allontana dalle rispettive panchine prima Remondina (51’), poi l’allenatore in seconda dei ferraresi Lazzarini (53’) ed il dirigente accompagnatore Bena (55’), tutti per proteste.

 

Al 58’ cross col contagiri di Mancinelli per Girardi, Zamboni anticipa di testa la punta gialloblù. Punizione dai venticinque metri di Moro al 65’, la sfera termina abbondantemente fuori. Corner dalla destra di Campisi al 73’, il colpo di testa di Gomez va alto sopra la traversa.

 

Spal in dieci all’86’: secondo cartellino giallo per Cortellini, punito dal direttore di gara per una simulazione. Girata pericolosissima di Arma al 92’, palla fuori di un soffio. Miracolo di Rafael su Cazzola al 94’, smarcato sulla destra da Arma. Dopo sei minuti di recupero l’Hellas può festeggiare la prima vittoria esterna della stagione, Spal nuovamente battuta dopo il 2-1 dell’andata.

 

 

 

Il tabellino

SPAL 1907 - HELLAS VERONA F.C.  0-1 (0-1)

Reti: 26’ Garzon

SPAL 1907

Capecchi; Ghetti, Lorenzi, Zamboni, Cortellini; Savi, Centi (60’ Moro), Cazzamalli; Quintavalla (46’ Cazzola), Arma, Bracaletti (83’ Agodirin). (Careri, Monti, Cabeccia, Rivaldo). All. Dolcetti

HELLAS VERONA F.C.

Rafael; Mancinelli (87’ Campagna), Ceccarelli, Conti, Moracci; Garzon (93’ Corrent), Bellavista, Campisi; Parolo; Gomez (74’ Anaclerio), Girardi. (Franzese, Bergamelli, Ravelli, Da Dalt) All. Remondina

Arbitro: Pecorelli di Arezzo

Assistenti: D’Amore, Carmignani

Ammoniti: Ghetti, Parolo, Cortellini, Rafael, Cazzamalli

Espulsi: Remondina al 51’, Lazzarini al 53’, Bena al 55’, Cortellini all’86’

Recupero: 1’ - 6’

Spettatori: 4.000 circa

 

 

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte, hellasverona.it


Garzon: "Successo dedicato ad Arvedi"


18/01/2009 - 19:53
Segnala questa notizia   Versione stampabile
"Se giochiamo col piglio visto oggi possiamo dare filo da torcere ad ogni avversario"

FERRARA - Dopo il termine della 19a giornata di campionato, il match-winner Stefano Garzon ha rilasciato alcune dichiarazioni ai giornalisti presso la sala stampa dello stadio "Mazza".

"A nome del gruppo mi sento di dedicare questa vittoria, la prima esterna, al nostro Presidente che è ancora all'ospedale. Sicuramente, seppur con mille difficoltà, ci avrà seguito. Il nostro pensiero è sempre rivolto a lui. Se giochiamo col piglio visto oggi possiamo dare filo da torcere ad ogni avversario. Ci tenevo ad abbracciare Corrent dopo il gol perchè con lui ho un rapporto che va al di là dell'ambito professionale. Sta vivendo un momento difficile, volevo condividere in particolare con lui questa gioia immensa."

La rete decisiva è arrivata al termina di un'azione personale di Ignacio Gomez: "Juan ha disputato poche gare, ma quando è stato chiamato in causa di è fatto trovare pronto. Ciò significa che tutti lavoriamo con grande impegno. Ha fatto una giocata in profondità, io mi sono staccato sperando che mi servisse. L'idea era quella di mettere la palla sul secondo palo, ovviamente ci vuole un pò di fortuna, però bisogna provarci."

Dopo il triplice fischio dell'arbitro, il migliaio di tifosi gialloblù giunto a Ferrara ha potuto accogliere sotto il settore ospiti la squadra: "E' una soddisfazione enorme, ci sostengono sempre, si tratta di uno dei pubblici migliori d'Italia. Noi siamo in Prima Divisione ma loro non perdono occasione di dimostrarci affetto. Ci danno la forza di lottare ed andare avanti a testa alta, è stupendo potergli regalare vittorie così, di fronte a compagini accreditate per la vittoria del campionato."

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte, hellasverona.it



Remondina: "Ritrovato lo spirito giusto"


18/01/2009 - 19:41
Segnala questa notizia   Versione stampabile
"La vittoria è stata meritata, ognuno dei giocatori scesi in campo ha dato tutto"

FERRARA - Al termine della gara con la Spal, decisa da una rete di Garzon nel primo tempo, il tecnico scaligero Gian Marco Remondina ha commentato la prestazione dei suoi di fronte agli organi d’informazione.

"Si tratta di un successo meritatissimo, i ragazzi hanno lottato dal primo al novantaseiesimo minuto. Lo spirito evidenziato anche nella gara di Cesena, perso per vari motivi in occasione del match col Lumezzane, è stato ritrovato."

Al "Mazza" Bellavista e compagni hanno dato vita ad una grande prova di carattere di fronte ad una formazione che lotta per il vertice della classifica: "La vittoria è stata meritata, abbiamo giocato bene con tutti gli effettivi. Ognuno dei giocatori scesi in campo ha dato tutto, e questo ha grande importanza. Ci tengo a dedicare la vittoria al Conte Arvedi."

I tre punti conquistati nella sfida odierna possono avere notevole rilevanza per il futuro immediato: "La vittoria regala fiducia, nel caso in cui ci fosse il passaggio di proprietà noi avremmo la migliore delle presentazioni. Non cercavamo nè volevamo alibi, ribadisco la mia preferenza per una risoluzione della vicenda in tempi brevi. Chiarezza per tutti, giocatori e membri della società."

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte, hellasverona.it


fonte: hellasverona.it

Pubblicato il 19/1/2009 alle 1.45 nella rubrica Verona.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web