Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Diciottesima giornata: l´Arezzo frena, il Gallipoli fugge

La Pistoiese subisce la sua seconda sconfitta interna confermando che il Melani porta bene alle squadre giallorosse: dopo il Benveneto, anche il Gallipoli espugna a fatica lo stadio degli arancioni, penalizzando oltremodo la gara dei padroni di casa, i quali escono dal campo a testa alta. In vantaggio già dopo un minuto, i salentini ipotecano la vittoria con il raddoppio già prima dell´intervallo, dopo che l´arbitro aveva negato due rigori ai ragazzi di mister Polverino. Per il resto è solo Pistoiese. Per questo i tre punti sono ancora più importanti e consentono alla squadra di Giannini di tenersi stretta la vetta della classifica.

Al Santa Colomba il Benevento timbra l´ennesimo cartellino-vittoria battendo il Perugia con un gol di Colombini e agguanta l´Arezzo e il Crotone al secondo posto della classifica, alle spalle del Gallipoli. Sofferta ma importantisisma la vittoria dei sanniti, pur senza strafare. Al Perugia resta il rammarico per una buona gara e un palo colpito a fine primo tempo, che avrebbe riequilibrato il match. Ma la classifica è pur sempre corta e i grifoni, nonostante tutto, restano a sei lunghezze dai playoff: c´è sempre tempo per recuperare.

Spettacolo al Simonetta Lamberti tra Cavese e Arezzo. Un pareggio che di fatto annulla le due compagini. Ai padroni di casa serviva la vittoria per agganciare gli amaranto in classifica, e invece gli aquilotti si sono ritrovati ad inseguire per ben due volte i toscani dopo che prima Martinetti e poi Chianese avevano portato in vantaggio gli ospiti. Il primo momentaneo pareggio è di Bernardo; il secondo, definitivo, porta la firma di Aquino. Punti persi da entrambe le compagini, che restano comunque saldamente in zona playoff.

Da quando non gioca più all´Aragona di Vasto il Pescara ha perso la sua capacità di vincere: il Crotone espugna con merito il neutro di Lanciano, portando via tre punti pesantissimi per la classifica. Gol vittoria dell´ex di turno, Russo, e tanto bel gioco espresso dai calabresi. Grossi guai invece per gli abruzzesi, orfani di uomini importanti come Zeytulaev. Ora la compagine di Nanù Galderisi, già in una situazione difficile, si ritroverà ad affrontare una trasferta difficilissima allo Zaccheria la prossima settimana.

A Potenza il Foggia ci ha provato, ma ancora una volta non è riuscito a portare a casa i tre punti. Complici un campo pesante e difficile, l´assenza di Salgado e Del Core, ma soprattutto complice un palo che nega a Mancino la gioia del gol, i rossoneri ancora una volta devono accontentarsi dello 0-0. Un punto che non serve a nessuna delle due squadre: i lucani restano ultimi, mentre i satanelli rimangono fuori dalla zona playoff, a tre lunghezze dalla Cavese. E domenica allo Zaccheria c´è il Pescara.

Il Sorrento scavalca il Lanciano battendolo in rimonta: al gol di Margarita rispondono Biancone e La Vista. Tutto nel giro di sette minuti. Una buona gara giocata dai costieri che nel momento di maggiore brillantezza sono andati sotto di un gol, ma hanno saputo immediatamente reagire con cuore e grinta. Vittoria meritata e ritorno a posizioni più tranquille di classifica. Nelle file frentane c´è invece molto rammarico, specie per le occasionissime sprecate nel finale, quando Margarita e Alfageme mandano all´aria due palle-gol nitide, lasciando il Lanciano alla sua ennesima sconfitta esterna.

Finisce a reti bianche Marcianise-Ternana. Rammarico per gli ospiti, che si sono visti annullare una rete probabilmente regolare. Per il resto una partita non bella, con poche emozioni, ma che regala ad entrambe le compagini un punticino che fa classifica, tenendole fuori dalla zona pericolosa.

Il Foligno comincia la meglio il girone di ritorno torna a vincere dopo mesi e lo fa in modo netto, con un 3-0 ai danni della Paganese. Ritrova il gol De Paula, segna una doppietta Coresi. Tutto bene quindi per la compagine di Indiani che, se non altro, pur restando in zona playout, risale qualche posizione in classifica e si porta a soli tre punti dalla salvezza. Gli azzurrostellati ne escono sconfitti e anche dimezzati: in vista del recupero di mercoledì contro la Juve Stabia, infatti, Capuano dovrà anche fare a meno di De Giosa e Imparato, espulsi a Foligno e qundi in odore di squalifica. Un anno iniziato davvero male per i campani.

La Juve Stabia non vinceva da metà novembre: torna a farlo con prepotenza contro un Taranto che in quel di Sant´Antonio Abate ne prende tre. Amore, Capparella e il "pitone" Biancolino siglano i tre acuti che riportano un po´ di serenità all´ambiente e lasciano ben sperare per il recupero di mercoledì che vedrà gli uomini di mister Bonetti scendere in campo a Pagani. Per gli ionici ormai è crisi conclamata: dopo aver perso alcuni uomini importanti (Shala su tutti) inizia male il girone di ritorno, all´insegna della zona playout.

Nella foto, tratta da solosorrento.it, l´incontenibile gioia di Cristian Biancone dopo il gol segnato contro il Lanciano
Francesco Ricci da Calciofoggia
link

fonte: foggiaweb.it

Pubblicato il 13/1/2009 alle 14.49 nella rubrica 1a Div/B.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web