Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Sambenedettese, “Il punto” a cura di Enrico Tassotti

fonte: sambcalcio.it

Lunedì 27 Ottobre 2008

Il commento alla nona giornata di campionato


Ivan Dazzi uno dei migliori a RavennaIvan Dazzi uno dei migliori a Ravenna

Samb: tris sfiorato! Si ferma al 92' il sogno di conquistare la terza vittoria consecutiva, ed uscire dalla zona calda, per gli uomini di mister Piccioni al Benelli di Ravenna. A spezzare il sogno ci pensa l’ex Rimini Trotta, forse uno degli uomini più in forma dei giallorossi, che non lascia scampo al bravissimo Ivan Dazzi il quale fino a quel momento aveva respinto anche l’impossibile.

A far sognare i tifosi rossoblu ci aveva pensato Filippo Forò, moto perpetuo del centrocampo della Samb, che aveva infilato la porta di Rossi al primo vero affondo. Per il biondo centrocampista è il primo centro stagionale, il secondo tra i professionisti dopo quello realizzato la scorsa stagione nel derby del Riviera col Pescara, che rappresenta il giusto premio per le belle prestazioni che fino ad ora ha collezionato.

Diciamo subito che il pareggio che è scaturito è il risultato più giusto in quanto gli uomini di Atzoli, soprattutto nel primo tempo, hanno spinto molto, e avrebbero meritato il vantaggio, comunque sfiorato in più di una occasione (2 gol annullati per offside). La Samb, invece, come spesso le sta capitando negli ultimi tempi, è stata cinica e al primo attacco vero ha segnato. Lo vogliamo ripetere: il rammarico per i due punti persi è tanto anche perchè la classifica sarebbe stata molto più bella e avrebbe aperto scenari impensabili fino a qualche settimana fa (i playoff a sole tre lunghezze!!!).

E’ un pareggio che si può accettare in primis perché fa classifica e poi perché allunga la striscia positiva a quattro gare e, inoltre, cancella di fatto l’ultimo zero presente nella classifica dei rossoblu; quello dei pareggi lontani dalle mura amiche. Scorrendo la classifica si nota che la difesa della Samb risulta essere la seconda migliore del campionato con i soli 8 gol al passivo: solo Lumezzane e Novara hanno fatto meglio con 7. Dal punto di vista delle reti all’attivo, l’attacco rossoblu è sempre il peggiore ma almeno è in compagnia del fanalino di coda Portogruaro e, soprattutto, di quella che veniva considerata una corazzata: l’Hellas Verona.

Era dall’ultima giornata dello scorso torneo, quando la Samb pareggiò con la Sangiovannese, che non si verificava il risultato di 1-1 e col pareggio si è interrotta la serie nera della Samb al Benelli dove aveva raccimolato due sconfitte negli ultimi due confronti.

Ora tocca al Monza, una formazione a pari punti ma con un attacco decisamente prolifico che ha in Omar Torri il suo terminale offensivo più pericoloso con i 6 centri in 7 gare. Una partita da vincere a tutti i costi perché rappresenta un vero e proprio scontro diretto.

Le altre gare: clamoroso tonfo della capolista Pro Patria che sembra essere entrata in un tunnel. Le sei vittorie di fila sono un lontano ricordo visto che gli uomini di Lerda hanno infilato tre sconfitte, l’ultima delle quali molto pesante (1-5) contro l’imbattuto Lumezzane. Il primo effetto di questa ulteriore brutta figura è il silenzio stampa che la società ha imposto a tutti i tesserati. Sarà il preludio a qualche clamorosa decisione? Ne approfitta appieno il Novara che, battendo il sempre più deludente Venezia, aggancia la prima posizione e torna a sognare in grande. Protagonisti sono stati gli attaccanti Rubino e Sinigaglia che spingono sempre più in basso i lagunari. Si avvicina alla vetta, distante tre sole lunghezze, anche il Padova che ringrazia Di Nardo e supera il Cesena in quello che era un vero e proprio scontro playoff. Aggancia il terzo posto anche la Cremonese che ha ragione di un Legnano giunto alla terza sconfitta consecutiva e sempre più penultimo in graduatoria. Non va oltre il pari la Spal nell’anticipo con la Pro Sesto: i ferraresi sono al loro terzo pareggio consecutivo e non riescono a sfruttare, ancora una volta, il KO della capolista per avvicinarsi al vertice. Politica dei piccoli passi che intraprende anche la Reggiana che riesce ad uscire indenne dal Brianteo di Monza grazie al quarto gol stagionale dell’ex Samb Antonio Maschio che fissa il risultato sul 2-2. Ai lombardi non basta il sesto gol di Torri che esce per infortunio. Colpo del Pergocrema a Portogruaro grazie al bomber Le Noci che relega i veneti all’ultimo posto della graduatoria. Chiude il pari ad occhiali tra Verona e Lecco con i gialloblu che stanno disputando finora un campionato davvero anonimo.


Pubblicato il 28/10/2008 alle 14.52 nella rubrica Sambenedettese.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web