Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Riscatto Marcianise, il Foggia si arrende

fonte: ultraskorpions.it

luned? 27 ottobre 2008

foto_innocenti_1_piano.jpgNel primo tempo gol di Innocenti, i gialloverdi falliscono il raddoppio: palo di Filos.

Fonte: Il Mattino - Andrea Ferraro

Caserta. Dopo il Pescara un’altra vittima illustre al Pinto. Il Marcianise con un gol di Innocenti ferma la corsa del Foggia, lanciato all’inseguimento del primato. Chi si attende una squadra in disarmo dopo l’annuncio della famiglia Bizzarro, intenzionata a lasciare il timone della società, deve ricredersi. La prova d’orgoglio del Real vale tre punti d’oro che danno ossigeno a una classifica diventata anemica e pericolosa. I gialloverdi danno l’anima. Cattiveria agonistica e la voglia di stupire anche il presidente Floridante Bizzarro (non si è visto il figlio Salvatore, nelle ultime partite accomodatosi in panchina) sono gli ingredienti giusti per collezionare il terzo successo stagionale e riscattare lo stop di Lanciano. Fusi modifica il modulo tattico. Al consueto 4-3-3 preferisce il 4-3-1-2 con Romano, faro della manovra gialloverde, alle spalle di Innocenti e Galizia, e con Russo a giostrare sulla fascia sinistra. Un accorgimento che funziona e che manda in tilt il centrocampo rossonero, guidato dall’esperto Pecchia. Il Marcianise sin dall’avvio lascia intuire che la prova di Lanciano è solo un brutto ricordo. La vivacità della manovra e il pressing sugli avversari lo testimoniano. Al Foggia, costretto subito (3’) a privarsi dell’esterno sinistro Pezzella infortunatosi dopo uno scontro con D’Ambrosio (in campo entra Colomba), viene tolto il respiro. A centrocampo, complice anche la prova dell’impeccabile Romano, Di Napoli e D’Ambrosio non girano mai a vuoto. Sulle corsie, poi, ci pensano Ciano e Vanacore a chiudere i varchi o quanto meno a limitare le sortite di Mancino e Troianiello, in avvio di ripresa sostituito da Del Core. A controllare Salgado ci pensa l’inedita coppia centrale composta da Porpora, preferito a Murolo, poi entrato nella ripresa, e Filosa, la cui prestazione, a eccezione di un rinvio difettoso che regala un angolo ai pugliesi, è praticamente perfetta. Il difensore addirittura sfiora il gol due volte: prima è Bremec a respingergli il tiro (22’); poi, nella ripresa (39’), quando di testa intercetta il cross di D’Ambrosio dalla bandierina, è il palo a negargli la gioia. In attacco Innocenti appare trasformato. L’astinenza dal gol, dopo aver vinto il titolo di capocannoniere in C2, comincia a pesargli. E così l’attaccante ravennate prova a sbloccarsi senza trascurare gli interessi della squadra, come quando (19’) serve un assist a Galizia che sfiora la traversa. Il gol arriva al 29’: Romano ruba un pallone a Lisuzzo, entra in area e serve Innocenti che non fallisce. Prima dell’intervallo, D’Ambrosio prova a sorprendere Bremec con una punzione dal cerchio di centrocampo ma il pallone sfiora l’incrocio. Nella ripresa, il Foggia, incitato fino all’ultimo da quattrocento tifosi, appare più vivace. Il Marcianise resiste anche se corre dei rischi, in particolare in occasione del colpo di testa di Mancino (16’) e del bolide dalla distanza di Lisuzzo (37’) deviato in angolo. Il Real è accorto e quando può punge. Fusi per dare maggiore brio sulla fascia sinistra richiama Russo e lancia nella mischia Della Ventura. Il neoentrato, due minuti dopo il palo colpito da Filosa, viene tradito (41’) dalla mira dopo aver addomesticato in modo elegante il pallone in area. Nel finale gli interventi di Fumagalli (42’) sul tiro di Colomba e di Bremec, che impedisce a Romano di concludere un’azione di contropiede. Il portiere rossonero nel recupero, in occasione di una punizione, si porta anche nell’area avversaria ma il Marcianise riesce a proteggere Fumagalli e a blindare il successo. Alla fine gli applausi del pubblico.

Intervista al tecnico Luca Fusi

luned? 27 ottobre 2008

luca_fusi2.jpgFusi: «È la giusta risposta alle critiche»

Fonte: Il Mattino

Battendo il Foggia, il Marcianise si è regalato un pomeriggio di meritata serenità. Ciononostante, il perdurante silenzio del dimissionario presidente Bizzarro (allo stadio si è visto solo suo padre Floridante) tiene in ansia l'ambiente gialloverde. A calmare le acque ci pensa il dg Pasquariello: «Quella di oggi - ha dichiarato - è una vittoria importantissima perchè arriva al termine di una settimana per noi molto particolare. Credo che l'unica medicina per dare una svolta al nostro campionato sia il lavoro. In settimana ho detto ai ragazzi che solo l'impegno poteva tirarci fuori da questa difficile situazione e sono molto contento della risposta che la squadra ha dato in campo. Credo che questa contro il Foggia - conclude sibillino Pasquariello - rappresenti la partita della svolta della storia del Real Marcianise: chi vuole intendere intenda». Fusi, invece, si sofferma sul lato tecnico: «Anche oggi i ragazzi hanno dimostrato di essere degni di ogni encomio. Con il gioco hanno risposto benissimo alle pesanti critiche del dopo Lanciano». Una vittoria da dedicare magari al presidente Bizzarro: «Ma prima di tutto ai ragazzi - dice Fusi - che con spirito di sacrificio e grande abnegazione al lavoro stanno dimostrando di essere all'altezza di un campionato così difficile. Per quanto riguarda la situazione societaria, non ci resta che aspettare martedì, quando parlerà il presidente»

Intervista all'attaccante Riccardo Innocenti

luned? 27 ottobre 2008

foto_innocenti_1_piano.jpg«Importante sbloccarmi e vincere»

Fonte: Il Mattino

Riccardo Innocenti contro il Foggia ha festeggiato il suo primo gol in Prima Divisione: «Ci tenevo a sbloccarmi - dice il bomber del Marcianise, la scorsa stagione capocannoniere in C2 - perché, per un attaccante, il gol è fondamentale. Quello che contava di più, comunque, era conquistare i tre punti». E la situazione societaria? «Sono un professionista e devo solo fare il mio lavoro, non sta a me commentare le decisioni della dirigenza. Però sono contento perché credo che oggi abbiamo regalato una meritata soddisfazione ai tifosi»

Pubblicato il 27/10/2008 alle 14.57 nella rubrica Marcianise.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web