Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Iª Div. Gir. A - 8ª giornata: il punto

fonte: realsports.it


di Marco Magli 

Il Novava riduce le distanze sulla capolista Pro Patria. Di quest’ulteriore stop non ne approfittano la Spal, si fa fermare in casa dal Portogruaro e il Padova sconfitto al ’Riviera delle Palme’ di San Benedetto del Tronto

Nell’ottava giornata è da rilevare come la capolista Pro Patria, nel match clou contro il Novara, sia caduta per la seconda volta consecutiva, in quest’occasione superata tra le mure amiche dello ‘Speroni’, dove non aveva ancora subito una rete, Novara che riduce così le distanze a tre lunghezze, secondo posto solitario.

Derby del Ticino dai due volti: primi quarantacinque minuti piacevoli, dove i ‘tigrotti’ hanno manovrato maggiormente e una ripresa molto nervosa, match winner Rubino che in pieno recupero supera Anania e concretizza una superiorità mostrata soprattutto nella ripresa. Nervosismo che si manifesta con tre espulsioni (due tra i bustocchi, Pisani e Melara, una tra i novaresi, Gheller). L’episodio decisivo avviene a fine primo tempo quando si accende un parapiglia e sono mandati negli spogliatoi Melara e Gheller lasciando in nove gli uomini di Lerda (era già stato espulso Pisani per doppia ammonizione) e in 10 quelli di Notaristefano.

Di quest’ulteriore stop non ne approfittano la Spal, si fa fermare in casa dal Portogruaro che era addirittura andato in vantaggio (Carboni al 17’pt poi successivamente espulso al 19’st per fallo su Schiavon), e il Padova sconfitto al ’Riviera delle Palme’. Per gli estensi ci ha pensato Lagrotteria a riequilibrare le sorti di un incontro che rimarrà inchiodato sull’1-1 fino al termine, secondo pareggio consecutivo per i biancoazzurri.

Veneziani che portano a casa un pareggio importantissimo e che fa riprendere fiato dopo due sconfitte pesanti. Per il Padova una sconfitta proprio inaspettata, maturata a quattro minuti dalla fine, autore della rete il rumeno Cigan, che era subentrato allo sfortunato brasiliano Pippi dopo tredici minuti di gioco, interrotta così la striscia positiva di quattro gare. Per i marchigiani seconda vittoria consecutiva, abbandonati anche gli ultimi zeri che facevano parte della classifica, come le vittorie e le reti tra le mura amiche. Lasciata anche l’ultima posizione in classifica, ora chiude il Portogruaro a sei punti.

Entra prepotentemente in zona playoff il Cesena, al sesto risultato utile consecutivo, che spazza via una Pro Sesto che scivola sempre più giù in classifica. Motta, Chiavarini e Giaccherini sono i marcatori per i romagnoli di Bisoli che sembrano un’altra squadra rispetto all’inizio.
Piccoli passi in avanti per Reggiana e Verona che non schiodano lo 0-0 iniziale, ma granata più brillanti del solito e squadra che a tratti sembra quella dell’anno scorso, resta ancora da recuperare diversi infortunati (Alessi su tutti) poi si vedrà presumibilmente una Reggiana migliore anche sotto porta, più cinica. Verona che si è dimostrato poca cosa, anche quando sono rimasti in superiorità numerica, espulso Mallus per somma di ammonizioni, nei trentadue minuti in vantaggio di un uomo non ha saputo creare grattacapi alla difesa emiliana.

Altro pareggio quello tra Lecco (secondo 2-2 consecutivo e settimo risultato utile consecutivo) e Ravenna, che riesce a pareggiare proprio all’ultimo minuto, peraltro meritato, rete firmata da Gerbino Polo, curiosa l’espulsione inflitta al portiere bluceleste Orlandi, due cartellini gialli nel giro di dieci minuti per perdita di tempo, per i bizantini, Atzori riabbraccia il bomber Zizzari che va in rete, invece per gli uomini di Cadregari hanno firmato Buda e Sangiovanni.

Ultimo pareggio della domenica si è verificato al’Penzo’ tra Venezia e Lumezzane, dove i bresciani restano unici imbattuti e specializzati nei pareggi, ben sette. Momentè dopo sei minuti di gioco porta in vantaggio i locali, pareggio di Calliari al 26’pt. Nei lagunari espulso l’attaccante, ex Carpenedolo, Malatesta al 25’st quando era subentrato da dieci minuti al nigeriano Ibekwe.

Esploit esterno del Monza, vera sopresa della giornata, che salva la panchina di Marcolin ed incamera la prima vittoria di questo Campionato, battuto il Legnano di Lombardo ancora senza vittorie al’Giovanni Mari,’ con Torri che mette a segno una doppietta (al quinto centro in Campionato), Iacopino ha sbloccato su rigore.

Nel posticipo 1-1 tra Pergocrema e Cremonese. Tutto esaurito per il derby che manca da ventotto anni, sesto al ‘Voltini’. Grigiorossi che volevano dare seguito alla bella prova fornita contro la Pro Patria, ’canarini’ invece che chiamati a riscattare un periodo difficile, che è coinciso con l’esonero del tecnico Fortunato, sono cinque le gare senza vittoria, esordio sulla panca per Piantoni



Pubblicato il 21/10/2008 alle 14.36 nella rubrica 1a Div/A.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web