Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Arezzo: L´Arezzo record nasce tra i guai

fonte: gds

16/10/2008

Prima un´estate difficile, poi l´ottima partenza Gol e punti: nessuno come la squadra di Cari.

Sarà pure una coincidenza, ma dalle difficoltà di solito nasce un grande Arezzo. L´ultima promozione in B del 2004 è arrivata dopo un ripescaggio. La scorsa estate è stata tormentata: dopo aver fallito i playoff nonostante tre allenatori, la campagna acquisti è stata a lungo bloccata per l´arresto del presidente Mancini. E se non bastasse si è aggiunto il caso Martinetti. Insomma, cammino in salita per il tecnico Cari, reduce da una delusione con il Taranto: la finale dei playoff persa con l´Ancona. Eppure sono bastate 7 gare per chiarire le cose: l´Arezzo fila come un treno, accumulando record stagionali. A iniziare dai gol: 16.

Tutti fenomeni - Il primato è spiegato dai numeri: in Prima divisione nessuno ha fatto i punti dell´Arezzo (19) e segnato quanto gli amaranto. E ancora, solo il Lumezzane condivide l´imbattibilità ma la distanza virtuale (i lombardi sono nel girone A) è abissale: 9 lunghezze. Che la squadra giri è nei fatti. Ma anche i singoli non scherzano: Baclet è a quota 5, record personale nella categoria. Chianese a 3, due in meno della scorsa stagione (era arrivato a gennaio), a Bondi manca un gol per eguagliare i 3 dell´ultimo torneo. Se aggiungiamo i difensori Terra, Grillo e Fanucci si capisce come la via del gol non sia preclusa a nessuno. Avversari compresi: 2 le autoreti a favore.

I meriti del tecnico Non è un caso: Cari a Taranto aveva sopperito all´assenza di un super bomber (miglior cannoniere l´esterno Cutolo con 13 centri), facendo leva sulla squadra. Con l´Arezzo sta ripercorrendo la stessa strada, ma potendo contare su un attaccante del calibro di Chianese più sull´esplosione di Baclet. E da domenica si è rivisto in panchina Martinetti, miglior marcatore dei toscani nello scorso torneo con 13 centri, rientrato alla base da figliol prodigo dopo le incomprensioni del mercato (cessione prima chiesta e poi rifiutata).

Per gli avversari, però, le cattive notizie non finiscono qui. Il 4-4-2 proposto da Cari è duttile: può capitare di vedere un Arezzo attendista oppure aggressivo. Per informazioni chiedere alla Pistoiese, ultima vittima: la difesa alta degli arancioni è stata pressata dal primo minuto finendo sgretolata alla distanza. Domenica i toscani metteranno tutti i record in discussione: la sfida di Gallipoli (secondo a 3 punti) può dare un´impronta precisa al torneo. Ma si sa: le difficoltà esaltano l´Arezzo.

La Gazzetta dello Sport - Francesco Ceniti

[Foggiacalciomania.com /RG4]

Pubblicato il 17/10/2008 alle 0.1 nella rubrica Arezzo.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web