Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Taranto: Senza Paolucci il Taranto cambia

fonte: gds

15/10/2008

«Vogliamo vincere con la Paganese per dedicare la vittoria a Paolucci». Giorgino e Shala lo dicono in coro: il Taranto si stringe attorno allo sfortunato centrocampista pescarese, fuori gioco per almeno quattro mesi dopo l´infortunio di Terni.

La diagnosi non ha lasciato scampo: rottura di crociato e menisco del ginocchio destro. Il centrocampo rossoblù, che aveva trovato in fretta affiatamento ed equilibri, adesso dovrà cambiare volto. Sono proprio i due compagni di reparto a incoraggiare Paolucci. «Mi dispiace per Andrea, i discorsi riguardanti il campo vengono dopo — precisa Davide Giorgino —. È un ragazzo eccezionale: è arrivato a fine mercato, subito si é integrato nello spogliatoio. Le sue doti tecniche sono indiscutibili. In campo il suo urlo ci ha messo in allarme: cercheremo di stargli vicino, ma sono convinto che brucerà i tempi. Ha un carattere forte».
Metronomo - Giorgino è il metronomo della linea mediana: schermo davanti alla difesa nel 4-1-4-1, centrale nel 4-4-2. Anche senza Paolucci, invita tutti alla fiducia: «Chi lo sostituirà sarà in grado di rimpiazzarlo al meglio. Ormai abbiamo trovato dei buoni equilibri e anche la condizione fisica sta crescendo: domenica, ad esempio, Sciaudone è entrato e ha disputato un´ottima prova. Non era facile, dopo un lungo periodo trascorso senza giocare da titolare. La mia posizione? Cambia poco: per un giocatore di centrocampo è naturale dover cambiare lievemente zona. I nostri due moduli di riferimento hanno movimenti molto simili. Adeguarsi non è complicato».

Difficoltà - Rijat Shala ha rivissuto, per un attimo, il grave infortunio al ginocchio che lo ha tenuto per un anno fuori dal campo. «Nessuno, più di me, sa cosa prova Paolucci in questo momento: per venirne fuori bisogna avere una grande forza di volontà, sacrificarsi, allenarsi di continuo. Bisogna stare attenti, soprattutto, al tono muscolare: dopo l´operazione ti devi rimettere a lavorare immediatamente. È un vero peccato per Andrea: in campo non mi ero reso conto della gravità dell´ incidente, sono rimasto scioccato. Ora dovremo trovare un nuovo equilibrio, stiamo lavorando sul 4-4-2».

Rinforzo - La società rossoblù, intanto, ha deciso di tesserare il centrocampista sloveno Ivica Guberac, 20 anni, l´anno scorso al Cagliari, da tempo aggregato alla squadra. Dopo l´infortunio di Paolucci, sarà un´alternativa in più per Dellisanti. Shala lo conosce bene: «Abbiamo giocato insieme nella passata stagione. Un buon centrocampista, molto giovane, assicura geometrie e prestanza fisica, bravo anche colpitore di testa. Vedrete, nel corso della stagione ci darà sicuramente una mano».

La Gazzetta dello Sport - Leo Spalluto

[Foggiacalciomania.com /RG4]

Pubblicato il 15/10/2008 alle 10.24 nella rubrica Taranto.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web