Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Sorrento-Benevento, la voce dei protagonisti

fonte: tuttomercatoweb.com

12.10.2008 20.08 di Michele Gargiulo  articolo letto 298 volte
Finisce 1-1 il derby disputato allo stadio "Italia" tra Sorrento e Benevento. Partita equlibrata, decisa da due calci piazzati allo scadere del secondo tempo. Passano in vantaggio gli ospiti all'84' grazie a Ferraro, che approfitta di uno svarione della retroguardia rossonera su punizione calciata da Cejas. A ristabilire le sorti del match è Biancone, che al 90' devia in rete un calcio piazzato di Strambelli. Per tutta la gara il Sorrento ha avuto in mano il pallino del gioco, sfiorando la rete con Agnelli (26') e Biancone (80'), mentre il Benevento ha giocato prevalentemente di rimessa, sfruttando le lunghe leve di Castaldo, bravo a smistare di testa le palle alte provenienti dalla difesa. Da segnalare l'assenza sugli spalti dei tifosi beneventani per ordine del Comitato di Analisi della Sicurezza delle Manifestazioni Sportive.

SORRENTO

L'allenatore del Sorrento, Giovanni Simonelli: "E' stata una partita molto combattuta, aperta a tutti i risultati. Sia noi che il Benevento abbiamo avuto buone occasioni per realizzare, penso che l'incontro sia stato godibile, i tifosi hanno potuto ammirare buone giocate da ambo le parti, che hanno contribuito a rendere questa sfida spettacolare.
Sono contento del risultato finale, sarei sicuramente rimasto molto deluso qualora il Benevento avesse vinto la partita, sarebbe stata una vera beffa. I ragazzi sono stati straordinari, hanno avuto cuore, ma soprattutto gran carattere nel momento in cui la partita sembrava essersi incanalata verso un epilogo sfavorevole. L'unico neo è stato il gol subito su calcio piazzato: nell'ultimo periodo abbiamo sofferto molto su palla inattiva, ma d'altronde è difficile gestire la fase difensiva quando l'area è affollatissima, a volte è anche questione di fortuna. Ciò non toglie che, però, qualche accorgimento verrà sicuramente adottato. Molto bene la fase difensiva, siamo riusciti a mettere spesso i loro attaccanti in fuorigioco. Dobbiamo migliorare solo sui cambi di gioco, ma questi sono solo piccoli dettagli.
Dal punto di vista personale è stata una partita particolare, è passato troppo poco tempo per poter dimenticare gioie, ma anche dolori di un anno e mezzo trascorso sulla panchina del Benevento".

Il difensore brasiliano, Ronaldo Vanin: "Il risultato è abbastanza giusto. Se non avessimo subito quel gol avremmo potuto anche vincere, l'importante è che siamo stati bravi a recuperare lo svantaggio. Dopo il ritiro estivo sono stato fermo un mese e mezzo, adesso sto meglio, non al 100%, ma con il tempo la mia condizione fisica migliorerà sicuramente.
Rispetto alla partita di domenica scorsa, in cui ho giocato da esterno di centrocampo, oggi ho arretrato il mio raggio d'azione, sistemandomi da terzino destro. Questo è il ruolo che prediligo perchè ho la possibilità di mettere in mostra le mie caratteristiche, ciò non toglie che posso giocare anche da esterno alto, in modo da poter cercare anche il gol.
Siamo tutti molto contenti di questo quinto risultato utile consecutivo, dobbiamo guardare partita dopo partita senza fare progetti a lungo termine, perchè in questo campionato ogni incontro presenta le proprie difficoltà. Domenica ci aspetta il Foggia, sarà fondamentale lavorare bene durante la settimana e seguire i consigli che quotidianamente il mister ci dà".

Il difensore costiero, Luigi Panarelli: "Il ruolo che ho ricoperto oggi (terzino sinistro ndr.) non è quello mio abituale, infatti preferisco giocare sulla fascia destra oppure nella zona centrale, nonostante questo, però, penso di aver disputato un'ottima partita, proponendomi spesso dalla cintola in su. E' stata una partita molto intensa, abbiamo tenuto il pallino del gioco in modo costante, poi il gol di Ferraro stava per rovinare tutto. Abbiamo mostrato un gran carattere nel recuperare lo svantaggio, quindi tutto sommato, visto come si erano messe le cose, dobbiamo essere soddisfatti di questo punto. Se analizziamo l'incontro notiamo che loro hanno avuto solo tre occasioni, tutte su palla inattiva o con qualche tiro dalla distanza, invece noi potevamo andare in vantaggio prima con Agnelli poi con Biancone, inoltre siamo stati bravi a sfruttare le fasce laterali in modo ottimale e ci siamo resi pericolosi sui calci piazzati. Fa sicuramente male prendere gol su palla inattiva, anche se sono dubbioso sul fallo da cui è scaturito il loro gol, infatti l'arbtro ha segnalato un due contro uno inesistente, perchè Maiorano si è trovato involontariamente sulla traiettoria di Castaldo, che era controllato da De Martis. A livello dell'organico il Benevento è un ottima squadra, con un allenatore competente e capace, ma, sinceramente, mi aspettavo qualcosa in più da una compagine che ha manifestato sin dall'inizio intenzioni di disputare un campionato ad alto livello. Una squadra che presenta queste credenziali deve sapere tenere il pallino del gioco sia in casa che fuori. Domenica prossima a Foggia ci aspetta un'altra partita difficile, dovremmo trovare la giusta concentrazione per fare nel migliore dei modi".

BENEVENTO

L'allenatore sannita, Aldo Papagni: "E' stata una partita ben giocata da entrambe le squadre, il risultato maturato è sicuramente giusto, anche se penso che se avessimo vinto non avremmo rubato nulla. Sono rammaricato perchè eravamo riusciti a passare in vantaggio, poi Biancone ha ristabilito la parità su un bellissimo calcio piazzato di Strambelli.
Ho utilizzato il 4-3-3 perchè mi sembrava opportuno, visto lo schieramento del Sorrento, utilizzare una punta in più, nonostante non potessi contare sulla disponibilità di Bueno (fuori per infortuno muscolare ndr.). La scelta di far giocare Cejas qualche metro più indietro era stata prestabilita, perchè volevo che con i suoi lanci lunghi imbeccasse i nostri esterni. In questo momento non dobbiamo guardare la classifica. Bisogna crescere dal punto di vista tattico ma bisogna anche trovare la giusta amalgama tra i calciatori.
Devo fare i complimenti al Sorrento perchè è davvero un'ottima squadra, d'altronde l'ho annoverata tra quelle dodici squadre che hanno la possibilità di puntare verso le zone importanti della classifica"

Pubblicato il 13/10/2008 alle 1.36 nella rubrica Sorrento.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web