Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Pergocrema-Hellas Verona 1-1

fonte: hellasverona.it


05/10/2008 - 16:50
Segnala questa notizia   Versione stampabile
Una disattenzione pagata a caro prezzo, al "Voltini" il cuore non basta

CREMA - Gialloblù in campo al "Voltini" in occasione della 6a giornata di campionato, con l’obiettivo di invertire la rotta dopo i due stop consecutivi con Cremonese e Padova. Remondina mischia le carte e schiera dal primo minuto gli argentini Gomez e Da Dalt a sostegno di Girardi, con Campisi al posto di Garzon sul lato destro del centrocampo. Fortunato conferma gli undici della vigilia, con Andreini in campo e Bonazzi che parte dalla panchina.

Al 4’ discesa di Le Noci sul lato sinistro della difesa scaligera, l’attaccante scocca un potente destro respinto in corner da Rafael. Un minuto dopo Campisi ruba palla a centrocampo e va al tiro dalla distanza, palla alta sopra la traversa. Traversone basso di Andreini dalla destra al 18’, Rafael blocca a terra.

Corner di Ragnoli verso il primo palo al 22’, Andreini batte tutti sul tempo ma di testa non trova la porta. Sempre dall’angolo Corrent serve Girardi al 26’, la punta campana è ostacolata dalla difesa avversaria e non riesce ad indirizzare il pallone verso Brivio.

Bel cross dalla sinistra di Moracci al 32’, appoggio di testa di Gomez verso il centro dell’area, la difesa spazza via. Al minuto 36 Bellavista serve Corrent a metà campo, il capitano gialloblù avanza palla al piede e lancia Girardi, che di testa sfiora il palo alla destra del numero uno cremasco.

Al 40’ bella triangolazione Corrent-Gomez in area avversaria, il centrocampista arriva a tu per tu con Brivio ma viene chiuso da un difensore. Due minuti dopo ci prova da fuori area Girardi su passaggio di Corrent, conclusione a lato.

Corner di Le Noci al 52’ per Tarallo, la girata dell’ex Monza termina fuori. Primo cambio per Remondina al 54’, con Tiboni che rileva Da Dalt. Fortunato risponde sostituendo Andreini con Facchinetti. Tiro pericolosissimo di Brambilla al quarto d’ora del secondo tempo, la sfera tocca la traversa ed esce.

Cross dalla sinistra di Andreini al 61’, corta respinta di Moracci, Sambugaro arriva prima di tutti sul pallone e fa partire un mancino che batte l’incolpevole Rafael. Parolo scende in campo per Gomez al 63’, Puccio per Campisi al 73’. Pareggio Hellas al 75’: perfetta palla in profondità di Parolo per Tiboni, che di destro non lascia scampo a Brivio.

Perfetta punizione di Corrent dalla trequarti all’86’, il colpo di testa di Girardi è bloccato in presa dall’ex portiere del Vicenza. Bonazzi rileva uno stremato Tarallo poco dopo. Gialloblù vicini al gol al 94’: rimessa lunga di Mancinelli spizzata da Girardi, Parolo prova il destro, palla deviata in corner da un difensore.

Boscolo rileva Brambilla al 95’, sostituzioni esaurite anche per Fortunato. Dopo sette minuti di recupero termina la 6a giornata di campionato, ma non è finita: dopo il triplice fischio parapiglia a metà campo, l’arbitro espelle Quaresmini e Tiboni.

Il tabellino

U.S. PERGOCREMA - HELLAS VERONA F.C. 1-1 (0-0)

Reti: 61’ Sambugaro, 75’ Tiboni

U.S. PERGOCREMA

Brivio; Marconi, Quaresmini, Ragnoli, Federici; Garavelli, Sambugaro, Brambilla (95' Boscolo); Le Noci, Tarallo (87’ Bonazzi), Andreini (55’ Facchinetti). (Russo, Finetti, Pilleri, Guerci). All. Fortunato

HELLAS VERONA F.C.

Rafael; Mancinelli, Conti, Bergamelli, Moracci; Campisi (73’ Puccio), Bellavista, Corrent; Da Dalt (54’ Tiboni), Girardi, Gomez (63’ Parolo). (Franzese, Sibilano, Campagna, Puccio, Scapini). All. Remondina

Arbitro: Magno di Catania

Assistenti: Drago, Roccasalvo

Ammoniti: Campisi, Sambugaro

Espulsi: Quaresmini e Tiboni dopo il triplice fischio finale

Recupero: 1’ - 7’

Spettatori: 2.282

 

 

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte, hellasverona.it


Tiboni: "Alla fine potevamo vincere"
05/10/2008 - 20:19
Segnala questa notizia   Versione stampabile
"Importante essere riusciti a raddrizzare le sorti del match"

CREMA - Contro il Pergocrema ha segnato la sua seconda rete in campionato, permettendo ai gialloblù di riportare la partita in parità. Tuttavia, in casa Hellas resta il rammarico per un’espulsione che sa di beffa: dopo il triplice fischio finale, l’attaccante di Desenzano si è visto sventolare il cartellino rosso dal direttore di gara.

Presso la sala stampa dello stadio "Voltini", Christian Tiboni ha rilasciato alcune dichiarazioni davanti a microfoni, taccuini e telecamere: "Oggi abbiamo fatto bene, riuscendo a raddrizzare l’andamento del match. I nostri avversari hanno tirato in porta una sola volta, trovando il gol con Sambugaro. Concedere una occasione e pagarla a caro prezzo è penalizzante, ma alla fine potevamo anche vincere."

Il modulo di partenza è stato cambiato col passare dei minuti, con Parolo a verticalizzare e le punte ad attaccare la profondità: "Le modifiche tattiche hanno permesso di creare diverse occasioni, non dimentichiamo che nella prima frazione il gioco non è mancato. Al momento di entrare in campo il mister mi ha chiesto di posizionarmi sul lato sinistro dell’attacco, poi con Parolo trequartista le cose sono cambiate. La difesa cremasca ha sofferto la fisicità dei due attaccanti centrali, oltre alle incursioni negli spazi."

Un'ultima battuta è stata dedicata al post partita: "Io ho fatto di tutto per evitare il giocatore del Pergocrema. Stavo applaudendo i nostri tifosi, lui è venuto ad aggredirmi ed io l’ho allontanato. Non ho cercato assolutamente il contatto, inizialmente Magno aveva espulso solo Quaresmini, poi su segnalazione del guardialinee ha preso lo stesso provvedimento per me. L’arbitro ha visto così, accettiamo la sua decisione."

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte, hellasverona.it


Remondina: "Ho visto voglia di vincere"
05/10/2008 - 19:56
Segnala questa notizia   Versione stampabile
"Il problema è quello di riuscire a gestire i dieci-quindici minuti concessi agli avversari"

CREMA - E' terminata in pareggio la 6a giornata di campionato della squadra gialloblù, che al "Voltini" di Crema ha ottenuto un punto dopo gli stop con Cremonese e Padova.

Al termine della sfida il tecnico Gian Marco Remondina ha commentato la prestazione dei suoi: "Abbiamo sprecato diverse occasioni, c'era la possibilità di arrivare per primi al vantaggio. Dopo un buon primo tempo la squadra ha calato il ritmo ed ha subìto la rete avversaria, riprendere in mano le redini del match non era facile. Un plauso ai ragazzi per aver cercato di ribaltare il risultato fino all'ultimo istante. In campo ho visto gente che ha dato l'anima, senza mai accontentarsi. Acciuffare il pareggio quando sei sotto è sempre un aspetto positivo, mi soddisfano particolarmente la determinazione e voglia di vincere che ho visto oggi."

Col passare dei minuti l'assetto tattico è stato modificato, a testimonianza del valore delle alternative: "Ho molta fiducia dei giocatori che compongono il reparto avanzato, compresi gli esterni. La qualità non manca, bisogna però lavorare per crescere di giorno in giorno. Gomez è partito titolare per la prima volta nella stagione, talvolta rendiamo meglio effettuando cambiamenti in corsa."

Alla fine gli scaligeri hanno rischiato di centrare il bottino grosso, con il Pergocrema schiacciato nella propria metà campo in molti frangenti: "Nelle prime gare di campionato, con Lumezzane e Spal, la dinamica è stata contraria rispetto ad oggi. Siamo usciti nel secondo tempo e mancati leggermente nel primo, il problema è quello di riuscire a gestire i dieci-quindici minuti concessi agli avversari. Giocare l'intero arco della partita al ritmo desiderato non è semplice."

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte, hellasverona.it


Pubblicato il 5/10/2008 alle 22.24 nella rubrica Verona.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web