Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Padova-Portogruaro, la voce dei protagonisti

fonte: tuttomercatoweb.com


05.10.2008 18.48 di Stefano Volpe  articolo letto 109 volte
Fatica in maniera incredibile il Padova, per avere la meglio di un Portogruaro mai domo, nemmeno dopo essere rimasto in doppia inferiorità numerica per le espulsioni di Mattelig nella ripresa e Montero nel primo tempo, dopo il fallo da rigore su Rabito. Proprio lo stesso Rabito trasformava al 23' la massima punizione, pareggiata nella ripresa da Cuffa. Solamente in extremis i biancoscudati riuscivano a cogliere la terza vittoria consecutiva grazie alle reti di Varricchio al 90' e Filippini due minuti dopo.

PADOVA

L'allenatore del Padova, Carlo Sabatini: "Non è stata veramente una gran giornata per noi, ma nonostante ciò portiamo a casa una vittoria preziosissima. Oggi però non è andato bene niente, a partire dal gioco, per arrivare all'intensità ed alla condizione fisica. Avevamo di fronte un avversario che ci ha messo in difficoltà sotto il profilo del possesso palla, anche dopo essere rimasto in inferiorità numerica, e nemmeno a seguito della seconda espulsione siamo riusciti ad operare una manovra convincente. Tuttavia non abbiamo mai mollato, dimostrando di avere carattere. Possiamo dunque gioire anche se c'è da preoccuparsi per gli errori palesati in questa giornata".

L'attaccante del Padova, Alberto Filippini: "Sono veramente felice per il gol realizzato. Non è facile, infatti, entrare a partita in corso né, a maggior ragione, riuscire ad incidere. Ecco spiegato il mio gesto liberatorio dopo la rete, e la scatenata corsa verso i tifosi, per festeggiare un gol che inseguivo da quando sono arrivato a Padova. Per il resto, a mio modo di vedere, non abbiamo poi giocato così male. Certo non siamo stati brillantissimi, ma c'è da dire che ci siamo trovati di fronte un avversario estremamente ostico. Adesso godiamoci questa vittoria e il balzo in conseguente balzo in classifica".

PORTOGRUARO

L'allenatore del Portogruaro, Manuele Domenicali: "Non credo che al termine di partite come questa ci si possa abbandonare a particolari disamine tecnico-tattiche. L'unica verità è che c'è stata una squadra in campo, la nostra, che ha dominato per lunghi tratti gli avversari, uscendo però dal campo incredibilmente sconfitta. E la colpa è solamente dell'arbitro e della sua scandalosa direzione di gara. È inammissibile espellere un giocatore dopo due falli discutibili, a metà tempo, uno dei quali ha procurato un rigore a dir poco generoso. Se poi qualcuno, come il sottoscritto, si azzarda a dire qualcosa, in maniera civile, viene allontanato immediatamente dal campo. Non ho
parole, sono veramente imbufalito".

L'attaccante del Portogruaro, Andrea Maniero: "Devo dire che il mio ritorno a Padova è stato veramente emozionante, quasi imbarazzante nel momento in cui ho messo piede in campo. Peccato per la sconfitta pesantemente condizionata dagli errori della terna arbitrale. E dire che anche in dieci ci eravamo mossi bene, trovando i giusti assetti ed il gol del pareggio. Fossimo rimasti anche solo in singola inferiorità numerica, penso che saremmo riusciti a portare a casa il pareggio. L'ingiusta espulsione di Mattelig ci ha però costretti a difenderci ancora di più, e alla fine non abbiamo retto all'urto biancoscudato. Peccato perché eravamo solo ad un passo dalla grande impresa

Pubblicato il 5/10/2008 alle 19.47 nella rubrica Padova.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web