Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Taranto-Pescara, la voce dei protagonisti

fonte: tuttomercatoweb.com

05.10.2008 19.23 di Maurizio Mazzarella  articolo letto 30 volte
Termina in parità con un gol per parte il match tra Taranto e Pescara giocato in terra ionica a porte rigorosamente chiuse. Il tecnico ionico Dellisanti, privo dell'infortunato Caturano, recupera al centro dell'attacco l'esperto Dionigi, viceversa in casa abruzzese, l'allenatore Galderisi costretto a rinunciare a Bazzani, Romito e Di Vicino, punta tutto su Simon e Zeytulaev nel reparto avanzato e schiera dal primo minuto il giovane Varratti non ancora sedicenne. Pronti via ed il Taranto sfiora il gol con Dionigi al 1', successivamente dopo una porzione di gara priva di emozione, gli ospiti trovano il vantaggio con Felci su assist di Varratti. Dellisanti schiera Marolda per Cazzola sul finire del primo tempo ed il pareggio ionico arriva ad inizio ripresa con Dionigi imbeccato impeccabilmente da una punizione di Pastore. Trovato il pari il Taranto punta a vincere, ma prima Marolda al 26' e poi Dionigi nei minuti di recupero, peccano di poca concretezza ed la gara passa agli archivi con il risultato di parità.

TARANTO

L'allenatore del Taranto Franco Dellisanti: "Non è stato un problema di sistema di gioco, abbiamo sbagliato l'approccio, è stato un problema di tipo mentale. Abbiamo regalato all'avversario un tempo intero, ci siamo riscattati nella ripresa dove potevamo anche vincere, purtroppo non abbiamo fatto un secondo gol. Sono soddisfatto della nostra reazione, non abbiamo vinto per sfortuna. Tatticamente siamo stati lunghi e questo non mi è piaciuto, abbiamo lasciato molti spazi nel primo tempo ed in una gara come questa è un approccio sbagliato. Il modulo non è un problema, è una questione di mentalità, con due o tre punte non cambia l'aspetto offensiva, è solo una questione di testa. Non dobbiamo perdere palla a centrocampo nel loro gol, questo non deve succedere. Marolda? Stavamo perdendo ed ho inserito una punta"

L'attaccante del Taranto Davide Dionigi: "Abbiamo regalato al Pescara almeno mezzora, in passato è successo sempre il contrario, facevamo dei grandi primi tempi, oggi dopo il gol subito ci siamo svegliati, facendo un buon secondo tempo dove meritavamo la vittoria. Non so cosa sia successo, l'assenza del pubblico può influire in negativo, in positivo c'è stata una grande reazione, giocando anche discretamente. Siamo una squadra che non può attendere l'avversario, punta molto sulle ripartenze, se non facciamo così possiamo avere dei problemi, con l'innesto di Marolda siamo migliorati, rischiando anche di vincere. Sul gol Pastore ha tagliato un buon pallone, peccato per quella seconda occasione dove la palla è finita alta"

L'attaccante del Taranto Tommaso Marolda: "Il mio errore nel secondo tempo è assolutamente imperdonabile, sono arrivato sulla palla con poca lucidità, le mie caratteristiche mi portano a lavorare molto per la squadra e spesso mi manca la freddezza sotto porta, in genere su quattro palle gol una la butto dentro, oggi per me è andata male, la prestazione della squadra è comunque positiva, una punta invece deve sempre fare gol. Con Dionigi mi trovo bene, con lui è facile trovare l'intesa. Spero di giocare il più possibile, le scelte le fa l'allenatore, posso dare molto a questa squadra, io devo farmi trovare pronto"

PESCARA

L'allenatore del Pescara Giuseppe Galderisi: "Per me il calcio è un'altra cosa, quando vedo uno stadio così vuoto mi piange il cuore: quello che accade in campo è una conseguenza, con il pubblico il Taranto avrebbe fatto un'altra gara e questo avrebbe gasato anche noi. Principalmente dico questo. Tecnicamente abbiamo fatto molto bene, siamo stati ordinati, siamo in difficoltà, ma non cerchiamo alibi e ci prendiamo le nostre responsabilità, per questo sono orgoglioso di essere l'allenatore del Pescara, i ragazzi hanno bisogno di certezze e queste non arrivano solo con i risultati. Avevamo fuori quattro elementi importanti, Giuliano, Di Vicino, Bazzani, Romito, ho puntato su varati perché sta bene ed ha qualità, Ferraresi l'hi tenuto a riposo perché volevo più aggressività. Camorani ha sostituito Giuliano, per bloccare Micco lo vedevo più adeguato"

Il portiere del Pescara Giovanni Indiveri: "E' stato un risultato giusto che dona morale ad ambo le squadre, credo che sia venuta fuori una bella partita, nel primo tempo abbiamo giocato bene, invece nel secondo tempo abbiamo concesso al Taranto qualcosa sulle palle inattive, però non abbiamo mai molato cercando sempre la vittoria. Loro hanno pareggiato praticamente subito, poi è subentrata un po' di paura, abbiamo avuto qualche minuto di sbandamento, ma non sono stati precisi fortunatamente, noi abbiamo risposto in contropiede, affrontando la gara a viso aperto, per noi è un grande punto. Il cambio di società? Sappiamo poco, attendiamo gli sviluppi"

L'attaccante del Pescara Claudio De Sousa: "Volevamo vincere questa partita, il mio ingresso nella ripresa dimostra proprio questo. Noi abbiamo voluto i tre punti fino in fondo, non ci siamo riusciti, è arrivato questo pareggio, ora proseguiamo su questa strada. Venire a Taranto e fare bene non è facile nessuno"

Il centrocampista del Pescara Simone Felci: "Attentiamo il cambio di società, non viviamo una situazione facile, attendiamo certezze, ma non sappiamo nulla in particolare, l'unica cosa a nostra conoscenza è che domani sarà una giornata decisiva. Contro il Taranto abbiamo giocato una buona gara, loro erano molto forti sui calci da fermo con Pastore che in questo è molto bravo. Il 4-2-3-1? E' un modulo nel quale mi trovo molto bene. Questo per noi è un buon punto, siamo migliorati rispetto alle prestazioni precedenti. Varratti? Nell'occasione del mio gol è stato molto bravo

Pubblicato il 5/10/2008 alle 19.42 nella rubrica Taranto.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web