Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Taranto: la vittoria del gruppo

fonte: http://www.febbrea90.com/

di Francesco Vozza - 22/09/2008

Nordi, Paolucci, Caturano. Tre nomi, tre protagonisti di un Taranto corsaro anche nella seconda trasferta stagionale. A Caserta, in campo neutro, finisce uno a zero per gli ionici grazie ad una rete di testa del giovane Caturano, debuttante dal primo minuto al posto dell’infortunato Dionigi.

E così Caturano firma il colpo da tre punti, ma il merito è di tutta la squadra.

 

La difesa, sapientemente organizzata da capitan Pastore, rimane concentrata e imbattuta con un Nordi tra i pali prodigioso su due calci piazzati di marca campana.

 

Il centrocampo conferma qualità e quantità. Giorgino, Shala e Paolucci si completano a meraviglia fraseggiando in spazi stretti, spezzando le manovre di gioco avversarie con raddoppi di marcatura e creando spazi per le accelerazioni degli esterni Micco e Cazzola. Un lavoro generoso ed essenziale nello scacchiere tattico di mister Dellisanti. E poi lui, Franco Dellisanti, artefice di un collettivo solido, abituato a soffrire. Un allenatore finora imbattuto lontano dallo Iacovone, condottiero umile che ha costruito a fari spenti una squadra con una precisa identità di gioco inculcando, allenamento dopo allenamento, nella testa dei giocatori rossoblu tranquillità e sfrontatezza. 

 

Tutti per uno, uno per tutti. Quest’anno il segreto del Taranto è il gruppo ed i risultati finora conseguiti premiano le scelte di mister Dellisanti. Sette punti in quattro partite, seconda posizione in classifica assieme al Benevento dietro a Ternana, Gallipoli ed Arezzo prime con tre punti in più.

E sarà proprio sul campo dell’Arezzo, squadra allenata dall’ex tecnico Cari,  la prossima partita, il prossimo esame da superare, possibilmente, a pieni voti.



Le pagelle dei rossoblu in Real Marcianise – Taranto

fonte: http://www.febbrea90.com/
di Paolo Inno - 22/09/2008

Nordi, voto 7: Mandato in campo in sostituzione di Barasso, Nordi dimostra di non essere inferiore al suo più quotato collega. I tre punti a Caserta sono soprattutto merito suo: i due voli d’angelo a salvare il risultato sulle punizioni di D’Ambrosio al 33’ s.t. e Russo al 44’ s.t., valgono quanto il gol di Caturano.

D’Alterio, voto 6: In avvio appare un po’ impacciato, ma col passar dei minuti acquisisce la lucidità necessaria: abile a recuperare la posizione in occasione di certe ripartenze avversarie, qualche buon intervento aereo in mezzo all’area. Al 70% della forma, appare comunque in sostanziale crescita rispetto alle ultime prestazioni.

Prosperi, voto 6,5: La mina vagante Poziello è in grado di tenere col fiato sospeso il reparto difensivo dei rossoblu. Nel duello diretto con Prosperi, però, il fantasista campano esce quasi sempre sconfitto ed il “Rambo” rossoblu riesce anche a sganciarsi in avanti in un paio di circostanze.

Migliaccio, voto 6: Il Real Marcianise gioca a memoria: la torre Innocenti è il fulcro del gioco. Migliaccio, però, è un gran saltatore e non ha grandi problemi a svettare sul bomber marcianisano. Quando il duello con l’avversario è “fisico” e non si spende in velocità, Migliaccio ha sempre la meglio.

Pastore, voto 6,5: L’autorevolezza del Capitano, ormai, non sorprende. Pastore comanda, da buon direttore d’orchestra, i movimenti dei propri colleghi di reparto quando si tratta di mettere in fuorigioco gli attaccanti gialloverdi. All’ 8’ calcia una punizione che fa gridare al gol.

Giorgino, voto 6: Il suo lavoro è meno evidente del solito, ma solo un occhio distratto non si accorge del costante lavoro di rottura, raccordo tra reparti e sostegno in fase di pressing.

Cazzola, voto 5,5: Nella prima fase di gioco appare più ispirato ed un paio di dribbling in velocità confermano le sue doti. Poi si spegne e non si capisce perché non riesca a protrarre per tutti i novanta minuti la stessa intensità dell’avvio.

Carrozza (dal 27’ s.t.), 5,5: Si perde spesso in superflui cambi di passo e perde visione della porta. Potrebbe far male in un paio d’occasioni in contropiede ma gli mancano il passo e lo spunto finale.

Shala, voto 6: Montare un contachilometri sui suoi scarpini sarebbe una buona soluzione per capire quanto campo Shala riesca a coprire. Pressing indefesso, fiato inesauribile.

Caturano, voto 6,5: Il gol al 9’ del primo tempo è da vero animale da area di rigore: movimento sul primo palo, su corner di Paolucci, e zuccata vincente. Il baby-bomber si presenta così. Il suo lavoro di difesa del pallone è discreto, utile a far salire la squadra.

Marolda (dal 25’ s.t.), 5,5: Ha la palla giusta per segnare, dopo un’azione in contropiede di Carrozza, ma tutto solo in area si lascia recuperare da Murolo.

Paolucci, voto 6: Centrale o spostato a sinistra, Paolucci non pecca di continuità. Valida pedina di centrocampo, sarà difficile sottrargli la maglia da titolare. Tanta quantità e piedi buoni.

Micco, voto 5,5: Tocca meno palloni del solito ed è meno presente nella manovra. A tratti sembra stanco, forse a causa dell’intenso lavoro svolto in queste settimane. Una domenica così ci può stare.

Pagliuca (dal 23’ s.t.), voto 6: Offre un buon contributo alla squadra in una posizione inedita: centrocampista – a tratti quasi un trequartista – nel settore di centro-sinistra.

Mister Dellisanti, voto 6,5: La concretezza di questo Taranto è la concretezza del suo allenatore. Dellisanti ha in mano un gruppo che sa il fatto suo, che sa pensare come una squadra e che vince da squadra, che non può affidarsi ai colpi dei singoli e che allora punta tutto sul collettivo e sulla manovra. Il Taranto in visita a Caserta è stato meno bello ma certo più corsaro di quello visto nelle gare casalinghe: dopo la zampata vincente, occhio a non sbagliare.

Il Real Marcianise, voto 5,5: Gli uomini di Fusi hanno cercato di riacciuffare le sorti dell’incontro per tutta la ripresa. La ripetitività dello schema offensivo – lancio lungo per la testa di Innocenti – ha però reso sterile la manovra dei campani che si sono resi pericolosi soltanto su calcio di punizione. Con Poziello, Manco e Galizia a disposizione, Fusi avrebbe potuto cercare altre soluzioni più efficaci.



Sala stampa di R. Marcianise Taranto - Dellisanti: "in difesa quasi perfetti"

fonte:http://www.febbrea90.com
di Enrico Losito - 21/09/2008
Nel dopo partita poco o nulla da recriminare per il tecnico del Marcianise Luca Fusi, il quale accetta serenamente il verdetto del campo. Moderata la soddisfazione dei rossoblu per la bella vittoria colta su un campo di una diretta concorrente alla salvezza. Malgrado il raggiungimento virtuale della zona play-off, gli obiettivi in casa pugliese non mutano rispetto all’inizio del torneo: “raggiungere la salvezza” così come affermato dallo stesso tecnico tarantino Dellisanti.
 
Fusi (all. Real Marcianise): ”Il Taranto ha difeso con ordine, da parte nostra abbiamo prodotto qualche buona occasione che non siamo riusciti a trasformare in rete grazie al loro portiere. Ai miei ragazzi non posso addebitare nulla a parte il mancato raggiungimento del pareggio”. Il tecnico dei campani difende l’operato dei due assistenti dell’arbitro per alcune decisioni dubbie sfavorevoli alla sua squadra:”Nulla da dire sugli assistenti, in gara qualche errore o presunto tale ci può stare. Di sicuro non abbiamo perso per l’operato della terna arbitrale”. Il mister si sofferma anche sulla squadra rossoblu: ”Posseggono un ottima difesa compreso il portiere, che è riuscito a sventare i nostri assalti. Comunque reputo il Taranto un ottima squadra in grado di disputare un buon campionato; d'altronde lo dimostra l’attuale classifica”. Mister Fusi compara le due ultime sconfitte consecutive, questa odierna e quella rimediata domenica scorsa a Crotone:”Spiace avere subito due sconfitte a seguito di reti incassate su palle inattive. In ogni caso tale dato ci deve fare riflettere. Certo nell’incontro odierno c’è maggiore rammarico rispetto alla gara di Crotone, in quanto abbiamo costruito maggiori occasioni da rete. Le favorite del torneo? Al momento è un campionato davvero equilibrato, per esempio la Ternana, che contro di noi non aveva entusiasmato, ora si trova in testa alla classifica; mentre la Paganese, formazione che mi aveva impressionato, langue nei bassifondi. Lo stesso Crotone, al quale abbiamo creato dei grattacapi, può recitare un ruolo importante. Insomma ci sono molte compagini che possono ambire ai vertici della classifica, mentre in coda la lotta è ristretta a poche formazioni”. Fusi valuta anche la sua posizione su una panchina che inizia a scottare: ”Non posso ritenermi soddisfatto considerando l’aspetto numerico con 3 sconfitte ed una sola vittoria conquistata nelle prime quattro gare. In ogni caso le valutazioni in merito spettano al presidente”.
 
Nordi (portiere Taranto): “Al di là delle punizioni che sono riuscito a sventare, ritengo che tutta la squadra abbia disputato una buona prestazione. Vorrei dedicare questa vittoria a Barasso, che in settimana ha subito un grave infortunio. Lo ringrazio per il suo sportivo incoraggiamento”. L’estremo jonico svela anche un gustoso particolare:”Ho vinto la mia personale scommessa con mister Dellisanti, che la scorsa settimana mi aveva lasciato in panchina”.
 
Dellisanti (tecnico Taranto): “Avrei gradito qualche ripartenza in più da parte dei miei uomini. Oggi la fase difensiva è stata quasi perfetta. Il “quasi” lo utilizzo, perché c’è sempre e comunque qualcosa da migliorare. Nella ripresa abbiamo rischiato solo su palla inattiva, ma grazie ai grandi interventi del nostro portiere siamo riusciti a difendere la vittoria. Sono soddisfatto sia della prestazione che del risultato. Caturano e Nordi? Tutta la squadra va elogiata, in quanto si è sacrificata in fase di non possesso palla ed è riuscita a non fare ragionare gli avversari. I due ragazzi hanno dimostrato che ogni elemento della rosa può fornire il suo contributo risultando decisivo. Questo è il nostro segreto”. Il trainer sangiorgese focalizza l’attenzione anche sul prossimo impegno in casa dell’Arezzo:”Noi rispettiamo tutti senza temere nessuno. Posso solo dirvi che quando riusciamo ad essere attenti e concentrati per tutto l’arco della gara, possiamo mettere in difficoltà qualsiasi avversario. Fino ad ora siamo stati penalizzati in casa da alcuni episodi; mentre in trasferta siamo stati maggiormente attenti e concentrati”.
 
Blasi (presidente Taranto): “Grande soddisfazione per una vittoria colta su un campo davvero difficile. Tutti i ragazzi hanno offerto il loro contributo, malgrado la sofferenza patita sono stati bravi a conseguire la vittoria finale. Nel recente passato siamo stati penalizzati da alcuni episodi negativi nelle gare interne; comunque non credo che questa squadra abbia soltanto una spiccata propensione a fare risultato in trasferta. Caturano? Ha dato il massimo, le sue qualità non le scopriamo certamente noi”.
 
Caturano (attaccante Taranto):”Una bella soddisfazione aver realizzato la rete della vittoria. Sicuramente questo mi carica anche per il futuro. Devo ringraziare tutto il gruppo, che mi ha aiutato in questa fase. Dopo l’infortunio di Dionigi speravo in un esordio del genere, ora il mio obiettivo è quello di continuare su questa strada. Come ho affermato in settimana sono a Taranto per giocare, seppure ho la consapevolezza che in organico ci sono altri attaccanti validi; quindi se in futuro dovessi ritornare in panchina non farei drammi. Vorrei ringraziare il presidente ed il direttore Galigani che hanno creduto in me permettendomi di giungere a Taranto”.



Pubblicato il 22/9/2008 alle 15.47 nella rubrica Taranto.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web