Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Real Marcianise Taranto 0-1 - Ancora un arrembaggio vincente


di Enrico Losito - 21/09/2008
Il Taranto soffre, sbuffa, ma caparbiamente riesce a capitalizzare l’inzuccata vincente del giovane Caturano ad inizio gara. Nulla hanno potuto gli attacchi rabbiosi ma confusionari dei casertani, che comunque alla fine, viste anche le occasioni da rete crete avrebbero meritato il pareggio. Da segnalare l’ottima prestazione di Nordi, che si è reso protagonista di un vero e proprio duello (vinto) con i calciatori gialloverdi.
 
Il Marcianise si schiera con l’intraprendente modulo 4-3-3 proponendo il tridente d’attacco formato da Innocenti, Pozziello, Galizia. Di contro gli jonici modulati con il solito 4-1-4-1 con Nordi in mezzo ai pali e il giovane Caturano in avanti in sostituzione rispettivamente di Barasso e Dionigi.
 
La cronaca. I locali iniziano in maniera arrembante schiacciando gli jonici nella propria metà campo, ma sono i tarantini a rendersi pericolosi grazie ad un punizione di Pastore al 8’ con il portiere Fumagalli, che si salva in corner. Lo stesso viene battuto da Paolucci, il quale pesca la testa di Caturano che porta in vantaggio gli ospiti  insaccando alle spalle di Fumagalli. I campani accusano il colpo e sono sempre gli ospiti a creare grattacapi all’estremo difensore gialloverde, che all’11 blocca un destro dalla distanza di Cazzola. Al 18’ brutta gomitata in volto di Galizia ai danni di D’Alterio, l’arbitro ammonisce il calciatore gialloverde.
 
Il Marcianise tenta di rendersi pericoloso attraverso i calci piazzati battuti dalla trequarti rossoblu ma di sovente le azioni si perdono tra le maglie della difesa pugliese. I campani si fanno vivi al 40’ con un punizione tesa di D’Ambrosio, che termina la sua corsa di poco oltre la traversa. Un minuto dopo risponde il Taranto con un tiro da fuori area di Paolucci e la seguente parata di Fumagalli. Quasi in chiusura Galizia, a tu per tu con Nordi,   dilapida il pareggio sparacchiando alle stelle una ottima palla filtrante in area jonica. La prima frazione termina tra i fischi dei tifosi locali non soddisfatti del risultato e delle decisioni assunte dalla terna arbitrale per alcuni fuorigioco dubbi sbandierati dai guardalinee.
 
La ripresa inizia nel segno dei rossoblu, che sugli sviluppi di un angolo portano alla conclusione da fuori di Shala con palla di poco al lato. Il Marcianise è tutto nella sventola dal limite dell’area di  Pozziello all’12’ , ma la sfera supera di poco la traversa. Il Taranto produce le trame di gioco migliori soprattutto sfruttando rapidi capovolgimenti di fronte, mentre l’azione dei casertani appare più confusionaria e poco incisiva. Per questo mister Fusi corre ai ripari inserendo l’attaccante Manco al posto del centrocampista Romano, ridisegnando il modulo 4-2-3-1. Lo stesso Manco al 18’ effettua una conclusione di giro da circa venti metri con sfera alta. Ancora i campani sfiorano la rete al 20’ con un diagonale di Pozziello, al quale si oppone provvidenzialmente l’estremo jonico Nordi. I locali pressano i rossoblu e continuano a creare grattacapi alla difesa pugliese. Da segnalare al 26’, un’azione di Innocenti che dalla sinistra scodella la palla al centro per la girata fuori misura di Pozziello.
 
Il portiere rossoblu Nordi compie un’autentico miracolo al 33’ deviando in angolo una bomba su punizione dai 25 metri di D’Ambrosio. I gialloverdi sfiorano ancora la rete in due circostanze in chiusura di gara: prima al 42’ con Innocenti che in area jonica appoggia per l’accorrente Di Napoli, la cui conclusione scheggia la base del palo; e successivamente (43’) con un missile mancino di Russo a cui si oppone ancora una volta il portiere rossoblu salvando in angolo.
 
Nei minuti di recupero gli ospiti vanno vicini al raddoppio: Carrozza in contropiede si invola sulla sinistra e serve Marolda (subentrato nella ripresa a Caturano), l’attaccante, tutto solo davanti a Fumagalli, si lascia recuperare dai difensori gialloverdi e l’azione sfuma. Lo stesso attaccante rossoblu calcia alto da fuori area al 48’ l’ultima occasione degna di nota dell’incontro. Poco dopo l’arbitro decreta la fine della gara e gli jonici possono festeggiare sotto il settore riservato ai propri tifosi la seconda vittoria consecutiva in trasferta.
 
TABELLINO
 
REAL MARCIANISE:  Fumagalli, Ciano, Russo, Di Napoli, Filosa; Murolo, Romano (16’ s.t. Manco), D’Ambrosio; Innocenti, Pozziello, Galizia.  Disponibili: Mezzacapo, Piscitelli, Raucci, Montanari, Compagnone, Della Ventura. All. Fusi
TARANTO: Nordi, D’Alterio, Migliaccio, Pastore, Prosperi; Giorgino; Cazzola (27’ s.t. Carrozza), Paolucci, Shala, Micco (23’ s.t. Pagliuca); Caturano (25’ s.t. Marolda). Disponibili: Faraon, Di Bari, Carrozza, Prete, Sciaudone.   All. Dellisanti                  
Arbitro: Lupo di Matera
Ammoniti: Pozziello, Galizia, D’Ambrosio per il Real Marcianise; Migliaccio, Shala, Paolucci per il Taranto
Marcatori: 9’ p.t. Caturano (T)
Angoli: 8-3 per il Real Marcianise
Spettatori: 1.200 circa (150 ospiti)
http://www.febbrea90.com/site/index.php?page=articolo&idxxmnu=1&idxxsec=-1&idxxart=897

Pubblicato il 21/9/2008 alle 18.49 nella rubrica Taranto.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web