Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Marcianise, Bizzarro bacchetta Fusi, Cambi sbagliati? No, li rifarei.

marted? 16 settembre 2008

bizzarro2.jpg

'Ha sbagliato i cambi'

Il Marcianise s’interroga dopo la sconfitta di Crotone maturata nei minuti finali Domenica arriva il Taranto.

Enzo Restivo - Il Mattino

Un pregio di Salvatore Bizzarro? L’obiettività. Non l’ha mai mandata a dire a nessuno, non all’allenatore, non ai calciatori. Ha seguito, come sempre quando il Marcianise gioca in trasferta, la partita dalla tribuna e si è fatto una sua idea della sconfitta rimediata a Crotone. «La squadra ha giocato bene e ha dato tanto - dice il patron gialloverde - se è andata così, magari, è stato perché sono state fatte delle sostituzioni che, secondo la mia personale valutazione, erano sbagliate». Il primo dirigente, soprattutto, non ha gradito il cambio di Galizia. «Dico solo che non era necessario privarsi di tutti e tre gli attaccanti schierati nel primo tempo. Magari si sarebbe potuto togliere solo uno tra Manco e Poziello e spedire prima in campo Innocenti. Come pure, sempre a mio avviso, nella ripresa si sarebbe dovuto togliere Montanari e mettere Ciano, per conservare una certa profondità a centrocampo senza cambiare, poi, di posizione Romano. Alla fine sono convinto che la squadra abbia giocato bene, sia in difesa, sia a centrocampo, solo che, nella ripresa, la formazione andava riadattata e calibrata alle esigenze della partita». Il patron, tuttavia, precisa che le sue osservazioni non vogliono assolutamente delegittimare il lavoro dell’allenatore. «Non sono io - continua - che devo dare suggerimenti al tecnico. Dico solo che se i ragazzi in campo danno tutto per vincere anche chi sta fuori del rettangolo di gioco, dalla società all’allenatore, deve operare le scelte giuste. Il tecnico ha impostato molto bene la gara ma è naturale che, a partita in corso, vadano considerati degli aggiustamenti». Per il resto Bizzarro è convinto che il Real «ha dimostrato ancora una volta di essere una formazione di categoria che può fare un buon campionato di C1. Domenica, nonostante l’esperienza del Crotone abbiamo meritato quanto meno un pareggio e questo ci rende particolarmente fiduciosi per il futuro». Dal canto suo, Fusi (nella foto) difende il suo operato: «Rifarei tutto dall’inizio alla fine - dice - se ho fatto quelle scelte è perché i calciatori avevano dato tutto. Ho preferito far rientrare Galizia, nonostante fosse stato fino ad allora uno dei migliori, perché mi sono accorto che era stanco e aveva perso due palloni importanti avviando il contropiede dei calabresi. In ogni caso non penso che le sostituzioni abbiano cambiato la squadra o l’esito dell’incontro: abbiamo continuato a reggere molto bene e fare qualche partenza importante, fino a quando, poi, da un calcio da fermo è nata la rete del Crotone». Intanto, l’attenzione è già rivolto al match, il primo di due sfide interne consecutive, con il Taranto in programma domenica al Pinto di Caserta. L’ultima sfida interna con i pugliesi risale all’ottobre del 2005 in C2: quella volta, al Progreditur, i gialloverdi s’imposero (2-0, con reti di Manco e Galizia entrambe realizzate su rigore). «Il risultato dell’ultimo confronto interno è beneaugurante - conclude Bizzarro - ma non facciamoci illusioni. Da allora sono passati tre anni e tutto è cambiato: ci troviamo in una categoria superiore, con altri giocatori e altri parametri di riferimento. Sarà di sicuro una gara molto dura e servirà tutta la determinazione possibile per strappare un risultato positivo".
http://www.ultraskorpions.it/home/index.php?option=com_content&task=view&id=642&Itemid=89

L'intervista a Luca Fusi

luned? 15 settembre 2008

fusi.jpg

'Cambi sbagliati? No, li rifarei.'

Il Mattino - Andrea Ferraro

Il primo a uscire dallo stanzone dello Scida, ieri chiuso al pubblico a eccezione del centinaio di fortunati (sono stati distribuiti cinquanta biglietti alle due società), è Luca Fusi. Il sorriso a denti stretti tradisce l’amarezza per la beffa subita nel finale. L’abbraccio con Moriero, altra vecchia conoscenza della serie A, in parte mitiga la delusione. Il tecnico non si schermisce. Anche quando gli viene chiesto se rifarebbe le sostituzioni che nella seconda parte della ripresa hanno tolto peso all’attacco gialloverde. «Le rifarei tutte - dice - i calciatori hanno speso tanto in campo. E poi non è cambiato molto considerato che il loro gol è arrivato su palla inattiva. Stavamo gestendo bene la partita, è ovvio che su un campo del genere quando manca poco cominci a giocare in modo tale da non correre troppi rischi». Fusi, poi, spiega il perché della presenza dell’attaccante Innocenti in panchina: «Una scelta tecnica, altre volte è capitato a Tedesco, Galizia e Manco». Resta comunque il rimpianto di non aver sfruttato il vantaggio di aver giocato a porte chiuse per l’inagibilità dello Scida. «Per una squadra giovane è un vantaggio notevole ma così come a Terni non siamo riusciti a sfruttarlo. Eppure eravamo molto vicini al pareggio». and. ferr.
http://www.ultraskorpions.it/home/index.php?option=com_content&task=view&id=641&Itemid=89


Real Marcianise-Taranto sul neutro di Caserta

16/09/2008

A stabilirlo la Lega su espressa richiesta del Marcianise in quanto l´impianto sportivo non è disponibile. Il match valevole per la quarta giornata si disputerà sul campo sportivo ´Alberto Pinto´ di Caserta.

[Foggiacalciomania.com - Luigi Corvino]

Pubblicato il 17/9/2008 alle 9.19 nella rubrica Marcianise.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web