Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Prima Divisione Girone A, In tre provano la fuga


lunedì 15 settembre 2008
Image Pro Patria a valanga e a punteggio pieno, Verona e Novara alle spalle dei bustocchi in un turno in cui Spal-Cremonese viene rinviata per l’infortunio occorso al direttore di gara. Primi punti per il Cesena, deludono Padova e Portogruaro

 


Si conclude con sedici gol fatti e nessuna vittoria esterna un turno che ha visto terminare otto partite su nove. L’atteso match Spal-Cremonese è stato infatti interrotto al
27’ del primo tempo per un infortunio (distorsione alla caviglia) occorso al direttore di gara, il signor Doveri di Roma. Le norme in vigore nei campionati di Lega Pro non hanno permesso la sostituzione del “fischietto” in una partita che sarà recuperata, partendo nuovamente dal primo minuto, in data da destinarsi.

Passando al calcio giocato sorprende, ma non troppo, il successo della Pro Patria in uno dei tanti derby lombardi di stagione contro il Monza. Il 4-0 rifilato ai brianzoli è agevolato dall’espulsione del portiere ospite Rossi Chauvenet in occasione del rigore che sblocca l’incontro. Alle spalle dei bustocchi troviamo la coppia Verona-Novara, ambedue vincenti nei rispettivi match casalinghi contro Sambenedettese e Padova. Agli scaligeri è sufficiente un gol di Girardi e un clamoroso errore del marchigiano Bonfanti, che a pochi minuti dal 90esimo sbaglia un gol già fatto, mentre i piemontesi dilagano contro un Padova che conferma tutte le difficoltà (soprattutto difensive) palesate nelle prime due uscite di campionato.

Mantengono l’imbattibilità Pergocrema e Legnano, che nello scontro diretto del “Voltini” si dividono la posta in palio: lilla avanti in apertura con Nizzetto, cremaschi in gol alla mezz’ora con Sambugaro. Il punto conquistato al tirar delle somme accontenta maggiormente gli ospiti, ridotti in inferiorità numerica per l’espulsione comminata a Bertoli al 25’ della ripresa. Dopo tre turni restano imbattute anche Venezia e Lumezzane: negli arancioneroverdi, che non riescono a superare un ostico Lecco, Semenzato è protagonista sia nel gol di Malatesta (ottimo assist per l’ex Carpenedolo) sia in quello del pareggio di Corti, quando perde malamente un pallone che permette agli ospiti di portare a casa un punto prezioso. Con l’1-1 contro la Reggiana, i valgobbini centrano il terzo pareggio in altrettante gare, dimostrandosi squadra ostica da superare e ben messa in campo da un allenatore esperto come Menichini.

Il programma della giornata era stato aperto dall’1-0 con il quale la Pro Sesto aveva superato il Ravenna, risultato replicato 24 ore più tardi dal Cesena, che con un guizzo di Chiavarini (probabile carica al portiere) sorprende un Portogruaro lontano parente della bella squadra ammirata in agosto e protagonista di roboanti successi contro Palermo e Arezzo e di un onorevole ko in Tim Cup contro il Parma.

Dando uno sguardo al prossimo turno, su tutte balzano all’occhio tre partite: Legnano-Pro Patria, sentito derby che potrà rappresentare una partita verità per i lanciatissimi bustocchi; Cremonese-Verona, che rievoca fasti di un passato non troppo lontano; Ravenna-Spal, in cui si sfideranno due squadre ambiziose che hanno però iniziato con qualche “ombra” di troppo questo campionato.

 

Luigi Mancino - luigi.mancino@biancosudati.netIndirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

http://www.biancoscudati.net/index.php?option=com_content&task=view&id=1372&Itemid=35

Pubblicato il 15/9/2008 alle 17.4 nella rubrica Generiche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web