Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Gallipoli: Una squadra tritatutti «Come vuole Barba»

15/09/2008

Giannini: «Il presidente mi ha chiesto la partenza razzo: accontentato». Cangi:
«Nell´intervallo dovevo uscire...»

Il Gallipoli centra il tris di vittorie e l´entusiasmo esplode. La gioia la palpi guardando gli abbracci tra il presidente Barba, il tecnico Giannini e il d.s. Dimitri in un
Bianco che è in pieno tripudio dopo il convincente successo sul Foligno, firmato dai gol di Russo e Cangi, neo capocannoniere della squadra gallipolina.

Goleador - «È andata bene, perché nel secondo tempo non dovevo entrare per un fastidio fisico ed alla prima palla toccata ho segnato il 2-0» svela l´esterno del Gallipoli, Francesco Cangi, umbro di Città di Castello, 2 gol in questo campionato. «Abbiamo proposto un primo tempo fantastico. In campo c´eravamo solo noi ed abbiamo espresso quello che ci ha chiesto il mister. Abbiamo tenuto palla, quando i nostri avversari venivano a pressare. Non abbiamo subito nemmeno un tiro in porta almeno nel primo tempo. Abbiamo collezionato diverse occasioni da rete oltre al gol di Russo. Poi nella ripresa siamo stati bravi a siglare il 2-0 ed a tagliare le gambe alle eventuali speranze di pareggio dei nostri avversari».

Il Principe - Il capocannoniere del Gallipoli non sorprende il tecnico Beppe Giannini. «Per me Cangi non è una novità — dice l´allenatore romano, 44 anni —. Conoscevamo le sue qualità di elemento universale. Ed ancora non ha dimostrato la sua bravura nei colpi di testa, perché sulle palle inattive diventa pericolosissimo quando va a colpire in elevazione. È stato bravo e fortunato nei due gol di Potenza e contro il Foligno».

Piedi per terra - Giannini prova poi a frenare gli entusiasmi: «Il primato? Bella soddisfazione: si voleva partire con grande slancio ed entusiasmo. E poi ce lo aveva chiesto il nostro presidente. Ma non dobbiamo mollare, perché gestire le vittorie è più difficile che gestire le sconfitte. In settimana siamo stati bravi ed attenti a lavorare, arrivando così a tenere il pallino contro il Foligno per 60-70 minuti. Non abbiamo mai rischiato. Il digiuno di gol di Di Gennaro? Si è solo risparmiato magari per domenica prossima (a Castellammare contro la Juve Stabia ndr). Battute a parte, l´attaccante sta giocando bene. Deve rimanere tranquillo e sereno, abbiamo fiducia in lui».

Dimitri - Il d.s. Dimitri non ha dubbi sul segreto di questo Gallipoli: «È compatto. In tre giornate il portiere Rossi è stato inoperoso ed ha subito un solo gol a Potenza ed anche in modo contestato. Ciò dimostra che i reparti sono uniti. Per ciò va dato merito a mister Giannini di essere riuscito, in così poco tempo, ad amalgamare un gruppo nuovo e rivoluzionato ».

Gazzetta dello Sport - Pasquale Marzotta

[Foggiacalciomania.com - Gian Franco lo Muzio]

Pubblicato il 15/9/2008 alle 14.56 nella rubrica Gallipoli.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web