Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Arezzo e Ternana in volo. E adesso calano il jolly

11/09/2008

Martinetti sta cercando l´accordo contrattuale con i toscani. Gli umbri domenica potrebbero far debuttare il nuovo Riganò.

Sono già prime in classifica dopo aver vinto le prime due. E ancora non hanno schierato il massimo potenziale. Arezzo e Ternana, a punteggio pieno nel girone B con il Gallipoli, presto potranno infatti contare sue due uomini-gol che aumenteranno ulteriormente la cilindrata della squadra: tra i toscani non si è ancora visto Daniele Martinetti, finora escluso addirittura dalla rosa per problemi contrattuali; gli umbri aspettano Christian Riganò, l´ultimo e il più prestigioso rinforzo arrivato dal mercato ancora in cerca della condizione.

I no di Martinetti - Ad Arezzo non sarebbe dovuto rimanere: le richieste estive per Martinetti non mancavano e la società si sarebbe volentieri liberata di un contratto oneroso come il suo, peraltro in scadenza a giugno 2009. Catania, Pisa, Frosinone, Triestina e Treviso: una dopo l´altra tutte avevano raggiunto un accordo con l´Arezzo. A tutte l´attaccante ha risposto no. Morale: chiusura del mercato e Martinetti ancora ad Arezzo. Ma non nell´Arezzo, almeno per ora. Il presidente Mancini se l´è presa e l´ha messo fuori rosa, a meno che non rinnovi il contratto. Cosa che lui non esclude. Una soluzione si troverà, in attesa della riapertura del mercato a gennaio. E se intanto il tecnico Cari potesse affiancare Martinetti (13 gol l´anno scorso) a Chianese, sarà dura per le altre tenere il passo.

Riganò, attaccante di peso Può riuscirci la Ternana, un´altra che ha il jolly da giocare. E che jolly: Christian Riganò, uno che solo qualche mese fa battagliava nelle aree avversarie con Nesta e Materazzi e che nel 2006-07, in maglia Messina, con 19 gol è stato il terzo miglior marcatore della serie A dietro a Totti e Lucarelli. L´anno scorso si è diviso tra Levante e Siena, facile dire che è oro zecchino per la Lega Pro. Il bomber di Lipari, il grande colpo estivo di Beppe Signori, ha tuttavia bisogno di una bella lucidata prima che possa splendere.

Il suo fisico possente deve essere messo a regime: attaccanti del suo peso fanno fatica a entrare in condizione, figurarsi dopo un´estate da svincolato. Motivo per cui Riganò ha saltato la vittoriosa trasferta in casa della Juve Stabia. Il programma di lavoro che sta seguendo è intenso e potrebbe prevedere già la presenza almeno in panchina domenica contro il Pescara allo stadio Liberati, che tra l´altro sarà aperto almeno parzialmente dopo il debutto a porte chiuse contro il Marcianise. Il fiuto del gol non ha bisogno di essere allenato. E anche la semplice presenza «scenica» di Riganò al centro dell´attacco può far paura.

Gazzetta dello Sport - Alex Frosio

[Foggiacalciomania.com - Luigi Corvino]

Pubblicato il 11/9/2008 alle 14.17 nella rubrica Generiche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web