Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Il Grifo perde,una sconfitta che fa meditare


L'Artiglio del Grifo - 07/09/2008


Quando tutto sembrava essere cambiato in meglio, ecco invece arrivare la doccia fredda che ci riporta con i piedi per terra.
Il dato oggettivo è che il mal di trasferta prosegue, la domanda che ci poniamo esige delle immediate risposte.
Salutare battuta d’arresto o, la nostra squadra palesa dei limiti?
E’ troppo presto per avere le idee chiare.
Di certo, oggi, abbiamo fatto un passo indietro rispetto a domenica scorsa e le cause non sono da addebitare al torrido caldo estivo.
Qualcuno potrebbe obiettare che è il solito irriconoscibile Perugia formato trasferta, ma non è così.
Una sorta di smarrimento continuo delle proprie qualità nei campi fuori di Perugia.
Perché ciò accada, sarà compito del tecnico Pagliari trovare le cause e i rimedi, ma occorre farlo prestissimo.
Perdere per strada punti importanti e preziosi si potrebbe pagare caro nel computo finale.
Abbiamo sbagliato l’approccio alla partita e, nei campi infuocati del sud, questo si paga.
Infatti, non affrontare con il piglio giusto gli avversari significa uscire sconfitti dai loro campi.
Interessanti sono le dichiarazioni di Camplone, allenatore della Cavese: “In settimana, abbiamo studiato tatticamente bene la partita, e, i miei ragazzi hanno ben interpretato in campo gli schemi, in fondo,Marruocco ha sofferto poco.
Alla fine il risultato abbiamo portato meritatamente a termine a nostro favore la partita. Il Perugia è forte e la loro migliore classe verrà fuori e Pagliari è un bravo tecnico.
Tuttavia, forse loro sono troppo ingegneri, e la mia squadra è di operai ed io preferisco una squadra di operai”.


Mentre Pagliari ha detto: Credo fortemente in questo gruppo.
Dobbiamo migliorare ed essere più concreti. Abbiamo creato troppo poco pei i nostri centrocampisti esterni ed attaccanti.
In questo senso dobbiamo lavorare, ma io sono arrivato da 10 giorni, e credo in questo gruppo.
Sono convinto che, alla fine, faremo bene.
Però va detto che la Cavese ha avuto più grinta e cattiveria di noi ed ha meritato di vincere, anche se non abbiamo rischiato tanto.
Il problema che in avanti abbiamo fatto troppo poco, siamo stati molto leziosi e fatto troppi tocchetti, quando dovevamo essere più concreti
".


A cui, il Direttore Generalew Scarpelloni aggiunge: “I campionati della terza categoria sono difficili, il Napoli ci ha messo due anni prima di essere promosso in B.
Tuttavia dobbiamo avere la convinzione di fare bene e per questo non bisogna deprimerci quando perdiamo ed esaltarci quando vinciamo.
Però una cosa è certa, per venire a vincere nei campi del sud, ci vuole carattere, anima, determinazione.
Invece in trasferta siamo stati troppo leziosi e abbiamo perso con una certa rassegnazione. Così no va bene,dobbiamo migliorare
”.
Infine, per il difensore Pagani: “E’ stata brava la Cavese a chiuderci tutti gli spazi, a non farci giocare come sappiamo, a limitare le nostre qualità tecniche”.

Per la serie, c’è da soffrire ancora tanto prima di vedere soddisfatte le nostre aspettative.
Diamogli tempo, ma, per ora, purtroppo, prendiamo atto che, cambiando l’ordine degli addendi, il risultato non è ancora cambiato.
Però, i campionati nel nostro girone si vincono in trasferta, proprio, dove noi evidenziamo le nostre maggiori lacune.
Allora per fare il salto di qualità, meno accademia e più concretezza, necessita fuori casa maggiore grinta e carattere.
Altrimenti, non si ottiene nulla.
Siamo stufi di essere colti dalla sindrome dell’altalena. E di passare le domeniche avvelenate.


L'Artiglio del Grifo - www.tifogrifo.com

Diritto di Tribuna: Il Grifo visto dai tifosi

 

Vincenzo Gaggia - 09/09/2008

Diritto di Tribuna: Cosa pensa il tifoso del Grifo

Dopo la buona prestazione interna contro il Benevento, con una vittoria ottenuta grazie al carattere e alla determinazione, a Cava dei Tirreni il nuovo Perugia è incappato in una sconfitta dovuta ad una prova incolore, con una squadra che ha dimostrato scarsa convinzione, poco carattere e nessuna brillantezza.
Rimanendo fiduciosi sulla bontà dell' organico di quest' anno, bisogna però osservare che i giocatori del Perugia , nessuno escluso devono calarsi nella mentalità giusta per affrontare questo campionato soprattutto in trasferta.
Purtroppo non basta chiamarsi Perugia, e rappresentare una piazza importante in serie C1 ( o Lega Pro) per vincere le partite,ma bisogna lottare su ogni pallone, correre, mettere cattiveria agonistica, cosa che a Cava non si è mai vista in tutti i 90 minuti di gara.
Speriamo in una pronta risposta di tutti.
La squadra deve registrare anche alcuni aspetti tecnici in tutti i reparti, ma speriamo che Mister Pagliari riesca a mettere a punto i vari aspetti tecnici.
I tifosi perugini la loro parte la faranno già da domenica contro il Sorrento ma in campo ci vanno gli undici giocatori e se qualcuno tira indietro il piede o la testa è meglio che se ne stia in panchina.
Forza Grifo!!!

Vincenzo Gaggia – www.tifogrifo.com


Critiche si, ma costruttive, grazie.

 

Bindlino - 08/09/2008

Critiche si ma costruttive, grazie.

Considerazioni di un tifoso nel post partita Cavese-Perugia

Come diceva in questi casi il compianto Ghini "abbiamo perso una battaglia, non una guerra..." .
Ho ascoltato la partita su Umbria Radio e debbo dire che la pubblicità è un pò troppa, comunque la telecronaca mi è piaciuta e, cosa più importante, non ho dovuto pagare per sentirla!
Non abbattiamoci e non perdiamo la fiducia.
Ora l'unica cosa che mi preoccupa è...quello che diranno gli opinionisti di certe trasmissioni: per favore, non iniziamo con polemiche faziose o altro.
Critiche si ma costruttive, grazie.
Siamo alla seconda giornata, non abbiamo compromesso niente.
Dopo la vittoria di domenica si era tutti euforici e convinti delle potenzialità del Grifo, quindi non mi sembra giusto perdere la fiducia per una sconfitta, ripeto, alla seconda giornata.
Dico questo perché, nel dopo partita, ho sentito, molta delusione nelle prime opinioni dei tifosi. Forza Grifo.

Visti dal settore ospiti (CAVESE-PERUGIA)

 

Leonardo Varasano - 08/09/2008

VISTI DAL SETTORE OSPITI (CAVESE-PERUGIA)

BENASSI, 6,5. Sembra l’unico reattivo e concentrato. Tre interventi preziosi in un Perugia tristemente abulico e grigio. Un’unica nota: provi più spesso il rinvio lungo, in certe partite può essere risolutivo.

ZOPPETTI, 5. Soffre molto. Non spinge e quando difende è in difficoltà.

BARBAGLI, 6. Finché resta in campo non demerita.

CUDINI, 5. Un po’ impreciso un po’ sfortunato. Ma ha comunque il gol sulla coscienza.

PAGANI, 5,5. Prestazione incerta. Ha però qualità fisiche ed esperienza: alla lunga risulterà un bell’acquisto.

PASSIGLIA, 6. Partita sottotono. Almeno però ci mette il piede e un minimo di rabbia agonistica.

MEZAVILLA, 6. Ingabbiato dagli avversari fa quello che può.

DE GIORGIO, 5. Sarà l’aria di Cava, i ricordi, il clima: irriconoscibile rispetto all’esordio col Benevento.

CUTOLO, 5,5. Poco meglio di De Giorgio. Solo qualche vaga fiammata. Per il resto giornataccia anche per lui.

MAZZEO, 5. Scompare quasi subito. Quando è così non serve a nulla.

ERCOLANO, 5. Dispiace dargli la prima insufficienza da quando è a Perugia, ma non se ne può proprio fare a meno. Un fantasma: solo una sponda degna di nota in quasi 100 minuti. Ritrovi sé stesso e i gol. Nell’occasione non fa vedere nemmeno la solita grinta. Meno male che a Cava si gioca solo una volta all’anno.

FERRARI, 6. Sfiora il gol nel finale. Ad essere onesti il pareggio sarebbe stato immeritato. Il ragazzo però c’è: se qualcuno non è in forma è pronto a subentrare.

RUSSO, 6. Entra e mostra buona volontà. Ma avrebbe potuto influire solo se Pagliari avesse avuto altri 6-7 cambi a disposizione.

PIZZOLLA, S. V.

 

Partita: Cavese - Perugia

 

Risultato: 1 - 0

 

Tabellino: DOMENICA 7 settembre 2008 ORE 15, "S.Lamberti"

2^ GIORNATA DEL CAMPIONATO DI PRIMA DIVISIONE

GIRONE B: CAVESE - PERUGIA
Cavese(4-3-3)
Marruocco, Frezza, Porro (43' s.t. Scartocci), Nocerino, Cipriani (15' st. Ischia), Farina, Tarantino (20' s.t ,Bernardo), Favasulli, Shecter, Alfano, Acquino. A disp. Petrocco, Ischia, Lacrimini, Scartocci, Mallardo, Sorrentino, Bernardo. Allenatore:Camplone

Perugia(4-4-2)
Benassi, Zoppetti, Cudini, Pagani, Barbagli (Pizzolla), Passiglia, Cutolo, Mezavilla, Ercolano, De Giorgio, Mazzeo (15' s.t. Ferrari,) A disp. Bianchi, Accursi,Goretti, Russo, Pizzolla, Ferrari, Campagnacci. Allenatore: Pagliari

Arbitro: sig. Gesuele Paparazzo di Catanzaro.
Assistenti: Belcastro e Longo.

Reti:26' Aquino
Ammoniti: Cudini, Pagani (Perugia) Alfano (Cavese)
Calci d'angolo: 11 a 1 in favore della Cavese
Recupero: 2 p.t. - 5 s.t.

 

Cronaca:

8' passati ed è semtpre la Cavese che preme cercando di sorprendere il Perugia, calcio d'angolo per i campani, Pagani libera.
9' ancora Cavese che con Alfano insidia la porta del Perugia.
10' il Perugia fa fatica a prendere in mano la partita, sempre ben controllata dalla squadra di Camplone.
12' ancora Alfano che scocca un tiro verso la porta del Perugia.
16' ammonito Cudini
20' la Cavese è sempre protesa all'attacco e conquista due calci d'angolo che non hanno seguito.
25' Aquino vince due rimpalli e tira mettendo in rete
Cavese-Perugia 1-0, 25' Aquino
30' Il Perugia per la seconda volta consecutiva va in svantaggio.
31' ammonito Alfano per la Cavese
35' ammonito Pagani per il Perugia.
Il Perugia non riesce ad uscire dall'acerchiamento della Cavese e ad organizzare una reazione efficace.
42 tiro di Tarantino e pronta parata di Benassi, ma sono gli acquiloitti a sfiorare il raddoppio.
Dopo 2 minuti di recupero finisce il primo tempo e il Perugia soccombe per 1 a 0, qui a Cava dei Tirreni..

Commento del Primo tempo:
Una prima frazione in cui la Cavese gioca, preme, mantiene costantemente l'iniziativa del gioco costringendo sulla difensiva il Perugia, riesce poi, meritatamente a passare in vantaggio.
E' il Perugia? Sembra incappare i una goiornata storta dove nessun reparto funziona, a partire dalla difesa che va sempre in difficoltà sulle veloci folate avversarie, mentre centrocampo e attacco non incidono positivamento.
Pagliari deve tatticamente cambiare qualcosa perchè il Perugia visto oggi è una brutta piccola realtà.

Secondo Tempo
I giocatori rientrano in campo con le stesse unità in cui hanno finito il primo tempo.
Batte la palla il Perugia.
3' De Giorgio conquista una punizione al limite dell'area della Cavese, la rimette al centro, Cudini a porta vuota divora di testa il pareggio.
8' il Perugia sembra essere entrato in campo maggiormente determinato e prova a riportarsi in parità.
tiro forte di De Giorgio, lto di poco.
15' prime sostituzioni Ischia per Cipriani per la Cavese, Ferrari per Mazzeo nrel Perugia.
18' forte tiro di Tarantino che Benassi para.
20' seconda sostituzione per la Cavese, esce Tarantino ed entra Bernardo.
27'entra Russo al posto di De Giorgio,
35'Terza sostituzione del Perugia, Pagliari prova la carta Pizzolla ed esce Barbagli
43', esce Porro ed entra Scartocci.
47'il Perugia, su iniziativa personale di con Ferrari sfiora il pari.
Dopo 6 minuti di recupero la partita finisce e la Cavese vince meritatamente e, in trasferta, il Perugia di Covarelli perde la sua prima sconfitta e riporta tutti con i piedi per terra.
Cambia la società ma il mal di trasferta del Grifo continua.
Occorre, subito, fare qualcoisa per invertitre questa deleteria tendenza.

http://www.tifogrifo.com/index.asp

Pubblicato il 9/9/2008 alle 3.38 nella rubrica Perugia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web