Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Sorrento-Arezzo a porte chiuse


Inaspettata decisione del Prefetto di Salerno, che ha ordinato la disputa della gara tra i rossoneri e gli amaranto a porte chiuse.

Brutte notizie per i tifosi costieri ed aretini. La partita Sorrento-Arezzo di domenica prossima verrà giocata al “Marcello Torre” di Pagani senza la presenza del pubblico. La decisione è stata presa nella tarda serata di ieri dal prefetto di Salerno, Claudio Meoli.

Le motivazioni di tale ordinanza sarebbero da ricercare in un ipotetico gemellaggio tra i tifosi costieri e i sostenitori della Nocerina, con questi ultimi in fortissimo contrasto con i vicini paganesi. Inoltre, nella nota diffusa dalla prefettura, si legge della concomitanza dell’evento sportivo con una sagra rionale nelle vicinanze dell’impianto sportivo, avvenimento che avrebbe creato problemi di ordine pubblico.

 

Alla notizia, la dirigenza del Sorrento calcio ha dato vita ad un'autentica corsa contro il tempo per reperire un altro stadio e consentire l'accesso alla tifoseria rossonera. Tentativi, purtroppo, risultati vani, a causa dell'impossibilità logistica, da parte degli organi competenti, ad organizzare un evento calcistico in poco più di ventiquattro ore. 

"A causa di motivi estranei alla nostra esemplare tifoseria - spiega il presidente rossonero, Antonino Castellano - siamo costretti ad inghiottire l'ennesimo boccone amaro. Abbiamo davvero fatto il possibile per trovare un altro stadio libero ed omologato ad ospitare gare di Lega pro: la dirigenza si è mobilitata fino a pochi minuti fa per spostare l'evento all'Arechi di Salerno. In tal senso, ringraziamo per la disponibilità il Comune di Salerno e la società della Salernitana. Purtroppo non è stato possibile. Siamo rammaricati e delusi e ci sentiamo, ancora una volta, penalizzati".

 

 

Michele Gargiulo
http://www.calciopress.net/news/118/ARTICLE/5215/2008-09-05.html

Pubblicato il 5/9/2008 alle 16.29 nella rubrica Sorrento.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web