Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Il Punto sul Perugia: Arriva Pagliari e chi gli dà il benvenuto da tre punti? I giovani!

Battuto il Benevento, il Perugia è atteso ora dall'esame-Cavese.

C’era molta attesa e, allo stesso tempo, molta preoccupazione per questo esordio in campionato del Perugia dopo il terremoto del cambio di allenatore, via Indiani dentro Pagliari, avvenuto a metà settimana. Occorreva cominciare con il piede giusto e il nuovo Grifo, targato Leonardo Covarelli e guidato in panchina da soli quattro giorni, appunto, dal grifone “doc”, Giovannino Pagliari, lo ha fatto nel migliore dei modi, superando al "Curi" il coriaceo Benevento, una delle formazioni candidate alla vittoria finale.

Il successo è arrivato addirittura in rimonta, dopo che un’incertezza difensiva iniziale aveva regalato il vantaggio ai sanniti dopo neanche un giro di lancette, trasformando la partita, già difficile di per sè, in una vera e propria gara ad handicap. Ma la squadra, come aveva auspicato il suo nuovo condottiero Pagliari, ha saputo metterci il cuore, riuscendo a rimettere in poco tempo la gara sui binari dell'equilibrio grazie alla "capocciata" vincente di Mezavilla, creando poi i presupposti per una vittoria meritata e, alla fine assaporata ancor meglio perchè arrivata a pochi minuti dal termine grazie ai due giocatori più giovani in campo in quel momento, Ferrari, autore di un'irresistibile azione alla "Ibra", e Campagnacci, perugino di Spello, entrato in porta con tutto il pallone, sul prezioso assist del compagno, proprio sotto la sua "Nord" impazzita d'entusiasmo. Qualcuno sosterrà che Giovannino Pagliari abbia avuto anche un pizzico di fortuna nel trovare il gol della vittoria proprio con i ragazzi mandati  in campo nel finale ma è evidente che la fortuna va cercata ed è indubbio che dare fiducia ai giovani in determinati momenti è un grosso pregio del tecnico e se l'anno scorso Cuccureddu, invece di insistere troppo su “santoni” intoccabili, avesse dato fiducia a qualche giovane forse le cose sarebbero finite diversamente.

Tornando all'incontro da sottolineare la bella prestazione di Nello Cutolo, alla fine il migliore in campo, forse un po' troppo egoista in qualche occasione, ma capace di giocate sicuramente di categoria superiore. Note positive anche dal centrocampo, con Mezavilla autore di una prestazione di spessore impreziosita dal gol dell’immediato pareggio. Da risistemare sicuramente il reparto arretrato dove il ripescato dell’ultimo momento, Accursi, ha pagato probabilmente lo scotto dell’imprevista chiamata come titolare da parte di Pagliari commettendo delle incertezze iniziali che potevano costare care al Perugia; ma conoscendo il valore dell’ex capitano ci aspettiamo da lui un pronto riscatto.

Nonostante la prestigiosa vittoria ottenuta contro un avversario forte come il Benevento il presidente Covarelli e il ds Scarpelloni hanno approfittato dell’ultimo giorno di apertura del mercato per piazzare gli ultimi due colpi, ingaggiando il forte centrale difensivo del Frosinone Nicola Pagani e il centrocampista del Ravenna Nicola Pizzola, che Pagliari potrà avere a disposizione dal prossimo impegno insieme a Mirko Barbagli, laterale difensivo di sinistra che ieri non è potuto scendere in campo perché ingaggiato dopo il termine ultimo di martedì scorso. Ceduto alla Pistoiese, invece, il difensore Fiasconi, portato a Perugia in estate dall’ex tecnico Indiani. Domenica i grifoni sono attesi ad un'immediata conferma in trasferta a Cava dei Tirreni, partita insidiosa, contro una squadra, la Cavese, rimasta ferma al palo dopo la sconfitta di misura rimediata ad Arezzo.

Danilo Tedeschini   
   
http://www.goal.com/it/Articolo.aspx?ContenutoId=847508

Pubblicato il 4/9/2008 alle 6.50 nella rubrica Perugia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web