Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Hellas Verona-Rodengo Saiano 2-4


03/09/2008 - 18:53
Segnala questa notizia   Versione stampabile
Nell'ultima gara del girone i gialloblù subiscono il poker, finisce l'avventura in Coppa

VERONA - Si chiude con una sconfitta l’avventura dell’Hellas nella Coppa Italia Lega Pro 2008/2009. In un "Bentegodi" semi-deserto il Rodengo la fa da padrone, segnando quattro reti nonostante la classifica del girone non concedesse speranze di qualificazione al turno successivo.

Ospiti in vantaggio al 23’ con Bonomi, bravo a tagliare la difesa scaligera su servizio di Bodini, superare Franzese e concludere in rete. Discesa sulla sinistra di Parolo al 37’, passaggio al centro per Campisi che da venticinque metri non inquadra però la porta. Sempre Parolo ci prova da fuori area al 44’ col destro, Pedersoli controlla il pallone finire sul fondo.

Punizione dalla trequarti di Bonomi al 57’, di testa stacca Vezzoli, la sfera termina alta. Hellas in dieci al 61’: intervento da tergo di Puccio a centrocampo su Sinato, il direttore di gara sventola all’ex interista il secondo cartellino giallo. 

Raddoppio ospite al minuto 64 col neo-entrato Marrazzo, abile a rubare palla all’altezza dei trentacinque metri e a battere Franzese da pochi passi. Sempre Marrazzo segna la doppietta personale quattro minuti dopo, quando viene eluso il fuorigioco e Franzese è superato con un pallonetto.

Scapini accorcia le distanze al 74’, cross dalla destra di Filipovic, l’ex Cuneo insacca di testa superando la marcatura avversaria. Poker firmato Marrazzo al minuto 79, Sinato viene servito in profondità, Franzese viene superato in dribbling ma la palla termina sui piedi del compagno che in posizione dubbia deposita in rete.

Campisi riduce nuovamente le distanze all’81’: Pedersoli non abbocca alle finte di Filipovic, il centrocampista scuola Atalanta conclude col destro sulla respinta e mette in gol dal limite dell'area.

Il tabellino

HELLAS VERONA F.C. - A.C. RODENGO SAIANO 2-4 (0-1)

Reti: 23’ Bonomi; 64’, 69’ Marrazzo, 74’ Scapini, 79’ Marrazzo, 81’ Campisi

HELLAS VERONA F.C.

Franzese; Campagna, Sibilano, Urbani, Loseto; Hurme (46’ Filipovic), Parolo, Campisi, Puccio; Scapini (87’ Girardi), Gomez (65’ Corrent). (Cecchini, Faggionato, Tonolli, Acka). All. Remondina

A.C. RODENGO SAIANO

Pedersoli; Bendoricchio, Paganotto, Barca, Savoia; Bodini (69’ Bozza), Vezzoli, Fiori, Sandrini (52’ Marrazzo); Sinato (79’ Salomoni), Bonomi. (Bresciani, Pigoni, Bettenzana, Gambino). All. Braghin 

Arbitro: Costantini di Perugia

Assistenti: Ferentilli, Cucchiarini

Ammoniti: Puccio, Campisi, Parolo

Espulsi: Puccio al 61’

Recupero: 4’ - 3’

 

 

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte, hellasverona.it

Remondina: "Deluso dall'atteggiamento"
03/09/2008 - 20:50
Segnala questa notizia   Versione stampabile
"E' mancata la determinazione, che dovrebbe essere la nostra caratteristica principale"

VERONA - Nella gara di chiusura del Girone Eliminatorio di Coppa Italia, l’Hellas Verona ha subito un ko ad opera del Rodengo Saiano, formazione di Seconda Divisione. Dopo il fischio finale il tecnico gialloblù Gian Marco Remondina ha commentato la prestazione dei suoi presso la sala stampa dello stadio "Bentegodi".

Le buone indicazioni avute finora dalla squadra sono state quasi vanificate con la partita odierna: "Si è trattato di una prestazione davvero brutta, opaca soprattutto dal punto di vista della grinta. Ho cercato di mischiare le carte per vedere all’opera qualche giocatore, ma mi aspettavo ben altro."

La reazione si è vista solo dopo l’espulsione di Puccio, quando gli scaligeri si sono trovati in inferiorità numerica: "Mi assumo la responsabilità per le scelte fatte, sono rimasto deluso dall’atteggiamento. La determinazione dovrebbe essere la nostra caratteristica principale, troppo tardi abbiamo mostrato una dose di grinta."

I pochi tifosi presenti per l’occasione sono rimasti delusi: "La voglia di far bene non mancava, nonostante alcune situazioni limitative. Dispiace molto per il pubblico presente, i ragazzi che scendono in campo devono dimostrare di avere personalità soprattutto in occasioni come queste, quando si gioca in casa."

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte, hellasverona.it

Pubblicato il 3/9/2008 alle 23.0 nella rubrica Verona.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web