Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Già costrette a rincorrere le rivali della Cremonese

Si completa la prima giornata di campionato dopo la vittoria grigiorossa per 0 a 2 a Sesto

Già costrette a rincorrere le rivali della Cremonese
La Reggiana ottiene a Cesena (1-2) l'altro successo esterno
Domenica allo Zini è già scontro al vertice col Venezia

Le valutazioni e le azioni di una grande prestazione. Di Guidetti il primo gol della stagione, raddoppia Pesaresi.
Anche le statistiche danno la piena misura della legittimità del successo cremonese. Vai

Attesi per oggi altri due acquisti grigiorossi, un attaccante (Ferrari da Albinoleffe?), l'esterno destro



Così Guidetti ha fulminato Russo sul finire del primo tempo (fotoservizio Mauro Gaimarri)


Dai nostri inviati Alexandro Everet, Umberto Onofri, Mauro Gaimarri



Nel complesso la Cremonese si è mostrata con una fisionomia più convincente di quella che si era vista nel precampionato, anche grazie a una formazione opportunamente meditata da Iaconi e per certi aspetti, piuttosto sorprendente. Il vantaggio è meritatissimo. Al 40'45" Guidetti riceve da Gherardi e scatta dal limite dell'area, si libera d'abilità e stavolta è inesorabile, infila tra portiere e palo. Russo non può farci nulla.

Nella ripresa al 34' su punizione raddoppia Pesaresi. Al 18' caracolla il grigiorosso e lascia partire un tiro perfetto a parabola che gela il pur bravo Russo.

La prestazione ha impressionato perchè si è vista una squadra, non individualità, con Iaconi che ha messo molte cose a posto ed ha guidato anche bene la Cremonese nel corso della partita. Commenti, interviste (vai), foto.

Gli elogi giungono da Sala, l'allenatore della Pro Sesto: "A questa Cremonese non si può concedere nulla o ti punisce".

Di grande valore, anche psicologico, l'affermazione in trasferta
della squadra di Giovanni Arvedi

Gli elogi giungono da Sala, l'allenatore
della Pro Sesto: "A questa Cremonese non si può concedere nulla o ti punisce"

La soddisfazione di Giovanni Arvedi (e ci sarà anche la presentazione ufficiale con il Memorial Favalli - Luzzara) : “Sono contento per il risultato e la prestazione gagliarda della squadra che sono il modo migliore per presentarsi ai nostri affezionati tifosi.
“Il Memorial nel ricordo di Domenico Luzzara ed Erminio Favalli sarà fissato al più presto in conseguenza ai programmi Uefa dei quali il club della Sampdoria è venuto a conoscenza solo ieri. Con il Memorial ci sarà anche la presentazione ai nostri tifosi e speriamo di rivederci in tanti”.

Dal nostro inviato Alexandro Everet



La inedita formazione di partenza della Cremonese targata Iaconi (foto Mauro Gaimarri)


Sesto San Giovanni - I primi elogi sono venuti dalla parte avversa dopo la vittoria grigiorossa. Il mister della Pro Sesto Antonio Sala sportivamente ha riconosciuto la qualità dei grigiorossi: "La Cremonese ha vinto meritatamente senza rubare nulla. Noi abbiamo commesso troppi errori che una squadra come la Cremonese non perdona. In ogni caso sul piano agonistico in futuro voglio vedere una Pro Sesto diversa da quella di oggi".


Iaconi: "Bello il primo tempo e nella ripresa abbiamo tenuto: sono soddisfatto"

Ivo Iaconi non può che essere sereno a fine gara.
"La prima gara è sempre un po' al buio. Abbiamo incontrato una buona squadra e sì, direi che abbiamo giocato una buona partita nel primo tempo, con una efficace interpretazione tattica. Nel secondo tempo siamo calati un po' ma bisogna tener conto che avevamo alcuni giocatori che venivano da infortuni e quindi c'era un po' di timore, ma la tenuta c'è stata perchè nella ripresa pur calando siamo rimasti solidi concedendo molto poco agli avversari".
Abbiamo pressato bene e alti, specie con Graziani.
"Lui è in buone condizioni. Quando penso ai giocatori fuori condizioneparlo di Pesaresi, Gherardi, Argilli, lo stesso Bianchi. Erano punti interrogativi, c'erano timori ma anche nel secondo tempo abbiamo meritato facendo di più degli avversari".
Siamo arrivati con molta facilità al tiro.
"Molte volte effettivamente. Siamo stati bravi anche perchè la Pro Sesto è una buona squadra con un efficace reparto offensivo, ha qualità e un allenatore bravo; aver vinto qui è sicuramente significativo".
Le concorrenti?
"E' un bel girone con squadre di grande blasone. Anche le squadre venute della C2 sono importanti, penso alla Reggiana o alla Spal. E' un girone molto aperto e sono possibili sorprese".
Quanto contava ricominciare bene dopo l'epilogo amaro della scorsa stagione?
"Era importante soprattutto per noi stessi, perchè avevamo disputato un precampionato sotto tono con molti punti interrogativi. Invece ho avuto risposte molto positive anche dai giocatori non in condizione, specialmente sotto il profilo dello spirito di squadra, del sacrificio. Questo sia da parte di chi ha iniziato, sia da chi è entrato dopo e anche da chi è andato in tribuna (Fietta, Nda)".
E' questa la vera Cremonese?
"Non ancora la verissima, abbiamo buoni margini di miglioramento".
Quali sono le cose da migliorare?
"In fase di ripartenza sbagliamo spesso le soluzioni nella scelta sugli spazi da attaccare, bisogna lavorare e per migliorare serve applicazione. Comunque ora per due giorni ci godiamo questa vittoria, da martedì penseremo alla prossima gara".


Ed ecco la soddisfazione degli uomini di Ivo Iaconi.

Massimiliano Guidetti il 28 agosto ha compiuto 32 anni.. E infatti ha festeggiato nel migliore dei modi con un gol che si è poi...dedicato.
Delle due occasioni che hai avuto hai realizzato la più difficile.
"Sì, peccato per la prima, è stato bravo il portiere che mi ha respinto palla con la punta del piede quando era già spiazzato. Mi sono rifatto riuscendo a fare gol sulla seconda chance".
La caviglia acciaccata ti ha dato problemi?
"Stavo meglio sicuramente, poi nel secondo tempo mi si è un po' girata quando ho ricevuto un calcione ma sono cose che succedono, è normale".
Sei uscito per precauzione?
"Per precauzione no, ero stanco e poi era una settimana che non mi allenavo bene e non potevo essere al cento per cento. Sono stati bravi i compagni ad aiutarmi".
Oggi avete fornito una grande prestazione dopo il precampionato sotto tono.
"Noi restiamo quelli del precampionato, dobbiamo prendere entusiasmo per questa vittoria ma senza esagerare troppo, dobbiamo restare umili e concentrati, solo così potremo fare bene su tutti i campi".
I rifornimenti in avanti oggi sono arrivati puntuali.
"Sono stati bravi i compagni a mettermi nelle condizioni di calciare a rete. Comunque vorrei fare una dedica particolare per il mio gol perchè il 28 agosto ho compiuto gli anni e diciamo che l'ho festeggiato nel migliore dei modi".

Davide Saverino ha fornito una buona prestazione, riscattando subito le prove opache del precampionato.
Vittoria e buona prestazione. Abbiamo avuto tutto.
"Dopo Como siamo migliorati. Questa è la giusta mentalità, abbiamo giocato una partita esemplare in cui ci siamo difesi, abbiamo sofferto e abbiamo attaccato. Nel secondo tempo siamo andati un po' in calo ma per colpa del caldo".
La formazione era inedita.
"Sì ma noi dobbiamo farci trovare pronti tutti, con la giusta mentalità. Aggiungo che vorrei anch'io dedicare la vittoria al presidente che ha compiuto gli anni".
Emanuele Pesaresi ha bagnato con un gran bel gol su punizione il suo debutto ufficiale in grigiorosso. Logica la soddisfazione a fine gara.
Emanuele, è andata bene.
"Sì, abbiamo giocato una buona partita e siamo stati cinici. Ho visto una squadra solida. Personalmente non avendo fatto la preparazione ed essendo alla mia prima partita ufficiale non posso che essere soddisfatto. Ovviamente sono calato nella ripresa. complice il caldo".
Il tuo gol è entrato tanto facilmente da sembrare quasi un tiro di allenamento.
"Io ci ho provato, è venuto un bel tiro ed è entrata. Bene così".

• Per Alessandro Gherardi la partita contro la Pro Sesto è stata molto particolare. Schierato titolare a sorpresa ha infatti festeggiato non solo il debutto nella Cremonese ma anche nei professionisti, almeno in Italia (ha giocato in Svizzera nel Bellinzona).
E' vero che si tratta della tua prima partita nel calcio dei grandi?
"Sì, era tanto tempo che non giocavo novanta minuti, è andata credo abbastanza bene".
Quando hai saputo che avresti giocato titolare?
"Solo in albergo quando il mister ha dato la formazione. Prima non mi aveva detto nulla".
Credo che tu possa essere contento della tua prova.
"Sì, sono soddisfatto, abbiamo cominciato bene con una bella vittoria da dedicare al presidente che compie gli anni".
Sei anche andato vicino al gol in un paio di occasioni.
"Ecco, da questo punto di vista non sono molto soddisfatto dato che effettivamente ho avuto queste occasioni ma non sono riuscito a segnare".
Sulla punizione che ha portato al 2-0 volevi battere tu ma poi Viali ti ha fatto allontanare.
"Sì, l'importante è che lui abbia fatto gol. Magari ci riproverò a batterla un'altra volta".
Sei entrato anche nell'azione del primo gol recuperando un bel pallone.
"Sì sono riuscito a recuperarlo bene".
Sul tuo passaggio filtrante per Ferrarese nel finale il fuorigioco sembrava non esserci.
Non so, Ferrarese mi ha detto che il fuorigioco non c'era. Peccato, era una bella palla".

• E' un Cesare Fogliazza visibilmente soddisfatto ma anche commosso quello che si intrattiene coi giornalisti a fine gara. Il perchè è presto detto.
Prima partita positiva anche al di là del risultato, giusto?
"Sì, positiva sicuramente.. Avevamo bisogno di sbloccarci. Io e tutta la società, i dirigenti e i giocatori, vogliamo dedicare la vittoria al presidente che festeggia il suo compleanno. Inoltre ci tengo particolarmente a dedicare questa vittoria a Erminio. Questa è la mia prima partita ufficiale da dirigente, occupo quasi il posto che era suo. E' una dedica cui tengo davvero. Sulla partita posso aggiungere che abbiamo giocato un buon primo tempo, anche se ovviamente si potrà migliorare ancora, creando 3-4 occasioni da gol. Poi nella ripresa la squadra ha controllato".

• Fra gli spettatori del match abbiamo notato anche una vecchia conoscenza grigiorossa, Emanuele Brioschi, da poche settimane passato al Como.
Brioschi ha commentato molto positivamente la prestazione grigiorossa:"Non c'è stata un'altra partita. Siamo un'altra squadra". Ha detto proprio così, "siamo": si vede che si sente ancora grigiorosso.

• In tribuna fra i tanti osservatori c'era anche l'ex grigiorosso e attuale mister del Monza Dario Marcolin che ha commentato così la gara:"La Cremonese ha giocato bene. Mi è piaciuto molto Guidetti che mi ricorda tanto Maurizio Ganz".

TANTI VIP CALCISTICI - Tra questi anche molti ex grigiorossi. Tra i tanti abbiamo notato Dario Marcolin (allenatore del Monza), Attilio Lombardo (allenatore del Legnano), Mauro Meluso (ds del Padova), Emanuele Brioschi (ora al Como), Enrico Piccioni (allenatore della Sambenedettese), Mario Macalli, Gianmarco Remondina (mister del Verona).
A fianco della presidentessa della Pro Sesto Pasini in tribuna c'erano i nostri Calcinoni e Fogliazza ma abbiamo notato sugli spalti anche Vincenzo Moretti, nonostante sia fuori rosa, Temelin e ovviamente Fietta.

LEGGERI INFORTUNI - Tre giocatori grigiorossi hanno rimediato leggeri infortuni nella gara con la Pro Sesto. Tacchinardi è uscito acciaccato dopo uno scontro di gioco con Tursi. Per lui solo una botta. Guidetti ha accusato un dolore alla caviglia già infortunata. Niente di grave comunque. Anche Saverino è ricorso alle cure mediche nel finale per una botta, rientrando poi in campo.

SI RICOMINCIA MARTEDÍ - Iaconi concede ai suoi ragazzi due giorni di riposo. La ripresa degli allenamenti è fissata per martedì. Domenica prossima allo Zini sarà ospite il Venezia per il debutto stagionale casalingo.
http://www.vascellocr.it/index.htm

Pubblicato il 1/9/2008 alle 17.8 nella rubrica Cremonese.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web