Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Scafatese - Paganese 1 - 0

[Senza+nome-congiunto-01.jpg]

Scafatese:
De Felice, Lagnena, Carbonaro, Avallone, Rapino, Terracciano, Ramora, Di Candilo, Varriale (24'st Martone), Corsale, Izzo (35'st Pepe). A disp: Spicuzza, Cozzolino, Semplice, Scalzone, De Luca. All: Maurizi

Paganese:Castelli, Imparato, Bombara (1'st De Lorenzo), Caracciolo, De Giosa, Taccola (27'st Chiavaro), Esposito, Berardi, Lasagna (46'st Astarita), Tisci, Di Cosmo. A disp: Melillo, Iraci, Capodaglio, Costanzo. All. Capuano

ARBITRO: Gallo di Barcellona Pozzo di Gotto
AA: Genovese (Rossano) - Longo (Di Paola)
NOTE: Spettatori circa 1500 con folta rappresentanza di tifosi azzurrostellati
RETI: 22' p.t. Ramora
AMMONITI: Taccola, Berardi, De Giosa, Chiavaro (P) - Avallone (S)
ESPULSO: De Lorenzo al 45' s.t. per fallo di reazione

Una brutta Paganese si arrende alla Scafatese nella seconda giornata di Coppa Italia. Gli azzurrostellati hanno sofferto il ritmo dei padroni di casa per tutta la durata dell'incontro e solo nella ripresa sono riusciti a rendersi in sporadiche occasioni pericolosi.
Dopo una prevedibile fase di studio tra le due squadre, sono i padroni di casa a prendere l'iniziativa.
La Paganese è guardinga e attende che gli avversari si scoprano per ripartire in velocità. Tuttavia, per una buona mezz'ora gli azzurri non riescono mai a verticalizzare in avanti per le due punte.
Sugli sviluppi di un calcio di punizione, Varriale realizza per la Scafatese ma l'arbitro annulla per fuori gioco. E' il 12'.
Scafatese decisamente più intraprendente in questa prima fase dell'incontro. 16': mischia pericolosa in area azzurrostellata, per fortuna la conclusione degli avanti locali termina alta.
20 minuti di gioco: la Paganese stenta a trovare ritmo a centrocampo. Ammonito Mirko Taccola.
22' SCAFATESE in vantaggio: azione in percussione di RAMORA che penetra in area e supera con un tocco da breve distanza Castelli. Azzurrostellati in sovente difficoltà in tutte le zone del campo.
La Paganese prova a reagire dopo il gol subito ma lo fa senza mai rendersi pericolosa.
Gli azzurrostellati soffrono la maggiore velocità dei propri avversari. Il centrocampo è spesso in inferiorità numerica.
La Paganese con il passare dei minuti sembra finalmente aver preso di più le misure agli avversari, complice anche il calo del ritmo frenetico imposto dai canarini . 43' ammonito anche Berardi per fallo a centrocampo.
Termina un bruttissimo primo tempo della Paganese. La Scafatese conclude meritatamente in vantaggio la prima frazione di gioco.
Ad inzio secondo tempo subito una sostituzione nelle fila degli azzurrostellati. De Lorenzo in campo per Bombara. La Scafatese rientra in campo con gli stessi effettivi. 4': ancora Ramora a mettere scompiglio nella retroguardia azzurra. Castelli para poi la conclusione debole dell'attaccante avversario. La ripresa sembra essere iniziata allo stesso modo del primo tempo. La squadra di Capuano ora con le tre punte cerca di tenere la retrogurdia dei padroni di casa più bloccata. Al 15' finalmente la Paganese si proietta in avanti pericolosamente con Esposito che penetra in area dalla destra ma batte a lato da buona posizione.
Gli uomini di Capuano ora stanno assumendo il predominio territoriale approfittando anche del calo fisico della Scafatese.
Seconda sostituzione per la Paganese che manda in campo Chiavaro al posto di un acciaccato Taccola.
La partita si incattivisce. Ne fa le spese Chiavaro, ammonito dopo poco essere entrato in campo.
Al 34' una punizione di Tisci dal limite dell'area è deviata in angolo dalla barriera. Al 39' De Lorenzo lanciato in area da favorevolissima posizione calcia a lato. Lo stesso attaccante si faceva espellere al 45' per fallo di reazione su Terracciano.
La reazione della Paganese si fermava qui. Una brutta notte per i ragazzi di Capuano dopo la buona esibizione offerta contro il Cosenza. Gli oltre 600 supporters azzurri abbandonavano il campo delusi. Una sconfitta che non deve scoraggiare la Paganese ma che certamente deve far riflettere.

paganesecalcio.com


La Cronaca


Una Paganese inguardabile esce sconfitta del Comunale contro una Scafatese che ha messo in campo tanta grinta fin quando le gambe hanno retto.
I due tecnici, Capuano e Maurizi, che propongono un modo speculare, devono rinunciare rispettivamente a Mendil, che sta smaltendo una contrattura al quadricipide, e a De Luca a causa di un risentimento muscolare.
In tribuna tre ex azzurrostellati, ora alla Neapolis, De Sanzo, Perrelli e Serrapica.
La prima frazione di gioco è tutta a favore dei padroni di casa. Si inizia al 10'. Punizione di Ramora in area per la testa di Rapino che chiama alla parata Castelli, sulla sfera si avventa Varriale che realizza con l'attaccante di casa, però, in posizione di fuorigioco. Dopo sei minuti, ci prova dalla distanza Lagnena con palla di poco alta. Al 22' arriva il meritato vantaggio della Scafatese. Ramora, in area, supera prima Imparato, poi, grazie ad un rimpallo, anche Caracciolo e indisturbato supera l'estremo difensore azzurrostellato. Chi attende una reazione degli ospiti rimane deluso. Al 33', infatti, sono sempre i padroni di casa ad impensierire Castelli con l'ex di turno Pasquale Izzo che, dopo una combinazione con Ramora, sfiora il palo alla destra del portiere azzurrostellato.
Nella ripresa Capuano inserisce De Lorenzo con la speranza di vivacizzare il reparto offensivo e proprio il nuovo entrato al 1' ci prova dalla distanza senza portare, però, particolari grattacapi a De Felice. Tra il 4' e il 5' la Scafatese si riaffaccia nell'area azzurrostellata ma il diagonale di Varriale e la conclusione di Ramora sono troppo deboli per poter impensierire Castelli.
La prima azione degli azzurrostellati degna di nota arriva al 15' con Di Cosmo che allarga per Esposito il cui diagonale dalla destra si spegne a lato. Dopo sei minuti, dagli sviluppi di un corner, Izzo calcia sul primo palo costringendo Castelli a rifugiarsi di nuovo in angolo.
Al 40' Lasagna serve Di Lorenzo che da buona posizione non inquadra lo specchio della porta. Tre minuti dopo ci prova ancora Ramora, migliore in campo, che superato Imparato calcia sull'esterno della rete. Finisce qui la gara con una Paganese mai entrata in partita e che ha deluso non poco i quattrocento tifosi giunti da Pagani i quali a fine gara hanno comunque applaudito i propri beniamini. Dopo la sosta di domenica, si ritorna in campo mercoledì 27 quando al "Torre" arriverà il Savoia.
Gianluca Russo - paganese.it

Capuano: "Una prestazione vergognosa"

E' entrato in sala stampa scuro in volto Ezio Capuano al termine della gara, logica conseguenza della brutta prova offerta dai propri calciatori questa sera a Scafati. L'espressione del tecnico già di per sè lasciava trasparire tutta la delusione per una prova ben al di sotto delle attese. Le parole del trainer azzurrostellato, invece, sono state ancor più dure di quanto ci si potesse immaginare.
"Chiediamo scusa al pubblico di Pagani - ha esordito il mister - che è venuto in massa a sostenerci e al quale abbiamo offerto una prestazione vergognosa". Ai cronisti che chiedevano cosa non avesse funzionato durante la gara, Capuano ha risposto senza mezzi termini: "Abbiamo dimostrato poca intensità. Non è stata questione di qualità quanto di capacità di imporre il nostro gioco. Una sconfitta sulla quale mediteremo già a partire dal prossimo allenamento".
Alla domanda rivoltagli sulla considerazione che Capuano dà alla Coppa Italia in questa fase della stagione, il tecnico salernitano ha risposto con la sua consueta schiettezza: "La considero sicuramente una tappa di avvicinamento al campionato ma non eravamo di certo venuti qui cercando di non vincere. Anzi, ci tenevamo a vincere e fare bella figura. Lo ammetto con sincerità".
Infine, alla domanda inerente il possibile mercato in entrata della Paganese da qui in avanti, Capuano con coerenza ha risposto come già ripetuto in altre circostanze: "Una prestazione seppur così negativa non mi fa cambiare idea sull'organico che ho a disposizione. Ribadisco che occorrono tre calciatori per completare la rosa"

paganesecalcio.com

Pubblicato il 21/8/2008 alle 16.15 nella rubrica Paganese.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web