Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Tim Cup, a Taranto passa il Bassano


Davanti ad uno sparuto pubblico, il Taranto incappa in una brutta sconfitta contro l’agguerrita formazione del Bassano. Gli uomini di mister Dellisanti, dopo un primo tempo incoraggiante e concluso in vantaggio grazie alla rete di Prosperi, sono vistosamente calati sotto il profilo fisico nella ripresa prestando il fianco agli ospiti che hanno portato a casa il passaggio del turno in virtù delle marcature di Zubin e Cesca


Giornata estiva con conseguente caldo soffocante quest’oggi allo stadio Erasmo Iacovone per l’esordio ufficiale della squadra jonica nella stagione 2008-09. Nella circostanza i rossoblu di casa  affrontano la formazione del Bassano (Seconda Divisione) per il primo turno di Tim Cup. Il Taranto schierato da mister Dellisanti propone il classico 4-4-2 e l’undici annunciato alla vigilia con Di Bari provato nell’inedito ruolo di centrocampista di sinistra; mentre in attacco  Marolda affianca Dionigi. Sull’altro fronte il tecnico Glerean (ex calciatore jonico degli anni ’70) propone lo spregiudicato 4-3-3 pronto a trasformarsi in 4-2-4 in fase di possesso grazie al grande lavoro di Zubin  e Rondon sugli esterni. I biancorossi sono orfani del centrocampista De Simone in ritardo di preparazione; ma in compenso propongono due mediani arcigni come Mazzoleni e Staiti.


La cronaca. Nei primi minuti di studio si segnalano due tentativi (uno per parte) velleitari delle due squadre con le conclusioni dalla distanza di Mazzoleni per gli ospiti e Dionigi per i locali. Un lampo illumina la gara al 8’, angolo dalla sinistra battuto da Cazzola, la sfera raggiunge sul palo opposto la testa di Prosperi, il difensore, ben appostato, appoggia in rete il vantaggio pugliese. Rispondono i veneti al 12’, Rondon dalla sinistra imbecca Berrettoni, il quale, nel cuore dell’area jonica, spara al lato. I locali sfiorano il raddoppio al 23’, Di Bari crossa dalla sinistra, Marolda cicca e Dionigi conclude debolmente per la facile parata di Grillo. Alla mezzora una bella azione orchestrata dai rossoblu con un ottimo fraseggio tra Cazzola, Marolda, Dionigi con quest’ultimo che effettua un traversone per il sinistro di Di Bari, ma la palla termina sull’esterno della rete.

 

Il Taranto insiste al 32’, D’Alterio in contropiede lancia sulla destra Marolda, l’attaccante converge al centro e, giunto all’ingresso dell’area di rigore, scarica un violento mancino con palla alta sopra la traversa. La reazione del Bassano è tutta in una punizione fuori misura di Zattarin al trentasettesimo. Un minuto dopo, ancora jonici pericolosi grazie al diagonale destro di Marolda. I pugliesi non sono paghi ed al 39’ su azione di ripartenza Dionigi converge dalla sinistra, supera un avversario e conclude di poco oltre la traversa. I biancorossi si rendono pericolosi al 41’ con una punizione alta di Rondon ed un minuto più tardi grazie al tiro di Staiti, pescato in area da Cesca, ma nella circostanza il portiere Faraon blocca facilmente. Non si registrano altre azioni di rilievo fino al termine della prima frazione, che è stata godibile, malgrado il periodo d’inizio stagione.


La ripresa si apre con il pareggio degli ospiti al secondo giro di lancette; Beccia dalla sinistra effettua un preciso traversone per l’inzuccata di Zubin che batte un sorpreso Faraon. I rossoblu rispondono con un colpo di testa di Di Bari al 2’ ed un forte sinistro di Cazzola dalla distanza; in entrambe le circostanze è attento il portiere Grillo che sventa le minacce. Ma quasi a sorpresa il Bassano passa in vantaggio 7’, calcio di punizione di Zubin, che impegna alla deviazione Faraon, ma sulla sfera si avventa un indisturbato Cesca per il tap-in vincente. Il Taranto cerca il pareggio al 12’, spiovente di Pagliuca per il diagonale mancino di Marolda, che trova la deviazione in angolo del portiere Grillo. La squadra di Glerean “rischia” di triplicare prima al 14’ con un insidioso tiro dal fondo di Berrettoni, ma Faraon è pronto alla deviazione.

 

Resta immobile l’estremo difensore jonico, un minuto più tardi; ma per sua fortuna il colpo di testa di Berrettoni sibila di poco al lato. Mister Dellisanti tenta di dare la scossa ai suoi uomini al diciannovesimo inserendo Barotti (una punta) al posto di Di Bari (centrocampista). Il Taranto sfiora il paraggio al 26’, angolo di Pagliuca per la testa di Dionigi, ma la provvidenziale deviazione di un avversario evita la capitolazione della squadra ospite. L’attaccante jonico, servito da un preciso cross dalla sinistra di Prosperi, ci riprova alla mezzora; ma questa volta è il portiere Grillo a rifugiarsi in corner. Il Bassano va nuovamente vicino alla segnatura al 32’, Berrettoni lanciato sul filo del fuorigioco supera Faraon con un pallonetto, ma sulla linea è lesto il difensore D’Alterio a sventare la minaccia. Gli jonici dilapidano l’ultima occasione da rete al 47’, Cazzola effettua un bel traversone dalla destra per il colpo di testa di Prosperi con palla che sfiora il palo alla destra di Grillo. Finisce qui, tra i fischi e i cori di scherno da parte dei tifosi rossoblu all’indirizzo dei vertici dirigenziali jonici.

 

TARANTO: Faraon, D’Alterio, Migliaccio, Pastore, Prosperi; Cazzolla, Giorgino(35’ s.t. Sciaudone), Pagliuca, Di Bari (19’ s.t. Barotti); Dionigi, Marolda. Disponibili: Nordi, De Cesare, Dilonardo, Russo, Perrone. All. Dellisanti


BASSANO: Grillo, Basso, Zattarin, Pavesi, Beccia; Mazzoleni, Staiti, Zubin(25’ s.t. Turetta); Rondon, Cesca(13’s.t Favret), Berrettoni (42’s.t. Fabiano). Disponibili: Zattin, Pellizari, Ghosheh, Crucitti. All. Glerean


ARBITRO: Zonno di Bari (Posado–Forcignano)
MARCATORI: 8’ p.t. Prosperi (T); 2’ s.t. Zubin (B); 8’ s.t. Cesca(B)
AMMONITI: Dionigi per il Taranto
ANGOLI: 8-2 per il Taranto
SPETTATORI: 1.200 circa.


Enrico Losito
http://www.calciopress.net/news/125/ARTICLE/5111/2008-08-10.html

Sala stampa Taranto-Bassano


Nel dopo partita abbiamo ascoltato i commenti del tecnico Dellisanti; del difensore Prosperi e del centrocampista Pagliuca.


 

Dellisanti (all. Taranto)

Il primo tempo del Taranto è da prendere ad esempio per intensità e continuità. Considerando che stiamo in una fase di allestimento e che dovrebbe arrivare qualche altro giocatore in mezzo al campo, io non sono preoccupato. Sono molto tranquillo e sereno perché quando avrò a disposizione l’intero organico potremo fare molto bene. Mi dispiace per la sconfitta perché volevamo portare la nostra gente al San Nicola. Inoltre anche io da tarantino ci tenevo a giocare a Bari. Il Bassano non ci ha dato la possibilità di impostare la manovra dalla difesa poiché  i loro quattro attaccanti pressando ci costringevano al lancio lungo, manovra errata secondo le mie idee. Dopo la pausa siamo entrati deconcentrati e questo ci è costato caro. La squadra ha avuto qualche difficoltà, soprattutto nel secondo tempo, dal punto di vista tattico. Abbiamo avuto sei minuti di sbandamento all’inizio del secondo tempo che hanno pregiudicato il resto della partita, tuttavia ho visto dei buoni segnali. Quest’oggi non abbiamo vinto perché non abbiamo amministrato bene la partita. Nel voler recuperare il risultato abbiamo concesso troppi spazi al Bassano abile nelle ripartenze. Dobbiamo migliorare dal punto di vista tattico giocando con una squadra corta che non lascia grossi spazi agli avversari. Bisogna essere fiduciosi. Ora in vista del campionato continueremo a lavorare intensificando gli allenamenti e lavorando sulle distanze brevi. Qualche altra amichevole sarà giocata nei prossimi giorni.

 

Prosperi (difensore Taranto)

La squadra ci teneva a portare la tifoseria a Bari. Purtroppo siamo stati sfortunati nel finale su qualche occasione. La squadra ha fatto una discreta prova soprattutto nel primo tempo. Abbiamo mollato un po’ alla fine perché abbiamo lavorato tanto e bene in ritiro. La cosa importante rimane il campionato. In difesa sono disposto a giocare sia a sinistra che centrale.Ritengo il secondo gol del Bassano fuorigioco.

 

Pagliuca (centrocampista Taranto)

Ci tenevamo a passare il turno per giocare il derby con il Bari. Abbiamo sbagliato delle occasioni e il Bassano nel secondo tempo ci ha punito in pochi minuti. La squadra ha provato a reagire però non siamo stati bravi a ribaltare il risultato. Stiamo lavorando per migliorare. Personalmente mi sono ripreso bene dall’infortunio e continuerò a lavorare per raggiungere al più presto la migliore condizione.   

 

Francesco Vozza
http://www.calciopress.net/news/125/ARTICLE/5112/2008-08-10.html

Pubblicato il 11/8/2008 alle 13.42 nella rubrica Taranto.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web