Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Il Gubbio gioca, l'Arezzo vince


Con un gol di Vigna ad otto minuti dalla fine l'Arezzo vince a Gubbio in vista del debutto in Coppa Italia contro il Portogruaro. Diverse le assenze in casa amaranto. A cominciare da quella del presidente Piero Mancini, che diserta la seconda amichevole consecutiva.

L'Arezzo esulta dopo una rete

Con un gol di Vigna ad otto minuti dalla fine l'Arezzo vince a Gubbio in vista del debutto in Coppa Italia contro il Portogruaro. Diverse le assenze in casa amaranto. A cominciare da quella del presidente Piero Mancini che diserta la seconda amichevole consecutiva.

 

In campo invece non marcano visita tra gli altri Martinetti, Miglietta, Bricca, Grillo, Lauria. E' scoppiata una sorta di epidemia all'interno della truppa amaranto con vari elementi della rosa che si sono tramandanti un fastidioso attacco influenzale. Cosi in campo i motivi di curiosità sono soprattutto per vedere finalmente all'opera i due giovani innesti dell'Udinese atterrati ad Arezzo nell'operazione che ha portato la seconda metà di Floro Flores ai friulani. Djuic è stato schierato terzino sinistro mentre Matute a giocato al centro del campo accanto a Beati. E proprio la prova di Matute è cresciuta di minuto in minuto: attacca gli avversari fin dalla loro tre quarti ed alla minima distrazione come una tempesta sradica palla e fa ripartire la squadra.

 

In prima divisione un elemento non solo quindi utilissimo per l'età ('88) ma per ciò che ha dimostrato di sapere fare. Confermato il positivo esperimento di Togni sulla fascia difensiva di destra. Sulla stessa linea è stato schierato anche Bondi che quasi mai è però riuscito a saltare l'uomo andare sul fondo e crossare. Infatti molti traversoni sono partiti dalle retrovie proprio da parte di Togni. Al di la di una partita di agosto che certo non offre grandi indicazioni è sembrato rivedere l'enorme difficoltà offensiva amaranto quando Bondi galoppa sulla destra senza però riuscire a trovare alcuno sbocco.

 

Spesso il brasiliano viene raddoppiato ed allora bisogna ripartire con le azioni che rischiano di diventare molto prevedibili.  Il primo tiro serio verso la porta della squadra di Cari è arrivato solo a dieci minuti dalla fine. Beati ha confermato il suo ottimo momento di stagione e se continuasse su questa strada sarebbe una bella novità considerato le sue prove spesso poco esaltanti delle ultime stagioni. La coppia d'attacco era formata da Falomi e Chianese: il primo si è molto impegnato ed ha sfiorato la rete poco prima del gol di Vigna.

 

Il secondo ha avuto pochissimi palloni giocabili. Il gioco amaranto è sembrato ancora lento e basato spesso su lanci lunghi preda dei difensori del gubbio. Anche Croce non è riuscito sulla sinistra a fare granche'. La squadra amaranto ha patito in alcuni tratti il bel gioco del Gubbio allenato dall'aretino Loris Beoni: le folate di Zacchei, Borgogni, Omar Martinetti (entrato nella ripresa ed autore di una gran conclusione che si è stampata sulla traversa) sono state in certi casi difficilmente contenibili.

 

Alla fine il successo è arrivato grazie a Vigna, che ha approfittato di un malinteso avversario per trovare il gol a porta sguarnita. Ora Cari si attende rinforzi ed il ds Iaconi il via libera alle operazioni di mercato che avrebbe pronte: si attende l'ok societario. Considerato lo stallo economico derivante anche dalle note vicende che hanno investito il presidente questo via libera non sembra avere tempi certi a meno che non si proceda subito alla cessione di qualche elemento come Martinetti che possa far incamerare le risorse necessarie per operare sul mercato.

 

Fabio Frabetti

(Arezzo Tv)

http://www.calciopress.net/news/118/ARTICLE/5088/2008-08-03.html

Pubblicato il 3/8/2008 alle 15.37 nella rubrica Arezzo.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web