Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Crotone, bomber in arrivo

La prossima settimana attese novità di mercato
di FRANCESCO SIBILLA
CROTONE – La prossima settimana dovrebbe (potrebbe)
essere quella decisiva per l’acquisto del centravanti e, forse,
per il completamento dell’organico del Crotone. Lo
conferma direttamente anche il direttore sportivo, Ursino:
“Vedremo di mettere a disposizione di Moriero quei
giocatori che ancora mancano anche se, grosso modo, la
rosa è quasi al completo, si tratta solo di rifinirla. Naturalmente,
la priorità resta la prima punta”.
Parlando della prima amichevole dell’altro ieri contro il
Pagliarelle, Ursino dice d’aver intravisto segnali positivi
anche in questa fase assolutamente embrionale: “Io sono
rimasto molto soddisfatto – le parole del diesse – si vede
che c’è del lavoro dietro, si vedono i primo movimenti, e
quindi anche la mano dell’allenatore. Si cominciano ad assimilare
gli schemi, ed il fatto che molti dei ragazzi che sono
in ritiro in Sila siano stati confermati non ha f atto altro che
facilitare le cose”. Centravanti a parte, per Ursino “arrive -
ranno altri due, al massimo tre elementi, poi la squadra
potrà dirsi al completo. Resterà da sfoltire un po’, ma ormai
la parte più importante del lavoro è stata fatta”. Ieri doppia
seduta, con lavoro teso a smaltire la fatica di giovedì e
poi a migliorare il fondo, con percorsi fra i boschi. Nel pomeriggio,
Moriero ha invece pigiato un po’ sull’accelerato -
re per la parte tattica. A parte ancora Cafiero, che deve mettersi
al passo coi compagni, ed Espinal, per il quale l’inizio
ad handicap è purtroppo diventato una consuetudine.
Domani sarà il Mesoraca, e non dunque la Silana, l’avver -
sario della seconda amichevole a Villaggio Baffa; mercoledì
il confronto con la Vibonese, anche se ancora la risposta
ufficiale non è ancora giunta.
IL GATTOPARDO.
Cambia e resta uguale. Ha attraversato tre d iversi scandali
per scommesse illecite, poi lo ha scosso Calciopoli, ma
non più di tanto, è passato attraverso passaporti farlocchi
e doping ad intermittenza, main fondo l’asse del pianeta
calcio è rimasto quello, sempre lo stesso. L’inchiesta su
Atalanta-Livorno dello scorso campionato di serie A è finita
in una bolla di sapone, e sarà così anche per l’accuse di
combine che riguarda Potenza-Salernitana. Ieri il presidente
federale, Abete, ha firmato la delibera che ripesca
in serie B l’Avellino anche se c’è una denuncia del presidente
della Lega Pro, Macalli, che ha apertamente parlato di
irregolarità nella documentazione presentata dalla società
irpina lasciando intuire che i controllori, cioè la Covisoc,
nel migliore dei casi sono stati distratti. Tuttavia, l’atto
d’accusa di Macalli è clamoroso e soprattutto senza precedenti,
tanto è circostanziato: si f a riferimento alle liberatorie
non firmate (quelle per gli stipendi fino a marzo 2008,
vincolanti per validare l’iscrizione) e ad altri debiti. C’era
da aspettarsi il caos: invece niente. Nulla. Vuoto pneumatico.
Possibile? Possibile. Capiamo tutto: meglio un nome
che una “x” sul calendario, poi sui soldi in qualche
modo, vedrete, ci si metterà d’accordo (meglio se con
qualche minaccia di non giocare, di solito funziona).
Quello che non ci riesce di mandare giù è: ma Ufficio indagini
e Procura federale di che cosa si occupano?
http://www.ilquotidianodellacalabria.it/primapagina/calsport.pdf

Pubblicato il 26/7/2008 alle 20.54 nella rubrica Crotone.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web