Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Cesena all´attacco dell´Avellino. Incognita sul calendario di B


È ufficiale, il Cesena ha presentato una richiesta di riesame dell´iscrizione dell´Avellino al campionato di Prima divisione. Questo dovrebbe ritardare ulteriormente il ripescaggio da parte del presidente federale Abete (in accordo con il presidente di Lega Matarrese) di una squadra per integrare l´organico di serie B: l´ipotesi più accreditata è che domani alla presentazione dei calendari si vada con una X al posto della ventiduesima società.

Il contenzioso - Uno dei capisaldi dell´esposto del Cesena riguarda uno dei requisiti della Covisoc per l´iscrizione ai campionati, ovvero «l´assenza di debiti nei confronti di altre società di calcio».
Il Cesena, che ha già avuto modo di accedere alla documentazione presentata dall´Avellino, «riscontrava la mancata corresponsione delle percentuali negli incassi (18%) spettanti alle società ospitate». Sarebbero solo poche le società che hanno ricevuto il pagamento delle quote spettanti (Modena, Grosseto, Ascoli, Chievo, Lecce) e allo stesso Cesena sarebbe arrivato oltre i termini stabiliti, inoltre la società romagnola avrebbe anche le dichiarazioni firmate delle società che non hanno ricevuto le somme spettanti.

Altre inadempienze- Il Cesena rilevava inoltre che «non era stata depositata la quasi totalità delle liberatorie attestanti l´avvenuto pagamento degli emolumenti fino al mese di marzo 2008 in favore dei tesserati, dipendenti e collaboratori della gestione sportiva»; che «tra le otto cartelle esattoriali si rinveniva un debito di 6.000 euro per sanzioni per ritardato pagamento di ritenute Irpef» e anche «la sussistenza di un debito per mancato versamento dei contributi Inps per circa 330.000 euro». La parola torna alla Covisoc e al Consiglio federale.
Maurizio Galdi
La Gazzetta dello Sport

Pubblicato il 24/7/2008 alle 9.34 nella rubrica Cesena.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web