Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

La Covisoc riapre il fascicolo Avellino, slittano i calendari


Nessun trionfalismo, ma tanta soddisfazione. Il Cesena un piccolo successo l’ha centrato, normale che la dirigenza del club romagnolo si senta sollevata. Le parole di Luca Leoni, presidente della holding proprietraia del sodalizio bianconero, la dicono lunga: «E’ un segnale che abbiamo dato alla città. Non sappiamo come andrà a finire, quello che è certo è che le proveremo tutte per far valere le nostre ragioni». Intanto, se oggi la commissione ristretta Abete-Matarrese (quest’ultimo nella foto), chiamata a decidere chi dovrà prendere il posto del Messina nel campionato di serie B (con l’Avellino in testa alla speciale classifica), non si riunirà è frutto della strategia della società, consigliata dagli avvocati Mattia Grassani e Pier Filippo Capello, che hanno presentato la richiesta di sospensiva. E ora il Cesena guarda oltre. La speranza è che slitti anche la compilazione dei calendari, intanto in casa romagnola si preparano nuove mosse. Una già è stata fatta: la Covisoc s’è detta disponibile, come richiesto dal Cesena, a concedere ulteriore visione della documentazione presentata dall’Avellino nel ricorso avverso la prima decisione. I rappresentanti legali della società hanno deciso di farlo nella giornata di domani, per poi avanzare formale richiesta presso la Figc e la Lega di riapertura del fascicolo riguardante l’iscrizione dell’Avellino Calcio. Sono almeno un paio, secondo gli avvocati Grassani e Capello, i punti su cui l’Avellino sarebbe inadempiente. Innanzitutto, la mancata corresponsione della quota degli incassi spettanti alle società ospitate (pari al 18 per cento). S’era parlato di 5 sodalizi creditori, secondo il Cesena sarebbero invece ben 14. Lo stesso Cesena, poi, avrebbe sì ricevuto la quota relativa alla sfida giocata al Partenio, ma in ritardo sulla scadenza prevista. Inoltre, ci sarebbe il mancato versamento (per una cifra non precisata) di Iva ed Enpals. Sia i debiti nei confronti di altre società che gli altri mancati pagamenti, a detta dei dirigenti e degli avvocati del Cesena, avrebbero dovuto condurre alla bocciatura da parte della Covisoc del ricorso presentato dall’Avellino. Se per ora c’è soddisfazione, al Cesena non nascondono neppure un certo ottimismo in vista delle prossime mosse. Bocche cucite da parte degli avvocati Grassani e Capello, solo una dichiarazione da parte di Leoni. Ma voci di corridoio parlano della convinzione riguardo lo slittamento dei calendari e la riapertura del fascicolo riguardante l’Avellino presso la Covisoc. Cesena spera, Avellino resta col fiato sospeso.
da Il Mattino

Pubblicato il 23/7/2008 alle 16.9 nella rubrica Generiche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web