Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Spezia, giorni caldi per l'iscrizione al campionato

Torniamo a seguire le vicende dello Spezia, "toscana d'adozione" del nostro sito. Dopo la retrocessione dalla B alla Prima Divisione Pro, la società bianconera sta lottando per l'iscrizione al campionato. La data per le liberatorie, il 27 giugno, è saltata: queste saranno presentate in ritardo. Si andrà incontro, quindi, ad una penalizzazione.



LA SPEZIA - Sono giorni intensi e caldi quelli in casa Spezia, la "toscana d'adozione" del nostro sito. Dopo la retrocessione dalla Serie B alla Prima Divisione Pro, ecco che l'iscrizione al campionato rischia di saltare. Sarebbe un vero delitto, far cadere nel vuoto il titolo sportivo di una società così prestigiosa e di una città così attaccata ai propri colori.
Ma tant'è: lo Spezia lotta fra la vita e la morte. Il primo appuntamento per le liberatorie, il 27 giugno, è saltato. Se ce la faranno, i dirigenti spezzini le presenteranno in ritardo (entro e non oltre, comunque, il 14 luglio) subendo una penalizzazione in classifica: poco male, per salvare la squadra e la categoria questo ed altro.
Tra lunedì e martedì il patron della società Garbini dovrebbe incontrare il collega Massimo Moratti. Non si esclude che il presidente dell'Inter intervenga in modo sostanzioso per salvare la società di cui detiene il 10% delle quote. Dall'esito di questo incontro dipende molto del futuro dellon Spezia. Il giorno successivo consiglio direttivo riunito in sala Dante e punto della situazione.
Le pendenze sono i pagamenti di tutti i tesserati sino al mese di aprile e la presentazione di una fidejussione di 207.000 Euro, tutte condizioni necessarie per l'iscrizione al campionato. Non è roba di poco conto, ma lo Spezia ce la può fare.

Aggiornato 28/06/2008 14:13   Scritto da Alessandro Veltroni
http://www.calciotoscano.it/modules.php?op=modload&name=PagEd&file=index&page_id=23953

Pubblicato il 28/6/2008 alle 14.27 nella rubrica Spezia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web