Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Prima Divisione, calciomercato news

Il punto sul calciomercato della Prima Divisione (ex serie C1) al 24 giugno, dopo la partenza della nuova Lega Pro (ex serie C). La situazione dei 36 club, raggruppati per regione, quando manca solo una settimana alla data di avvio delle procedure per le iscrizioni al campionato.

CAMPANIA (7) - L'Avellino si avvia verso la ricapitalizzazione dopo che la famiglia Pugliese, attuale proprietaria del club, ha tentato senza successo di cedere la società. Trattative in alto mare. Il budget sarà comunque contenuto e la squadra costruita in economia. Da non escludere l’ipotesi di un ripescaggio, visto che gli irpini sono al primo posto nella speciale graduatoria. Il Benevento punta in alto e contesta la linea verde imposta dalla Lega Pro. Ha già ingaggiato il terzino Colombini e il centrocampista Cejas dal Taranto, D'Isanto dal Sorrento, il difensore della Pro Sesto Cattaneo, Ignoffo dal Foggia e ancora dalla Pro Sesto Gregori (oltre al rientro di Doardo dal Sorrento). Adesso si cerca una punta e nel mirino si trova Di Gennaro del Gallipoli, il cui artellino è però davvero assai costoso per un club di Prima Divisione. La Cavese ha preso come allenatore Camplone e ha ingaggiato dal Messina il portiere Petrocco. Si trattano Bellè (Cisco Roma) e Troianello (Ternana) Il neopromosso Real Marcianise ha un nuovo tecnico (Fusi), e un nuovo direttore sportivo (Montefusco). La Juve Stabia ha confermato mister Costantini in panchina e non ha ufficializzato finora alcun movimento. La Paganese ha preso come allenatore Capuano, ex Juve Stabia e ha ceduto al Cosenza l’attaccante Cantoro. Le vespe potrebbero puntare a un blocco di giocatori provenienti dalla Juve Stabia e molto graditi al nuovo tecnico. Solo uscite per il Sorrento (Doardo e D’Isanto al Benevento, Braca al Cosenza) impegnato a risolvere problemi societari.

 

LOMBARDIA (6) - Nella Cremonese mercato fermo in attesa che Arvedi, rimasto alla presidenza, decida chi sarà il nuovo mister. Intanto Perticone è passato al Livorno (via Milan) e Astori è rientrato al Cagliari. Il Legnano ha ingaggiato Attilio Lombardo come allenatore e punta sui giovani. Molti gioiellini lilla (Legati, Battaglia e Morandi) sono dati in partenza. In entrata potrebbe essere annunciato a giorni Virdis, il cui cartellino appartiene alla Sampdoria ma che ha giocato nel Pescara. Anche il Lumezzane, altra neopromossa, si muove con circospezione e si è limitato a confermare come tecnico Menichini. Sul versante arrivi si pescherà nella Primavera del Brescia per completare la rosa con i tanti giovani richiesti dalla Lega Pro. Il Monza, che riparte da Dario Marcolin in panchina, ha ingaggiato l’esperto Savoldi, ex Lecco e due promesse (il portiere Rossi Chauvenet dal Mezzocorona e Bruscagin dalla Primavera del Milan). Ceduti Brambilla, Tarallo e Brivio al Pergo, Diniz al Livorno. In dirittura d’arrivo Bolzan, quest’anno alla Lucchese ma di proprietà del Chievo Assai attivo il Pergocrema che ha di fatto chiuso la campagna acquisti. Ha ingaggiato infatti ben 10 elementi: Brivio, Tarallo, Brambilla, Facchinetti, Garavelli, Le Noci, Rossi, Gentili, Guerci e Pilleri. La Pro Sesto ha preso il difensore Perfetti dalla Pro Patria e l'attaccante marocchino Kabine. Il difensore Rota è passato al Lugano, Cattaneo e Gregori al Benevento.

 

TOSCANA (4) – L’Arezzo (tecnico Marco Cari, ex Taranto e direttore sportivo Iaconi) deve fare i conti con la decapitazione dei vertici societari (agli arresti il presidente Mancini e l’amministratore delegato Cappietti). Il segretario Badii, cui è stato delegato il potere di firma, gestirà fino a nuovo ordine il club amaranto insieme a Jessica Mancini (la figlia del presidente): molti (e costosi) i giocatori in esubero e le decisioni da prendere per le comproprietà (in primis Floro Flores con l’Udinese) sono di notevole impegno finanziario. In casa Lucchese siamo al dramma: il presidente Fouzi Hadj ha solo due giorni a disposizione per iscrivere il club rossonero al prossimo campionato. Il rischio scomparsa ormai incombe e i tifosi sono in grande ansia. Tutto tace anche alla Massese dove i tifosi sono già scesi in piazza contro l’attuale proprietà e la contestano tuttora, con comunicati spediti a getto continuo alle varie redazioni. La Pistoiese, dove il presidente Braccialini ha confermato Benedetti e i conti sono tutti in ordine, resta con serenità alla finestra e aspetta che la situazione si assesti per piazzari i primi colpi.

 

VENETO (4) - A Padova confermati l’allenatore Sabatini e il ds Meluso. Dopo il difensore Giovannini, reduce da una bella stagione a Foligno, è arrivato dal Montichiari il giovane Lewandowski (classe 1989). Risolta la comproprietà del difensore Rossettini: il Siena ha riscattato la sua metà del cartellino. Nessuna operazione ufficializzata dal Portogruaro, club neopromosso che punta alla salvezza e sembra intenzionato a confermare il gruppo che ha portato la squadra in terza serie. L’Hellas Verona riparte in panchina da Remondina. Molte le compartecipazioni da definire: Greco, Politti, Gervasoni, G. Colucci, Iunco, Turati, Herzan e Foderaro. Orfei è in scadenza di contratto. Da sfoltire una rosa appesantita da troppi (e costosi) giocatori “anziani” rispetto alle nuove norme della Lega Pro. Sfumato il giovane Lanzoni, che la Sampdoria ha dirottato a Bari in serie B, si punta su Parolo e Girardi (nel mirino di molti club di Prima Divisione, tra cui il Venezia) reduci da un’ottima stagione a Foligno. Nessuna operazione ufficializzata comunque a tutt’ora. Il Venezia conferma in panchina Michele Serena e intende ringiovanire la squadra cedendo moltisenatori (Oscar Brevi, Ezio Brevi, Gennari e Poggi). Qualche problema dopo la notizia che gli stipendi di marzo e aprile non sono stati pagati. Il presidente Poletti si è affrettato a chiarire, in una conferenza stampa, che tutto è in ordine. Acquistati il centrocampista Soligo dalla Salernitana e il giovane slavo Nadarevic dalla Sanvitese.

 

EMILIA ROMAGNA (4) – Il Cesena, appena retrocesso dalla B, punta su un tecnico emergente come Bisoli (ex Foligno) per riconquistare la categoria. Non ha ufficializzato ancora alcun movimento. A Ravenna per la panchina è stato scelto Atzori, ma i programmi non sono stati ancora delineati. Molto attesa ai nastri di partenza la Reggiana, che ha confermato l’allenatore della promozione in C1 Pane e ha preso dal Bologna Ferrari.

 

PUGLIA (3) –A Foggia situazione molto fluida. In programma un ridimensionamento e la squadra sarà rivoluzionata con un occhio particolare agli ingaggi. Nuovo allenatore è Raffaele Novelli. E’ tornato in maglia rossonera Fabio Pecchia. Ignoffo si è accasato a Benevento. Molti sono i giocatori svincolati e dati per sicuri partenti o rientrati alle rispettive società per fine prestito (Agazzi, Castelli, Cavaliere, Mora, Russo, Zanetti, Colombaretti, Giordano, Groppi, Roselli, Biancone, Mancino, De Paula). Sempre incerta la situazione a Gallipoli, dove il presidente Barba ha definitivamente lasciato garantendo solo l’iscrizione al prossimo torneo. Si smobilita a Taranto. Il presidente Blasi ha messo in vendita la società e i programmi sono tutti da definire. Sono già partiti alcuni pilasrtri: Cejas e Colombini al Benevento, Zito e Mancini al Siena. E molti altri, in primis Cutolo, sono pronti a lasciare il club jonico. Sempre da definire il nuovo allenatore, anche se in prima linea permane il ticket del Gallipoli Pagni (diesse)-Patania (allenatore).

UMBRIA (3) - Il Foligno scommette su un tecnico giovane, Roberto Cevoli. E' stato riscattato dal Chievo Verona De Angelis, poi solo uscite: Giovannini è passato al Padova, Cacciatore alla Triestina, la comproprietà di Parolo è stata risolta a favore del Chievo Verona cui rientra per fine prestito anche l’attaccante Girardi. A Perugia si aspetta che il nuovo patron Leonardo Covarelli delinei gli obiettivi. Al posto di Cuccureddu uno tra Somma, Sarri e Roselli. La Ternana, dove si registra l'arrivo di Beppe Signori come consulente di mercato, va verso la conferma in blocco dei giocatori dello scorso anno. Trattative in corso per Ambrogioni.

LE ALTRE (6)- Il Crotone ha perso in panchina Indiani, ha ceduto il bomber Ghezzal (20 reti nello scorso campionato) al Genoa e ha rispedito al Torino Ogbonna. Ma punta comunque a costruire una squadra forte. Per sostituire Ghezzal si pensa a Mazzeo del Perugia. Il Novara cerca almeno i playoff e spera in Notaristefano. Ha ingaggiato Bertani, capocannoniere dell'Ivrea in C2. Galderisi si è trasferito da Foggia sulla panchina dell'ambizioso Pescara che ora ha nel mirino molti ex del club dauno: Coletti, Del Core, Di Roberto, Zanetti e Mounard. Viene dato in dirittura soprattutto l’arrivo di Del Core. Tutto fermo a Potenza. Molte richieste per Di Bella (Fiorentina e Livorno), Berretti (Salernitana), Vianello (Foggia), Delgado (Salernitana) e Urbano (Livorno). Nella Sambenedettese la famiglia Tormenti resta ufficialmente alla barra di comando e intende mettere in piedi un organico competitivo. Ma vanno prima chiariti i rapporti con Nucifora. Nessuna decisione per la panchina, dove Ugolotti ha comunque un altro anno di contratto. Lo Spezia è sempre in stand by: la priorità al momento è quella di evitare il fallimento.

 

Visualizza gli affari ufficiali

 

Sa. Mig. – www.calciopress.net

http://www.calciopress.net/news/125/ARTICLE/4911/2008-06-24.html


http://www.seriec1.ilcannocchiale.it/post/1950505.html

Pubblicato il 24/6/2008 alle 9.42 nella rubrica .

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web