Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Coppa Italia Tim, torna la C

La Coppa Italia cambia look. Ammesse 78 squadre. Oltre le 42 di serie A e serie B, anche la serie C con 27 partecipanti (18 di C1 e 9 di C2). Per la prima volta entra nel lotto il torneo Interregionale con 9 club.

Coppa Italia Tim, cambia tutto

Un torneo opaco e poco seguito. Alla resa dei conti, una manifestazione di spessore solo per la squadra che se la aggiudica e una mezza rogna per tutte le altre. Una competizione  con poco appeal, anche per via di una formula noiosa e assai poco stimolante.

 

Stiamo parlando della Coppa Italia, naturalmente, un torneo che ha sempre avuto poco fascino. Ma, a cominciare dalla prossima edizione, le cose cambiano davvero. Qualcuno ha parlato di Coppa Italia in salsa francese, per una qualche similitudine con la manifestazione d’oltralpe.

La Coppa Italia torna ad essere di tutti. Dalla A alla D. La Lega ha infatti deciso, era ora, di rivoluzionarne il format. La manifestazione avrà inizio il 9 agosto e si concluderà il 13 maggio 2009. La finale sarà disputata a Roma. La gara di Supercoppa si giocherà il 24 agosto, probabilmente negli Stati Uniti (al Giants Stadium di New York).

 

Vi prenderanno parte, in totale, 78 squadre. Oltre alle 20 di serie A e alle 22 di serie B, da segnalare il ritorno della serie C con 27 squadre ammesse (18 di C1 e 9 di C2). Per la prima volta entra a far parte del lotto delle contendenti anche il campionato Interregionale, con 9 club.

 

Le 12 di A che non disputano le coppe europee entreranno a partire dal terzo turno (a fine agosto), mentre le grandi saranno di scena dagli ottavi. Si giocherà sempre in casa di chi è nuovo entrato, per il resto si procederà al sorteggio del campo.

Sono state stabilite più date per alcune fasi del torneo, in modo da concordarle con le tv. Si tratterà di partite secche, con esclusione delle semifinali. Chi vince va avanti. La finale sarà di nuovo unica e sarà giocata il 13 maggio a Roma, come già detto, alla presenza del Capo dello Stato.

 

La grande novità è rappresentata, dunque, dal ritorno delle squadre di serie C1, serie C2 e serie D. E’ stato così ricomposto lo strappo della scorsa stagione. Il presidente della Lega, Antonio Matarrese, ha reso noto di aver già comunicato la nuova formula ai presidenti della Figc (Abete), della Lega di C (Macalli) e della Lega dilettanti (Tavecchio).  


Serena Caluri - www.calciopress.net

http://www.calciopress.net/news/125/ARTICLE/4794/2008-05-29.html

Pubblicato il 29/5/2008 alle 19.29 nella rubrica Generiche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web