Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Gallipoli-Taranto 2-2

                                                 Gallipoli-Taranto 2-2

 

GALLIPOLI (4-4-2): Rossi6; Vastola 6 Molinari 6,5 Lo Monaco 5,5 Suriano 5,5; Di Miceli 6( 9’ st  Correa 5,5) Russo 6 Monticciolo 6 Mele 6 ( 21’ st  Morello ng); Ginestra 6( 30’ st Horvath ng) Di Gennaro 6. A disp: Spina, Paschetta, Antonioli, Enow. All.: Bonetti 6.

TARANTO (4-5-1): Barasso 6; D’Alterio 6 Migliaccio 6 Pastore 6,5 Colombini 6; Zito 6.5( 29’ st Ascenzi ng) Cavallo 5,5 Marsili 6,5 De Falco 6( 36’ st Tesser ng) Cutolo 6; Mancini 6,5. A disp.: Faraon, Caccavallo, Cejas, Di Bari, Zaccanti. All.: Cari 6.

ARBITRO: Stallone di Foggia 6.

MARCATORI: 37’ pt Ginestra (G), 2’ st Mancini (T), 8’ st Zito (T), 11’ st Molinari (G).

NOTE: Spettatori 2500 circa, con poco più di 350 ospiti, incasso non comunicato. Espulsi: 39’ st Bonetti per proteste. Ammoniti: De Falco, Cutolo, Marsili e Mancini. Angoli: 5-1 per il Taranto. Recupero: pt 2’ , st 3’ .

Il Gallipoli riesce a mantenere l’imbattibilità interna ma, sotto un sole degno di una giornata primaverile, non riesce a riscattare la sconfitta subita all’andata e si deve accontentare di uno sterile pareggio contro i cugini del Taranto. Mister Bonetti, deve rinunciare a Cini, per lui una giornata di squalifica dopo il doppio giallo di Sorrento, ed a Stentardo, che non ha recuperato dopo un infortunio, oltre che a Cimarelli fermo ai box da lunga data. Il Gallipoli si presenta con un 4-4- 2, in difesa Vastola e Suriano a presidiare le fasce, coppia centrale Molinari, preferito a Pascetta che si accomoda in panchina e Lo Monaco, la linea mediana è composta da Di Miceli, Russo, Monticciolo e Mele, coppia di arieti Ginestra e Di Gennaro. Il Taranto di mister Cari si schiera invece con D’alterio Migliaccio Colombini e Pastore davanti al portiere Barasso, Marsili alle spalle dei quattro centrocampisti che sono Zito, Cutolo, Cavallo e De Falco, solo in avanti Mancini. Il Gallipoli spinge subito nel tentativo di scardinare l’ordinata difesa degli ospiti, al 2’ Suriano servito da Mele con un colpo di tacco, mette in mezzo per Ginestra che prova subito il tiro ma sbaglia la mira, al 14’ è Di Gennaro che, spalle alla porta, serve di testa all’indietro verso Ginestra che ancora di prima intenzione non trova lo specchio della porta. Il Gallipoli continua a tenere il pallone con lunghi fraseggi al centro del campo, il Taranto si blinda in difesa e non concede spazi. Al 21’ Suriano serve un ottimo pallone per Ginestra che solo davanti a Barasso si divora il gol del vantaggio colpendo il pallone in malo modo e spedendo fuori. Non riuscendo a penetrare nelle attente maglie della difesa ospite al 27’ ci prova Molinari con una punizione a giro dal vertice sinistro dell’area, la palla però esce di poco alta sulla traversa. Dopo 34’ si vede il Taranto con Cutolo che dal versante sinistro entra in area e poi conclude fuori sul primo palo. Sulla ripresa del gioco azione in velocità del Gallipoli, la palla giunge a Ginestra che con un pregevole pallonetto beffa Barasso in uscita, corre il minuto 37 del primo tempo ed il bomber marca il suo primo gol in giallorosso, mandando in visibilio gli oltre 2000 tifosi accorsi oggi allo stadio. Di contro il supporters tarantini cominciano una lunga serie di invettive che colpiscono tutti dai vertici della dirigenza societaria ai responsabili dell’area tecnica. Al 41’ Ginestra, che cerca la porta ogni volta che riceve un pallone, impegna Barasso con una conclusione da fuori, la parata del portiere è facile e sicura. Nella ripresa il Taranto entra in campo prima del Gallipoli, cioè fisicamente il Gallipoli era sul terreno di gioca, ma la testa dei calciatori di casa latitava, in otto minuti gli ospiti ribaltano le sorti dell’incontro, al 2’ Mancini, sugli sviluppi di un angolo, si incunea nella difesa, servito da De Falco e batte Rossi in uscita con un perfetto diagonale. All’8’ è Zito che da destra si accentra, senza svegliare i difensori di casa, batte Rossi per il raddoppio del Taranto. Gli umori sugli spalti cambiano, il popolo giallorosso continua ad incitare la propria squadra, pregando  per un pronto riscatto. Mister Bonetti cerca di cambiare le carte e inserisce Correa per Di Miceli, che nel primo tempo a dato tanto in termini di corsa e impostazione, ma ha commesso alcuni errori in fase di rifinitura. Il Gallipoli comincia a giocare ma non riesce a procurarsi occasioni da gol, all’11’ allora ci pensa Molinari che su punizione da circa 35 metri trafigge Barasso con un missile e riporta la parità. Il Taranto ritorna nel proprio guscio, il Gallipoli cerca di vincere l’incontro, al 19’ Ginestra conclude alto. Al 21’ Bonetti opera il secondo cambio, esce Mele per Morello, ora il Gallipoli passa al 4-3-3. Al 24’ Molinari dal limite batte a rete ma il suo tiro viene respinto da un difensore gettatosi alla disperata. Al 30’ viene sostituito anche Ginestra, che non ha ancora i novanta minuti nelle gambe, al suo posto il giovane Horvath. Poco dopo la mezz’ora, al 32’ arriva l’occasione più limpida per il Gallipoli, prima Russo, poi Horvath e Vastola non riescono a concludere a rete a pochi passi dalla porta, complici i continui rimpalli sui difensori ospiti arroccati davanti al loro estremo difensore. Intanto anche mister Cari opera delle correzioni, facendo entrare Ascenzi per Zito e Tessere per De Falco, per il Taranto il pareggio è un ottimo risultato e Cari cerca di preservarlo. Al 39’ Bonetti viene allontanato dal campo, dopo una serie di proteste. Il Gallipoli non riesce a produrre gioco, a volte per imprecisione o per fretta di concludere, fatto sta che dopo tre minuti di recupero è ancora pareggio tra Gallipoli e Taranto, il Gallipoli avrebbe avuto le carte per aggiudicarsi la partita, ma con dieci minuti di follia ha rischiato di gettare tutto alle ortiche. Ora si aspetta il posticipo di domani tra Salernitana e Crotone per vedere gli effetti di questo pareggio sulla classifica.

Luigi Pacella  http://www.tuttalac.it/societa.htm

Pubblicato il 20/1/2008 alle 20.5 nella rubrica Gallipoli.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web