235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Derby Pergocrema - Cremonese 1-1: il pareggio aiuta i gialloblu, dice poco ai grigiorossi | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    settembre        novembre


21 ottobre 2008

Derby Pergocrema - Cremonese 1-1: il pareggio aiuta i gialloblu, dice poco ai grigiorossi

fonte: vascellocr.it

La partita di Crema muove troppo poco la classifica, i grigiorossi potevano sfruttare meglio l'occasione

1 a 1 nel derby , il Pergo si dispera un po' perchè era andato in vantaggio, ma ha saputo chiudere con pieno merito la crisi, la Cremonese poteva fare meglio, non è ancora la... corazzata

I padroni di casa avanti al 10' st con Bonazzi. Alla mezz'ora Guidetti rimette in pari il risultato.

Guidetti toglie i grigiorossi dall'incubo della sconfitta (Fotoservizio di Mauro Gaimarri)

Un ragazzo ferito all'uscita dallo stadio

Non ci risultano che ci siano stati gravi incidenti tra le tifoserie. Uscendo dallo stadio però abbiamo incrociato un ragazzo ferito e gli agenti delle forze dell'ordine ci hanno spiegato che era un tifoso grigiorosso rimasto vittima di un agguato da parte dei cremaschi nelle viuzzie adiacenti il Voltini. Il ragazzo non ha riportato ferite gravi, ma certamente l'episodio non rallegra. Quanto ai protagonisti dell'incidente, un lettore dà la sua versione: "Sarebbe il caso di correggere l'articolo che proponete sui presunti incidenti del dopo derby, atteso che il ragazzo effettivamente lievemente ferito, è stato ferito da tifosi cremonesi che l'hanno scambiato, visto l'accento milanese, per cremasco....In verità è successo qualcos'altro, ma nulla di particolarmente significativo attesa la fuga precipitosa, ed opportuna, dei temibili "Cannibali" che han pensato di avvicinarsi al gruppo di grigiorossi che sostava nel parcheggio loro dedicato. Verificate pure presso altre fonti".


Piantoni per poco non sfiora il colpaccio con Bonazzi nella ripresa, rimedia Guidetti nella più bella azione della partita

Derby Pergocrema - Cremonese 1-1: il pareggio aiuta i gialloblu, dice poco ai grigiorossi che si volevano in rilancio, invece han dovuto rimontare

Si pretendeva che la squadra di Iaconi fosse più decisa nel cercare la vittoria, molti i momenti di pausa, il differenziale sul piano tecnico è emerso pochissimo, merito anche dell'intelligente e giustamente umile condotta suggerita dalla nuova panchina cremasca - A tratti sono emersi in casa grigiorossa i fantasmi delle due sconfitte, e si è abbastanza dissolto l'effetto psicologico della vittoria sulla Pro Patria - Ma la Cremonese ha avuto la forza di reagire al gol e la classifica è sempre buona, quarto posto - E domenica c'è il modesto Legnano allo Zini


Bonazzi porta in vantaggio il Pergocrema , fotoservizio Mauro Gaimarri


di Alexandro Everet


CREMA - C'è ancora tanto, tanto da lavorare. La Cremonese torna dal derby di Crema con un pareggio da prendere a denti stretti. Meglio che niente, il derby è sempre una sfida a sè in cui i valori tecnici contano relativamente, ma francamente ci aspettavamo di più. Anche sul piano del gioco.
Certo, i grigiorossi avrebbero potuto vincere. Se contiamo le occasioni ne hanno avute sicuramente di più del Pergocrema. Eppure la sensazione è che il Pergocrema abbia fatto il massimo di ciò che poteva , la Cremonese ha lasciato l'impressione che le sue risorse non siano ancora completamente sfruttate.



Solo un tiro in porta per parte, a segno, però
I dati statistici della partita stavolta sono davvero originali. Pensate: Cremonese e Pergocrema hanno centrato lo specchio della porta una sola volta a testa..segnando entrambe! Quasi da non crederci. Il dato sui tiri fuori conferma però il predominio grigiorosso: 16 tiri a 3!
TIRI TOTALI
Pergocrema 4 (1 Andreini 1 Bonazzi 1 Sambugaro 1 Finetti)
Cremonese 17 (3 Guidetti 3 Viali 3 Saverino 2 Pesaresi 2 Vitofrancesco 1 A. Bianchi 1 Temelin 1 Gori 1 Ferrarese)
TIRI IN PORTA Pergocrema 1 (1 Bonazzi) Cremonese 1 (1 Guidetti)
TIRI FUORI Pergocrema 3 (1 Andreini 1 Sambugaro 1 Finetti) Cremonese 16 (3 Viali 3 Saverino 2 Guidetti 2 Pesaresi 2 Vitofrancesco 1 A. Bianchi 1 Temelin 1 Gori 1 Ferrarese)
FUORIGIOCO Pergocrema 4 (3 Andreini 1 Federici) Cremonese 2 (1 Temelin 1 A. Bianchi)

I cremaschi sono stati sicuramente superiori sul piano fisico e agonistico e hanno potuto anche cullare i sogni di vittoria dopo il gol di Bonazzi. Ma sono una squadra mediocre, con una difesa fragile e un attacco poco incisivo. La Cremonese è certamente superiore e doveva e poteva mettere di più in difficoltàl'avversaria. Ma purtroppo i grigiorossi sono alle prese con una serie di problemi sui quali si dovrà ancora lavorare e parecchio.
A parte la condizione fisica (anche stavolta ha corso di più la squadra avversaria), mancano un po' di adeguata cattiveria agonistica (la reazione dopo il gol del Pergocrema non c'è stata, semmai i grigiorossi hanno dettato legge davvero dopo l'1-1), bisogna risolvere il problema di come marcare il giocatore avversario tra le linee (anche stavolta mediani in difficoltà: sul gol di Bonazzi il cremasco era tutto solo, dove era chi doveva seguirlo?), soprattutto deve crescere il rendimento di alcuni che cadono in ingenuità incomprensibili per giocatori tanto esperti.

Pensiamo all'errore clamoroso di Pesaresi sul gol cremasco (si è praticamente fermato pensando che il pallone fosse uscito), alla manata di Saverino a Sambugaro (l'arbitro non ha visto ma ha rischiato grosso: è vero che essere pestati da Sambugaro per tutta la partita come è capitato a lui non è piacevole ma bisogna saper conservare la calma), a Ferrarese (contro Ghidotti poteva fare la differenza con molta più incisività). Inoltre la fase di costruzione del gioco è sempre esasperatamente lenta e laboriosa, finendo col costringere poi a lanci lunghi tediosi e spesso inutili di fronte alla chiusura degli spazi attuata dagli avversari (che con la lentezza della Cremonese hanno il tempo di ripiazzarsi).
Insomma, c'è ancora tanto da mettere a posto. E non è il caso di attaccarsi all'arbitro, che pure ha sbagliato. Non ha visto un rigore netto su Guidetti e non ha tutelato Saverino a dovere ma ha anche graziato lo stesso Saverino per la manata su Sambugaro e pure Bianchi che su Andreini ha rischiato a sua volta. Per dirla tutta, anche il Pergocrema può recriminare sulla giacchetta nera, non solo la Cremonese.
In generale è stata una partita tesa e combattuta, anche emozionante sul piano nervoso, ma bruttina nel complesso e mediocre sul piano tecnico, condizionata da un pessimo terreno di gioco. La cosa più bella è stata l'entusiasmo del pubblico: sempre un fatto gradevole ma ci piacerebbe poter dire "la cosa più bella? Il gioco della Cremonese...". La corazzata, per ora almeno, non c'è.



G. Bianchi 6 - Sul gol non ha colpe, per il resto praticamente inoperoso.
Vitofrancesco 6,5 - Tra i migliori. Sfiora il gol dalla distanza, mette un bel cross mal sfruttato dai compagni. Spinge piuttosto bene.
Viali 6,5 - Conferma la buona prova con la Pro Patria. Sembra essere tornato sui livelli migliori, anche se resta qualche piccola sbavatura.
A. Bianchi 6,5 - Mezzo punto in meno perchè rischia l'espulsione con una entrata scriteriata su Andreini a centrocampo dopo essere già stato ammonito e perchè si mangia un gol (ma non è certo quello di attaccante il suo mestiere) su assist di Pesaresi. Per il resto però è bravissimo. E' uno dei punti di forza.
Pesaresi 5,5 - Sfiora il gol dalla distanza e pesca bene Bianchi solo in area. E spinge anche benino, almeno a tratti. Ma commette una ingenuità clamorosa sul gol cremasco e un'altra sua leggerezza poco dopo per poco non costa carissima. Nel complesso non è abbastanza, da lui si pretende di più.
Gori 6 - Senza infamia e senza lode.
Carotti 6 - Inizia bene, cala alla distanza. Comunque positivo.
Saverino 5 - Anche se qualche progresso c'è resta troppo lento e laborioso nel manovrare e si prende ancora poche responsabilità in costruzione. Soprattutto, però, è imperdonabile la manata a Sambugaro sull'1-0. L'arbitro non ha visto ma avrebbe lasciato in dieci la squadra in un momento topico. E' vero che Sambugaro lo tormenta e Gambini non lo tutela, ma con la sua esperienza non si fa così.
Ferrarese 6 - Si salva giusto con la bella giocata che porta al gol. Per il resto delude: contro l'inesperto Ghidotti poteva dominare ma solo raramente riesce a passare. Cerca giocate leziose, come il cross di esterno che si inventa nel finale.
Graziani 5 - Partitaccia, culminata in due lisci clamorosi.
Guidetti 6,5 - Una palla, un gol, facile facile. E poi il fallo da rigore di Finetti su di lui è grosso come una casa. Sotto porta c'è sempre anche se non è la sua partita migliore.
Temelin 6,5 - Tocca pochi palloni ma il suo movimento nell'azione del gol è determinante e poco dopo sfiora la rete in girata.
Gherardi sv - Gioca solo il recupero.

Iaconi 6 - La squadra poteva anche vincere ma per vincere il campionato serve molto di più, come gioco e anche come agonismo.
Un po' originale la scelta nel finale di mettere Gori a fare il mediano. Col senno di poi era meglio mettere Temelin dall'inizio: con le sue caratteristiche era più adatto a mettere in crisi i fisici centrali cremaschi. Comunque piuttosto che al mister chiediamo di meglio ai giocatori.

PERGOCREMA Brivio 6 (inoperoso come Bianchi) Ghidotti 5,5 (lotta ma fatica) Ragnoli 5,5 (combattente ma grezzo, sul gol di Guidetti sbaglia lui il fuorigioco) Finetti 5,5 (come Ragnoli ma commette il fallaccio da rigore su Guidetti non visto) Federici 6,5 (partita discreta, mette lo zampino nell'azione del gol) Sambugaro 6,5 (l'arbitro è troppo tollerante nei suoi confronti, questo non toglie che la sua pressione a centrocampo è positiva) Brambilla 6 (dà ordine al gioco cremasco anche se è troppo compassato) Boscolo 6 (fa la sua parte in mediana) Bonazzi 7 (si fa trovare smarcato al momento del gol ed è chirurgico nel trasformare) Le Noci 5,5 (potrebbe fare di più) Andreini 6 (suo l'assist del gol, troppo spesso in fuorigioco o pescato in fallo) Florean 6 (dà il suo contributo) Garavelli 6 Facchinetti sv.
All.: Piantoni 6,5 (il suo Pergocrema non poteva fare di più).

Arbitro 4 - Gambini di Roma sbaglia moltissimo: non vede il netto fallo da rigore di Finetti su Guidetti, non vede la manata da espulsione di Saverino su Sambugaro, grazia Bianchi che rischia il rosso con una entrataccia su Andreini da dietro dopo essere già stato ammonito. E poi col suo metro permissivo consente troppi falli, specialmente a Sambugaro. Molto meglio i suoi assistenti di linea.


L'angolo tattico - Al calcio d'inizio non ci sono grandi sorprese sul piano tattico, ma semmai per quanto riguarda gli uomini e in particolare in casa Cremonese.
Il Pergocrema conferma infatti il previsto 4-3-2-1: in porta Brivio; in difesa da destra Ghidotti, Ragnoli, Finetti e Federici; a centrocampo sempre da destra Sambugaro, Brambilla e Boscolo; sulla trequarti Bonazzi a destra e Le Noci a sinistra con Andreini punta unica.
La Cremonese risponde col 4-4-2: in porta Giorgio Bianchi; in difesa la mossa a sorpresa è Vitofrancesco a destra con Viali e Alberto Bianchi centrali (quest'ultimo centrale sinistro, Viali centrale destro) e Pesaresi a sinistra; a centrocampo da destra giocano Gori, Carotti, Saverino e Ferrarese; in avanti Graziani e Guidetti di punta.
I primissimi minuti vedono il Pergocrema che prova ad attaccare sull'onda dell'entusiasmo e sulla spinta del pubblico. I cremaschi provano qualche buona combinazione palla a terra ma non pungono anche perchè la Cremonese applica da subito bene la tattica del fuorigioco e riesce a mantenere la difesa alta tenendo Andreini lontano dall'area di rigore. Dopo qualche minuto i cremaschi cominceranno a provare a bucare la difesa grigiorossa con lanci negli spazi alle spalle dei difensori ma la tattica non funzionerà troppo spesso. La Cremonese cresce pian piano e a partire dall'ottavo-decimo minuto comincia a rendersi pericolosa grazie al buon gioco sulle fasce dove Pesaresi e Vitofrancesco si sovrappongono bene e portano superiorità. Il Pergocrema traballa soprattutto a destra dove l'esordiente in Prima Divisione Ghidotti fatica parecchio.
La gara è molto spezzettata, c'è molto agonismo anche perchè l'arbitraggio è permissivo ma i falli sono comunque molti. Ovviamente è il Pergocrema a essere più falloso e a metterla molto sull'agonismo. In particolare è molto falloso Sambugaro, che ha il compito di marcare Saverino. Compito peraltro eseguito bene e che alla lunga innervosirà il grigiorosso, complice un arbitraggio troppo permissivo come dicevamo.
Il buon momento grigiorosso procura un paio di occasioni ma si esaurisce senza danni per il Pergocrema e nel finale di primo tempo la gara si riequilibra anche perchè il Pergocrema riesce a chiudere meglio le fasce grazie a raddoppi più puntuali sugli esterni.

La Cremonese inoltre patisce al solito una posizione troppo bassa dei mediani e inoltre una manovra troppo laboriosa specie in fase di avvio. In questo modo il Pergocrema ha sempre il tempo di riposizionarsi e la Cremonese è costretta ad affidarsi a lanci lunghi che sono sempre preda dei grezzi ma fisici Ragnoli e Finetti. In avvio di ripresa, quasi come un fulmine a ciel sereno, il Pergocrema passa grazie a una dormita della difesa grigiorossa che si ferma collettivamente pensando che la palla sia uscita. Bonazzi può così portare in vantaggio il Pergocrema.

I gialloblù si galvanizzano e per qualche minuto giocano con più entusiasmo. La Cremonese si rende pericolosa in questa fase su palla inattiva ma fatica a rendersi pericolosa. Iaconi mette Temelin per Graziani per cercare la profondità ma la squadra è in difficoltà e prima Bianchi rischia il secondo giallo con una dura entrata a centrocampo su Andreini poi Saverino rischia il rosso con una manata per fallo di reazione su Sambugaro.
Il Pergocrema toglie Le Noci e mette Florean. I trequartisti del Pergocrema si allargano e diventano ali con lo scopo di tenere bassi Vitofrancesco e Pesaresi. Effettivamente già dall'inizio della ripresa l'azione sulle fasce dei grigiorossi si era fatta meno incisiva, un peccato pensando soprattutto al diffenziale tecnico notevole esistente fra Ferrarese e Ghidotti. Nel momento più difficile dei grigiorossi, quando l'inerzia della gara sembra dalla parte del Pergocrema, arriva il pareggio con una giocata sulla profondità di Temelin concretizzata da Guidetti. Il gol è una mazzata psicologica per il Pergocrema, anche molto stanco, e nel finale la Cremonese sfiora la vittoria e la troverebbe anche se l'arbitro si accorgesse di un clamoroso fallo da rigore di Finetti su Guidetti.

Per porre riparo Piantoni getta nella mischia forze fresche inserendo prima Garavelli per Bonazzi e poi Facchinetti per Andreini. La Cremonese nel recupero arrischia addirittura il 4-2-4: entra infatti Gherardi per Saverino e Gori va a fare il mediano con Gherardi alto a destra e Ferrarese alto a sinistra. La mossa però non risolve la partita che finisce in parità.


Macalli : "Troppi interessi in gioco, sugli spalti spettacolo meraviglioso"

Mario Macalli era ovviamente presente alla partita. Ecco una sua dichiarazione:"Non è una grande partita sul piano tecnico, troppi gli interessi in campo in una partita come questa per esserlo. Lo spettacolo sugli spalti però è meraviglioso".

Tifo: coreografia cremasca, più numerosi e attivi i grigiorossi

La gara del Voltini non si è giocata ovviamente solo sul campo ma anche gli spalti. Il piccolo stadio cremasco era pieno già diversi minuti prima del via, rimbombante di calore e colore ma anche di odio. In effetti gli insulti fra le due tifoserie non sono certo mancati, spesso col coinvolgimento del Piacenza, squadra i cui tifosi sono legati da amicizia a quelli del Pergocrema e che ovviamente per la Cremonese rappresenta la rivale storica.
Sul piano del colore i tifosi del Pergocrema erano più muniti (hanno preparato una coreografia con pettorine gialle e blu mentre i tifosi grigiorossi non hanno preparato nulla di speciale in materia) ma per numero (probabilmente i cremonesi erano sui 1500, praticamente metà stadio) e sopratutto rumorosità si sono fatti valere molto di più i tifosi della Cremonese.

I gialloblu alla fine saltavano al ritmo: "Chi non salta è cremonese..."

Le curiosità sulla partita sono tante. Dal campo, davvero brutto, specialmente nella zona delle aree di rigore, al rito dei bambini che hanno accompagnato i giocatori in campo con le maglie delle due squadre per stemperare gli animi. Da notare anche i pantaloncini bianchi indossati dalla Cremonese per scaramanzia (utilizzati anche con la Pro Patria, pare portino fortuna), le bellezza locali (decisamente carine le hostess) e un episodio curioso a fine gara quando Argilli si è arrabbiato perchè i giocatori del Pergocrema festeggiavano a fine gara sotto la loro curva saltando al ritmo di "chi non salta è cremonese". Da notare che entrambe le tifoserie hanno applaudito soddisfatte le rispettive squadre.



La curva del Pergo e quella della Cremonese all'avvio della partita (foto Mauro Gaimarri)

L'allenatore grigiorosso soddisfatto e in vena di battute

Iaconi: stavamo perdendo? E dovevamo avere un rigore, si vedeva bene, non solo alla moviola

Giudica complessivamente in progresso la squadra grigiorossa

Ivo Iaconi a fine gara si presenta in sala stampa tutto sommato sorridente e apre con una battuta.

Mister, alla vigilia non avrebbe firmato per il pareggio ma per come si era messa..
"Perchè stavamo perdendo? E' stata una gara particolare, la squadra credo si sia espressa bene affrontando molte insidie contro un'avversaria che ha usato una tattica che poteva farci molto male se non fossimo stati intelligenti. La squadra però si è comportata bene, ha mancato solo qualche occasione dimostrando poca concretezza. Inoltre abbiamo dormito sul gol quando abbiamo battezzato fuori la palla e siamo rimasti tutti fermi. Dopo abbiamo reagito bene, la squadra è stata lucida nello sfruttare le sue opportunità e poi c'è stato quell'episodio che mi ha lasciato molto perplesso...E' inutile andarci sopra.. La moviola dice che il rigore c'era? Anche a velocità reale si vedeva! Però noi dobbiamo accettare le decisioni dell'arbitro".
La tattica del Pergocrema cui accennava..
"E' la stessa che aveva usato il Lecco. Una squadra che ci ha atteso per poi sfruttare gli spazi ma noi siamo stati meno sprovveduti di Lecco e ciò anche se loro rispetto al Lecco hanno più qualità in avanti con giocatori come Bonazzi e Le Noci. Questo fino al gol quando la mia squadra è rimasta imbambolata".
I gol delle due squadre sono arrivati nel momento in cui stavano convincendo meno.
"Sì, era difficile, loro chiudevano gli spazi con tutti gli uomini, ci voleva pazienza ma siamo stati troppo lenti nella circolazione della palla in fase difensiva e questo non ci ha permesso di trovare con sufficienza Ferrarese che nell'uno contro uno poteva essere determinante".
L'apporto di Gori è stato importante?
"Ora mi sento molto più sicuro di qualche gara fa, la squadra sta crescendo sotto il profilo del gioco e della sicurezza. Dobbiamo migliorare alcuni aspetti come la capacità di tenere palla in avanti. Noi abbiamo grandi attaccanti ma dobbiamo migliorare la capacità di concludere e la gestione della palla in attacco, dobbiamo stare più tempo nella metacampo avversaria".
Nel finale ci ha sorpreso col cambio inatteso di Gherardi per Saverino.
"Diciamo che è stata una scelta imposta per motivi disciplinari (i falli di Sambugaro avevano innervosito Saverino che aveva già rischiato il rosso in precedenza, Nda)".
Rispetto alla Pro Patria è stata una gara diversissima ....
"Dobbiamo essere bravi a cambiare tattica con efficacia, i nostri calciatori devono avere anche questo nel loro curriculum tattico in modo da permetterci di cambiare".
Graziani e Guidetti tendevano a sovrapporsi nello stessa posizione un po' troppo.
"Ho chiesto io a loro di giocare molto vicini perchè ho bisogno di fare reparto in avanti dato che non abbiamo giocatori con determinate caratteristiche in grado di giocare spalle alla porta. Poi è entrato Temelin che mi è piaciuto, è stato determinante".
Quando Ferrarese ha dettato l'azione del gol c'era Gherardi pronto ad entrare a bordo campo. Era Ferrarese che doveva uscire?
"No, avrei tolto un mediano, forse Carotti, per spostare Gori in mezzo e tentare la carta Gherardi".

E' tutto sommato soddisfatto il mister del Pergocrema Oscar Piantoni, al debutto, anche se la vittoria è sfumata solo nel finale.
"Negli ultimi dieci minuti del primo tempo e nei primi dieci del secondo abbiamo fatto bene. Ho visto la possibilità per Bonazzi di inserirsi tra le linee e ho chiesto ai ragazzi di servirlo come si deve. L'uno a uno è giusto. Nel finale ho messo due ali larghe per impedire ai terzini grigiorossi di scendere e attaccare".


Marco Gori sta lentamente entrando nei meccanismi della squadra dopo la lunga assenza per infortunio. Col Pergocrema ha giocato esterno destro ma nel finale è stato spostato anche nel ruolo di mediano.
Marco, giocando stai pian piano trovando la forma.
"Sìcuramente sì. Nel primo tempo credo di aver fatto bene, poi sono calato nella ripresa. L'importante però è aver pareggiato la partita, due settimane fa avremmo perso, ne sono convinto, questo dimostra che siamo cresciuti sotto questo profilo. Abbiamo preso un gol su un solo tiro in porta degli avversari, ma nel calcio ci può stare, siamo stati però bravi a recuperare".
La squadra sta imparando a gestire le situazioni?
"Siamo cresciuti sotto quel profilo. Siamo andati sotto ma la reazione c'è stata. Una partita come questa, un derby, è molto sentita. Sono gare strane. Prendiamoci il punto anche perchè ripeto che due settimane fa l'avremmo persa. E' importante aver continuato la marcia positiva".
Davanti poi frenano, anche la Pro Patria ha perso.
"Contro di noi mi aveva fatto una buona impressione nonostante la sconfitta ma il fatto che abbia perso ancora dimostra che i bustocchi non sono imbattibili. Per quanto ci riguarda se non riusciamo a vincere come oggi, fare almeno un punto resta molto positivo".


Davide Saverino è stato bersagliato di falli da Sambugaro del Pergocrema ma si è anche reso protagonista di un brutto fallo di reazione sul numero 8 cremasco, fortunatamente per i grigiorossi non rilevato dall'arbitro. A fine gara il centrocampista è però soddisfatto della sua prova (noi francamente un po' meno, le domande che leggete esprimono una opinione diversa ma sono di un collega).
Sei entrato un po' in tutte le azioni, oggi.
"E' stata una partita dal risultato strano. Loro ci hanno fatto gol nell'unica occasione che hanno avuto grazie a una disattenzione nostra, pensavamo che la palla fosse uscita fuori e quindi ci siamo fermati. Per il resto però abbiamo avuto una grande reazione, abbiamo pareggiato e cercato anche di vincerla, dobbiamo continuare su questa strada".
In campo si è visto molto agonismo.
"In questa categoria è sempre così, bisogna dare tutto ed essere sempre concentrati".
Forse è mancata, la concentrazione, sul gol loro.
"Nell'arco dei novanta minuti d'altronde abbiamo concesso loro solo questa occasione".
La doppietta con la Pro Patria ti ha un po' sciolto.
"Sicuramente mi ha aiutato un attimino. Ho fatto un po' di fatica finora ma bisogna calarsi nella categoria. Forse in precedenza ho peccato di presunzione ma quando la squadra gira come ora gira anche il singolo".


Guidetti, la firma del gol della rimonta

Massimiliano Guidetti ha timbrato il derby con un gol, il suo quarto stagionale. E inoltre c'era un netto fallo da rigore di Finetti ai suoi danni.
Max, è stata una gara dura, ti hanno francobollato ma alla fine hai trovato il gol e poi c'era quel rigore su di te...
"Sì, il gol è arrivato e quanto al rigore a me sembrava netto, mi ha falciato in pieno".
La rotula poi l'hai ritrovata?
"Sì, malandata ma l'ho ritrovata. Scherzi a parte credo che non ci fossero dubbi".
Abbiamo pescato il gol forse nel momento in cui eravamo meno convinti.
"La partita è stata combattuta, loro ci hanno aggrediti e messo pressione. Sul gol è stato bravo Temelin a mettere in mezzo e io sono riuscito a far gol. Poi abbiamo cercato di vincere ma con i se e i ma non si va da nessuna parte".
L'intesa è sembrata migliore nella ripresa con Temelin che nel primo tempo con Graziani?
"Sì ma io mi trovo bene anche con "Ciccio", con Coda...Siamo tutti complementari, possiamo alternarci. La continuità di rendimento a volte c'è di più a volte di meno ma ci aiutiamo tutti. E' stata credo una buona gara, su un campo infame e con un avversario difficile. Il punto va bene. Faccio i complimenti alle due tifoserie che hanno sempre fatto un gran tifo pensando solo a incitare la propria squadra, credo sia stato uno spot per il calcio".


Nessun timore di squalifiche

Contro il Pergocrema i grigiorossi hanno accusato solo l'ammonizione di Alberto Bianchi. Domenica contro il Legnano non ci saranno quindi squalifcati. Dovrebbe rientrare dall'infortunio anche Chomakov e pure Paoloni sarà presumibilmente recuperabile. Fuori dovrebbe restare quindi il solo Giovanni Rossi.

Nelle ultime tre trasferte solo 2 punti Guidetti a quota 4

La rete segnata da Guidetti al Pergocrema è la quarta del bomber grigiorosso, in 8 partite. Una media ottima che fa salire il bottino totale della squadra a 10 gol. Le reti subite sono ora invece 7. La nota positiva è che per la prima volta i grigiorossi sono riusciti a rimontare uno svantaggio. La nota negativa è che nelle ultime 3 trasferte sono arrivati solo 2 punti.

I grigiorossi tornano al lavoro mercoledì

Dati i carichi di lavoro pesanti della scorsa settimana, Iaconi ha deciso di concedere un giorno di riposo ai suoi, nonostante il derby sia stato giornato di lunedì (in questi casi di solito il martedì si svolge un allenamento di scarico per chi ha giocato e più intenso per gli altri).
Di conseguenza la squadra tornerà al lavoro mercoledì, in vista della partita di domenica che vedrà la Cremonese di scena allo Zini contro il Legnano, allenato dall'ex Attilio Lombardo. Ricordiamo che la gara col Legnano inizierà alle 14:30 (a partire da questa domenica scatta infatti l'orario invernale).


facebook

sfoglia    settembre        novembre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo