235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio «Grande Samb», finalmente i tifosi gioiscono | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    settembre        novembre


20 ottobre 2008

«Grande Samb», finalmente i tifosi gioiscono

fonte: sambenedettoggi.it

Tifosi contenti dopo la vittoria sul Padova 1.jpg
? Tifosi contenti dopo la vittoria sul Padova 1.jpg

Scene di grande entusiasmo con abbracci e strette di mano tra i supporter all'uscita dello stadio. Tutti concordi nel giudicare la prestazione dei rossoblù come da grande squadra con una menzione particolare per Palladini e Moi

SAN BENEDETTO DEL TRONTO - Incredibile entusiasmo tra i tifosi che a gruppi o singolarmente escono dal “Riviera delle Palme”. Cori, abbracci, strette di mano, dopo una vittoria "romantica" contro il Padova. Sembra che la vittoria della Samb abbia cementato non solo il gioco della Samb ma anche il tifo tra chi la condannava e chi le lasciava ancora qualche speranza.

Francesca Ascolani ha ancora la voce roca dopo novanta mnuti di incitamento: «Sono talmente felice per questa vittoria che non riesco neanche a trovare le parole. Non vedevamo l’ora di fare risultato pieno anche in casa. Il fatto che poi l’abbiamo raggiunto con una delle squadre più forti in assoluto mi riempie anche di orgoglio. Io ed i miei amici seguiamo la Samb a tutto tondo ovvero anche in trasferta per cui ci stiamo già organizzando per Ravenna».

Luca Re, a differenza della sua amica, è un po’ più freddo ma non meno felice: «Dopo quasi settanta minuti di noia finalmente si è accesa la luce e abbiamo vinto. Vittoria importante che ci fa uscire dai bassifondi della classifica e speriamo abbia definitivamente sbloccato la squadra».

Giovanni Ionni, seduto sul  muretto antistante lo stadio, asserisce: «Speravamo al massimo in uno zero a zero invece questa Samb è riuscita ancora una volta a stupirci dopo la vittoria in trasferta. Un grandissimo applauso a tutti i ragazzi che non hanno mai mollato lottando ad armi pari con la forte rivale che possiamo dire ha giocato in dodici vista la direzione arbitrale».

Francesco Gialletti, oltre ad essere contento per la vittoria ne approfitta per togliersi qualche sassolino: «Grande Samb, grande Piccioni e grande Tormenti. Ho passato settimane d’inferno a difendere tra gli amici quella che tutti chiamavano una causa persa. Oggi è la mia grande rivincita e di tutti i veri sportivi. Olivieri come Zola, Palladini come Pirlo, Moi come Ferrara. Siamo grandi!»

Fernanda Storani ha ancora gli occhi arrossati: «Non mi vergogno a dire che a fine partita ho pianto di gioia. Al solo pensiero che fino a tre settimane fa eravamo considerati come la Cenerentola del girone mi sembra incredibile. Ora dovranno incominciare a temerci. Palladini è la Samb. E, come si dice nel ciclismo, via via tutti gli altri».


La Samb vince e si rilancia

Rossoblu esultanti dopo la vittoria con il Padova
? Rossoblu esultanti dopo la vittoria con il Padova

Battuto nel finale il Padova e seconda vittoria consecutiva. Stavolta contro una pretendente alla serie B

Da Espresso Rossoblu n° 1003

SAN BENEDETTO DEL TRONTO - Un primo tempo abbastanza equilibrato con due pericoli per parte, una traversa per gli ospiti, un rigore apparso evidente dalla tribuna non concesso a Cigan. L’aspetto più importante però è che il titolato Padova non sembra affatto superiore alla Samb come lo erano state in precedenza Pergocrema e Cesena. Ottimo segnale, più della vittoria di Portogruaro, per spiegarci. Anche la ripresa vede la squadra rossoblu scendere in campo con autorità mettendo alla frusta gli avversari ma la spinta dura molto poco perché, dopo i primi dieci minuti, la forte ed esperta squadra ospite prende in mano le redini della gara lasciando alla Samb il gioco di rimessa. La loro supremazia diventa però, per nostra fortuna, sterile in fase realizzativa: prima Filippini, poi Varricchio e Bovo non sfruttano alcune occasioni importanti.

Tant’è che la gara sembra scivolare sullo 0-0 con la Samb più soddisfatta della formazione patavina. Accade però l’imprevisto ma, fino ad un certo punto punto, perché nel calcio contano i gol e basta. Come contavano quando la Samb occupava l’ultimissimo posto perché non riusciva a segnare. Poi quando segnano gli attaccanti, domenica scorsa Pippi, oggi Cigan, l’ottimismo non può che aumentare.

Continua quindi la tradizione favorevole della Samb contro la squadra del Santo che non ha mai vinto a San Benedetto del Tronto. Nemmeno quando aveva uno squadrone ed era retrocesso in B dopo tanti anni di “A” con capitan Scagnellato ed il carismatico tecnico Nereo Rocco.

Un risultato che rilancia la Samb in tutti i sensi, in classifica è addirittura davanti a tre squadre e alla pari con altre tre, con la metà alta della classifica ad un tiro di schioppo. Insomma, tutto sembrerebbe tornato alla normalità, compresa la riabilitazione di mister Piccioni che sta pian piano trovando il bandolo della matassa e forse un abbozzo di formazione titolare.

Non bisogna però illudersi più di tanto per non trasformare l’attuale umiltà in pericolosa presunzione anche se una considerazione è d’obbligo.

Perché le prime cinque-sei gare di campionato sono sempre avare di punti e in seguito si constata che il materiale umano non è poi così scarso?

Se il motivo è fisico la colpa dei preparatori atletici, se tattico dell’allenatore, se è invece colpa di una ritardata preparazione e di assemblamento, la colpa è della conduzione societaria con particolare riguardo al direttore sportivo: si è forse eccessivamente titubanti al momento degli acquisti? Durante al campagna acquisti non si hanno le idee chiare? La società aspetta gli ultimi istanti per risparmiare?

Tutte motivazioni possibili che però potrebbero costar caro a fine torneo: immaginate una Samb che arriva quart’ultima a due punti dalla sest’ultima oppure ottava a tre punti dalla zona play off, oppure seconda a tre punti dalla prima, oppure ultima a due punti dalla penultima? Tutte evenienze possibili (qualcuna magari un po’ meno!) che porteranno quasi sicuramente a recriminazioni su quella che potrebbe essere stata la classifica finale. Recriminazione che gli sportivi non vorrebbero più avere nei prossimi campionati che la Samb disputerà. La partenza ad handicap è diventata infatti una regola che però la Samb non può permettersi non essendo, storia a parte, un cavallo di razza in grado di recuperare ed annullare anche grossi svantaggi.

Dalle parole di Gianni Tormenti che sta tornando sui suoi passi e, per questo, merita il nostro plauso, credo di capire che la terza lezione è servita e servirà: «Qualcosa ho sbagliato anch’io», ha detto in settimana. «Ora siamo una squadra, prima no», sono state le sue prime due frasi nella conferenza stampa post Samb-Padova. Il presidente è, secondo me, una persona molto intelligente ed avrà quindi compreso i motivi (credo tra quelli da me espressi sopra) di quanto è accaduto alla Samb negli ultimi tre anni.

“Avanti senza paura ma piedi per terra”, questo dovrà essere il motto della Samb nella prossime gare e fino alla fine del torneo.


Palladini, il cuore oltre l’ostacolo

Moi e Tinazzi, due colonne della per molti anni ancora
? Moi e Tinazzi, due colonne della per molti anni ancora

Tutti i rossoblu hanno giocato sopra la sufficienza ma il sambenedettese è stato stoico. Tinazzi e Moi i suoi eredi?

Dazzi 6,5: sempre sicuro. E’ un portiere che può diventare una colonna di una Samb lanciata verso posizioni migliori.

Tinazzi 6,5: in un periodo in cui le bandiere non esistono più, lui può diventare l’eccezione. Sia per l’età sia perché è forse l’unico al terzo campionato di fila con la Samb.

Forò 6: non fa sentire il suo peso in un ruolo in cui Piccioni sta cercando un degno titolare. Comunque encomiabile l’idea del tecnico con l’intento di trovare nuove soluzioni.

Dal 69’ Tussi 6: non sembra ancora in grado di calcare una categoria importante come la C1. Magari ci smentisse.

Palladini 8: meriterebbe qualcosa di meno a livello tecnico ma mi piace premiarlo egualmente. Trovare un giocatore che a 37 anni fa così tanti chilometri è quasi impossibile: io credo che non ci riuscirebbe neanche lui se la maglia non fosse quella rossoblu alla quale ritiene di dover dare riconoscenza. Persone così sono diventate rare come le mosche bianche.

Moi 7: stesso discorso per Palladini ma per lui in chiave futuristica. Tutto personalità e cuore.

Bonfanti 7: ha trovato la giusta posizione e convinzione. Con Moi potrebbe formare una coppia difensiva da far invidia a tante squadre di alta classifica.

Titone 6,5: sta emergendo come nelle aspettative. Deve però fare di più se vuole emulare predecessori come Cia, Carlini, Desideri e altri.

Ferrini 6,5: secondo me può fare molto di più anche come laterale. L’importante è che aumenti la propria convinzione nei suoi grandi mezzi.

Pippi N.G.: esce per un problema muscolare dopo appena 13 minuti.

Dal 14’ Cigan 6,5: ha il merito di realizzare un gol importantissimo che lo ha trasformato: negli ultimi cinque minuti ha anticipato di testa due volte il suo marcatore, prima mai.

Olivieri 7: forse il numero 10 lo galvanizza. Se riesce a mantenere sempre la concentrazione attuale, ci si abitua e può diventare un grande calciatore.

Magnani 6,5: secondo me, se gli si dà totale fiducia può diventare il giocatore più importante a disposizione di Piccioni. Oggi manca un gol su rovesciata per mancanza di convinzione.

Dal 62’ Morini 7: un giocatore fa diventare importanti quasi tutti i palloni che passano dai suoi piedi, non può fare la riserva in C1

Mister Piccioni 7: la cosa più bella è stata quella di provare Ferrini terzino perchè si è reso conto che per quel ruolo deve inventare qualcosa. Per il resto pare che stia vicino a definire la formazione base. Sarebbe molto importante per valutare meglio il valore della Samb 2008-2009.


Ecco il cuore della Samb "proletaria"

Ottavio Palladini
? Ottavio Palladini

I rossoblu vincono una difficile gara contro un Padova principesco, sciupone ma anche aiutato dall’arbitraggio. Veneti in campo da primi della classe, mentre i ragazzi di Piccioni mordono il campo.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO - Così come è arrivata, e per tutto quello che c'era dietro, potrebbe essere la partita della svolta. Samb 1 Padova 0, rete di Cigan a cinque minuti dalla conclusione, nel momento più difficile della gara. Un fermo-immagine da rivedere: Morini si allarga sulla sinistra, va avanti, si crea lo spazio per uno splendido cross che taglia Cano e arriva sul secondo palo, dove Cigan, con grazia ma anche tanta classe, colpisce di testa, depositando in rete. Primo gol al Riviera, prima vittoria, ultimo posto abbandonato. In un istante, un lampo che cambia il volto alla partita. Che fino al 30' del secondo tempo era stata tutto sommata equilibrata, con una Samb compatta e un Padova sontuoso, ma tenuto a freno dalla bravura della coppia centrale Moi-Bonfanti (quest'ultimo perfetto su Varricchio) e dai nervi d'acciaio di Palladini, oltre che da un ritrovato Olivieri, regista avanzato ma anche primo mediano, sempre pronto a rompere l'azione avversaria.

Di contro i padovani mostravano di essere una formazione da prima classe: sapevano unire forza fisica e tecnica, scusate se è poco. Dopo l'ingresso di Di Nardo (scusate se è poco), le cose cambiavano: il Padova arrembava, alcuni dei rossoblu stavano sulle ginocchia (Olivieri e Titone). Insomma, Dazzi, Bonfanti, Moi e Palladini tenevano in piedi la squadra, complice anche gli errori e le indecisioni di Varricchio. Ma questo è il calcio: stai per essere suonato, poi indovini il gancio micidiale.

Una vittoria importantissima per classifica e morale. Anche se non fosse arrivata la vittoria, avremmo scritto che Piccioni ha probabilmente trovato la chiave di volta di questa squadra, sbrindellata con l'offensivo 4-3-3, chiusa e rapida nelle ripartenze con questo strano 4-1-4-1. E se un anno fa il "Baffo" intuì il vero ruolo di Ferrini, spostato da terzino a centrocampo, chissà che finalmente anche Olivieri, un anno fa colpevolmente impiegato sempre sugli esterni, non sia definitivamente rinato. Il ragazzo deve ancora migliorare, deve impegnarsi, ma è sulla buona, o buonissima, strada.

Con il recupero di Visone e il ritorno di Ferrini a centrocampo, il reparto mediano confermerà tutti i suoi progressi. Se questa è una formazione da mezza classifica, lo saprà dimostrare. Per stare nei piani alti, invece, serve qualcuno che possa sostituire Pippi (Melchiorri da qualche settimana finisce in tribuna), perché Cigan, se pure ha segnato da centravanti puro, è per sua stessa ammissione e per caratteristiche chiare, un esterno. E occorre tappare quel buco sulla corsia sinistra, vero tallone d'Achille negli ultimi anni. Ma già da Ravenna l'obiettivo sarà quello di uscire dalla zona play-out, ora proprio ad un punto, come i romagnoli.

Ultima nota sull'arbitraggio: su Cigan, nel primo tempo, c'era un fallo che, se non era da rigore, era sicuramente da espulsione. Peggio ancora nella ripresa, quando Carbone ha reagito su Titone con un plateale calcio sul didietro. Certo, Titone ha fatto una sceneggiata, ma la reazione c'è stata e andava punita con l'espulsione.

Cigan: «Il mio gol dedicato alla città»

Cigan sotto la curva alla fine di Samb-Padova
? Cigan sotto la curva alla fine di Samb-Padova

L’attaccante rumeno castiga il Padova con un gran colpo di testa: «Un premio alla nostra voglia di vincere»

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Come partire in panchina con le placche alla gola, scendere in campo per sostituire dopo pochi minuti di gioco il centravanti titolare reduce da una doppietta, lottare e sgomitare contro una squadra da play off e segnare a cinque minuti dalla fine sovrastando di testa il proprio marcatore.

Alla giornata d’oro di Cristian Cigan, forse, mancava solo l'emozione di segnare sotto la curva nord. Ma non si può avere tutto dalla vita, figuriamoci dal calcio.

«Sono contentissimo, abbiamo battuto una grande squadra per merito della nostra voglia di vincere. Dedico questa gioia alla città di San Benedetto».

Nel futuro prossimo Cigan dovrà tornare a vestire i panni del centravanti puro, causa infortunio di Pippi. Non è il suo ruolo, ma al giovane rumeno pare non importare granchè. «Non importa dove gioco, l’importante è che ripetiamo questa prestazione».

Il portiere Ivan Dazzi, da parte sua, ripercorre i momenti salienti di una partita non certo inattiva. «Ho temuto su un colpo di testa di Varricchio, che ha rimbalzato per terra costringendomi a non poter bloccare la palla. Stiamo superando il momento brutto, ora il vento è cambiato, speriamo di continuare così».

San Benedetto terra di grandi portieri (emergenti), da Zenga e Tacconi fino a Consigli, senza dimenticare Visi: «Ne sono cosciente, credo sia la prima cosa che mi hanno detto fin da quando in autostrada stavo venendo la prima volta a San Benedetto. Spero di essere ricordato come un buon portiere quando non sarò più qui. Non aspiro certo ad emulare gli irraggiungibili, voglio solo lasciare un buon ricordo».

Dal numero uno della difesa allo stopper che insieme al possente Moi ha tenuto eccellentemente a galla la difesa rossoblu. Arnaldo Bonfanti si schernisce: «La velocità non è il mio forte, ma credo di aver fatto bene negli anticipi e sulle palle alte. Tutta la difesa è stata fortissima, contro un reparto offensivo di prim’ordine come quello del Padova».


«L'urlo del "Riviera"? Sono felice, ma non è l'unico che ho sentito»

Samb-Padova, l'esultanza dei tifosi in curva nord dopo il gol di Cigan
? Samb-Padova, l'esultanza dei tifosi in curva nord dopo il gol di Cigan

Video

Il centrocampista rossoblu, per una domenica tornato al ruolo di terzino, dopo la prima vittoria casalinga elogia tutti i compagni. - durata Il centrocampista rossoblu, per una domenica tornato al ruolo di terzino, dopo la prima vittoria casalinga elogia tutti i compagni.

«Sono felice di questa vittoria, ma devo dire che c'è una parte di tifoseria che continua ad attaccarci» dice il presidente rossoblu - durata «Sono felice di questa vittoria, ma devo dire che c'è una parte di tifoseria che continua ad attaccarci» dice il presidente rossoblu

Il centrocampista sambenedettese tra i protagonisti della vittoria sui veneti. - durata Il centrocampista sambenedettese tra i protagonisti della vittoria sui veneti.


Piccioni: «Dedico la vittoria ai giocatori»

Enrico Piccioni nei minuti finali di Samb-Padova
? Enrico Piccioni nei minuti finali di Samb-Padova

Il “Baffo” elogia i suoi ragazzi dopo la vittoria con il Padova: «Ora finalmente credono nelle loro qualità»

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dedicato ai giocatori. Il trionfo – perché tale è stato, a livello psicologico se non tecnico – della Samb sul Padova Enrico Piccioni lo dedica ai suoi ragazzi. A quei giocatori che, fra portatori d’acqua e leader, «ora finalmente credono in loro stessi».

L’analisi tecnica del “baffo” è questa: «Siamo stati bravi ad accorciare il nostro schieramento quando serviva, favorendo le ripartenze dal centrocampo. Senza Pippi per qualche match? (l’attaccante sembra aver riportato uno stiramento da almeno tre giornate di stop, ndr). Con un Cigan che gioca così possiamo permetterci di scendere in campo con lui come terminale offensivo, in particolare quando giochiamo fuori casa».

Sul Ferrini tornato nel ruolo “ugolottiano” di terzino sinistro, Piccioni commenta: «Il “Ferro” ha giocato così per anni, certamente vorrei avere Ficano e Padula a disposizione, ma lui in quel ruolo se la cava».

L’analisi emotiva del “baffo”, invece, suona così: «I miei giocatori cominciano finalmente a comprendere al meglio le reciproche caratteristiche, si muovono meglio e dal punto di vista mentale si sono cementati».

Un velo sembra però stendersi sul volto del “baffo”. «Le contestazioni dei tifosi? Io dico solo che lavoro con la massima voglia e abnegazione».


Samb: niente più broncio sul volto di Tormenti

Il presidente della Samb Gianni Tormenti
? Il presidente della Samb Gianni Tormenti

Le impressioni del presidente: «C’è gente che gode nel vederci perdere, ma la gran parte della città ama questa maglia. Ora in campo gioca un gruppo, con meno pressione addosso si lavora meglio»

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Gianni Tormenti arriva in sala stampa ancora con il sale grosso dentro le tasche. Superstizione: non è vero ma ci credo? «Molta gente gode nel veder perdere la Samb, è l’amara verità. Ma ci sono anche molti che la amano e stanno male quando perde. Credo anzi che tutta la città, tranne qualche elemento, ami incondizionatamente questa maglia».

Dopo la vittoria con il molto quotato Padova, il presidente della Samb mostra una tranquillità d’animo finora inedita, in questa stagione e in questo periodo: «La vittoria con una squadra costruita per ammazzare il campionato dimostra che ce la possiamo giocare con tutti. Ora voliamo bassi, ci attende una trasferta difficile».

Quello che è piaciuto di questa partita è che la Samb finalmente ha mostrato competitività al Riviera. Ma quale è stata la molla di questa transizione? Davvero è utopia non assistere a un inizio di campionato desolante, com'è stato purtroppo consueto in questi ultimi tre anni?

«Finora è andata così per colpa un po’ di tutti, dal sottoscritto – afferma Tormenti – al custode del campo. Non siamo riusciti a isolarci dall’ambiente ostile e a pensare solo al calcio giocato. Ora in campo si nota che c’è meno stress addosso. La preparazione atletica? Quest’anno abbiamo fatto un lavoro differenziato. C’è però molta sfortuna. Cigan aveva le placche e non doveva giocare, abbiamo i due terzini sinistri out (Ficano e Padula, ndr)».

Tormenti, come Piccioni, loda un gruppo di cemento nel quale volano bene anche i singoli. E cogliamo una nota di lode per un Nikola Olivieri che finalmente fa l’Olivieri. Ma non si monti la testa, il giovane e talentuoso martinsicurese: «Deve proseguire così, per il bene suo e della squadra. Deve lavorare come ha fatto finora e non mollare».

facebook

sfoglia    settembre        novembre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo