235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio La Spal spegne il Lume e lo riaccende | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    settembre        novembre


13 ottobre 2008

La Spal spegne il Lume e lo riaccende

fonte: spallinati.forumfree.net

Dal Carlino


I biancazzurri restano in serie utile. Netta superiorità e meritato vantaggio con Arma: poi 3’ scellerati ribaltano tutto. Ma al 33esimo il marocchino fa doppietta su rigore

Ferrara, 13 ottobre 2008 - LA SPAL va a punto allungando la serie positiva: su sette gare ha perso solo la seconda sul campo del Verona. Però questo pareggio in val Trompia, pur positivo in sè, lascia l’ombra di qualche rimpianto. Se dopo un’ora di gioco qualcuno avesse puntato su un Lumezzane capace di ribaltare lo 0-1, avrebbe fatto la figura del mezzo matto. Fin lì c’era stata una sola squadra in campo, la Spal. Meno brillante di altre volte a causa dell’atteggiamento del Lumezzane, costretto sulla difensiva anche in svantaggio, ma viva e presente, e sempre prima sul pallone come a Reggio.


Poi i centottanta secondi di «follia» che proprio non ti aspetti, e che pure nel calcio cambiano le partite nei momenti più inattesi. A far scoccare la scintilla è un ex del Lume, quel Quintavalla che per cinque anni ha vestito il rossoblù. Fin lì bravo, l’esterno è andato a far fallo in modo gratuito su Pintori. Da rivedere anche l’operato dell’arbitro: il fallo è netto, ma il dubbio è che venga perpetrato fuori dell’area. Comunque è rigore e Dal Rio spiazza Capecchi facendo 1-1.


Il Lume si sblocca, la Spal si blocca. Meno di tre minuti e Cabeccia viene colto in inutile fallo: sulla punizione a tagliare l’area, sbuca sul secondo palo l’altro ex Chiecchi che fa secco Capecchi. Da sconfitta probabile a vittoria sul piatto d’argento: il Lumezzane sembra non credere ai propri occhi. Tanto che si mangia anche il 3-1 col neo-entrato Dal Bosco quando il più sembrava fatto.


Scampato il pericolo la Spal reagisce, e gli inserimenti di La Grotteria per Cazzamalli e Agodirin si rivelano decisivi, come non è invece quello di Martucci per Bracaletti. La squadra di Dolcetti ritrova infatti il bandolo e si scuote. Agodirin, carta vincente a Reggio, non fa in tempo a entrare che si inserisce bene in area su egregio fraseggio La Grotteria-Arma e costringe Gazzoli a stenderlo. Rigore: Arma trasforma e pareggia facendo doppietta. Inspiegabile come Sguizzato non abbia espulso il portiere lombardo: se non era chiara occasione da rete quella di Agodirin, solo sotto il suo naso, le chiare occasioni sono state abolite dal gioco.
La Spal quindi riprende in pugno il risultato e alla fine il punto fa classifica. Ma anche la graduatoria del rimpianto raddoppia, al 40’ uno slalom eccellente di La Grotteria fin sulla linea di fondo porgeva ad Arma la più facile delle occasioni per una tripletta da tre punti, e stavolta di sinistro il marocchino graziava proprio il Lume.
Pareggio, dunque. Un buon pareggio, largo, abbondante, e proprio per questo catalogabile tra le mancate vittorie. Nel giorno della prima sconfitta della Pro Patria a Cremona, i tre punti avrebbero avvicinato la Spal addirittura a -4 dalla vetta. Ma in definitiva, dato il periodo di black-out, si deve dare merito agli uomini di Dolcetti di aver mostrato anche carattere reagendo e per la prima volta rimontando. Fino a ieri la Spal era sempre passata in vantaggio per prima, ma col Monza e a Verona fu rimontata. Ieri ha rimontato lei.


La trasferta a casa Pozzi comunque conferma quel che di buono si sa sul conto dei biancazzurri. In fatto di possesso palla, padronanza di campo e solidità difensiva la squadra per un’ora si è ripetuta. Il match non è stato brillante perchè il Lumezzane, maestro in pareggi e oggi unica squadra imbattuta del girone, sta a sua volta bene in campo, non molla mai e gioca in modo che non favorisce lo spettacolo. I rossoblù anche in svantaggio hanno continuato a subìre la Spal, e al momento dei suoi errori l’hanno poi colpita. Ma la gara l’hanno sempre condotta gli ospiti, mancando nel primo tempo il colpo del ko, e nel secondo concedendo un rigore e un gol evitabilissimi, e poi fallendo l’occasione del 3-2. Una squadra cinica e matura non commette tutti questi errori. Ma la Spal sta ancora prendendo consapevolezza delle sue forze, e ogni tanto inciampare si può. Lumezzane comunque ribadisce le sue virtù. Ha inchiodato i padroni di casa dietro con un asfissiante pressing alto che a lungo ha impedito loro di giocare la palla. E Capecchi mai era stato chiamato in causa. Poi due sbadataggini. Ma la solidità del complesso non sembra in discussione.

di MAURO MALAGUTI

IL TABELLINO
Decisivi gli ingressi
di Agodirin e La Grotteria

----
2-2
----


LUMEZZANE: Gazzoli, Nicola, Pini, Ciasca, Chiecchi, Pisacane, Pintori, Calliari, Dal Rio (41' s.t. Coletto, Emerson (11' s.t. Dal Bosco), Scaglia. All. Menichini. A disp.: 12. Zaina, 13. Ghidini, 14. Calzolaio, 15 Dadson, 17. D'Attoma.
SPAL: Capecchi, Ghetti, Cabeccia, Savi, Zamboni, Lorenzi, Cazzamalli (21' s.t. La Grotteria), Centi, Arma, Bracaletti (14' s.t. Martucci), Quintavalla (31' s.t. Agodirin). All. Dolcetti. A disp.: 12. Careri, 13. Servidei, 14. Schiavon, 15. Rivaldo.
Arbitro: Sig. Sguizzato di Verona.
Marcatori: p.t. 34' Arma; s.t. 17' Del Rio (rig.), 20' Chiecchi, 33' Arma (rig.).

Note: giornata calda di sole, 862 spettatori (397 paganti più 465 abbonati), per un incasso di 7513 euro. Circa 200 i tifosi ferraresi.
Ammoniti Calliari, Cazzamalli, Gazzoli e Nicola. Angoli 3-2 per la Spal.


IL FILM
Dopo un quarto d'ora
di studio l'undici di Dolcetti
prende campo e chiude
i lombardi nella metà campo

PRESSING E GOL
Gli attaccanti ferraresi non
fanno respirare i difensori
del Lume pressando alto
E Arma firma l'1-0 al 34'

COMANDO
I padroni di casa non sanno
raccapezzarsi e non tirano
mai verso Capecchi: la Spal
domina ma non raddoppia

PATATRAC
Poi in tre minuti di follia
Quintavalla commette fallo
da rigore per 1-1 di Dal Rio
e l'ex Chiecchi raddoppia

REAZIONE
Centi & c. non ci stanno
e rimontano a loro volta
dal dischetto con Arma:
Agodirin procura il penalty

ERRORE
Dopo la doppietta Arma
è servito da La Grotteria
per la rete della vittoria
Ma incredibilmente sbaglia

In tribuna c'era anche Maccan:
«Arma super, non sono pentito»


C'era anche Dennis Maccan, spallino mancato, a vedere
la partita. Alla fine ha detto: «Ottime entrambe le squadre
e buona partita. La Spal mi è sembrata una buonissima
squadra e meritava di vincere, ma il Lumezzane si è svegliato
sul rigore». Pentito di non averla raggiunta? «No, comincio
a ritagliarmi i miei spazi nel Brescia e al momento sono
contento così. E poi a me questo Arma è piaciuto tantissimo»





IL DG POZZI
«Pagati 5’ di amnesia
Ma la striscia continua»


«Anche oggi abbiamo fatto una buona partita -dice Bortolo Pozzi, ex quasi... ignorato- ma con 5' di amnesia. Il rigore ci ha tagliato le gambe e abbiamo preso il 2-1 e rischiato anche il terzo. Ma siamo stati bravi a recuperare dando dimostrazione di carattere».
Pozzi è un po' amareggiato per l'indifferenza di Lumezzane: «Qui siamo fatti così».
Poi analizza il risultato: «Lo archiviamo con un po' di rammarico, ma comunque è positivo e allunga la nostra striscia. In fondo fino al rigore non abbiamo mai corso pericoli nonostante loro non abbiano mai mollato. Ci spiace di non aver profittato meglio dello stop della Pro Patria, questo sì. Ma abbiamo mosso lo stesso la classifica». Come Massa: un passetto in avanti.



Pozzi «oscurato» da Il Rossoblù
Non è mai citato in 28 pagine


Si era capito che tra Pozzi e l'attuale dirigenza del Lumezzane il feeling non è massimo, e ieri sul posto i fatti lo hanno ribadito, incluse certe dichiarazioni in sala stampa del presidente Cavagna a un giornalista locale. Il dato più curioso arriva però da Il Rossoblù, giornalino gratuito in distribuzione allo stadio. In 28 pagine belle patinate il dg e Schena non sono mai citati. I soli ex sembrano Centi e Quintavalla. Di Pozzi a Lumezzane, nessuna traccia.



LE PAGELLE
Arma, due reti più assist
Ma che gol si mangia...


CAPECCHI 6. Fino al rigore di Dal Rio, al l7’ della ripresa, non è mai impegnato e si segnala solo per un'uscita a vuoto su corner non sfruttata da Pisacane. Sul gol del 2-1 la palla taglia tutta l'area e arriva a Chiecchi sul secondo palo. Ma la punizione parte dalla trequarti e forse non poteva far di meglio. Forse. Ferma la sua imbattibilità a 373'.
GHETTI 7. Ancora un'ottima partita, ricca di anticipi e di interventi efficaci e sicuri. E' fresco, è in forma e brilla di luce propria.
CABECCIA 6. Finchè la Spal è bella disinvolta lo è anche lui, quando va nel pallone sembra il primo a risentirne. Normale, ha 20 anni.
SAVI 7. E' la sorpresa di giornata di Dolcetti che ci sta prenndendo gusto. Rileva Schiavon che giocò bene a Reggio e fa bene a sua volta, ma con le proprie caratteristiche, più di costruzione e di «piede». Col sinistro va due volte vicino al gol e confeziona l'assist per 1'1-0 di Arma.
ZAMBONI 7. La solita partita rocciosa, con un tentativo di dribbling da evitare (ogni tanto ci cade: a noi piace... brutto e cattivo, non ha niente da dimostrare. Da capire cosa è accaduto a centro difesa sul secondo gol del Lumezzane.
LORENZI 7. Più che positivo anche lui, con le medesime due eccezioni mosse a Zamboni. Nonostante i due gol incassati si fatica a dire che la difesa non è andata bene.
CAZZAMALLI 6,5. Generoso e «macchinone», ha la solita presenza nella partita e la consueta intraprendenza, ma nella giornata appare meno lucido e preciso tecnicamente.
CENTI 5,5. Domenica sotto tono, che da lui è una cosa che non ti aspetti, per giunta sul campo che lo ha lanciato nel grande calcio. Fermo restando che la sua presenza si fa sentire anche quando non è al massimo, non gioca ai suoi livelli.
ARMA 7,5. Segna una bella doppietta che lo proietta ai vertici della c1assifiica dei cannonieri con 5 goI. Bello il primo, girata al volo di destro su punizione laterale di Savio Sul rigore è freddo. Nel finale «sporca» la pagella mangiandosi il gol della vittoria. Ma è suo anche l'assist che lancia Ago al rigore.
BRACALETTI 5,5. Anche lui va lontano dai suoi livelli. Dolcetti identifica nel mancino Pini l'anello debole della difesa del Lume e lo piazza quindi a destra, dove per mezz'ora fa poco. Un po' meglio dopo, quando restituisce la fascia a Quintavalla spostandosi a sinistra. Ma non incide.
QUINTAVALLA 5,5. Sino al fallo da rigore è più che positivo e largamente sufficiente. E' il primo e più bravo nel portare il pressing alto che impedisce al Lumezzane di uscire. Ma purtroppo l'ingenuità su Pintori è grave e cambia il corso della partita.
MARTUCCI 6. E' il primo a subentrare. Fa il suo ma non incide più di tanto.
LA GROTTERIA 7. Ha un altro impatto sulla gara con due lampi: l'avvio dell'azione del rigore e lo slalom che consegna ad Arma la palla del 3-2.
AGODIRIN 7. Lui entra e dopo centoventi secondi non fa gol solo perchè Gazzoli lo stende nell'area deserta. Sta prendendo gusto al compito di guastatore.

L’ARBITRO
Sig. Sguizzato di Verona VOTO 5.
Sul Rigore del Lume c’è il sospetto di un fallo fuori area e Gazzoli andava espulso.

+ ARMA HA GIA' SEGNATO
CINQUE GOL IN SEI GARE


Ha impressionato anche Maccan,
che se questo è Arma può restare
a Brescia. Cinque gol in sette gare,
peccato manchi il sesto, quello del 3-2

- QUINTAVALLA INGENUO
STAVA GIOCANDO BEN
E

La prestazione era stata positiva, sia
a sinistra che a destra. Pressava a tutto
gas e infastidiva i difensori di casa.
Purtroppo fa il rigore che cambia la
partita




LA SITUAZIONE
QUINTA UTILE

Per la Spal il pareggio
di Lumezzane allunga
la serie positiva a cinque
partite con undici punti

CADE LA PRO
Dopo sei vittorie di fila
la capolista si è fermata
a Cremona battuta
da Saverino e Temelin

PIU' SEI
Tuttavia i bustocchi hanno
ancora sei lunghezze
su Spal e Novara seconde
Stasera Padova-Venezia

REGGIANA KO
Ancora sconfitti i granata
sul campo del Novara
Vincono il Cesena
e il Ravenna a Verona

IL PORTO VA KO
Domenica al «Mazza»
rivincita col Portogruaro
ieri travolto dalla Samb:
Cuffa sarà squalificato

BIG-MATCH
Domenica prossima
andrà in onda la sfida
tra Pro Patria e Novara,
la prima e la seconda





A RAVENNA E REGGIO NON C’ERA
Butelli torna in trasferta: «E non abbiamo vinto...»
«Per fortuna il mio allenatore non è superstizioso»



IL RAMMARICO
«Ho dei rimpianti,
meritavamo di vincere
Spero che domenica
vengano tanti tifosi»


dall'inviato MAURO MALAGUTI
-LUMEZZANE (BS)-

SI RIVEDE Cesare Butelli, sugli spalti del «Comunale» scavato tra valli e colline. Un altro che si rivede è Sergio Lancini, l'ex terzino spallino procuratore di Alessandro Cazzamalli: «Visto che giocatore vi ho dato?», ridacchia soddisfatto.

Il presidente, dunque. Assente a Reggio Emilia dopo la vittoria di Ravenna per motivi puramente scaramantici, a Lumezzane non se l'è sentita di fare un altro sacrificio. Poi c'era Pozzi da domenica scorsa a premere perchè venisse nel cortile di casa sua. Morale, Butelli è tornato: «E la Spal non ha vinto -dice tra il serio e il faceto- per cui adesso mi prendo una pausa di riflessione e ho tredici giorni di tempo per decidere se presentarmi all'anticipo di Sesto San Giovanni. Per fortuna ho un allenatore molto tecnico e poco scaramantico che non mi scoraggia...».

Si scherza, ovviamente, ma c'è un punto sul quale Butelli dice sul serio, e riguarda il fatto che questo punto va strettino alla Spal per quello che a lungo è stato l'andamento della partita: «Mi rimane parecchio rammarico perchè per come si era messa la partita c'erano tutti i presupposti per vincere ancora. Pigliamo il punto e via, ma non premia la nostra enorme supremazia territoriale». «Abbiamo sempre giocato e fatto la partita noi -continua Butelli rivedendo mentalmente il filmato dell'incontro- eppure siamo riusciti a trovarci sotto di un goI. Poi sinceramente non capisco l'operato dell'arbitro sul rigore a nostro sfavore. Direi che il loro portiere ci ha impedito una chiara azione da gol e che andava espulso. E magari con l'uomo in più, chissà, avremmo ripreso il risultato pieno, anche se non lo si può dire con certezza». Impossibile prevedere che il Lume potesse ribaltare il risultato in tre minuti... «Davvero, quell'uno-due è stato uno choc per tutti. Lì do atto alla squadra di essere stata brava a rimontare. Finora eravamo sempre andati in vantaggio noi per primi e a Verona ci eravamo fatti rimontare come qui senza riuscire a pareggiare. Oggi ce l'abbiamo fatta e questo deposita a favore dei ragazzi: la rimonta ci mancava». Butelli aggiunge in coda un appello ai sostenitori della Spal: «Domenica prossima abbiamo il Portogruaro a Ferrara e sarebbe bello prendersi la rivincita dello scorso anno. Io non c'ero, ma immagino che l'ambiente e i tifosi ci sperino. Contro la Sambenedettese però la risposta in termini di presenze allo stadio non era stata particolarmente soddisfacente. Ora torniamo da due trasferte con quattro punti e mi auguro proprio che venga più gente. Ci sarebbe di grande aiuto».

Se Butelli tende a vedere il bicchiere del risultato mezzo vuoto, Stefano Bena invece fa sfoggio del contrario: «Credo che il punto si possa accettare abbastanza serenamente, alla fine. Dopo due o tremila partite che hai visto il calcio riesce ancora a stupirti. Sull'1-0 chi avrebbe mai pensato che sarebbe andata a finire in questo modo? Il Lumezzane non ci impensieriva e in tre minuti è cambiato tutto. Direi che prima di quella amnesia nel primo tempo ci era mancato soltanto il colpo del ko che poteva chiudere la partita».

E sul 2-2 è mancato un'altra volta, su quell'occasione per Arma... «Mi sembra che lui a quel punto fosse un po' dolorante e forse col sinistro non gli è venuta fatta bene. Ma direi, considerando anche la prestazione, che possiamo lasciare Lumezzane senza troppi rimpianti».




L'ALLENATORE
Dolcetti soddisfatto: «Ma il fallo da rigore forse era fuori area»



ALDO DOLCETTI è insolitamente di fretta, nel dopopartita. Ha un anniversario funebre di famiglia cui partecipare, ma non si sottrae all'intervista di rito.

«Il risultato alla fine va accettato -risponde a chi gli chiede se è più contento o scontento- perchè sono venuti questi gol e non altri. Ma io sono contento soprattutto della prestazione. Mi sembra che la Spal abbia ripetuto le prove recenti. Magari speravo che la squadra fosse più concreta, questo sì. In fondo a rilanciare i nostri avversari è stato solo quel rigore, che ne ha rinfrancato il morale. E' arrivata anche la seconda rete che è la nota più stonata della giornata e sulla quale con i ragazzi rifletteremo, ma non ci siamo disuniti e abbiamo ripreso in mano la gara fino il pareggiare. Abbiamo registrato il modo di stare in campo e siamo ripartiti».

La «registrazione» in cosa è consistita? «Con Arma e La Grotteria davanti e Agodirin e Martucci larghi c'era la possibilità di essere più offensivi ma anche il rischio di sbilanciarsi e di spezzare la squadra in due tronconi. Invece abbiamo evitato il pericolo, in questo la squadra si è comportata bene. Ha saputo reagire ma senza spaccarsi a metà». In definitiva? «Direi che questa è stata comunque una partita utile in cui siamo riusciti a fare risultato attraverso una prova non ottimale ma buona, anche rispetto al nostro avversario». Quel rigore? «Dovevamo evitare di provocarlo. Io ho anche un dubbio: la sensazione che il fallo sia quantomeno cominciato fuori dall'area. Ma non dovevamo commetterlo. Il secondo gol invece mi ha dato dispiacere per come l'abbiamo incassato. Però il Lumezzane si è confermato la squadra tignosa che mi aspettavo, ha giocato con volontà e stando bene in campo». Avevate puntato sul pressing alto per disinnescarlo? «Sì, il tema era un po' quello e fino al rigore ci stavamo riuscendo piuttosto bene».

Alessandro Cazzamalli all'atto della sostituzione ha rimediato diversi fischi dai tifosi locali: «Ho giocato spesso qui da avversario e me l'aspettavo. Tra parentesi è destino che negli ultimi anni le partite qui si incentrino su rigore a mio sfavore, era accaduto anche l'ultima volta col Carpenedolo». La partita? «Siamo stati perfetti fino al rigore, che secondo me era i realtà un fallo commesso più fuori che dentro l'area. L'uno-due loro ci ha un po' stesi, ma era immeritato e questo ci ha aiutato a
reagire al meglio fino a pareggiare. E abbiamo anche rischiato di vincere per 3-2 nel finale». Come è venuto il 2-1 ? «Su palla inattiva come ogni tanto ci capita. In quei cinque minuti ci siamo forse un poco deconcentrati. Ma direi che il risultato alla fine ci ripaga dell'averci creduto dall'inizio alla fine senza mai mollare di fronte a un buon Lumezzane».






Gran tifo biancoazzurro e 16 euro di vergogna

FOLTA LA RAPPRESENTANZA di tifosi della Spal al Comunale di Lumezzane. Occupavano la parte centrale della gradinata di fronte alla tribuna ed erano circa in duecento, vocianti e continui nel sostenere la squadra anche dopo l'uno-due che per un paio di minuti ha ammutolito tutti. Da segnalare uno striscione che in segno di protesta per i prezzi alti dei biglietti praticati dal Lumezzane recitava: «16 euro di vergogna».




I GIOCATORI

Il dispiacere di Quintavalla
e la gioia di Agodirin


FRANCESCO Quintavalla è dispiaciuto, sa che quel fallo evitabile su Pintori ha modificato una partita la cui inerzia fino a quel momento era del tutto favorevole ai suoi colori: «Prima dico che il fallo secondo me è avvenuto fuori area e che quindi potrebbe non essere rigore, lo voglio rivedere. Poi aggiungo che so di avere fatto un errore e in questo momento non ho gran voglia di riviverlo. Il Lumezzane si era confermato squadra chiusa e compatta ma noi ne stavamo avendo ragione senza soffrire fino a quell'episodio che ha cambiato la partita. Comunque dopo ci abbiamo messo carattere e per poco non rivincevamo per 3-2. Personalmente però sono molto rammaricato, per me non è stata una bella rimpatriata».

La partita, risultato a parte? «Molto bloccata, senza grandi spazi almeno fino ai loro gol. Non sarà stata una gara spettacolare al massimo, ma stavamo detenendo il possesso palla con un discreto fraseggio e loro erano in difficoltà. Il nostro pressing alto li imbarazzava e dovevano calciare lontano così la palla ritornava noi».

«Coca Cola» Agodirin ha-fatto giornata anche a Lumezzane procurandosi subito appena entrato il rigore del pareggio definitivo: «Arma mi diceva di stare vicino a lui, di giocare insieme, ed è andata bene. Sono contento, un minuto e magari una azione che ci aiuta a segnare basta per farmi sentire che ci sono anche io, che so dare il mio contributo anche se non sono bravo come i miei compagni».

Dolcetti cosa le aveva chiesto? «Di entrare e di trovare il guizzo veloce, come poi è stato. Sono andato e ho fatto. Mi piace molto questo gruppo, io poi sono uno che cerca di farsi apprezzare. Quando ero a Viterbo mi respingevano a male parole, negro di qua e negro di là, ma poi anche là è cambiata e mi hanno preso in simpatia».



Arma è felice soltanto a metà:
«Ho fallito il gol della vittoria»


RACHID ARMA segna due gol ma fa festa a metà: «Potevo fare il terzo che voleva dire due punti in più. Mi spiace. Debbo imparare a essere più cattivo in area, è ancora il mio limite, sotto rete debbo averne di più». Parliamo dei due realizzati, adesso? «li primo era uno schema: palla tagliata di Savi e blocco a liberarmi sul primo palo. Dei rigori non ho paura, sono freddo e li calcio volentieri». Arma è andato a esultare dai tifosi: «Sì, uno di loro mi aveva regalato un cappellino prima della partita e volevo andare a ringraziare. I tifosi mi vogliono bene». Per forza, segna a raffica... «Mi dispiace di non avere vinto però. Abbiamo chiuso gli occhi per dieci minuti rischiando di compromettere la partita, ma poi l'abbiamo riafferrata». Pozzi le aveva pronosticato un gol, ne sono arrivati due più l'assist per il rigore su Agodirin: «Siamo sempre lì, è mancato quello della vittoria».




dalla Gazzetta dello Sport


Arma con due gol tiene la Spal al secondo posto
Il Lumezzane resta l'unica Imbattuta del girone


LUMEZZANE 2
SPAL 2


MARCATORI Arma (S) al 35' p,t.: Dal Rio (l) su rigore a117,
Chiecchi (l) al 20', Arma (S) su rigore al 33' s,t.

LUMEZZANE (4-2-3-1) Gazzoli 6,5: Nicola 6, Pisacane 6,5, Chiecchi 6,5, Pini 5,5; Calliari 5,5, Ciasca 6; Pintori 7,5, Emerson 5,5 (dal 12' s,t. Dal Bosco 6), Scaglia 5,5: Dal Rio 6 (dal 42' s.t. Coletto s.v.).
(Zaina, Ghidini, Calzolaio. Dadson, D'Attoma) All. Menichini 6,
SPAL (4-3-3) Capecchi 6; Ghetti 6. Zamboni 6. Lorenzi 6. Cabeccia 6; Centi 6.5. Cazzamalli 6,5 (dal 21' s. t. Schiavon 6). Savi 6; Bracaletti 5,5 (dal 14' s.t. Martucci 6,5), Arma 7.5. Quintavalla 5 (dal 32' s,t. Kolawole 6.5). (Careri. Servidei, Rivaldo, La Grotteria). All. Dolcetti 6.
ARBITRO Sguizzato di Verona 7.
NOTE paganti 397, abbonati 465, incasso di 7.513 euro. Ammoniti Calliari. Cazzamalli. Gazzoli e Nicola. Angoli 2-3.

GIUDIZIO +++

LUMEZZANE (BS) Da una parte e dall'altra ci sono motivi per recriminare: la Spal per non aver saputo capitalizzare il predominio di gioco del primo tempo e per aver mancato il colpaccio nel finale, il Lumezzane per non essere riuscito a chiudere la partita sul 2-1. Ma entrambe hanno anche motivi per gioire: il Lumezzane è l'unica squadra ancora imbattuta del girone, la Spal per aver continuato la sua serie positiva e aver accorciato il distacco dalla capolista. Finisce 2-2 un match animato dai trascorsi bresciani di tanti dirigenti e giocatori della Spal, ma con pochi acuti nella prima mezz'ora. Il gol di Arma (tocco vincente da pochi passi sulla punizione di Savi) ha il potere di scuotere un Lumezzane sin lì abulico. Pintori è l'anima della riscossa rosso blu e al 17' della ripresa viene steso in area dall'ex Quintavalla: Dal Rio trasforma il rigore con freddezza. Tre minuti più tardi ancora Pintori guadagna e batte la punizione che diventa un assist per Chiecchi, ben piazzato sul secondo palo a ribadire sotto la traversa. Dal Bosco poi manca il colpo del k.o. e la Spal si sveglia. Al 33' Gazzoli è costretto a metter giù Kolawole lanciato a rete. Arma firma la doppietta personale ma poi fallisce clamorosamente nel finale il gol del 3-2.
Sergio Cassamali

facebook

sfoglia    settembre        novembre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo