235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio La Cremonese riapre il suo e l'altrui campionato: 3 -1 | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    settembre        novembre


13 ottobre 2008

La Cremonese riapre il suo e l'altrui campionato: 3 -1

fonte: vascellocr.it

Saverino dà il via alla vittoria della riscossa trasformando il primo dei tre calci di rigore della partita

Lunedì il derby col Pergocrema sconfitto 1-0 a Cesena, due opposti umori


La capolista Pro Patria incassa la prima sconfitta , quattro gol tutti da fermo, partita allo spasimo

 con i grigiorossi determinati, capaci di soffrire

Doppietta di Saverino, prima su calcio di rigore poi con una punizione dal limite - Accorcia, su rigore nella ripresa Correa, con la squadra di Iaconi ridotta in dieci dal 38' del primo tempo per l'espulsione di Cremonesi - Ma nel finale parte in contropiede Carotti, viene abbattuto e sul terzo rigore della gara, mal diretta, trasforma Temelin, entrato da poco ed al quale Saverino concede il penalty - Vittoria meritata, qualche sprazzo dei tiogrotti che però si sono arenati davanti all'area della Cremonese, capace di sfruttare i loro vuoti difensivi ( e l'assenza di Fofana) sin dalle prime battute del supermatch

Il raddoppio di Saverino, su micidiale calcio di punizione, il portiere Anania è visibilmente colto di sorpresa (fotoservizio Gibellini)

Una vittoria che può essere la base del rilancio

di Alexandro Everet

Finalmente! Dopo una serie di prestazioni non esaltanti, la Cremonese fa la voce grossa e ferma la lanciatissima capolista Pro Patria, sei vittorie in sei partite, riaprendo di fatto il suo campionato su nuove basi. Una vittoria frutto di una prestazione di livello (la migliore del campionato, meglio anche che con la Pro Sesto, unica precedente gara convincente) , soprattutto di carattere, di orgoglio, di umiltà. Sono state queste le armi decisive, armi che i grigiorossi hanno ritrovato . Al momento buono i giocatori si sono guardati dentro e hanno tirato fuori il meglio, ottenendo un successo che potrebbe segnare la svolta del campionato.
Il risultato porta la firma di Temelin, l'ex di turno, ma soprattutto di Saverino, autore di una doppietta e finalmente in progresso. Non ha fatto cose trascendentali, ma ha giocato con più grinta di altre volte e si è preso finalmente le responsabilità che sembrava quasi voler rifiutare finora. Insomma, ha giocato da leader designato quale è e deve essere.. La vittoria però porta anche altre firme. Quella di Viali, che dopo un periodo nerissimo è riemerso con una prova di grande foga e di sostanza, tornando ai livelli cui ci aveva abituati (tranne qualche piccola sbavatura stavolta perdonabile) e che speriamo siano il futuro suo standard. Quella di Alberto Bianchi, tra i migliori anche nel periodo nero e pure stavolta inappuntabile. Quella di Carotti, motorino grintoso in mezzo al campo.
Soprattutto, più dei singoli, porta la firma del gruppo che ha dimostrato di voler vincere e di voler fare vedere a tutti che la Cremonese vale, è di calibro. E qui diamo merito a Iaconi (che scaccia con questa vittoria il fantasma dell'esonero):evidentemente è riuscito in settimana a ricompattare il morale della squadra e che stavolta ha azzeccato le scelte per quanto riguarda il piano-partita. La Cremonese infatti ha saggiamente profittato delle caratteristiche e della classifica della Pro Patria per potersi chiudere e ripartire, il classico gioco all'italiana.

I grigiorossi hanno lasciato sfogare i tigrotti sul possesso palla per poi ripartire ogni volta. . I grigiorossi hanno patito un po' di nervosismo in avvio ma poi sono sempre stati in partita senza mai calare di concentrazione e dando sempre l'impressione di essere padroni del campo anche nel finale, quando la Pro Patria spingeva a caccia del 2-2.

Buone anche le scelte del mister sui cambi: coraggioso nel lasciare le due punte in campo dopo il rosso a Cremonesi, ha tolto Graziani quando cominciava a essere spompato ma è riuscito a non chiuderla ciecamente. Insomma, il mister si è rifatto degli errori delle gare precedenti (con PortogruaroSummaga e Lecco i suoi cambi non avevano davvero convinto).
La Pro Patria, per conto suo, ha giocato bene sul piano dell'organizzazione ma con poca brillantezza e troppa leziosità. Ci si aspettava qualcosa di più, gli uomini di Lerda si sono un po' guardati allo specchio, non hanno mostrato lo stesso furore agonistico dei grigiorossi.
Pessimo davvero l'arbitro, che ha sbagliato di qui e di là e non è sembrato avere un metro univoco di conduzione, alternando fiscalismo e lassismo durante il match.
Una notazione per lo sconsolato Cremonesi: al rientro dopo un anno e mezzo stava giocando bene ma è stato espulso per un fallo che ha peraltro posto rimedio a una situazione difficile non causata da lui. E' davvero perseguitato dalla sf..ortuna.
Ora lo sguardo va già al futuro. Lunedì c'è il derby di Crema, altra gara da non sbagliare. Servirà una bella Cremonese. Quella vista contro la Pro Patria basterebbe e avanzerebbe.


Carotti in area, da qui il secondo rigore concesso ai grigiorossi e trasformato da Temelin (foto Gibellini)


CREMONESE 4-4-2 G. Bianchi; A. Bianchi, Viali, Cremonesi, Pesaresi; Gori, Carotti, Saverino, Ferrarese; Guidetti, Graziani.

A disposizione: Paoloni, Fietta, Gherardi, Coda. All.: Iaconi.
PRO PATRIA 4-2-3-1 Anania; Music, Urbano, Polverini, Barjie; Zappacosta, Cristiano; Melara, Correa, Toledo; Cammarata.

A disposizione: Petr, Di Cuonzo, Morello, Dalla Bona.All.: Lerda.
SOSTITUZIONI 40' Vitofrancesco per Ferrarese 5' st Cusano per Melara 5' st Bruccini per Barjie 13' st Tacchinardi per Graziani 27' st Mosciaro per Zappacosta 36' st Temelin per Guidetti.
ARBITRO Meli di Parma.
RETI 16' rigore Saverino 2' st Saverino, 9' st rigore Correa, 44' st rigore Temelin.
NOTE Spettatori 4800 circa (di cui 1895 paganti e 2733 abbonati per un totale di 4628 tagliandi staccati, presenti quasi 300 tifosi bustocchi). Incasso 33095,38 Euro di cui 15345,38 Euro in quota abbonati. Angoli 4-5. Espulso Cremonesi al 37' per fallo da ultimo uomo su Cammarata. Ammoniti Graziani e Saverino per proteste; Carotti per comportamento non regolamentare; Music, Correa e Polverini per gioco falloso.
Recupero: pt 2' st 4'. Giornata di sole, temperatura tutto sommato mite. Campo in buone condizioni. Presenti in tribuna Alessandro Costacurta, Corrado Verdelli, Alessio Tacchinardi.

PRIMO TEMPO
Una giornata di sole accoglie le due squadre in campo. Sugli spalti il pubblico non manca, ci sono anche parecchi tifosi bustocchi in curva Nord.
La Cremonese sceglie una formazione con alcune novità: dentro Cremonesi, rientra tra i titolari Ferrarese, in avanti Graziani è preferito a Temelin.
Nella Pro Patria tutto come previsto con Cammarata al posto dell'infortunato Fofana. Sul piano tattico confermati il 4-4-2 della Cremonese e il 4-2-3-1 della Pro Patria. L'avvio è equilibrato. Dopo 2' Gori sbaglia un disimpegno, ne approfitta Correa per tentare un tiro dalla distanza che si spegne però debolmente a lato. Al 3' improvvisamente occasione clamorosa per i grigiorossi: Anania sbaglia incredibilmente il rinvio e in pratica pesca Guidetti che cattura palla e si invola verso la porta, l'attaccante però invece che tentare il pallonetto col portiere fuori dai pali tenta di avvicinarsi per poi calciare ma la scelta si rivela infelice e Anania respinge con i piedi. Una chance davvero ghiotta, peccato.


Lo scout della gara conferma alcune tendenze emerse durante il match. La Cremonese ha la caratteristica di tirare poco in porta, sono pochi i giocatori che si prendono la responsabilità di farlo. In compenso in questo caso la precisione è stata massima.
Ecco il dettaglio:
TIRI TOTALI Cremonese 6 (2 Saverino 1 Pesaresi 1 Guidetti 1 Temelin 1 Tacchinardi) Pro Patria 11 (5 Correa 2 Toledo 1 Music 1 Urbano 1 Cusano 1 Cammarata)
TIRI IN PORTA Cremonese 5 (2 Saverino 1 Pesaresi 1 Guidetti 1 Temelin) Pro Patria 3 (2 Correa 1 Toledo)
TIRI FUORI Cremonese 1 (1 Tacchinardi) Pro Patria 8 (3 Correa 1 Music 1 Cusano 1 Toledo 1 Urbano 1 Cammarata)
FUORIGIOCO Cremonese 2 (1 Guidetti 1 Ferrarese) Pro Patria 4 (2 Toledo 1 Correa 1 Cammarata)
FALLI COMMESSI Cremonese 26 (6 Graziani 5 Pesaresi 3 Ferrarese 3 Saverino 2 Cremonesi 2 Carotti 2 A. Bianchi 2 Viali 1 Temelin) Pro Patria 24 (5 Cusano 4 Bruccini 3 Zappacosta 3 Cristiano 2 Cammarata 2 Correa 1 Mosciaro 1 Music 1 Urbano 1 Polverini 1 Barjie)
FALLI SUBITI Cremonese 22 (5 Graziani 4 Carotti 3 Viali 3 Pesaresi 2 Tacchinardi 1 Guidetti 1 Ferrarese 1 Cremonesi 1 Gori 1 A. Bianchi) Pro Patria 24 (5 Music 4 Cammarata 3 Zappacosta 2 Cristiano 2 Melara 2 Polverini 1 Urbano 1 Bruccini 1 Cusano 1 Correa 1 Toledo 1 Mosciaro)
La partita prosegue con la Cremonese che si mostra contratta, bloccata probabilmente dall'importanza della partita e dal momento delicato.
La Pro Patria fa gioco ma tutto sommato il match è equilibrato, senza grandi occasioni per nessuna delle due squadre.
All'8' l'arbitro Meli fa arrabbiare il pubblico grigiorosso non fischiando un chiarissimo fallo di Correa su Ferrarese a centrocampo. In compenso al 9' Correa, lanciato da Zappacosta, viene fermato per un fuorigioco non del tutto convincente.
La gara fila via sempre equilibrata, con la Pro Patria più intraprendente, ma al 15' un episodio cambia il match. Punizione dalla sinistra di Pesaresi, a centro area tutti guardano Graziani che lotta con Polverini ma un paio di metri più in là è Barjie a tirare giù Viali. Calcio di rigore, a nostro avviso giusto. Dal dischetto va Saverino: silenzio sullo Zini trasformato in boato dal centrocampista che spiazza Anania con un tiro a mezz'altezza alla sua destra. La Pro Patria reclama subito dopo per una entrata dura in area di Viali su Toledo ma è una protesta fuori luogo, l'azione pare infatti del tutto regolare. Ad ogni modo i tigrotti accusano il colpo e si disuniscono cominciando a perdere le misure sul campo. La Cremonese resta chiusa, pronta a ripartire come prima, ma più fiduciosa e un po' più ordinata.
Al 19' Graziani subisce un fallo a metacampo da Cristiano, eccede nelle proteste e si guadagna un cartellino giallo.
La Pro Patria è in difficoltà, Lerda prova a invertire Melara e Toledo sugli esterni. La mossa non sortisce però grandi frutti.
Dopo una lunga fase equilibrata e tattica, anzi, al 32' è la Cremonese a farsi viva con una azione insistita che porta diversi giocatori al cross ma Polverini e Urbano riescono sempre a liberare.
Al 33' la Cremonese si procura un'altra bella occasione: Guidetti si libera bene di Urbano a centrocampo e si invola, serve bene a sinistra Gori che ha lo spazio per tirare ma timorosamente e incredibilmente quest'ultimo preferisce non farlo e tenta un improbabile passaggio di ritorno chiuso da Music in angolo. Al 36' si fa viva la Pro Patria con Toledo che salta Saverino sulla destra e mette in mezzo ma Giorgio Bianchi blocca a terra.
Al 37' però svolta negativa per i grigiorossi: Pesaresi allegerisce con sufficienza per Carotti che viene attaccato alle spalle senza che nessuno lo avvisi del marcatore, la Pro Patria recupera palla e serve subito Correa che mette nello spazio per Cammarata, il quale sfugge a Cremonesi che lo prende per maglia e lo tira giù. Il fallo è al limite e quindi non è rigore ma per Cremonesi scatta implacabile il cartellino rosso.
Sulla punizione seguente Correa prova a calciare a girare ma la palla termina alta.
Intanto Iaconi ridisegna la squadra col 4-3-2 spostando Alberto Bianchi al centro, abbassando Gori e arretrando Ferrarese sulla linea dei centrocampisti. Al 40' poi Iaconi mette Vitofrancesco per Ferrarese: il nuovo entrato si piazza terzino destro con Gori avanzato di nuovo a centrocampo e Carotti spostato a sinistra in luogo di Ferrarese. E' sempre 4-3-2.
Al 41' Carotti recupera un bel pallone e serve Guidetti che prova dal limite, il tiro però è debole, Urbano lo sporca e Anania para con facilità.
Al 43' Viali rischia con una entrata molto dura in scivolata su Melara ma incredibilmente l'arbitro non fischia neppure il fallo tra le proteste bustocche. Al 45' occasione per la Pro Patria: Music crossa dalla destra, Viali lascia scorrere a centro area forse su chiamata di Giorgio Bianchi e irrompe Zappacosta che però non riesce a controllare e fa fallo di mano. Il primo tempo finisce così, con la Cremonese in vantaggio ma sotto di un uomo.


Temelin chiude la partita con il terzo rigore della giornata: gli ha concesso di calciarlo Saverino, con una vera gentilezza
SECONDO TEMPO

La ripresa inizia con le formazioni invariate. Già al 1' la Cremonese è pericolosa con Guidetti fermato in area per una sorprendente mancata concessione del vantaggio da parte di Meli di Parma. In compenso è punizione dal limite per fallo di Zappacosta su Graziani.
Alla battuta va Saverino che prova a girare, la barriera della Pro Patria si apre incredibilmente e la palla passa con Anania immobile e si infila in rete. Sul 2-0 la partita sembra incanalata bene per la Cremonese.
La Pro Patria ad ogni modo reagisce con rabbia e attacca. Al 3' Toledo crossa dalla sinistra, il traversone è insidioso ma fortunatamente nessun bustocco ci arriva.
Al 5' Lerda decide di cambiare e inserisce Bruccini e Cusano per Melara, deludente, e Barije. Il modulo non cambia ma Music si sposta a sinistra con Bruccini a destra. La Pro Patria attacca e al 6' costruisce una grande occasione: Cusano prova un tiro fuori misura da destra che si trasforma quasi in un cross per Polverini che sul secondo palo non ci arriva per un soffio. In compenso a centro area Cammarata va giù su cinturata di Viali: la Pro Patria reclama il rigore e stavolta pare avere ragione.
Sarà per compensare l'errore, sarà per mediocrità, al 9' l'arbitro Meli si inventa un rigore clamoroso: Cammarata si appoggia in area su Alberto Bianchi e l'arbitro indica il dischetto tra l'incredulità generale. Sale alta la protesta del pubblico ma dal dischetto Correa è implacabile e batte Bianchi, che pure intuisce, con un rasoterra nell'angolino alla sua sinistra.
La Pro Patria a questo punto ci crede e spinge mentre la Cremonese si chiude in difesa come logico data l'inferiorità numerica.
Al 12' Toledo prende palla sulla sinistra, si accentra e tira ma Bianchi para a terra senza troppe difficoltà. Al 13' Iaconi mette Tacchinardi per Graziani e passa al 4-4-1 con Mario schierato largo a sinistra. Al 15' Music si fa ammonire per un fallo a metacampo su Carotti.
Al 17' su punizione battuta da destra di Correa, Urbano scappa a Vitofrancesco e colpisce di testa in solitudine ma alza clamorosamente sopra la traversa. Al 20' l'arbitro ammonisce Saverino per proteste. La Pro Patria insiste e al 21' ci prova Correa su punizione a girare, palla insidiosa che Bianchi alza in angolo. Al 22' ancora Correa mette una gran palla nello spazio per Cammarata che fortunatamente calcia fuori misura.
La Pro Patria attacca ma senza furore agonistico, invece la Cremonese si difende ma con ordine e grinta. Al 27' Carotti viene ammonito per aver allontanato palla a gioco fermo. Nello stesso momento Lerda prova il tutto per tutto: dentro la punta Mosciaro per il centrocampista Zappacosta per una sorta di 4-2-4 superaggressivo con Correa scalato a centrocampo.
Al 28' l'arbitro riprende Bettoli in panchina perchè quando la palla esce la ripresa del gioco è troppo lenta a suo avviso, suscitando ulteriori proteste del pubblico. Al 29' l'arbitro lascia proseguire un'azione poi ammonisce Correa per un fallo su Carotti. Al 35' Polverini commette fallo su Guidetti in ripartenza e viene ammonito. Lo stesso Guidetti, stanchissimo, al 36' lascia il posto a Temelin.
Al 38' su cross di Bruccini da destra Mosciaro salta e di testa batte Giorgio Bianchi con l'aiuto del palo, ma l'arbitro stavolta annulla giustamente per chiaro fallo dello stesso Mosciaro su Viali.
Nonostante la superiorità numerica e l'indubbia pressione la Pro Patria appare scarica e la Cremonese sembra sempre in controllo della partita.
E infatti al 43' Tacchinardi mette una gran palla per Carotti che se ne va in area e viene attaccato fallosamente alle spalle da Bruccini. E' rigore sacrosanto. Temelin si impossessa della palla e calcia battendo Anania, che pure tocca la palla, con un tiro basso alla sua destra.
E' il gol dell'ex per Temelin, il terzo in due stagioni.
La Pro Patria è ormai in balia e al 45' Pesaresi lancia Tacchinardi che vola fino in area di rigore, tiro e stavolta si frappone Polverini col corpo.
Al 48' Cammarata suggerisce di testa per Mosciaro in area ma la punta non ci arriva. Ci prova ancora Correa su punizione ma la palla è alta. La gara è finita, la Cremonese vince 3-1, con pieno merito, su una Pro Patria deludente.

A Iaconi 7 in pagella, come a Carotti e Tacchinardi
7 ,5 a Saverino

G. Bianchi 6,5 - Molto sicuro. Sul rigore per poco non ci arriva, nelle altre circostanze in cui è chiamato in causa, pur non dovendo compiere grandi parate, se la cava sempre bene.

A. Bianchi 7 - Impeccabile, come sempre del resto. Sul rigore il fallo è suo ma noi non l'abbiamo proprio visto.

Viali 7 - Finalmente torna ai suoi livelli abituali. Gli perdoniamo anche qualche sbavatura: il fallo da rigore su Cammarata non visto (per noi c'era) e un fallaccio su Melara nel primo tempo che l'arbitro ha graziato (non ha neppure fischiato, sarebbe stato da giallo forse di più). Bravo anche in avanti dove si procura il rigore tendendo un trappolone a Barjie. Speriamo che abbia ritrovato la via maestra e che non l'abbandoni più.

Cremonesi 6,5 - Gioca bene, titolare dopo un anno e mezzo di inattività (non era certo facile rientrare, in una partita come questa poi). Peccato che dopo 37 minuti sia costretto a fermare Cammarata lanciato a rete guadagnandosi il rosso (forse ingenuo nel far fallo ma bravo nel farlo fuori area, al limite). Ora dovrà stare fuori, di nuovo.

Perseguitato

Pesaresi 6,5 - Torna a giocare bene dopo 2-3 gare pessime. Mezzo punto in meno però per la brutta palla persa in uscita dalla difesa che dà il là all'azione dell'espulsione di Cremonesi (il passaggio avventato a Carotti è roba sua).

Gori 6 - Molto diligente, con qualche errore. Soprattutto non ha il coraggio di tirare quando Guidetti gli porge una palla d'oro nel primo tempo. Ad ogni modo un 6 abbondante

Carotti 7 - Motorino inesauribile. In una partita di lotta e carattere si trova a suo agio e alla fine si procura anche il rigore del 3-1, avendo poi l'onestà di ammettere praticamente che non c'era.. Bravo.

Saverino 7,5 - Doppietta, su rigore (e non era facile restare freddi) e su punizione (qui lo aiuta la barriera).. E poi una prova grintosa, senza fare grandi cose ma prendendosi finalmente delle responsabilità. In crescita, deve diventare il leader della squadra.

Ferrarese 6 - Sacrificato per motivi tattici dopo 40 minuti. Sin lì senza infamia e senza lode.

Graziani 6 - Molta lotta, si procura diversi falli e difende tanti palloni. Eccede però nelle proteste fino a rimediare il giallo. Esce spompato dopo un'oretta.

Guidetti 6 - Bravissimo quando se ne va e poi serve a Gori una palla d'oro. Meno quando spreca un pallone ghiottissimo regalatogli da Anania, uno di quei palloni che di solito non sbaglia. Non male, ma da un giocatore del suo calibro ci aspettiamo qualcosina di più.

Vitofrancesco 5,5 - Entra a freddo dopo quaranta minuti e fatica a entrare in partita.

Tacchinardi 7 - Ottimo impatto sulla gara. Suo l'assist per Carotti sul rigore del 3-1, sfiora anche il gol personale.

Temelin 6,5 - Pochi minuti. Il tempo per trasformare il rigore del 3-1 e timbrare il cartellino dell'ex.

 Iaconi 7 - Stavolta il mister azzecca tutto, piano-partita e cambi. E anche la preparazione della gara in settimana, a giudicare dalla grinta della squadra.

Ora ci attendiamo una conferma, contro formazioni meno forti della Pro Patria ma certamente anche meno compassate.

Comunque, a scanso di equivoci, la strada intrapresa è quella giusta.

 

PRO PATRIA Anania 5,5 (portiere mediocre); Music 6 (compitino); Urbano 6 (dietro si fa valere ma davanti si mangia un gol fatto); Polverini 5,5 (un po' ingenuo in alcune circostanze); Barjie 5 (provoca il rigore di Viali e anche per il resto non convince); Zappacosta 5,5(combina pochino e commette alcune sbavature); Cristiano 6 (altro che fa il compitino); Melara 5 (deludente); Correa 6,5 (ha qualità e regala due-tre giocate di alto livello ma potrebbe fare di più); Toledo 6 (senza infamia e senza lode); Cammarata 6,5 (procura rigore ed espulsione, si affida sempre al mestiere e all'esperienza); Bruccini 6 (fa la sua parte) Cusano 5,5 (si vede poco) Mosciaro 5,5 (troppo poco).


All.: Lerda 5,5 - La sua Pro Patria è ben organizzata ma manca di grinta.

 

Arbitro 4 - Meli di Parma sbaglia davvero troppo, sia sulle piccole cose sia sulle grandi.

Il rigore su Viali c'è, quello su Cammarata ci pare inventato (anche se qualcuno ha visto un mani di Alberto Bianchi), quello su Carotti idem. E non ne fischia uno che c'è di Viali su Cammarata.

Inoltre non concede in modo cervellotico il vantaggio a Guidetti sull'azione che poi porterà fortunatamente al 2-0 su punizione di Saverino.

Insomma, peggio di così...

 


Uno dei tentativi di rimonta della Pro Patria che però si rivela poco efficace in penetrazione, ma qualche brivido non manca per il tifo grigiorosso: ecco un diagonale che uscirà di poco inseguito da Melara


L'ANGOLO TATTICO - ll calcio d'inizio di Cremonese-Pro Patria non ci sono sorprese sul piano tattico. La Pro Patria gioca col 4-2-3-1 previsto: davanti al portiere Anania da destra giocano Music, Urbano, Polverini e Barjie. A centrocampo i due mediani sono Zappacosta più a destra e Cristiano più a sinistra. Sulla trequarti da destra giocano Melara, Correa e Toledo. In avanti in assenza di Fofana la punta è Cammarata.
La curiosità è che sia i terzini che i trequartisti sono invertiti rispetto al piede di calcio (cioè i destri giocano a sinistra e i mancini a destra), probabilmente per favorire le giocate verso il centro, caratteristica della squadra bustocca.
La Cremonese risponde col consueto 4-4-2: Giorgio Bianchi in porta; difesa con da destra Alberto Bianchi, Viali, Cremonesi e Pesaresi; a centrocampo da destra Gori, Carotti, Saverino e Ferrarese; Guidetti e Graziani di punta.
La partita inizia con la Cremonese un po' contratta sul piano emotivo. La Pro Patria è più propositiva ma fa solo possesso palla per linee orizzontali, con la Cremonese comunque ben chiusa, molto stretta sia in difesa sia a centrocampo. L'unica difficoltà dei grigiorossi è l'incertezza fra i mediani su chi deve seguire Correa che gioca tra le linee ma col passare dei minuti si mette a posto anche questo meccanismo. A favorire la Cremonese c'è il ritmo compassato della Pro Patria, che gioca bene ma senza brillantezza e come sappiamo la Cremonese soffre invece le squadre di corsa e rapidità. Al sedicesimo l'episodio del rigore cambia il match. Una volta in vantaggio la Cremonese prende fiducia e appare sempre più ordinata mentre la Pro Patria si disunisce e perde un po' le misure. Lerda prova a invertire Melara e Toledo ma i bustocchi faticano sempre perchè la Cremonese si chiude bene e non concede mai lo spazio per verticalizzare, l'azione rimane sempre per linee orizzontali.
L'unica sbavatura dei grigiorossi riguarda le ripartenze che non sempre sono perfette, anche se migliori delle gare precedenti. Si perde però sempre qualche pallone di troppo in zona calda e così il momento buono grigiorosso si interrompe al 37' con una brutta palla persa da Pesaresi che con un passaggio avventato mette in crisi Carotti. La Pro Patria recupera palla ed è brava a verticalizzare subito. Cremonesi è costretto al fallo e la Cremonese resta in dieci. Iaconi sposta Bianchi in mezzo e arretra Gori terzino, a centrocampo Ferrarese scala sulla linea dei centrocampisti a comporre un 4-3-2. Al 40' entra Vitofrancesco per Ferrarese e va a fare il terzino con Gori riportato avanti e Carotti spostato interno sinistro in un rinnovato 4-3-2. Coraggiosamente Iaconi mantiene in campo le due punte, chiudendo al centro dove la Pro Patria tende a giocare di più e rinunciando agli esterni.
La Pro Patria inverte di nuovo gli esterni ma incassa il 2-0 su punizione di Saverino, poi al quinto della ripresa Lerda mette Bruccini e Cusano e toglie l'inconcludente Melara e Barjie. Cusano va al posto di Melara mentre Bruccini va a fare il terzino destro con Music spostato a sinistra. La Pro Patria, che sino al 2-0 non era riuscita a reagire, lo fa con rabbia dopo la punizione di Saverino e riesce a rendersi pericolosa con alcune azioni che partono sempre dalla fascia per poi accentrarsi. La caratteristica dei bustocchi è sempre quella di cercare infatti lo sfondamento centrale. Alla fine l'arbitro si inventa un rigore e i bustocchi accorciano. Iaconi decide di tutelarsi togliendo lo stanco Graziani e inserendo Tacchinardi. Si passa al 4-4-1 con Guidetti punta unica, Gori riportato esterno destro e Tacchinardi esterno sinistro. La Cremonese resta equilibrata e ben chiusa, la Pro Patria attacca ma lo fa in modo lezioso e con poca carica agonistica. Lerda prova allora al 27' a mettere Mosciaro che si piazza punta centrale al fianco di Cammarata con gli esterni altissimi e Correa a galleggiare tra centrocampo e attacco. In pratica è un 4-2-4 sbilanciatissimo col solo Cristiano a chiudere in mezzo, ma d'altronde la Pro Patria deve recuperare e ha un uomo in più. I risultati però sono scadenti, gli spazi restano pochi e il gioco bustocco non decolla. Al 36' Iaconi toglie lo stanco Guidetti e mette Temelin.
La punta, che porta freschezza, nel finale trasforma il 3-1 trovato dai grigiorossi che approfittano al meglio degli spazi che la Pro Patria deve concedere. Finisce quindi 3-1 senza che Lerda abbia trovato il bandolo della matassa: Pro Patria troppo leziosa, troppo prevedibile.

I grigiorossi hanno siglato l'impresa del giorno

L'impresa di giornata nella Prima Divisione Lega Pro Girone A è senz'altro stata quella dei grigiorossi con la Pro Patria. In attesa del posticipo Padova-Venezia, non mancano però gli spunti di riflessione su un campionato che resta equilibratissimo.
Nel derby tutto lombardo tra Pro Sesto e Legnano vince la Pro con un gol di De Filippis. Sestesi padroni del campo con anche due legni colpiti da Bertolini e Beretta. A Monza nell'altro derby 2-2 fra i brianzoli e il Lecco. La panchina di Marcolin resta in bilico ma il Monza recrimina per le decisioni dell'arbitro Carbone, molto contestato. Peraltro a essere contestati non sono i due rigori trasformati da Carlini del Lecco ma uno non concesso al Monza stesso. Per i brianzoli ad ogni modo i due gol portano la firma di Torri e del lecchese Bernini, sfortunato protagonista di un autogol. Da ricordare anche due pali del Monza. Bella vittoria del Novara che piega 2-1 la Reggiana con i gol di Centurioni e Bertani. Per la Reggiana a segno Maschio ma il Novara ha giocato meglio. Grande impresa del Ravenna che risorge vincendo 2-1 a Verona con l'Hellas. Segnano Anzalone e Gerbino Polo per i romagnoli, accorcia nel finale Gomez per il Verona.
I cugini del Pergocrema in attesa del derby perdono a Cesena 1-0 con gol di Chiavarini. I cremaschi hanno pagato la poco concretezza offensiva, poche le occasioni costruite in confronto alla mole di gioco. La gara infatti era stato piuttosto equilibrata ma col Cesena certamente più incisivo davanti. Risorge la Sambenedettese che espugna Portogruaro (i veneti hanno vinto sinora solo con la Cremonese) con una doppietta di Pippi e i gol di Titone e Olivieri dopo l'iniziale vantaggio veneziano con Abate. Da notare l'espulsione di Cuffa nei veneti e il fatto che la Sambenedettese non aveva ancora segnato in campionato prima di questo 4-1.
Infine il Lumezzane ferma la Spal, ancora ottima sul piano del gioco, con uno spettacolare 2-2 firmato dal rigore di Dal Rio e il gol di Chiecchi per i bresciani e dalla doppietta di Arma per i ferraresi.

Il regolamento della Coppa Italia di Serie C

La Lega Calcio di serie C ha provveduto a pubblicare il regolamento della Coppa Italia serie C. E' un regolamento che riguarda anche Cremonese e Pergocrema. Le due squadre infatti partecipano alla Coppa Italia maggiore ma parteciperanno anche alla Coppa Italia di categoria. Secondo il regolamentosi è partiti dalla classica fase eliminatoria a gironi dalla quale Cremonese e Pergocrema sono esentate. Dopo però il regolamento rispetto agli anni scorsi è cambiato. Si terranno infatti due turni a eliminazione diretta ma in gara secca sul campo della squadra che viene sorteggiata per prima, senza distinzione di categoria. A questi due turni partecipano 27 squadre qualificate dai gironi più le 21 squadre che giocano la Coppa Italia maggiore, quindi anche Cremonese e Pergocrema. Le 12 squadre che resteranno dopo questi due turni verranno suddivise in quattro gironi formati ciascuno da tre squadre che si disputeranno all'italiana con partite di sola andata. Le quattro squadre vincenti dei gironi disputeranno semifinali e finali. Insomma, un regolamento diverso e più snello che abolisce le tediose partite di andata e ritorno, all'insegna della sfida secca. Questa volta concordiamo con Macalli (che di solito ha la capacità di proporre le scelte più incomprensibili e cervellotiche, stavolta ci pare che abbia usato il buon senso).

facebook

sfoglia    settembre        novembre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo