235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Foggia-Gallipoli in diretta su puglia Channel | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    settembre        novembre


7 ottobre 2008

Foggia-Gallipoli in diretta su puglia Channel

fonte: foggiaweb.it

(07/10/2008)
Domenica la gara Foggia-Gallipoli sarà trasmessa in diretta sul canale PUGLIA CHANNEL, visibile in chiaro con qualsiasi decoder senza smartcard.
Per gli abbonati SKY è sufficiente sintonizzarsi sul canale 844 del bouquet.
In ogni caso, la ricerca automatica di un qualsiasi decoder è in grado di rintracciare agevolmente il canale.
Hotbird 8 – 13°E, Frequenza 12111 MHz, Polarità Verticale, Symbol Rate 27500, FEC ¾, Sistema PAL (per l´Europa).
PAS 3 – 43°W, Frequenza 12050 MHz, Polarità Orizzontale, Symbol Rate 23700, FEC ¾, Sistema NTSC (per il Nord America).





Luigi Corvino da Foggiacalciomania

Domani niente Coppa per il Foggia

(07/10/2008)
Niente Coppa di Lega Pro domani per il Foggia di Novelli. Mentre su diversi campi di prima e seconda Divisione si giocheranno le gare del primo turno della fase finale (partite ad eliminazione diretta) della competizione, i rossoneri si alleneranno in provincia ad Ascoli Satriano.
Il recupero con il Val di Sangro è previsto per mercoledì 22 ottobre alle 15 allo Zaccheria: chi passa, nel turno successivo incrocerà la vincente di Celano-Pescara.








da usfoggia.it

Novelli alza la voce sul caso Salgado

(07/10/2008)
Poteva andar molto peggio a Pistoia, ma la beffa del risultato co­munque c´è tutta. Raffaele Novelli è infatti convinto di aver lasciato due punti per strada: «Ci siamo complica­ti la vita con un´autogol, altrimenti non si può chiamare il modo in cui ci siamo fatti beffare. Poi è arrivato per fortuna il pareggio, ma non posso rite­nermi soddisfatto del risultato».
In ogni caso un punto guadagnato, il primo della gestione del tecnico sa­lernitano. Anche se dalle modalità in cui si è svolto il match non si può di­re che il Foggia abbia imparato la le­zione dei due precedenti ko di Pesca­ra e Foligno. L´unica variante, oltre al risultato s´intende, è nella rete dei pa­droni di casa giunta questa volta nel primo tempo. Così Zanetti e compa­gni hanno avuto il tempo per riorga­nizzarsi e sferrare l´attacco decisivo che è arrivato soltanto a 10´ dal termi­ne. Davvero troppo poco per una for­mazione che ambisce a entrare nel lotto delle pretendenti alla promozio­ne.
La domenica in Toscana si porta pe­raltro dietro una coda polemica. L´esclusione di Salgado, per niente annunciata, non è stata concordata con l´attaccante cileno che ha assisti­to alla partita dalla tribuna. In setti­mana di esclusione in effetti si era parlato, ma era stato il giocatore a in­trodurre l´argomento. Da quelle paro­le era sembrato che tecnico e giocato­re volessero prendere questa decisio­ne di comune accordo. Dopotutto Sal­gado responsabilmente si era detto di­sposto a farsi da parte per il bene del­la squadra.
Poi durante la settimana non c´era­no stati indizi in tal senso, anzi infu­riava il tormentone di un impiego del cileno nella sua posizione di origine, esterno di sinistra. Probabile invece che Novelli meditasse tutto. E che con la mossa di Pistoia abbia voluto la­sciar intendere che la gestione della crisi (Salgado è ancora a corto di con­dizione, ma finora era sempre stato schierato dal primo minuto) è solo di sua pertinenza.
Così il disappunto del giocatore nel dopopartita «chiedetelo a lui perchè non ho giocato» viene sbrigativa­mente commentato dal tecnico con queste parole: «Salgado è un giocato­re come tutti gli altri, decido io se e come farlo giocare. Devo tutelare in­nanzitutto gli interessi del Foggia, chi ha giocato al suo posto (Mattioli: ndc) si è comportato bene».
Alla vigilia del derby d´alta quota contro il lanciatissimo Gallipoli di Giannini e Mounard, la settimana promette scintille con il confronto a distanza Novelli- Salgado. E pensare che il tecnico pensava a un impiego diverso per il cileno dopo il fallito esperimento da punta centrale. Qual­cosa però non deve essere andato nel verso giusto. Il segnale lanciato dal tecnico ai giocatori è però rassicuran­te: nel Foggia non ci sono intoccabili, gioca effettivamente chi lo merita. Ed a Pistoia si è vista una squadra un po´ più reattiva sottoporta. Non fosse sta­to per gli errori in difesa, forse a que­st´ora i rossoneri potevano festeggia­re la prima vittoria in trasferta.
Walter Carbone da Corriere dello Sport

Novelli e Fusco: "non c´è nessun caso Salgado"

(07/10/2008)
Quest´oggi alle ore 14,30 nella sala stampa dello Stadio Zaccheria si è tenuta una conferenza stampa a cui hanno partecipato, accompagnati dal team manager Pino Autunno, sia l´allenatore Raffaele Novelli che il responsabile dell´area tecnica Filippo Fusco.
Entrambi hanno voluto fornire spiegazioni sul presunto "caso Salgado", smentendo in modo categorico l´esistenza di incrinature o rotture tra il giocatore e l´allenatore, in seguito alla decisione di quest´ultimo di tenere in tribuna il cileno nella gara di domenica scorsa a Pistoia.
Fusco ha tenuto a precisare che "non c´è nessun caso Salgado. Il giocatore, per sua stessa ammissione, non è al top della condizione, e al pari di Fabio Pecchia e di altri, sta recuperando la forma fisica ottimale che gli consentirà di portarci a traguardi di alto livello. Questo è un momento importante della stagione, e il tecnico sta lavorando con grande professionalità e disciplina. Le critiche, fondate o meno che siano, non dovrebbero essere fatte "ad arte" per destabilizzare l´ambiente. Questo può essere un anno importante per il Foggia e dovremmo stare tutti più vicini alla squadra e andare tutti nella stessa direzione".
Poi, in risposta ad alcune dichiarazioni fatte da David Mounard nel corso di una trasmissione sportiva, aggiunge: "Ha fatto cose positive in quattro anni a Foggia. Quest´estate ha manifestato la voglia di andare a giocare in serie B e in precampionato avrà fatto non più di cinque allenamenti, accusando problemi fisici che poi sono svaniti magicamente non appena è andato a Gallipoli".

Poi è la volta del tecnico Raffele Novelli: "Io ho sempre rispettato il lavoro dei giornalisti e mi sono sempre messo a disposizione per quasiasi chiarimento. Mi piacerebbe che ci fosse lo stesso rispetto anche nei miei confronti. Capisco che si debbano vendere i giornali e si debba scrivere, ma non mi sta bene quando si deve dire che c´è un "caso Salgado" quando in realtà non è vero niente. Non mi sta bene che si vada alla ricerca forzata dello scoop a danno della squadra. La scelta di tenere fuori Mario è stata fatta per il suo bene, non ci sono stati nè battibecchi nè incomprensioni. Oltretutto queste notizie portano vantaggi ai nostri avversari perchè destabilizzano l´ambiente in cui i ragazzi debbono lavorare".
Poi tende a precisare un altro aspetto: "da quando sono venuto a Foggia sono sempre stato criticato. E ancora oggi, nonostante siano state fatte dalla mia squadra anche cose positive, si tende a non parlarne, continuando a dare risalto solo alle negatività".

Infine un auspicio da parte di Fusco: "Dispiace che ci sia poca gente a seguire questa squadra. Saremmo molto più contenti che domenica ci sia un gran pubblico a sostenere i ragazzi. Giochiamo una partita importante e la speranza è quella di vedere uno Zaccheria pieno nella sua capienza massima".
Francesco Ricci da Calciofoggia
Il programma settimanale di lavoro (07/10/2008)
Riprendono questo pomeriggio sul prato dello Zaccheria con inizio alle ore 15.00 gli allenamenti in vista del match casalingo di domenica contro il Gallipoli. Questo il programma settimanale di lavoro riportato dal sito ufficiale usfoggia.it:

Martedì 7 ore 15.00 Allenamento stadio comunale "Zaccheria" - Foggia;

Mercoledì 8 ore 10.00 Allenamento stadio comunale "Zaccheria" - Foggia;

Mercoledì 8 ore 15.00 Allenamento stadio comunale Ascoli Satriano;

Giovedì 9 ore 15.00 Amichevole da definire;

Venerdì 10 ore 15.00 Allenamento stadio comunale Ascoli Satriano;

Sabato 11 ore 10.00 Rifinitura stadio comunale "Zaccheria" - Foggia.


Luigi Corvino da Foggiacalciomania

Giannini: "C´è entusiasmo, ma restiamo concentrati"

(07/10/2008)
Cinque vittorie, un solo pareggio e zero sconfitte: il ruolino di marcia del Principe di…Gallipoli parla chiaro. Giuseppe Giannini, giunto alla sesta giornata di campionato, guarda tutti dall´alto in basso forte della sua corazzata, costruita in perfetta sintonia con il direttore sportivo Francesco Dimitri, un passato nemmeno tanto lontano nel settore giovanile del Lecce: tanti giovani (e che giovani…) ed il giusto numero di calciatori "esperti", tutti insieme in una miscela esplosiva che, fino a questo momento, ha portato i salentini in testa alla classifica di Prima Divisione, seppur in coabitazione con l´Arezzo.




Mister, che effetto fa essere lassù?

"C´è felicità ed entusiasmo, questa è una squadra che abbiamo allestito per far bene puntando ai playoff, c´è il riscontro della classifica in questo momento che ci da ragione. Stiamo lavorando bene, bisognerà continuare a lavorare cosi, con la stessa intensità e dedizione".

E´ presto fare commenti dopo sole sei giornate di campionato ma Benevento, Perugia, Pescara e Juve Stabia, vere e proprie "armate", erano partite per "ammazzare" il campionato…mentre tutti sottovalutavano la coppia gol Ginestra-Di Gennaro: errori di valutazione o semplici abbagli estivi?

"Sicuramente è presto per dare giudizi definitivi, certo posso dire però che nessuno ha sottovalutato i miei due calciatori, che hanno sempre fatto bene in C; bisognava soltanto aspettarli e dargli fiducia…delle squadre che mi ha nominato si, c´è qualcuna che al momento viaggia sotto ritmo ma siamo solo all´inizio ed hanno tutto il tempo per risalire, per questo non dobbiamo commettere passi falsi".

Senza dimenticare un certo Mounard, calciatore rinato sotto la "cura" Giannini…

"David è sempre stato un giocatore importante, lo avevo avuto 5 anni fa quando arrivò in Italia e fece molto bene, poi non so per quali motivi in questi ultimi anni ha perso lo smalto che lo caratterizzava…ma quando sta bene diventa decisivo".

Domenica di fronte ci sarà il suo recente passato, il Foggia, con la sua zona, un modulo che da quelle parti evoca ricordi agrodolci..che partita si aspetta?

"Sarà una partita difficile, tirata, dura: loro sono una buona squadra come noi dal resto ed in più avranno dalla loro il pubblico ma noi siamo abituati a queste situazioni, avendole vissute già a Castellamare e Perugia, ad esempio…bisognerà giocare 90´ esemplari e ad alta concentrazione".

Mister, chiudiamo con la Roma…campagna acquisti sbagliata, calciatori poco determinati, negli ambienti romani si sussurra che questo potrebbe essere l´ultimo anno di Spalletti in panchina…qual è la diagnosi del Principe?

"Io stando lontano da Roma non posso entrare in merito alle vicende giallorosse…certo che da romano e romanista mi dispiace moltissimo vederla cosi, ma sono sicuro che Spalletti con la sua esperienza riuscirà ad uscire fuori da questa situazione; è normale che quando le cose vanno male si è subito pronti a cercare un colpevole, io dico che bisogna saper aspettare ma innanzitutto sarà importante tutelarsi, ritrovare serenità e tornare ad essere un gruppo, cosa fondamentale per poter risalire la china e tornare ad essere la squadra ammirata da tutti in questi anni".
Mario Ciampi da tuttomercatoweb.com

Ma che... caso è?

(07/10/2008)
Continuo a sentir parlare ed a leggere sin dal dopo partita di Pistoia di un "presunto" caso-Salgado.
Il calciatore cileno, "pezzo pregiato" del Foggia, è stato completamente escluso (campo e panchina) dal tecnico Novelli nella formazione ufficiale di domenica scorsa a Pistoia.
Apriti cielo!
Secondo qualcuno, infatti, non è possibile che ciò accada. Peccato che quelli che hanno voluto creare un... caso, che non c'è, non ricordano o non erano presenti alle dichiarazioni Mario Salgado al termine della partita con la Juve Stabia.
Fu proprio in quella occasione che il cileno, con grande onestà professionale, disse di attraversare un periodo di condizione poco accettabile e di sentirsi le gambe ed i muscoli troppo duri ed indolenziti.
Salgado disse anche, in quella occasione, che era a disposizione del mister e che avrebbe accettato anche una momentanea esclusione.
Cosa che è puntualmente avvenuta.
Novelli a Pistoia lo ha fatto accomodare in tribuna (peraltro comoda) per il bene suo e della squadra tutta. Anzi, proprio per tentare di recuperare un calciatore di prestigio, è stato anche deciso (di comune accordo) di sottoporre il cileno ad allenaenti specifici per accorciare i tempi di recupero.
E poi, l'episodio è stato propizio per Novelli che, ovemai ce ne fosse stato bisogno, ha dimostrato a tutti che "nessuno nel Foggia ha il posto assicurato"!!
Ma domenica prossima c'è la capolista e, se solo cominceranno ad intravvedersi dei piccoli segnali di miglioramento, non potrà essere che El Pescador scenda in campo??
Enzo Ciampi da ilsatanello.it

Il Foggia scarica Salgado: «Le chiacchiere non bastano»

(07/10/2008)
Novelli: «Le risposte i giocatori me le devono dare sul campo». Il d.t. Fusco: «È un patrimonio Ma deve ritrovare gli stimoli».
Esplode il caso Salgado. Una conseguenza inevitabile dopo l´esclusione della punta cilena a Pistoia, dove il Foggia ha interrotto il digiuno di gol e punti lontano dallo Zaccheria, consolidando il quarto posto a braccetto con il Benevento.








Amarezza - Il «pescador» non ha preso bene la tribuna rifilatagli dal tecnico Novelli. Le prime avvisaglie sabato, nella rifinitura a porte chiuse: al centro dell´attacco gli era stato preferito Mattioli. Forse, però, Salgado non immaginava di essere escluso persino dalla panchina: una decisione pesante, accettata con la bocca cucita. Ora il giocatore dovrà riconquistare l´entourage rossonero che, una settimana fa, lo difese dopo il pubblico sfogo in cui motivava i suoi impacci con la precarietà della condizione per un infortunio estivo. Dopo Pistoia, però, gli umori sono molto meno indulgenti nei suoi confronti.

Niente fenomeni - Interrogato sul caso Salgado, Novelli si è limitato a inserirlo tra gli esclusi: «Non solo lui è andato in tribuna, giocatori come Agostinone, Arno e altri non sono stati neanche convocati». Quindi l´affondo: «I risultati ottenuti in queste partite sono arrivati attraverso il gruppo. Significa che non abbiamo giocatori capaci di partire dalla nostra area di rigore e dribblare gli avversari fino a quella altrui. Non serve parlare a chiacchiere di grandi campioni, perché la risposta la dà sempre il campo. Soprattutto all´allenatore, dai giocatori che si mettono a disposizione... ».

Motivazioni - È cambiata anche la posizione del d.t. Filippo Fusco. «Non è una questione di condizione, né tattica — ha detto ieri —. È, invece, psicologica: il giocatore deve ritrovare motivazioni e atteggiamenti che gli consentano di esprimere le proprie enormi potenzialità». E la tribuna di Pistoia? «Non è una bocciatura — ha detto ancora Fusco —. Salgado resta un patrimonio della società (e un investimento: contratto di 4 anni per oltre 700 mila euro, ndr). Lui stesso, poi, aveva detto di non sentirsi in forma. Forse, però, gli darà più stimoli per tornare al suo standard. Ed è una dimostrazione al gruppo: tutti i giocatori sono sullo stesso piano». Intanto domenica arriva allo Zaccheria il Gallipoli capolista: «Un match importante — ha detto il d.t. —. Speriamo che al recupero di Pecchia si aggiunga quello di Salgado: adesso la palla passa a lui».
Roberto Pellegrini da La Gazzetta dello Sport

GALLIPOLI: Segna e si segna: pazzo Ginestra

(07/10/2008)
Sopracciglio rasato, 17 tatuaggi, la passione per vasco e una missione: portare il Gallipoli in B.
Il sopracciglio destro «zebrato» è la sua ultima invenzione. Quel look caratterizza il suo volto distinto dalla pelata e dalla barba. Così Ciro Ginestra continua a strizzare l´occhio al gol e festeggia la sua prima doppietta con il Gallipoli. Un Gallipoli da primato insieme all´Arezzo.









Idea - «Il sopracciglio destro zebrato è una mia invenzione. Lo curo io stesso con il rasoio — dice la punta, 29 anni, 3 gol finora —. È un vezzo che ho inventato io, mi è piaciuto. Lo ha anche Miccoli? Non mi sorprendo, perché Fabrizio è un mio caro amico e insieme abbiamo vissuto esperienze important i in B nella Ternana (1999-2000, ndr). Ci sentiamo spesso, ma non di sicuro per il look... La scorsa estate mi ha invitato a giocare nella sua squadra a un torneo di calcetto nella sua San Donato».

Passione comune - Come Miccoli, Ginestra è appassionato di tatuaggi. «Ne ho ben 17 e i prossimi saranno i nomi della figlia che avrò fra tre mesi e di mia moglie Elisabetta, che mi riprende spesso per questa mancanza — dice ancora l´attaccante di Pozzuoli —. Ma penso a completare anche il braccio sinistro. La passione per questi tatuaggi è nata insieme a Davide Saverino, ex compagno nel Venezia, ora alla Cremonese. Ci sfidiamo a chi ne ha di più. Il primo? Il mio nome sul polpaccio. Avevo 17 anni». E a chi, come il medico del Real Madrid, sconsiglia ai calciatori i tatuaggi per scongiurare problemi fisici, Ginestra risponde: «Sinora non ho mai avuto infezioni. E poi spesso chi me li fa è un caro amico. In ogni caso, mica vado a giocare al Real Madrid...».

L´incrocio - Eppure domenica a Foggia incrocerà con il portiere Zappino, che è fuori rosa ed è stato suo compagno nella stagione della promozione a Frosinone. «Siamo legati da una grande amicizia e da un tatuaggio identico: quello della data della promozione in B dei ciociari, l´11 giugno 2006». Sembra un personaggio spericolato e non a caso il suo cantante preferito è Vasco Rossi. «Ne sono un fan sfegatato — dice Ginestra — e ho assistito ai suoi concerti di Milano, Roma e Firenze. Elisabetta mi prende in giro dicendo che lo stadio Meazza l´ho visto solo da spettatore del concerto, ma lei non sa che ci giocai nel 2000, con il Venezia affrontai il Milan...».

In cucina - Però la moglie sa farsi perdonare con i piatti tipici salentini. «Mi piacciono tantissimo le specialità come le "rape nfucate", un piatto di verdure che mi prepara almeno due volte a settimana — dice Ginestra —. Frutti di mare e pesce andiamo a mangiarli nei ristoranti della città. Insieme a Paolo (Antonioli, compagno di squadra, ndr) abbiamo iniziato ad andare a pescare, soprattutto per passare il tempo. Chissà che "da grande" non impari a pescare bene». Parafrasando Vasco, la vita spericolata di Ginestra prosegue. Anche se è stato già fissato in Gallipoli il porto in cui realizzare un sogno. Quello della B.
Pasquale Marzotta da La Gazzetta dello Sport

I prossimi avversari: Gallipoli, squadra cinica trascinata dalle magie di Ginestra e Mounard

(07/10/2008)
Doppietta del bomber e prodezza di Mounard: piegata anche la Paganese.

















Le lampade di David e Ciro. Con i due genietti, il Gallipoli può divertirsi, lanciando la sfida alle favorite per la promozione. Anche quando la squadra non brilla per la manovra corale, Beppe Giannini può contare sulle invenzioni di Mounard e Ginestra (doppietta), che hanno firmato il successo per 3-1 sulla Paganese. La formazione salentina, 5 vittorie e un solo pareggio, resta, con l´Arezzo, al comando della classifica, allungando però il passo sulle inseguitrici. Graziato all´8´ da Di Cosmo, che, solo davanti a Rossi, ha indugiato al momento del tiro, il Gallipoli ha avvertito la scossa, trovando la svolta, paradossalmente, dopo l´infortunio del difensore Molinari, bloccato all´11´ da un problema muscolare.

La chiave. A quel punto, Giannini ha osato, inserendo la punta Marzeglia per disegnare un 4-3-1-2, con Vastola e Suriano arretrati in difesa e Ginestra suggeritore del tandem d´attacco. Di Gennaro e Marzeglia si sono sacrificati, tenendo impegnati i tre marcatori della Paganese, mentre Mounard e Ginestra hanno cercato di deliziare con colpi d´autore.

Gallipoli cinico. Guidato dalla sagacia tattica del play Esposito (proprietà Siena, è sprecato in Prima divisione), il Gallipoli, (sotto gli occhi di Giovanni Semeraro, presidente del Lecce) ha chiuso il conto nel primo tempo. Con una spettacolare esecuzione da 20 metri, al 19´ Mounard ha piegato le mani a Castelli. In chiusura il francese ha ispirato il 2-0, sorprendendo su punizione Castelli: pallone contro il palo e «gattone» Ginestra pronto a fare centro.

Paganese tardiva. Pericolosa già nel primo tempo con incursione di Esposito e punizione di De Giosa, la formazione di Capuano nella ripresa ha supportato meglio l´isolato Di Cosmo. Invocato un rigore per mano di Suriano su tiro di Iraci (espulso per proteste Capuano), la Paganese ha segnato al 40´: punizione di De Giosa, e Taccola con una splendida semirovesciata ha interrotto dopo 408´ l´imbattibilità di Rossi. Poi il sigillo del 3-1, di Ginestra, che ha chiuso un contropiede perfetto.
da La Gazzetta.it

Ancora qualcosa da limare in attacco. Ma il pari è da accettare.

(07/10/2008)
L' assenso del “ direttore d' orchestra “ Di Francesco di Teramo dà il via allo spettacolo. Il Foggia parte col piglio giusto e recita per venti minuti il ruolo che gli compete; ovvero quello di protagonista. Le variazioni dell' ultima settimana di prove paiono dare i propri frutti. Ma in una recita, si sa, imparare tutto a memoria richiede tempo e programmazione. E nel bel mezzo di una prima frazione quasi perfetta fino ad allora, le battute della retroguardia si tramutano nello spettro di quella che poteva diventare una figuraccia. Da un affondo di Carozza si materializza la giusta punizione per l' errore difensivo. Uno a zero per gli arancioni. Il contraccolpo stana la verve della manovra foggiana e vanifica completamente l' ottima conduzione fino ad allora assunta. La Pistoiese non ne approfitta e nel secondo atto i sorrisi colorano i volti del pubblico di marca rossonera. I satanelli paiono riorganizzarsi timorosamente, per poi dare il meglio di loro stessi nel finale. Zanetti interpreta nel migliore dei modi la parte a lui affidata in quel momento, riequilibrando il punteggio. Cala il sipario al Melani ma di questo Foggia si sentirà ancora parlare. Magari la solidità del pacchetto arretrato è venuta meno in alcune occasioni e lì davanti le punte paiono ancora troppo isolate, ma è fervida la convinzione della bontà di un gruppo che dimostra di poter crescere sensibilmente. Positive le prestazioni di D' Amico e Mattioli su tutti, così come lampante è la maggiore mole di gioco espressa mediante passaggi di prima e di smistamento sulle fasce. Forse però manca quel quid che consenta il salto di qualità, e che compromette ciò che di buono fatto durante la gara. Mancanza di personalità e difetti comportamentali? Si, la squadra difetta proprio in questo a nostro avviso e il ritorno di Pecchia sulla linea mediana, abbinato al lavoro certosino di coach Novelli potranno colmare tale lacuna. Non ci resta che attendere fiduciosi la doppia sfida allo Zaccheria e magari anche il vero ritorno di Mario Salgado. “ The show must go on “ ...sperando che lo stesso sia gradito. Anche e soprattutto ai tifosi.
Mario Mariella da ilsatanello.it

Che fatica!

(07/10/2008)
Per spezzare la serie negativa esterna! E per conquistare il primo punto fuori casa.
Un pareggio (non è poi una grossa conquista) a Pistoia contro i locali che, per la verità, hanno mostrato di non essere un granchè. Anzi. Si sono visti davvero poco gli "orange" in campo, attirando l'attenzione dei pochi presenti (poco più di mille persone, foggiani compresi!) più per lo sgargiante colore delle maglie che per considerazioni tecnico-tattiche!
A parte qualche spunto interessante di Carozza, Muwana e Bellazzini, infatti, la Pistoiese ha subìto per quasi tutta la partita gli avversari rossoneri (privi a sorpresa del cileno Salgado, fatto accomodare in tribuna dal tecnico Novelli), rossoneri che però non hanno saputo approfittare della pochezza degli avversari e non hanno sfoderato una prestazione convincente.
A cominciare dalla macroscopica disattenzione difensiva che ha portato al vantaggio di Fanasca (foto acpistoiese.net), per continuare poi con la ricerca esasperata di passaggi e passaggetti prima di tirare in porta. Certamente un handicap da eliminare, ma tant'è!
Per la prima volta i rossoneri sono rientrati da una trasferta con un punticino in cascina. Quel punticino che consente loro di rimanere ben ancorati in zona play-off e di preparare serenamente il prossimo match interno che vedrà di scena a Foggia proprio la capolista Gallipoli degli ex Giannini e Mounard (autore ieri di un gol splendido).
Ma la curiosità del prossimo derby sono tante. Ed abbiamo un'intera settimana per parlarne e per... sondare il terreno, a partire dal sondaggio che lanciamo proprio oggi in homepage.
Enzo Ciampi da ilsatanello.it

Il Gallipoli si conferma in testa Foggia: primo punto in trasferta - La squadra di Giannini sta ribaltando tutti i pronostici

(7/10/2008)

FOGGIA- La squadra rossonera conquista il suo primo punto lontano in trasferta dopo i ko di Pescara e Foligno e si conferma al quarto posto in classifica in zona play off. Mister Novelli confermava la stessa squadra che aveva battuto la Juve Stabia con l’unico cambio in attacco con Salgado lasciato ad allenarsi per recuperare la miglior forma e in campo Piccolo che formava il tridente con Mattioli e Del Core. Sostenuto da oltre trecento supporter al seguito, i satanelli si sentivano a casa e la prima parte del match era tutta di marca rossonera con Mareggini, ex portiere della Fiorentina, chiamato ad intervenire a più riprese. Nel miglior momento, però, i toscani passavano con Carozza che in azione solitaria dribblava ben tre giocatori e serviva un assist al bacio per Fanasca che appoggiava in fondo alla rete. Il Foggia di Pistoia era tutt’altro rispetto a quello visto nelle precedenti apparizioni e nel secondo tempo invadeva la metà campo ospite costringendo i toscani sulla difensiva. Mareggini in giornata di grazia pareva insuperabile sino al minuto trentatré quando sul terzo corner consecutivo sbucava la testa di Zanetti per il meritato pari. Subito dopo la rete nasceva un parapiglia che si concludeva con le espulsioni proprio di Zanetti e Fiasconi. Nel convulso finale di gara, i satanelli provavano nel “colpaccio” che non si realizzava solo per pochi centimetri sul tiro di Del Core e all’ultimo minuto Mareggini sino a quel momento il migliore in campo si faceva espellere per proteste macchiando così una prova alla Buffon. A fine gara Puglia ha sentito Mattioli e mister Novelli. Mattioli:” Abbiamo disputato una buona gara, peccato per quell’ errore difensivo che ci ha messo il match in salita. Si è vista una squadra sempre ordinata e con carattere e con un pizzico di fortuna avremmo potuto vincere ma va bene così.” Novelli:” L’aspetto positivo è che la squadra ha dimostrato carattere e che sta acquisendo di partita in partita una sua precisa fisionomia. Il gol subito è frutto di una colossale distrazione che proprio non mi è andata giù, per poter disputare un campionato di vertice dobbiamo esser più cattivi e cinici.”

GALLIPOLI- Non si può parlare più di sorpresa. Il Gallipoli batte anche la Paganese per tre ad uno al termine di un match emozionante e con qualche brivido nel finale dopo il gol di Taccola che dimezzava lo svantaggio. La squadra di Giannini col consueto 5-3-2 imponeva il proprio ritmo e gioco per tutto il primo tempo e superando Castelli per due volte con le reti di Mounard, vero trascinatore della squadra e del ritrovato Di Gennaro tornato bomber. Nel secondo tempo i salentini allentavano la presa ma gestivano a piacimento la gara sino al gol ospite a cinque minuti dal termine che creava paura all’undici del “principe” che rischiava il pareggio con una punizione di De Giosa che sfiorava il palo di Rossi. Gol sbagliato, gol subito: la legge del calcio si confermava ancora una volta tale e Ginestra proprio al novantesimo chiudeva i conti regalando il sedicesimo punto in campionato e il primato con l’Arezzo nonché già un distacco di cinque punti sulla Ternana seconda.
Marcello Mancino da quotidianopuglia.it

Foggia, c'è da avere fiducia

(06/10/2008)
Fino al gol di Zanetti, un po’ tutti avevano pensato alla maledizione delle trasferte. E’ bastata l’incornata del forte difensore romagnolo, invece, per riportare il Foggia a galla ed il popolo sulla giostra della felicità.

























I rossoneri ieri hanno mandato in onda la prestazione migliore dall’inizio del campionato. Sempre padroni del campo, Coletti e soci avrebbero, ai punti, meritato il successo. Sfortuna, imprecisione, un gol regalato agli avversari e mancanza di cattiveria sotto porta, hanno invece rimandato il primo colpo esterno.
Ma il pari di ieri, oltre che per la classifica, conta soprattutto per il morale e costituisce un viatico incoraggiante, soprattutto alla luce del doppio impegno casalingo che vedrà il Foggia opposto alla capolista Gallipoli prima e al Sorrento poi.
Dovesse, la formazione di Raffaele Novelli, continuare il trend casalingo, 3 vittorie su 3 finora, al tavolo delle pretendenti alla promozione, bisognerebbe aggiungere un altro posto.
A volte, lo insegna la storia, basta poco per capovolgere gli scenari. E cambiare obiettivi e traguardi. Il Foggia ha tutte le carte in regola per inserirsi con prepotenza nella lotta al vertice. E’ per la propria forza, è per quella degli avversari, che, per quanto visto finora, non sembrano affatto imbattibili.
Resta tanto da lavorare. La squadra che ha in mente Novelli è ancora lontana parente di quella vista in queste prime 6 gare. Inoltre è orfana dei pezzi pregiati. Pecchia è fuori uso da 4 turni, e contro i salentini dovrebbe rivedersi in campo. Salgado, che ieri a sorpresa è stato addirittura costretto alla tribuna, sta ritrovando lo smalto dei tempi migliori. Ecco, il cileno merita un capitolo a parte. Novelli ha avuto coraggio, preferendo gente più fresca a chi, al momento, non è al massimo della forma. Ma giocatori come Salgado, fuoriclasse per la categoria, vanno coccolati. E servono, anche con una sola gamba. D’altronde la forma la si trova giocando. E quando Mario la troverà, c’è da scommetterci, saranno dolori per tutti.
da Capitanatasport.it

Intervista a Leone Rossetti

(06/10/2008)
Una delle figure storiche che ruotano intorno all´orbita rossonera è sicuramente quella di Leone Rossetti, ex dipendente della società di via Napoli, il buon Leone conosce vita, morte e miracoli del nostro Foggia.

























































Da tantissimi anni segui il Foggia, qual è la partita che ricordi più volentieri?“
Era il 31 Gennaio 1965, Foggia Inter 3 a 2 fu una partita storica, era l´Inter di Helenio Herrera campione del mondo in carica, io ho fatto vincere la partita, ero raccattapalle, presi la palla che era uscita fuori dal terreno di gioco e la diedi subito ad un nostro giocatore che ha battuto velocemente il calcio d´angolo e Nocera segnò. Anche Angelo Moratti disse :”Noi abbiamo perso la partita per il vostro raccattapalle”. Mi portarono in trionfo quel giorno!”

Chi ti soprannominò Leone?
Un napoletano, nel 1939 battemmo il Cosenza 3 a 0 e mi soprannominò Leone perché quando lavoravo ero troppo forte, attivo, rabbioso come un leone!”

Chi tra i tanti campioni passati per lo Zaccheria come avversario ti ha impressionato di più?“Giacinto Facchetti, una grande persona e un grandissimo calciatore, ricordo che dopo la partita con l´Inter, andai a consegnargli una medaglia, fu una grande emozione. Quando è morto sono andato al suo funerale è gli ho portato il gardaglietto del Foggia. Un altro giocatore che ricordo volentieri è Erminio Favalli,anche lui defunto da poco, avevo stretto amicizia anche con suo fratello Armando, volevo bene ad entrambi.

Tra i campioni che hanno indossato la maglia del Foggia chi ti ha fatto veramente sognare?
“Beppe Signori, è un giocatore che mi ha davvero dato tante soddisfazioni, ricordo quando giocava nella Lazio, sono stato a Roma, ospite suo per venticinque giorni e mi dedicò pure un goal. Poi ci sono i senatori, Cosimo Nocera e Gianni Pirazzini con i quali mi sento tutti i giorni.

Come nasce questo immenso amore per i colori rossoneri?“ Ero bambino, avevo 4 anni e mio padre mi portava allo stadio e mi piaceva. Quando ho iniziato a diventare più grandicello i miei mi volevano mandare a lavorare dal barbiere, io con la scusa di andare lì, venivo qui allo stadio. Poi ho fatto il calciatore e a diciotto anni ho iniziato a lavorare sul serio, tracciavo il campo che era in terra battuta. In tre quarti d´ora col gesso cerchio e corda facevo il campo, mentre ora tutti usano i motorini e gli strumenti elettronici. Erano bei tempi!”

Quale l´allenatore del Foggia che ricordi con piacere?“ Sicuramente Tommaso Maestrelli, io ero sempre vicino a lui, mi ha insegnato tanto, era una persona che mi ha sempre voluto bene”

Qual è il tuo sogno nel cassetto da tifoso D.o.c. dei rossoneri?“ Vorrei arrivare subito in serie B per poi ritornare in A, io sono molto devoto a Dio, e lui mi deve dare l´occasione di rivedere la massima serie.”

Valerio Lo Muzio da USFoggia.it Official Web Site

facebook

sfoglia    settembre        novembre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo