235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Lecco - Cremonese 1-0, inesorabile sentenza per i grigiorossi | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    settembre        novembre


5 ottobre 2008

Lecco - Cremonese 1-0, inesorabile sentenza per i grigiorossi

fonte: vascellocr.it

Iaconi è la prima testa che rischia di saltare, ma nella nuova Cremonese ci sono tanti sbagli che si sommano... Arvedi non merita una delusione come questa, adesso che fare?

Una fotografia (di Ivano Frittoli) che diventa amarissima, mostra i tre responsabili diretti della Cremonese. A sinistra, il direttore generale Turotti, che ha voluto carta bianca in tutto e si è persino disfatto di una persona preziosa come il segretario Burago (Per un errore, l'impiego di un giocatore squalificato, un che poteva e doveva essere diviso su almeno tre persone e forse più). Ill vice presidente Fogliazza al quale si debbono le proposte di molti protagonisti, a cominciare dallo stesso dg e dall'allenatore di una Cremonese fin troppo rinnovata: Infine Iaconi, l'allenatore che ha le sue gravi responsabilità, per quanto la Cremonese non sta mostrando ed, aggiungiamo, persino nella scelta dei collaboratori diretti.
Dopo Lecco, la allegria ancora viva poche settimane, diventa amarissima, uno stridor di denti. Raddrizzare la barca è un imperativo nei confronti dei tifosi e di Giovanni Arvedi che un'altra volta ci ha messo anche fin troppo del suo, in termini di tempo disponibile e di risorse finanziarie e che non merita certamente quello che sta accadendo in questa fase di campionato. La Cremonese tracolla per un sommersi di situazioni che non sono solo l'esito della fase finale della burrascosa stagione scorsa. Pensare che tutti i guai discendano solo da questo fatto sarebbe un altro errore. A Lecco i tre ovviamente non sorridevano affatto. : c'è certamente da aggiungere che i giocatori non tutti semvbrano all'altezza. E qui si aprono nuovi interrogativi? Perché alcuni appaiono svogliati , incapaci di reagire? Il discorso è dunque molto complesso (segue, leggi Antonio Leoni)

Altro che trasferta della riscossa...
Lecco - Cremonese 1-0

E domenica allo Zini c'è nientemeno che una strepitosa Pro Patria, portatasi adesso a 10 punti dai grigiorossi e a 7 da un Padova e da una Spal che comunque stanno salendo! - In questo momento i grigiorossi sono addirittura usciti dalla zona play off (e mercoledì, affaticati, debbono anche affrontare una Coppa Italia inutile ma che per non finire con il morale del tutto sotto i tacchi non possono trascurare e perdere) - Le cose si complicano moltissimo: come reagirà Arvedi?

Così Montalto si presenta davanti a Bianchi e sigla la vittoria del Lecco al 39'. (foto Ivano Frittoli)


Le speranze disattese

Dal nostro inviato Alexandro Everet


LECCO - Volevamo una risposta, l'abbiamo avuta. A Lecco la Cremonese doveva vincere ma anche convincere. Iaconi aveva chiesto più rapidità nella trasmissione della palla, più velocità, più concretezza. E soprattutto una risposta sul piano del carattere.
Questo volevamo. E invece abbiamo avuto una Cremonese piccola piccola che dopo un buon avvio con una certa carica agonistica, si è sciolta come neve al sole a partire dal quindicesimo del primo tempo. Poco gioco, zero rabbia agonistica, errori madornali in difesa. E nessuna reazione neppure nervosa dopo il gol del Lecco.
I blucelesti, per conto loro, sono una squadra modesta, molto modesta, non più forte del PortogruaroSummaga. Però il Lecco ha saputo mettere la gara sulla corsa, sull'aggressività, sulla rabbia. E a fine gara i giocatori lecchesi erano piegati sulle gambe dalla fatica ma avevano anche in tasca i tre punti, portati a casa grazie al gol realizzato dal centravanti di riserva, un certo Montalto, francamente sembratoci piuttosto scadente (ma siamo riusciti a farlo segnare).
La Cremonese invece ha giocato la solita partita di passaggi laterali, gioco alla moviola, senza grinta. Solo occasionalmente si è vista qualche verticalizzazione, qualche accelerazione. E in genere per merito di Gherardi, uno dei meno giovani e quindi dei meno responsabili della situazione. I vecchi, che dovrebbero tirare la carretta, sono quelli che stanno invece tradendo, a partire dal Viali catastrofico degli ultimi tempi e passando per Saverino, l'uomo in più della squadra che si sta rivelando invece l'uomo in meno. E anche Iaconi non ci ha convinto con le sue scelte, tenendo in panchina per tutta la gara Graziani, per la seconda domenica consecutiva. Non che Graziani sia il salvatore della patria, ma perchè rinunciare all'unico ariete quando la squadra gioca in modo confuso e finisce gioco forza con l'affidarsi spesso ai lanci lunghi, suo pane abituale?
I soliti difetti insomma, compresa la scadente condizione fisica.
A preoccupare di più è soprattutto l'atteggiamento tenuto dai giocatori in campo, apparsi come se non fossero una squadra, quasi presi a svolgere il proprio compitino senza interessarsi del resto. Insomma, la Cremonese è in crisi e i giocatori non danno segnali di reazione. E Iaconi non pare avere in pugno la situazione, anzi il mister ci pare avere le idee confuse (6 formazioni in 6 gare).
A fine gara Turotti era arrabbiatissimo e la panchina del mister traballa, si parla già di Mutti o chi per lui per la sostituzione. Una scossa serve ma può darsi che la società dia una nuova possibilità a Iaconi che ha annunciato rivoluzioni e gerarchie azzerate con i giovani preferiti ai veterani. In questo modo non si può andare avanti e domenica allo "Zini" arriva la lanciatissima Pro Patria...


Gira già un nome di allenatore: Bortolo Mutti, ex Modena
Ed è inutile negare che la panchina di Iaconi sta cominciando a traballare, anche se noi ovviamente speriamo che tutto si risolva per il meglio. Radioscarpa fa addirittura i primi nomi sugli eventuali candidati . A parte lo scontato nome-feticcio di Roselli (che gradisce la piazza di Cremona e si è fatto vedere domenica scorsa allo Zini, ma pare che i presupposti non ci siano) il nome che circola è quello di Bortolo Mutti,
che avrebbe assistito a diverse delle ultime partite dei grigiorossi, ex tecnico lo scorso anno del Modena.

LECCO 4-2-3-1 Orlandi; D'Ambrosio, Villagatti, Galeotti, Grimaldi; Bernini, Carrara; Carlini, Corti, Romanelli; Montalto.
A disposizione: Andreoletti, Santoni, Sangiovanni, Mateo.
All.: Cadregari (squalificato, in panchina Tarroni).
CREMONESE 4-4-2 G. Bianchi; A. Bianchi, Viali, Argilli, Pesaresi; Gherardi, Fietta, Saverino, Gori; Coda, Guidetti. A disposizione: Paoloni, Rizzo, Chomakov, Graziani. All.: Iaconi.
SOSTITUZIONI 20' st Temelin per Coda 20' st Vitofrancesco per Viali 20' st Danieli per Carlini 33' st Tacchinardi per Gori 37' st Guglieri per Grimaldi 41' st Buda per Montalto.
ARBITRO Liotta di Lucca (assistenti di linea Cologno di Verbania e Romei di Firenze).
RETE 40' Montalto.
NOTE
Spettatori 1600 circa (di cui 721 paganti e 711 abbonati per un totale di 1432 tagliandi staccati, presenti 70 tifosi grigiorossi). Incasso 13026 Euro (quota abbonati non comunicata). Angoli 1-7.

Campo in buone condizioni, giornata di sole ma fredda.
Espulso Corti al 43' st per fallo di reazione su Pesaresi. Ammoniti A. Bianchi per fallo di mano; Galeotti, Montalto, Viali, Pesaresi e Carrara per gioco falloso; Saverino e D'Ambrosio per reciproche scorrettezze. Grimaldi del Lecco è uscito per infortunio.

Accesi un paio di fumogeni nella curva grigiorossa, possibile multa in arrivo. Recupero: pt 1' st 5'.


PRIMO TEMPO


Pubblico abbastanza scarso nonostante la giornala splendida. Campo in buone condizioni. La Cremonese ottiene subito un corner su iniziativa di Guidetti. Mischia in area, tiro alto di Viali.

É un avvio che vede le due squadre a centrocampo, non troppo organizzate.

Siamo al 10'. Salta malissimo Grimaldi, Coda può lanciarsi a rete, ma stretto dal recupero del difensore, mette a lato un diagonale.

Risponde subito il Lecco su una iniziativa di Villagatti, c'è una bella occasione per Montalto che esita un istante, rimedia in angolo Argilli. Il corner non dà esito. Ma c'è stato un vero pericolo per la Cremonese.

Siamo ormai al 20' e attendiamo una emozione. Ammonito A. Bianchi per un fallo di mano. Punizione per la Cremonese: cross da sinistra, è troppo lungo.

La cronaca piange. Pochissimo da segnalare. E siamo al 27'.

Secondo angolo della Cremonese con Gori e Guidetti che dialogano. Guidetti centra e si ha così la deviazione. Pesaresi calcia, ne seguono azioni concitate, ma senza esito per i grigiorossi.

Al 30' , Guidetti guadagna una punizione al limite per la Cremonese. Si appresta Pesaresi, ma la sfera va contro la barriera.

Si fanno sentire i tifosi grigiorossi nell'incitamento.

Al 36' la Cremonese tenta di raggiungere una sua prevalenza territoriale. Abbattuto Saverino in contropiede. E finisce qui.

Al 39' la Cremonese finisce sotto: ha cercato di portarsi in avanti dopo una gara sin qui prevalentamenter difensiva, Viali pasticcia, scatta il Lecco in contropiede e Montalto si presenta tutto solo davanti a Bianchi e lo batte.

Al 43' la Cremonese rischia ancora, ma la salva un provvidenziale fuori gioco .

Spogliatoi dopo 1'. Da piangere.


SECONDO TEMPO


Stanno entrando in campo le squadre. Iaconi non cambia nulla, per ora. Al 1' abbattutto Gori al vertice sinistro dell'area. Punizione interessante. Batte Pesaresi, scodella verso il secondo palo, la sfera va fuori di poco. Gherardi però viene segnalato in fuori gioco.

Al 3' Argilli interviene sull'ultimo uomo. L'arbitro sorvola e poteva estrarre il cartellino rosso. Montalto poi serve Corti in area, solissimo. Ma il guardialinee evidenzia la posizione irregolare. Le due situazioni evidenziano in quali condizioni di inermità per ora stia giocando la Cremonese anche nella ripresa.

Di nuovo Montalto in contropiede. Viali rimedia alla disperata.

Finalmente un guizzo grigiorosso e Gherardi si procura un corner, respinta e recupero in rovesciata di Viali, fuori bersaglio. Siamo all'8'.

Montalòto è pronto di nuovo a sparare. Il tiro va fuori al 9'.

Si scaldano Chomakov e Graziani. Intanto viene ammonito Viali. Punizione dal limite: Montalto pronto al tiro al 14'. Sfera respinta dalla barriera.

Tutta la panchina grigiorossa in movimento.

Punizione grigiorossa, a 30 metri dalla porta lecchese. Al 18' destro contro i due uomini in barriera. Ammonizione intanto per Grimaldi e A. Bianchi.

Nella Cremonese entrano Vitofrancesco e Coda, per Viali e Temelin. Nel Lecco entra Danieli al posto di Carlini.

Al 22' sfila una palla filtrante lanciato da Vitofrancesco e Orlandi precede di poco Temelin.

Poco dopo ancora una buona occasione per Temelin che non conclude a dovere. Finalmente la Cremonese si fa vedere più pericolosamente.

Ammoniti ufficialmente D'Ambrosio e Saverino.

Il Lecco sembra un po' affannato. Nella Cremonese si prepara all'ingresso Tacchinardi. Siamo alla mezz'ora.

Intanto il tifo grigiorosso si scatena contro Iaconi. Il Lecco è in deficit di ossigeno. La Cremonese guadagna il quinto calcio d'angolo. Cambio per infortunio: entra Guglieri al 37' per Grimaldi.

Al 39' pericolosissima sortita di Villagatti, pone rimedio in extremis un bravissimo A. Bianchi.

Al 40' lo stremato Montalto viene sostituito da Buda.

Al 42' Corti attaccato da Pesaresi scalcia da terra. Pesaresi viene ammonito, ma Corti si becca il cartellino rosso e il Lecco resta in dieci.

Cinque minuti di recupero. La Cremonese si affida all'ultimo rettilineo. Arremba la Cremonese grazie al vantaggio di un uomo. Ammonito Buda.

Settimo angolo a favore della Cremonese al 48'. Fallo laterale poi, la palla infine arriva a Saverino che calcia alto.

E finisce cosi. Si apre certamente un momento di severissima riflessione non solo all'interno della squadra ma della società.


Contestazione - Anche a Lecco la Cremonese è stata seguita da alcune decine di fedelissimi (diciamo 60-70 ma non siamo sicuri). I tifosi grigiorossi hanno incitato la squadra nel primo tempo per poi chiudersi nel silenzio nel finale di fronte alla pochezza della prestazione degli uomini di Iaconi. Negli ultimi quindici minuti (in particolare dopo l'ingresso di Tacchinardi, con Graziani definitivamente relegato in panchina) poi la rabbia è esplosa con cori aperti di contestazione per Iaconi (e pro Roselli, evidentemente il preferito della curva). A fine partita abbiamo notato Chomakov e Graziani a colloquio coi tifosi (gli altri invece se ne erano andati dopo essersi avvicinati ai tifosi grigiorossi per i saluti, una volta capito che non era aria)



L'angolo tattico - Al calcio d'inizio il Lecco si presenta col 4-2-3-1 annunciato. La novità è Grimaldi, al rientro dopo l'infortunio, preferito a Guglieri sulla sinistra. Il Lecco schiera Orlandi in porta; poi in difesa da destra D'Ambrosio, Villagatti, Galeotti e Guglieri.
A centrocampo i due mediani sono Bernini e Carrara; sulla trequarti giocano da destra Carlini, Corti, Romanelli. La punta unica è Montalto.
La Cremonese torna al 4-4-2 preferito da Iaconi dopo la parentesi del 4-3-1-2 col PortogruaroSummaga. Davanti a Giorgio Bianchi la difesa schiera da destra Alberto Bianchi, Viali, Argilli e Pesaresi. A centrocampo da destra giocano Gherardi, Fietta, Saverino e l'esordiente Gori. In attacco giocano Coda, scelto dopo averlo provato sabato nella rifinitura, nonchè Guidetti.
La partita inizia a buon ritmo, con frequenti cambi di fronte e un gioco spezzettato, confuso. La Cremonese però parte con buon piglio agonistico e nei primi minuti pur senza costruire molto si porta spesso al tiro, sia pure sempre in modo episodico e con manovre occasionali e poco lucide. La rabbia grigiorossa dura però non più di dieci minuti, poi va spegnendosi mentre il Lecco acquista fiducia e col passare dei minuti riequilibra il gioco. La gara va avanti senza un filo logico chiaro, con molti errori, un po' di nervosismo e azioni confuse. Nella Cremonese però i problemi sono evidenti. Sulla mediana ancora una volta non si trovano le posizioni e Saverino e Fietta giocano troppo schiacciati sulla difesa, lasciando soli gli attaccanti. Guidetti è sistematicamente raddoppiato e anche triplicato, ridotto all'inoffensività.
Sulle fasce nonostante le giocate interessanti di Gherardi e una certa verve di Gori non si sfonda anche perchè i terzini spingono pochino.
Il Lecco fa la sua gara, basata su corsa, pressing e aggressività. Manca qualità ma i continui movimenti dei trequartisti creano qualche difficoltà ai grigiorossi, che già nelle gare precedenti di campionato avevano dimostrato di soffrire la mancanza di punti di riferimento. E al 40' un errore di lettura da parte di Viali (esce per chiudere una azione d'attacco lecchese ma lascia così un buco in mezzo di cui profitta al meglio il Lecco, era la classica situazione in cui bisognava temporeggiare) porta il Lecco al vantaggio grazie a una bella giocata di Corti per Montalto.
Nella circostanza si notano anche le maglie troppo larghe della difesa, evidenti anche in altre circostanze (Pesaresi non riesce a chiudere perchè troppo lontano in partenza). Ci si aspetta una reazione grigiorossa, almeno di rabbia, ma non arriva..
Anzi in avvio di ripresa un paio di palle malamente perse a centrocampo permettono ripartenze pericolose ai lecchesi, per fortuna non concretizzate per eccesso di precipitazione. Al 20' allora Iaconi toglie Viali e Coda e mette Vitofrancesco e Temelin. In difesa Bianchi scala centrale con Vitofrancesco a destra per spingere.
In attacco Temelin duetta con Guidetti. Nel Lecco invece entra Danieli per Carlini senza modificare la tattica. L'ingresso di Temelin dà vitalità ai grigiorossi ma dopo una breve fiammata la partita torna sul binario preferito dal Lecco, con i grigiorossi ad attaccare ma senza lucidità e senza rapidità. Gori, ormai spompato, lascia il posto a Tacchinardi (Iaconi non vuol rischiare le tre punte con Graziani, per noi sbagliando). Nel Lecco entra Guglieri per l'infortunato Grimaldi, ma non cambia nulla.
Al 41' entra Buda per Montalto e Romanelli scala punta con Buda al suo posto a sinistra. Subito dopo però Corti si fa cacciare fuori e allora Buda va a fare il terzino destro, con D'Ambrosio che avanza a comporre un 4-4-1 con Danieli spostato a sinistra e Romanelli punta. La partita fila via con la Cremonese impotente, sempre confusionaria e lenta. E finisce col logico 1-0 per il Lecco.

Per i grigiorossi iniziato male il ciclo "lombardo"

La partita col Lecco segnava per i grigiorossi l'inizio di un ciclo "lombardo" . Per cinque domeniche consecutive infatti la Cremonese disputa derby regionali sfidando nell'ordine dopo il Lecco, la Pro Patria, Pergocrema, Legnano e Lumezzane.
Sulla carta, a parte la Pro Patria, si tratta di squadre tutte partite con l'obiettivo salvezza. Discorso similare per la Sambenedettese che verrà incontrata dopo la sfida col Lumezzane. Un ciclo quindi abbordabile sulla carta e che i grigiorossi dovrebbero assolutamente sfruttare. Il finale di campionato si annuncia infatti durissimo con un programma che prevede nelle ultime sei giornate sfide con Padova, Ravenna, Monza, Cesena, Reggiana e Novara. Ma come usciranno i grigiorossi dalla bufera?

FAVORITA LA CREMONESE NELLE SCOMMESSE, AFFARI PER CHI AVEVA OSATO SCEGLIENDO IL LECCO - Per i bookmakers la Cremonese partiva favorita anche a Lecco. La vittoria degli uomini di Iaconi era infatti quotata a 2,40 contro una quotazione a 3,15 per la vittoria del Lecco. Il pareggio era dato a 2,70.


Ambiente nero negli spogliatoi della Cremonese

Turotti furibondo: Tutti zitti, basta cazzate, servono lavoro e umiltà

di Alexandro Everet


Pochi minuti dopo la fine della partita Sandro Turotti si presenta davanti ai giornalisti che ne avevano richiesto la presenza. Dire che è furibondo è un eufemismo:"Sono davvero molto amareggiato. Qui dobbiamo cambiare subito registro, mentalità. I segnali sono importanti, sei partite non sono tantissime ma dicono qualcosa. Abbiamo perso una partita...(qui Turotti fatica perfino a trovare le parole), sarò in difficoltà stasera a raccontare la partita ad Arvedi. E' chiaro che qui tutti dobbiamo assumerci le nostre responsabilità e stare zitti. Dobbiamo lavorare, altro da dire non c'è. Non voglio sentire scuse come arbitri, sfortuna o quant'altro..Ora dobbiamo subire quello che ci meritiamo, i tifosi pagano il biglietto e hanno il diritto di contestare e incazzarsi, io stesso sono più incazzato di loro.
Non dobbiamo avere alibi, non voglio sentire tirare fuori cazzate..servono lavoro, umiltà e cuore. Se ce li mettiamo possiamo uscire fuori da questa situazione altrimenti sarà meglio cominciare a guardarci alle spalle in classifica...Tutti, io per primo, dobbiamo stare zitti e lavorare. Da quando sono arrivato qui ho sentito tanta gente parlare e parlare, ormai ci siamo conosciuti
".



Pesante la contestazione a Iaconi, che vediamo qui sotto al suo ingresso in campo prima della gara

(foto Ivan Frittoli)

Iaconi: "Avevamo cominciato bene, abbiamo preso un gol ridicolo"

L'allenatore muove anche severe accuse alla squadra, soprattutto gli anziani

Iaconi a fine gara non perde la calma ma è visibilmente contrariato. Mister, non si è raddrizzato nulla di quello che si doveva raddrizzare....
"Abbiamo avuto un buon inizio con qualche opportunità ma poi abbiamo preso un gol che per essere fuori casa è ridicolo in quanto ci siamo fatti trovare sbilanciati. Anche oggi abbiamo commesso errori come domenica scorsa, quando accusiamo il colpo non riusciamo a reagire neppure di rabbia e questo mi preoccupa molto, anche e soprattutto perchè non siamo una squadra di ragazzini e da giocatori esperti non ti aspetti che facciano così".
Alla fine la curva grigiorossa ha inscenato una contestazione contro di lei.
"Mi contestano perchè sono limpido e chiaro nel dire le cose e quindi queste scelte le pago tutte sulla mia pelle, prima mi osannavano..Io non sono un opportunista e poi non critico la critica".
Si sente in pericolo?

"Noi allenatori siamo sempre in pericolo anche perchè i risultati purtroppo non sono soddisfacenti. Mi assumo tutte le responsabilità anche perchè per quella che è la mia carriera, il mio curriculum, quello che ha fatto vedere la Cremonese sino ad ora non rispecchia il mio modo di vedere il calcio. Probabilmente alcuni giocatori pensano ancora di trovarsi in categoria superiore".
Lei ha la sensazione di avere perso il controllo della squadra?

"Non credo sia questo il problema. Abbiamo problemi semmai sul piano del gioco. In fase di costruzione facciamo cose contrarie a quelle che dovrebbero essere. Abbiamo sempre spazi a disposizione di cui non approfittiamo, ci sono giocatori che non fanno giocate semplici che anche un bambino di un anno vedrebbe e poi finiamo con l'esporci spesso al contropiede avversario. Molti giocatori poi sul piano individuale rendono al di sotto del loro valore..Dobbiamo mettere a posto molte cose".
Le sue scelte oggi sono state molto coraggiose, a cominciare da Coda titolare.
"Da qui in poi ne vedrete molte altre. Se i veterani fanno cose come quelle che ho visto oggi è meglio far giocare i Coda, i Gherardi, i Cremonesi e i Vitofrancesco".
In via più generale però in sei partite abbiamo visto sei formazioni diverse..
"Un po' per le cose appena dette, un po' perchè abbiamo avuto giocatori fuori condizione, altri infortunati..In difesa e a centrocampo avevamo trovato una certa quadratura inizialmente, semmai non abbiamo ancora trovato l'assetto sugli esterni e in attacco, il nostro problema è la trasmissione della palla tra centrocampo e attacco, in quella fase siamo lenti, prolissi, non vinciamo mai una palla nei duelli con la difesa avversaria..Poi prendiamo gol come quello di oggi in cui siamo usciti in tre sulla palla con una lettura sbagliatissima quando bastava stare calmi".


Lecco resta un campo stregato
La sconfitta col Lecco perpetua la tradizione negativa dei grigiorossi al "Rigamonti Ceppi", campo stregato dove non si vince dall'ormai lontano 1980.
La sconfitta con i blucelesti è anche la seconda consecutiva per la Cremonese che non vince da tre partite (prima delle due sconfitte c'era stato il pareggio con la Spal).
Da notare che i grigiorossi non perdevano in trasferta in campionato dalla partita di Foligno nella scorsa stagione (mese di aprile).
Per la terza giornata consecutiva la Cremonese non ha segnato: l'ultimo gol risale alla sfida col Verona, ad opera di Guidetti al 90', dunque sono 270 i minuti di astinenza.
Tra le curiosità statistiche di giornata bisogna segnalare il debutto in grigiorosso di Gori e quello da titolare di Coda.
In casa Lecco infine quella con la Cremonese è la prima vittoria stagionale ed è anche la prima di Cadregari dopo 15 partite di astinenza (il mister, squalificato con i grigiorossi e sostituito in panchina da Tarroni, non aveva ancora vinto quest'anno e non aveva vinto neanche una partita lo scorso anno a Pizzighettone).

A proposito del gol, anche oggi ha sbagliato Viali e non è la prima volta. Data la forza del giocatore il problema qual'è, mancanza di tranquillità?
"Non ne farei un problema individuale. Sicuramente Viali ha iniziato bene il campionato poi ha commesso alcuni errori che gli hanno tolto sicurezza..Oggi però non mi è piaciuta tutta la difesa che ha giocato troppo larga..Poi non abbiamo capito i movimenti del Lecco che giocava sulle seconde palle e sui movimenti senza palla del bravo Corti..In queste situazioni, che pure avevamo previsto, siamo sempre andati in difficoltà. Anche sul piano fisico pur essendo superiori a loro sulle palle alte, quelli del Lecco hanno combattuto e ce la sporcavano sempre..Abbiamo dato coraggio agli avversari. Su queste basi dobbiamo lavorare e molto, non ci sono medicine se non il lavoro e se il problema è psicologico va risolto".

Turroni, vice del Lecco: "Il nostro è un gruppo straordinario con grandi valori morali"

Nel Lecco Cadregari è squalificato quindi in panchina e di fronte alla stampa si presenta il suo sostituto, Tarroni."Questo è un gruppo straordinario, con grandi valori morali. E' il gruppo ideale per ogni allenatore. Con questi valori possiamo dare fastidio a molti avversari".
La Cremonese l'ha delusa?
"Sulla carta tutte le squadre che incontriamo sono più importanti di noi ma sul campo la differenza non si è mai vista. Forse più che demerito degli avversari è merito nostro".
L'espulsione di Corti?
"E' un errore di quelli da non fare, avrà giocato la stanchezza. Comunque ribadisco che è un ragazzo intelligente".

Il Mezzocorona primo avversario (allo Zini) in Coppa Italia Pro

Sarà il Mezzocorona il primo avversario dei grigiorossi in Coppa Italia Lega Pro.
Come ricorderete in estate la Cremonese aveva affrontato la Coppa Italia maggiore subendo una cocente delusione: la vittoria sul campo con la Reggiana nella gara giocata a Pizzighettone era stata infatti trasformata in una sconfitta a tavolino.
Ora è il momento della Coppa Italia di categoria. Da regolamento i grigiorossi hanno saltato la fase a gironi insieme alle altre squadre partecipanti alla Coppa Italia maggiore. Ora restano 48 squadre compresa la Cremonese che si sfideranno in due turni a eliminazione diretta. In seguito ci sarà una fase con gironi da tre squadre l'uno. Le quattro vincitrici dei gironi daranno vita a semifinali e finale.
I prossimi due turni, a eliminazione diretta, si giocano in gara secca con eventuali tempi supplementari e poi calci di rigore. Cremonese e Mezzocorona si affronteranno quindi in gara secca mercoledì 8 ottobre alle ore 15, salvo che una delle due squadre chieda la variazione d'orario. Per sorteggio si giocherà allo "Zini".
Il Mezzocorona gioca nel girone A di Seconda Divisione insieme al Pizzighettone e nella scorsa stagione è stato battuto in finale playoff dal Lumezzane. E' una formazione che rappresenta una cittadina in provincia di Trento e non aveva mai incontrato la Cremonese in precedenza.

In caso di qualificazione, nel turno successivo la Cremonese affronterà la vincente di Cesena-Lumezzane. L'eventuale gara si giocherà mercoledì 29 ottobre sempre nel pomeriggio. La squadra ospitante sarà determinata per sorteggio.

La Cremonese ha comunicato i costi dei biglietti: 15 euro in tribuna centrale e laterale, 5 nelle curve, 1 euro per le donne e i ragazzi (dalla classe 1993), la prevendita ai soliti indirizzi o, dalle 13.30 ai botteghini di via Cardinal Massaia.

Ecco i trentini, mai incontrato i grigiorossi

Mercoledì la Cremonese farà il suo esordio nella nuova edizione della Coppa Italia Lega Pro. L'avversario predestinato è il Mezzocorona. Si tratta di una formazione poco conosciuta che rappresenta l'omonimo paese in provincia di Trento (meno di 5000 abitanti, fino al 1902 si chiamava Mezzotedesco).
Il Mezzocorona è nato nel dopoguerra ed è cresciuto negli ultimi anni dopo aver sempre giocato nei campionati dilettantistici raggiungendo la serie D nel 2002 e la C2 nel 2007. Lo scorso anno all'esordio nei professionisti ha centrato una clamorosa finale playoff per la promozione in C1, perdendo con il Lumezzane dopo due pareggi per il peggior piazzamento nella regular season.
La squadra, i cui colori sociali sono il giallo e il verde, non avendo a disposizione uno stadio all'altezza gioca le sue partite interne al "Briamasco" di Trento.
In passato non ha mai incontrato la Cremonese.


Guidetti controcorrente: ho visto la Cremonese con lo spirito giusto

Guidetti, uno dei pochi a salvarsi fra i grigiorossi, va controcorrente e parla di Cremonese in progresso rispetto a sette giorni prima, almeno sul piano dello spirito (una difesa della squadra che ci ha un po' sorpreso..).
Max, oggi non è andata decisamente bene.
"Il risultato no ma io credo che la squadra la prestazione l'ha fatta. Abbiamo lottato su ogni pallone e a differenza della figuraccia di una settimana fa col PortogruaroSummaga non abbiamo sbagliato l'approccio alla partita".
A livello personale ti sei ritrovato spesso a lottare solo contro tre o quattro difensori.
"Sì, ma non bisogna guardare il singolo. La squadra seconda me ha cercato di lottare, di darsi da fare, ha avuto lo spirito giusto anche se in una gara non poi così difficile è andata male".
Che clima c'era a fine gara, vi siete detti qualcosa?
"Siamo delusi. Ci tenevamo a questa partita, non vedevamo l'ora di giocare per riscattarci da sette giorni fa e sicuramente io ho visto un miglioramento nello spirito, la giusta voglia di lottare
".

G.Bianchi concorda con Guidetti

Alberto Bianchi è un altro giocatore che va controcorrente e come Guidetti difende l'approccio a livello di spirito della squadra alla gara.
E' andata male anche oggi.
"Sì, ma rispetto alla partita col PortogruaroSummaga è stata una gara molto diversa sotto il profilo dello spirito. Domenica prossima abbiamo una gara con la Pro Patria che secondo me può essere la svolta del nostro campionato. Sono convinto che ci riprenderemo".
Scusa, però Turotti non ci è sembrato del tuo stesso avviso sulla gara di oggi.
"Ognuno la vede a modo suo, secondo me sotto il profilo dello spirito qualche piccolo miglioramento c'è stato".
Sul gol subito abbiamo sbagliato, si poteva evitarlo.
"Tutti i gol subiti sono evitabili. Se l'abbiamo preso evidentemente qualche errore c'è stato. Dobbiamo rimboccarci le maniche e lavorare, solo noi possiamo uscirne da questa situazione ma siamo consci di quello che dobbiamo fare".
Il pubblico ha contestato.
"Il pubblico giustamente può fare la sua libera scelta. Ce la metteremo tutta per fargli cambiare idea. Io mi ricordo due anni fa a Grosseto: facemmo 8 punti in 9 partite poi alla fine vincemmo il campionato. Anche allora venivamo da una finale playoff persa e anche allora avevamo iniziato battendo la Pro Sesto. Domenica con la Pro Patria dovrà esserci un cambio di rotta, per noi è la partita della svolta".

Gori, il ritorno

L'abbiamo atteso a lungo, bloccato da un infortunio alla schiena che non se ne voleva andare. A Lecco Marco Gori ha fatto finalmente il suo esordio, tutto sommato non negativo a livello personale anche se la sconfitta della squadra oscura tutto il resto.
Finalmente in campo, Marco.
"E' l'unico aspetto positivo di giornata, per il resto sono molto dispiaciuto dato il risultato".
Le tue sensazioni fisiche a livello personale?
"Nel primo tempo buone, ovviamente nella ripresa mi sono venute meno le forze e infatti il mister mi ha tolto".
Condividi l'analisi dei tuoi compagni Guidetti e Bianchi che hanno visto una Cremonese in progresso sul piano dello spirito?
"Credo che in effetti si sia visto uno spirito migliore rispetto a sette giorni fa. Ci eravamo detti di dare una svolta in settimana e secondo me nel primo tempo l'atteggiamento era quello giusto. Sembrava che potessimo fare gol, non ci siamo riusciti e quando lo abbiamo preso siamo calati mentalmente, non abbiamo avuto una grossa reazione, un po' come era successo già domenica scorsa. Sono convinto però che se avessimo fatto gol nel primo tempo avremmo vinto anche facilmente. Loro hanno corso molto come tutti quelli che giocano contro la Cremonese che si sentono motivatissimi. Per fortuna domenica prossima contro la Pro Patria non saremo più favoriti, per la prima volta.
Speriamo che le cose possano cambiare".



facebook

sfoglia    settembre        novembre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo