235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Foggia, Novelli medita cambiamenti nel tridente d'attacco | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    agosto        ottobre


19 settembre 2008

Foggia, Novelli medita cambiamenti nel tridente d'attacco

Senza Pecchia e con Del Core a mezzo servizio. Il Foggia a Foligno dovrà fare a meno del capitano, infortunato e che dovrebbe rientrare tra due domeniche, quando allo Zaccheria arriverà la Juve Stabia.













Oltre a Pecchia, Novelli dovrà fare a meno dello squalificato Rinaldi e fronteggiare le non perfette condizioni fisiche di Del Core. L’attaccante barese ieri ha preso parte al test infrasettimanale contro la Berretti, ma di certo non è al top della condizione fisica. Stringerà comunque i denti.
Brutte notizie anche per il terzino Donato Posillipo. Più grave del previsto l’infortunio occorso al giovane fluidificante. L’ecografia a cui si è sottoposto ha evidenziato la frattura di una costola.
Con tutti questi problemi, ma con la consapevolezza di poter contare su una rosa ampia e di affidamento, il Foggia si approccia alla seconda trasferta di campionato.
Un impegno, quello contro gli umbri, che seppur insidioso, pare essere comunque alla portata dei rossoneri, chiamati a racimolare i primi punti lontano dallo Zaccheria, dove finora la Novelli-band non ha sbagliato un colpo.
Pecchia a parte, il Foggia che tra due giorni affronterà il Foligno, non si discosterà da quello che domenica scorsa ha battuto la Cavese.
Tra i pali sicurezza Bremec, con Colombaretti e Pezzella sulle corsie e Lisuzzo e Zanetti al centro. Coletti nel ruolo di play di centrocampo, con ai lati D’Amico e Mancino. Semmai qualche dubbio potrebbe esserci su chi affiancherà la coppia Salgado-Del Core. Troianiello è il favorito, ma non vanno trascurate le ipotesi Agostinone e Piccolo.
Intanto i due successi hanno galvanizzato l’ambiente. Pronto il primo esodo dei tifosi. Saranno in 400 quelli che seguiranno la squadra in trasferta. In molti i foggiani residenti al centro nord che raggiungeranno lo stadio Blasone. Dove il Foggia si sentirà quasi allo Zaccheria.
da Capitanatasport.it

Foligno-Foggia arbitra Del Giovane di Albano Laziale

(19/09/2008)
Foligno-Foggia, gara in programma domenica 21 Settembre alle ore 15:00 allo stadio Blasone di Foligno, sarà diretta dal sig. Stefano Del Giovane della sezione A.I.A. di Albano Laziale, assistenti Alessandro Libertino di Ostia Lido e Gianluca Tiburzi di Roma 1. Questi gli arbitri designati per la quarta giornata del Campionato di Prima Divisione - Girone B, in programma Domenica 21 Settembre, con inizio delle gare alle ore 15:00: BENEVENTO - PAGANESE: Alessandro Ruini di Reggio Emilia CAVESE - CROTONE: Simone Di Francesco di Teramo FOLIGNO - FOGGIA: Stefano Del Giovane di Albano Laziale JUVE STABIA - GALLIPOLI: Pierluigi Gambini di Roma 1 PESCARA - PERUGIA: Omar Magno di Catania PISTOIESE - VIRTUS LANCIANO: Giovanni Fatta di Palermo POTENZA - AREZZO: Luigi Nasca di Bari REAL MARCIANISE - TARANTO: Lorenzo Lupo di Matera SORRENTO - TERNANA: Gesuele Paparazzo di Catanzaro



Comunicato Stampa A.I.A.

FOLIGNO: contro il Foggia si torna all´antico

(19/09/2008)
Lo aveva annunciato già dopo la gara di Gallipoli, così ieri Roberto Cevoli ha iniziato a provare il Foligno schierato con quattro difensori. Una scelta, come aveva già anticipato l´allenatore biancazzurro, non certamente maturata dopo le perplessità, se non le critiche, di questi ultimi due giorni, ma dovuta al modulo di gioco del Foggia, il prossimo avversario dei falchetti, che si presenterà domenica al“ Blasone” con un tridente in attacco, rendendo troppo rischiosa la difesa a tre. Per affrontare l´immediato futuro, Cevoli ha guardato così al recente passato biancazzurro, provando durante l´amichevole di metà settimana contro la Berretti lo stesso assetto tattico che lo scorso anno ha fatto la fortuna di Pierpaolo Bisoli. Contro il Foggia, dunque, la linea difensiva del Foligno dovrebbe essere formata da Baldanzeddu, arretrato dalla consueta posizione di esterno di centrocampo, sulla corsia di destra, con la coppia Fiuzzi e Guastalvino centrali e Petterini nel ruolo di terzino sinistro. Per il centrocampo, Cevoli ha provato la soluzione a rombo, con Cotza davanti alla difesa, Signori e Furiani sulle fasce e Coresi dietro alla coppia di attaccanti formata da Turchi e De Paula. Un assetto che ha permesso al Foligno di essere più equilibrato e di andare a segno due volte, proprio con Turchi e De Paula. Alla partitella in famiglia contro la Berretti di Mosconi non ha preso parte Andrea Mandorlini, impegnato con la nazionale di C. Una delegazione di tifosi ha assistito al consiglio comunale nel corso della quale si è discusso un ordine del giorno sullo stadio “Blasone”: un modo per chiedere all´Amministrazione di intervenire per risolvere i problemi dell´impianto.
Simone Lini da Il Messaggero

FOLIGNO: contro il Foggia si torna all´antico (19/09/2008)
Lo aveva annunciato già dopo la gara di Gallipoli, così ieri Roberto Cevoli ha iniziato a provare il Foligno schierato con quattro difensori. Una scelta, come aveva già anticipato l´allenatore biancazzurro, non certamente maturata dopo le perplessità, se non le critiche, di questi ultimi due giorni, ma dovuta al modulo di gioco del Foggia, il prossimo avversario dei falchetti, che si presenterà domenica al“ Blasone” con un tridente in attacco, rendendo troppo rischiosa la difesa a tre. Per affrontare l´immediato futuro, Cevoli ha guardato così al recente passato biancazzurro, provando durante l´amichevole di metà settimana contro la Berretti lo stesso assetto tattico che lo scorso anno ha fatto la fortuna di Pierpaolo Bisoli.
Contro il Foggia, dunque, la linea difensiva del Foligno dovrebbe essere formata da Baldanzeddu, arretrato dalla consueta posizione di esterno di centrocampo, sulla corsia di destra, con la coppia Fiuzzi e Guastalvino centrali e Petterini nel ruolo di terzino sinistro. Per il centrocampo, Cevoli ha provato la soluzione a rombo, con Cotza davanti alla difesa, Signori e Furiani sulle fasce e Coresi dietro alla coppia di attaccanti formata da Turchi e De Paula. Un assetto che ha permesso al Foligno di essere più equilibrato e di andare a segno due volte, proprio con Turchi e De Paula. Alla partitella in famiglia contro la Berretti di Mosconi non ha preso parte Andrea Mandorlini, impegnato con la nazionale di C.
Una delegazione di tifosi ha assistito al consiglio comunale nel corso della quale si è discusso un ordine del giorno sullo stadio “Blasone”: un modo per chiedere all´Amministrazione di intervenire per risolvere i problemi dell´impianto.
Simone Lini da Il Messaggero

FOLIGNO: De Paula contro il suo passato

(19/09/2008)
Marcos Ariel De Paula guida l´operazione riscatto del Foligno. Del resto i due gol realizzati nelle prime partite di campionato dicono che il bomber brasiliano vuole fare sul serio in questa stagione. Lui sogna di prendere per mano la squadra e affondare con i suoi gol un Foggia composto di tanti suoi ex compagni. Quella rossonera è una compagine che l´attaccante conosce molto bene.
Ci è arrivato in prestito da Verona a gennaio del 2008, nell´era del tecnico Galderisi (il suo cartellino è ancora oggi di proprietà del Chievo). In terra pugliese De Paula ha fatto in pratica tutto il girone di ritorno che è coinciso con il periodo migliore dei satanelli, che sono arrivati a giocarsi i play off per la serie B. Poi la storia è stata molto simile a quella del Foligno: fuori dai play off, fuori dalla corsa promozione. Ecco perché la partita di domenica al Santo Pietro avrà per lui un sapore particolare.
“Ho un bel ricordo - attacca De Paula - perché io sono sbarcato a Foggia con Galderisi e la squadra in precedenza non aveva fatto molto bene. Dopo il nostro arrivo, mi riferisco al sottoscritto e all´allenatore, la squadra ha disputato un campionato di buon livello arrivando a giocare i playoff”.
Come giocavate a Foggia? “Con un 4-4-2 dove io venivo impiegato da attaccante puro. La squadra giocava bene, segnava, divertiva il pubblico che allo Zaccheria era sempre numeroso”.
Che cosa ricordi della partita interna con il Foligno? "Sono entrato sul 2-0 a nostro favore. Un risultato che aveva quasi chiuso la partita. Il Foggia in quella gara partì molto forte e mise subito in difficoltà la formazione di Bisoli. Ripeto, quella sfida la giocammo davvero alla grande”. Hai ancora amici a Foggia? “Sì, Zanetti e Colombaretti in particolare. Anche se devo dire che nella mia esperienza rossonera il giocatore con cui avevo legato di più è stato il francese Mounard, che in questa stagione milita con il Gallipoli. Con lui ci sentiamo spesso ed ho un bel rapporto”.
E del Foggia di oggi che sai? “Praticamente niente a parte gli amici che conosco dal punto di vista tecnico per averci giocato insieme per alcuni mesi. Cevoli ci parlerà della prossima avversaria in settimana e ci farà capire le contromisure giuste da adottare in partita”.
Un avvio super condito da due gol, anche se domenica scorsa non è stato autore di una buona prestazione. “Sono sempre contento quando vado in rete. Mi sembra che nelle prime due gare ho colto il momento giusto. Domenica scorsa però tutta la squadra non ha girato. Peccato”. Una sfida che si preannuncia ricca di difficoltà. “E´ vero, ma noi dobbiamo assolutamente centrare il risultato pieno. Al Foligno serve una vittoria come il pane e noi giocatori ce la metteremo tutta per ottenerla”
Marco Morosini da Corriere Dell´Umbria

Il nuovo Foligno, alla ricerca di una identità

(19/09/20089
Da sempre meta di turisti da tutto il mondo, la città di Foligno è oggi all’apice della propria storia calcistica. Dopo vent’anni trascorsi fra i dilettanti, il Foligno Calcio si è riaffacciato al professionismo con la promozione in C2 ottenuta nel 2005 e in soli due anni ha spiccato il salto in C1, dove da neopromosso e quasi neofita della categoria (l’unica apparizione risaliva al 1983-84) è riuscito a qualificarsi per i playoff e sfiorare la finale: l’eliminazione contro il Cittadella grida ancora vendetta, alla luce di decisioni arbitrali piuttosto controverse. L’inizio del nuovo torneo non è stato brillante per i falchetti: il promettente successo sul campo della Paganese ha preceduto due netti ko contro Taranto e Gallipoli.

LA SOCIETÀ Al timone, da ormai otto anni, c’è Maurizio Zampetti, imprenditore edile a capo di una cordata locale. Zampetti è anche consigliere di Lega.

L’ALLENATORE Roberto Cevoli è stato chiamato a raccogliere la pesante eredità di Pierpaolo Bisoli, passato ad allenare il Cesena. L’ex difensore di Torino e Modena è al debutto sulla panchina di una prima squadra, dopo alcuni anni trascorsi da secondo nel Vicenza. Nelle prime tre partite ha schierato un 3-4-1-2, ma contro il Foggia sembra intenzionato a tornare alla difesa a 4.

LA SQUADRA L’organico dei miracoli è stato in parte confermato, ma quasi tutti i pezzi pregiati hanno fatto le valigie. Pesano in particolare le partenze del fantasista Noviello, del centravanti Girardi e dei centrocampisti Zebi e Pascali, quest’ultimo trasferitosi in Scozia al Kilmarnock.

LA STELLA Uno dei superstiti è Filippo Petterini, classe 1980, esterno difensivo bravo soprattutto in fase di spinta. Dotato di buona corsa e di un sinistro insidioso, l’anno scorso si mise in luce nel match di andata contro il Foggia per le sue sgroppate sulla fascia.

L’EX DI TURNO Approdato a Foggia nello scorso gennaio, Marcos Ariel De Paula è stato l’ultimo acquisto dell’ex ds Riccardo Di Bari. Con tre gol realizzati in 14 presenze, non tutte dal primo minuto, l’attaccante brasiliano ha contribuito alla rincorsa al quinto posto e alla sfortunata semifdinale playoff contro la Cremonese.

COME GIOCA Come già detto, Roberto Cevoli ha intenzione di abbandonare il 3-4-1-2 delle prima uscite per tornare al 4-3-1-2 applicato l’anno scorso da Bisoli. La linea difensiva dovrebbe essere composta, da destra a sinistra, da Baldanzeddu, Fiuzzi, Guastalvino e Petterini, mentre a centrocampo dovrebbero giostrare Cotza, Signori e Furiani. Invariato l’assetto offensivo, con Coresi sulla trequarti a supporto di Turchi e De Paula; in panchina è pronto a subentrare l’ariete Iadaresta.
Antonio Forina da Calciofoggia

GALLIPOLI: Video intervista a David Mounard

(19/09/2008)
Ecco un´intervista rilasciata dall´ex rossonero David Mounard dopo la vittoria del Gallipoli contro il Foligno prossimo avversario del Foggia.











Video intervista a David Monuard
da Foggiacalciomania

LEGA PRO: Per Plasmati è stato un trampolino di lancio

(19/09/2008)
Plasmati e Ghezzal, due belle storie di attaccanti cresciuti nella vecchia serie C e capaci di affermarsi anche nella massima ribalta nazionale .
Si sente spesso parlare, in riferimento alla lega Pro, di “cimitero degli elefanti” o di campionato di prepensionamento di vecchie stelle, oramai troppo in là con gli anni, che cercano di strappare il loro ultimo bel contratto della carriera. Ma in realtà ci si dimentica, troppo spesso, della grande mole di giovani che, grazie alle due serie minori, hanno la possibilità di entrare a far parte del mondo del professionismo e di farsi notare dagli osservatori del calcio del “conta”.
Oggi vogliamo parlarvi della storia di due calciatori che sono riusciti a coronare il loro sogno, quello di giocare in serie A, e di bagnare il loro debutto con ottime prestazioni ed addirittura con un gol; il tutto grazie alla possibilità avuta di mettersi in mostra nel passato campionato di serie C. I due calciatori in questione sono Gianvito Plasmati e Abdelkader Ghezzal, uno nativo di Matera, l´altro francese, ma entrambi bomber di professione. Ad accomunarli ci sono molte cose, ma partiamo con ordine.
Entrambi l´anno scorso hanno giocato in serie C1, rispettivamente con le maglie di Foggia e Taranto per il primo, e del Crotone per il francese. Per Gianvito la stagione non comincia alla grande e così, dopo quattordici partite e soli due gol realizzati con la casacca del Foggia, società e calciatore decidono di optare per il trasferimento a Taranto; ed è qui che l´attaccante mostra il meglio del suo repertorio con 7 realizzazioni in tredici partite, insomma un gol ogni due match giocati, con le sue reti che trascinano i pugliesi sino alla finale playoff persa contro l´Ancona per 2-1 con il suo ultimo ed inutile gol realizzato con la maglia ionica.
Ghezzal invece gioca tutta l´annata fra le fila crotonesi, siglando la bellezza di 20 gol, tutti in campionato, e vedendo fermata la propria corsa solo in semifinale playoff proprio dal Taranto di Plasmati; in un doppio confronto nel quale il francesino arriva a corto di energie dopo una stagione lunga ed estenuante.
I paralleli, però, non finiscono qui; infatti nel corso del calciomercato estivo arriva per entrambi la chiamata, un po´ inaspettata dalla serie A. Le prestazioni sportive di Plasmati sono acquisite dal Catania di Walter Zenga per sostituire l´infortunato Spinesi, mentre per Ghezzal il giro è più lungo e tortuoso e lo vede prima passare al Genoa di Preziosi e poi essere girato in prestito al Siena, andando a completare un reparto di valore composto da elementi come Calaiò, Maccarone e Frick. Entrambi alla prima giornata siedono in panchina e non mettono piede in campo nemmeno per un minuto, rimandando la gioia dell´esordio alla giornata successiva. Ed è proprio qui che i sogni si realizzano tutti assieme.
Il calendario riserva al Catania l´affascinante sfida al Meazza contro l´Inter dello special one Mourinho, e Zenga, un po´ a sorpresa, decide di mandare in campo, fin dal primo minuto, un illustre sconosciuto di nome Plasmati, al quale bastano solo 42´ per realizzare di testa il primo gol in massima serie e far impazzire di gioia i tifosi catanesi; e poco importa se poi, a causa di due sfortunate autoreti, gli etnei perdono per 2-1.
Il destino chiede invece a Ghezzal un po´ più di pazienza; difatti il calciatore francese, nel match casalingo contro il Cagliari, parte dalla panchina e deve attendere fino al 65´ di gioco per debuttare in serie A al posto dell´autore del gol del momentaneo 1-0, Emanuele Calaiò. Ma le stelle sono benevole anche per Ghezzal e così, al secondo minuto di recupero, su azione di contropiede innescata da Mario Frick, l´ex attaccante crotonese si ritrova la palla buona per segnare a porta semivuota e a due passi dalla linea; come nelle migliori storie a lieto fine Ghezzal non fallisce e così può festeggiare il suo primo gol in A assieme ai suoi compagni.
Insomma due esordi molto diversi fra loro, ma con un´unica conclusione: il primo gol in carriera in serie A. Cosa riserverà il resto del campionato a questi due attaccanti non è dato saperlo, ma di sicuro potranno, un giorno, raccontare ai loro nipotini di quando all´esordio nella massima serie segnarono il loro primo gol.
Stefano De Biase da calciopress.net

FOGGIA PER CONQUISTARE DUE PESANTI VITTORIE ED I VERTICI DELLA CLASSIFICA - DUE GOL SEI PUNTI

(19/09/2008)
In casa Foggia c’è la consapevolezza di dover ancora migliorare e parecchio. Ma il viatico non è male, considerato che la squadra affidata a Novelli non ha sbagliato un colpo allo Zaccheria, mentre si è inceppata nel primo viaggio contro il Pescara. La prossima tappa, in quel di Foligno, chiarirà ulteriormente la forza di questo gruppo e dove potrà arrivare. In un campionato, che stando almeno a quanto riservato in questi primi tre atti, ha già sentenziato le prime eccellenti crisi, da Perugia a Pescara...





















da usfoggiagol.it

Intervista a Mario Antonio Jimenez Salgado

(19/09/2008)
E´ tornato. Dopo un anno di transizione vissuto lontano da Foggia, Mario Salgado gonfia nuovamente la rete regalando tre punti che riportano il sorriso sul volto dei tifosi e, di conseguenza, sul suo, essendo egli stesso il primo supporter rossonero.
























Mario, due date su tutte: 10 giugno 2007-13 settembre 2008. A un anno e tre mesi di distanza, sei tornato a segnare in un match ufficiale con la maglia del Foggia.“Il gol è il pane quotidiano per un attaccante… Io avevo bisogno di segnare e proprio per questo motivo, quello di domenica è stato il gol più bello, l´ideale per me e soprattutto per la squadra, dato che ci ha regalato tre punti importantissimi contro un avversario ostico come la Cavese”.

Il giusto “premio” a due mesi di intenso lavoro, che ti hanno visto lontano dai campi di gioco a causa del recupero post-infortunio.
“Si quest´anno è stata una vacanza anomala per me, programmata diversamente…di solito disputavo qualche partitella con gli amici, facevo un po´ di movimento ed invece quest´estate l´ho passata a lavorare sodo per recuperare dall´operazione al menisco e, se devo essere sincero, non mi sarei mai aspettato di tornare a giocare cosi presto”.

E non sei ancora al top della condizione…
“Sicuramente. In questo momento non sono ancora al meglio, ma è normale che soltanto allenandomi intensamente e giocando poi la domenica, quando metto a frutto il lavoro di un´intera settimana, potrò migliorare la mia condizione fisica. Poi i compagni mi aiutano molto standomi vicino sempre, mostrandomi il loro affetto e questo è molto importante per me”.

Gli addetti ai lavori ed i tifosi però continuano a nutrire dei dubbi sulla tua posizione in campo: quasi tutti ti vorrebbero esterno a sinistra… Ma Salgado come e dove si vede?“Sia io che Novelli l´abbiamo spiegato tante volte, ma evidentemente non è ancora chiaro il concetto. Ho già giocato in questo ruolo, da punta centrale, in categorie superiori ed ho fatto anche discretamente bene. E´ chiaro che la gente qui era abituata a vedermi partire da sinistra, ma era uno schema diverso; domenica scorsa ho fatto tanto movimento, mi sono liberato più facilmente al tiro e con Del Core ci siamo anche scambiati posizione un paio di volte, nonostante non ci conosciamo ancora bene perché abbiamo giocato davvero poco insieme… Ecco, io dico che è ancora presto per poter vedere qualcosa, ma state sicuri che tra un po´ di tempo, quando io ed Umberto affineremo meglio la reciproca conoscenza, non se ne parlerà più perché la migliore risposta saranno i gol che segneremo e le gioie che regaleremo a tutti!”.

E intanto domenica si va a Foligno, una trasferta nuova per te...
“Si, non ho mai giocato lì, per questo ascolterò i consigli che mi daranno i miei compagni che da quelle parti sono già passati…Sarà una partita da non sottovalutare: troveremo una squadra arrabbiata e vogliosa di far bene, noi però abbiamo intenzione di continuare il nostro cammino senza aver paura di nessuno perché possiamo giocarcela con chiunque”.

….FUORI DAL CAMPO

Fidanzato: no, sposato dal 02/01/2008 con Raffaella
Segno zodiacale: Gemelli
Attore preferito: Denzel Washington
Attrice preferita: Kim Basinger
Film: Le pagine della nostra vita
Musica: ascolto un po´ di tutto, ma preferisco lo swing di Frank Sinatra
Libro: “La LLorona” di Isabel Allende
Piatto preferito: Troccoli con asparagi e pancetta
Hobbies: Pesca, Caccia…cose che per il momento non riesco a fare
Pregi/difetti: Sono disponibile con tutti, non faccio distinzioni… Difetto? Un po´ troppo lunatico!
Squadra del cuore: Colo Colo
Calciatore preferito: Aldair (ho la sua maglia scambiata in un Roma-Brescia) e Carlos Valderrama
Di cosa vai fiero: Di essere legato alla mia terra, alle mie origini
Sogno nel cassetto: portare il Foggia in serie B!
da USFoggia.it Official Web Site

Sorpresa Bremec: «Così in un mese ho convinto Foggia»

(19/09/2008)
Era disoccupato, ora tra i pali è una garanzia:
«Sogno la A, ma prima voglio fare bene qui». Fino a un mese fa, Nicolas Bremec non era nei piani del Foggia. Oggi è tra i punti fermi nella squadra rossonera, che vanta la migliore difesa con Gallipoli e Crotone: un gol subito nei primi 270´.







Destino - Tutto è nato alla vigilia di Ferragosto: la lite tra il portiere brasiliano Zappino e il tecnico Novelli, la rottura insanabile, la messa fuori rosa. «La proposta del Foggia è arrivata al momento giusto: ero senza squadra — racconta Bremec —. In estate mi ero allenato con la Carrarese. Dovevo recuperare parecchio: la prima settimana in rossonero è stata dura, poi ho iniziato a carburare».

Voglia di B - Bremec ha un sogno nel cassetto. «Giocare in A, ma il primo obbiettivo è tornare subito in B. Col Foggia sarebbe bellissimo». Quella di Bremec è una carriera costruita a piccoli passi. «Sono nato a Barcellona, ho vissuto per 12 anni in Spagna. Poi mi sono trasferito in Uruguay, la terra dei miei genitori: ho tirato i primi calci al Defensor Sporting, poi al Sudamerica. Sono salito in A nel Danubio, al fianco di Chevanton (ex goleador del Lecce, n.d.r.) e Olivera, ora al Genoa. Poi l´Italia: tre anni alla Carrarese tra C1 e C2, due all´Arezzo in B, la seconda stagione da titolare, affrontando Juve, Genoa e Napoli, oltre al Milan nei quarti di Coppa Italia. L´anno scorso ero vice di Taibi ad Ascoli».

Solidità - Nella retroguardia rossonera Bremec si è già messo in luce con crescente autorevolezza. «Siamo partiti in modo convincente. Difendere bene è fondamentale: concedere poco è la chiave per fare strada». Domenica i rossoneri inseguiranno i primi punti esterni a Foligno. «Faremo i conti con una squadra arrabbiata dopo due sconfitte. Ma rimanendo aggressivi e concentrati allungheremo la serie positiva». In Umbria non ci sarà Esther, la fidanzata tedesca di Bremec: «È venuta col Pescara, è stata sfortunata. Ma ora voglio mostrarle il calore dello Zaccheria».

Pecchia k.o - In Umbria non ci sarà neanche capitan Pecchia, che non ha smaltito i recenti infortuni. Assente anche il giovane Posillipo: si è fratturato una costola in una partitella in famiglia. Ieri, intanto, i rossoneri hanno realizzato 11 gol nel test con la Berretti. Al termine, il tecnico Novelli e alcuni giocatori hanno inaugurato una mostra fotografica dedicata a Zemanlandia nel centro cittadino.
Roberto Pellegrini da La Gazzetta dello Sport

Penalizzazioni per 6 squadre Avellino: è -3

(19/09/2008)
L´Avellino finisce ultimo in classica sotto quota zero. E il Treviso rimedia un altro punto in meno oltre ai tre già pagati (per violazione della clausola compromissoria). Sono le due vittime più nobili della stangata della commissione Disciplinare che, ieri pomeriggio, ha colpito altre quattro società di Prima e Seconda divisione, prosciogliendone solo due. È la coda avvelenata delle iscrizioni ai campionati ritenute irregolari dalla Covisoc. Tutto già scritto nelle norme, anche se c´è spazio per l´appello alla Corte Federale. Sono state accolte tutte le richieste della Procura federale, tranne che per il Pescara, che è stato prosciolto.







In serie B - Tre punti di penalizzazione sono stati inflitti all´Avellino, più 30 mila euro di multa e 10 mesi di inibizione all´amministratore unico Massimo Pugliese che pagherà pure un multa di 10 mila euro; un punto in meno al Treviso e 6 mesi d´inibizione all´amministratore Ettore Setten.

In Lega - Pro In Prima, due punti di penalizzazione alla Juve Stabia e 8 mesi d´inibizione all´amministratore Ennio Giuseppe Gregorio; 2 punti in meno al Venezia e 8 mesi d´inibizione al presidente Arrigo Poletti e altrettanti al fratello e amministratore Ugo. Prosciolti invece il Pescara e il suo presidente Gerardo Soglia. In Seconda divisione, un punto di penalizzazione al Manfredonia e 6 mesi d´inibizione al suo presidente Angelo Riccardi; un punto in meno alla Cisco Roma e 6 mesi a testa di inibizione per i dirigenti romani Giuseppe Smeriglio e Giacomo Di Patrizi. Prosciolti invece la Scafatese e il suo amministratore Giuseppe Cuozzo.

Ritardi - L´accusa generalizzata e accertata, seppure in primo grado, è dell´inveterata abitudine dei dirigenti delle società a ignorare i termini «perentori » per presentare le fideiussioni, le ricevute di pagamenti Irpef e dei debiti e anche le ricevute liberatorie sottoscritte dai calciatori. Così la Covisoc, scaduto il termine(ripetiamo) «perentorio» del 30 giugno, non ha fatto altro che chiamare in causa la giustizia, per illeciti amministrativi.

Caso - Erano molte le inadempienze dell´Avellino, poi ripescato in serie B. Gli irpini hanno versato in ritardo la fideiussione di 207 mila euro e si sono dimenticati per strada di depositare tutte le ricevute dei pagamenti delle ritenute Irpef e dei contributi Enpals. Con l´aggiunta a carico dell´Avellino di debiti per 114.234,63 euro con la Lega Calcio e di tributi Ires, Irap e Iva da versare. L´Avellino è stato iscritto ma in una delicata corsa finanziaria a ostacoli.

Assolti - Sorride invece il Pescara, prosciolto per aver pagato la prima rata del debito Iva 2006 prima della scadenza del 30 giugno. Insussistente anche l´addebito a carico della Scafatese.
Pescara e Scafatese sono state prosciolte: avevano rispettato tutti i termini. Ora i club condannati possono ricorrere alla Corte Federale Incocciati, 44 anni, guida l´Avellino
Gianni Bondini da La gazzetta dello sport
GALLIPOLI Tripletta di Di Gennaro al Veglie Giannini: «Stiamo molto bene» (19/09/2008)
Tre gol di Di Gennaro (ancora a secco in campionato) nel test di ieri pomeriggio al Bianco contro il Veglie (Promozione). In evidenza anche Cini (doppietta). Il tecnico Beppe Giannini pare orientato a confermare la squadra che domenica scorsa ha vinto a Potenza nella sfida esterna di Castellammare. «Stiamo bene e con la Juve Stabia non deluderemo».

p. m. da La Gazzetta dello Sport

TARANTO: Questo Taranto funziona, Dellisanti non cambia più

(19/09/2008)
Solo gli infortuni, ormai, possono mutare il Taranto. Franco Dellisanti ha imboccato una strada e non sembra intenzionato a cambiarla. Adesso è 4-1-4-1: l´intuizione vincente della trasferta vittoriosa di Foligno (2-3 in Umbria) è diventata regola, sperimentata in casa contro il Benevento (con un atteggiamento più spregiudicato).

Un dubbio - La partita col Real Marcianise rappresenterà la consacrazione del nuovo assetto e di un undici ormai delineato anche negli uomini: tra Foligno e Benevento l´unica differenza ha riguardato i portieri (Barasso ha sorpassato Nordi).
A Caserta, campo provvisorio dei campani, ci sarà un´ulteriore conferma per la squadra schierata nelle ultime settimane: solo Dionigi preoccupa Dellisanti. Il centravanti soffre per un dolore alla coscia e ieri sera si è sottoposto ad una ecografia: stamattina il verdetto dello staff medico. Caturano e Marolda si candidano per la sostituzione.

La svolta - Durante il precampionato Dellisanti ha lavorato intensamente sul 4-4-2, suo modulo di riferimento da sempre. Ma l´inizio della stagione ufficiale ha acuito le perplessità dell´allenatore ionico dopo le sconfitte casalinghe col Bassano in Coppa e la Juve Stabia al debutto in campionato. Per due volte il Taranto è passato in vantaggio per lasciarsi sorpassare, denotando limiti in fase di copertura e una insufficiente assistenza alle punte. L´ultimo giorno di mercato l´arrivo di Micco e Paolucci ha permesso al tecnico di cambiare l´impostazione tattica: un centrocampista in più e una punta in meno. Giorgino ha arretrato il proprio raggio d´azione diventando il metodista davanti alla difesa, Paolucci si è posizionato a centrocampo accanto a Shala, Micco ha coperto un´evidente falla a sinistra della linea mediana. Risultato: una vittoria e un pari. Dellisanti è soddisfatto: varierà il modulo in base alle evenienze, basta alzare la posizione degli esterni per avere un 4-3-3 spregiudicato. «Se l´idea è giusta, tanto vale andare fino in fondo », sentenzia il tecnico. Tanti saluti al 4-4-2: col 4-1-4-1 squadra solida e risultati.
Leo Spalluto da La gazzetta dello sport

D´Amico a calciofoggia: "Ho tanta rabbia da tirare fuori"

(19/09/2008)
Svegliarsi un giorno e ritrovarsi importante per il Foggia. E´ il riassunto in una riga della storia di Tony D´Amico, autore di una buona prestazione contro la Cavese. Il centrocampista ammette di aver ritrovato il sorriso dopo aver coronato il suo piccolo sogno, dichiarato una settimana fa proprio a queste telecamere:"uscire dallo Zaccheria tra gli applausi". Complice l´assenza di Pecchia sarà molto probabilmente lui a giocare come interno sinistro e l´eventualità non lo spaventa."Ho ancora tanta rabbia da tirare fuori". Anche questa volta viene scherzosamente "pizzicato" dai suoi compagni presenti alle spalle della telecamera. Ci scusiamo in anticipo con gli utenti per la qualità dell´audio non perfetta a causa di alcuni problemi tecnici.
Video di Tony D'amica clicca qui


Domenico Carella da Calciofoggia

Taranto e Foggia: tanti gol nelle amichevoli. E ora il campionato Gli ionici vincono col Crispiano. I dauni battono la Berretti

(19/09/2008)

FOGGIA - Improvviso cambio di programma ed il Foggia opta per l’amichevole tutta in famiglia, anzichè l’annunciata sfida contro il Larino. Disputata in anticipo ieri alle 14.30, rispetto al consueto orario delle 15, ma sempre sul campo di Ascoli Satriano, il tecnico Novelli ha fatto le prove generali in vista della sfida di domenica allo stadio “Enzo Blasone” di Foligno. Opposti alla Berretti di Carlo Ricchetti, sono scesi nel primo tempo: Bremec; Colombaretti, Lisuzzo, Zanetti, Pezzella; Mancino, Coletti, D´Amico; Agostinone, Germinale, Mattioli. La seconda frazione di gioco è stata invece caratterizzata dalla seguente formazione: Coscia; Arno, Rinaldi, Burzigotti, Forte; Basta, Velardi, Colomba; Troianiello, Salgado, Del Core; Piccolo e Trezzi sono poi subentrati intorno alla metà dei secondi 45 minuti al posto di Troianiello e Del Core. I gol sono stati messi a segno da: Mancino (2), Del Core (2), Mattioli, Germinale, Troianiello, Colomba, Trezzi, Piccolo, Salgado. Non hanno partecipato alla seduta di lavoro il capitano Fabio Pecchia ed il terzino sinistro Posillipo.

TARANTO - E’ terminata 7 a 0 l’amichevole disputata ieri pomeriggio contro il Crispiano di Domenico Vitti. I rossoblù sono scesi in campo affidandosi al consueto 4-1-4-1 con Barasso tra i pali, D’Alterio, Migliaccio, Pastore, Prosperi in difesa, Giorgino subito dopo con Cazzola, Shala, Paolucci, Micco a centrocampo a supporto dell’unica punta Caturano. Nei primi 45 minuti sono andati in gol Franco Micco, di testa ben servito da Carrozza, Caturano e Rijat Shala. Nella ripresa, invece, spazio a Faraon, Prete, Sosa, Barrios Silva, Di Bari, Carrozza, Selvaggi, Sciaudone, Pagliuca, Barroti e Marolda. Chiudono il match Marolda, Sciaudone e Barroti, quest’ultimo autore di una bella doppietta. Nel primo tempo quindi spazio alla probabile formazione titolare, con l’unica eccezione Caturano (in luogo di Dionigi che ha lavorato a parte a scopo precauzionale). La prima frazione si è conclusa con il punteggio di 3-0 grazie alle reti realizzate da Micco, abile ad appoggiare in rete un preciso cross di Carrozza, Caturano, che ha raddoppiato dopo aver colpito il palo, e Shala, lesto ad approfittare di una corta ribattuta di un difensore crispianese sempre su un suo precedente tiro. Bene nel complesso l’undici sceso in campo in questa prima parte, con buoni movimenti e fraseggi ed una squadra che giorno dopo giorno mostra di migliorare la propria intesa.
da quotidianopuglia.it

Borsino: Mancino e Del Core recuperati

(18/09/2008)
Tornano a pieno regime Mancino e Del Core, i due calciatori saranno a disposizione di Novelli nella trasferta di Foligno.
Dubbi per quanto riguarda il capitano Fabio Pecchia, difficileipotizzare un suo recupero per domenica.










da Foggiacalciomania.

FOLIGNO: il video dell´ultima sfida a Gallipoli

(18/09/2008)
Ecco il video delle azioni salienti nell´ultima sfida del Foligno, prossimo avversario del Foggia. I falchetti sono stati sconfitti dal Gallipoli, dell´ex tecnico rsso-nero Giannini, per due reti a zero.
I gol - Ottavo del primo tmpo, discesa di Mounard sulla sinistra che serve in area di rigore sulla destra Russo che, completamente lasciato libero, non ha difficoltà a battere Ripa in diagonale.
Al secondo minuto della ripresa ancora Mounard che sulla sinistra serve Ginestra che, spalle alla porta, al limite dell´ area di rigore, riesce con destrezza a liberarsi del diretto marcatore e a servire sulla destra Cangi che in velocità supera un difensore bianco-azzurro e con un preciso diagonale batte Ripa.
Gallipoli - Foligno 2-0



dA video Telerama)

ASCOLI SATRIANO - Finale: Foggia - Berretti 11-0

(18/09/2008)
Si è concluso il primo tempo tra il Foggia e la berretti. I "senior" conducono la gara per sei a Zero con le reti di Mancino (doppietta), Mattioli (colpo di testa), Germinale, Troianiello e Del Core. Da segnalare tre pali colti dai rossoneri ad opera di Germinale e Mancino (2). Novelli ha schierato la seguente formazione. Bremec; Colombaretti, Lisuzzo, Zanetti, Pezzella; Mancino, Coletti, D´Amico; Agostinone (30´ Troianiello), Germinale, Mattioli (30´ Del Core). Nella prima frazione si è giocato per per quarantacinque minuti quindi dovrebbero giocarsi due tempi. Il portiere Milan è stato impegnato nella difesa dei pali della formazione berretti.
Il capitano Pecchia ha svolto solo pochi giri di campo e sembra quindi scontata la sua assenza domeica. Stessa sorte per Posillipo per il quale i tempi di recupero sembrano lunghi.
Nella ripresa Novelli Cambia tutto e schiera il seguente undici: Coscia; Arno, Rinaldi, Burzigotti, Forte; Basta, Velardi, Colomba; Troianiello (30´ Piccolo), Salgado, Del Core (30´ Trezzi). I rossoneri segnano altri cinque gol grazie ai colpi di Del Core, Colomba, Trezzi, Piccolo e Salgado (autore di un gol a cucchiaio). Il risultato finale è quindi Foggia 11 - Berretti 0.
Domenico Carella da Calciofoggia

Foggia a Foligno senza Pecchia ma per vincere

(18/09/2008)
Pronti a sferrare il primo colpo in trasferta. Dopo i 2 successi ottenuti allo Zaccheria contro Potenza e Cavese, intervallati dallo sfortunato viaggio di Vasto contro il Pescara, il Foggia prova a conquistare i primi punti lontano da casa.

























L’impegno a Foligno non è dei più agevoli, non foss’altro perché di fronte Salgado e soci troveranno una squadra decisa ad andare a punti e reduce da due sconfitte consecutive.
Ma i rossoneri hanno tutte le carte in regola per tornare a casa con l’intero bottino. Tre punti lancerebbero, seppur dopo appena 4 giornate, un segnale importante al campionato.
E direbbero che sperare si può. A Foligno, Novelli con ogni probabilità, sarà costretto a rinunciare a capitan Fabio Pecchia, fermo ai box per un indolenzimento al gluteo. Non al top nemmeno Umberto Del Core, alle prese con problemi ad un adduttore. Il barese, però, dovrebbe essere abile ed arruolato per il match contro gli umbri.
Nell’allenamento di ieri, inoltre, si è fermato anche il giovane Posillipo. Il terzino ha riportato una botta al costato.
A queste incertezze, va aggiunta la sicura assenza dello squalificato Rinaldi. Ma la varietà della rosa, fortunatamente, garantisce soluzioni alternative e di sicuro affidamento.
Non dovesse farcela Pecchia, cosa che appare quasi scontata, Novelli è facilmente ipotizzabile che decida di varare un centrocampo più muscoloso, inserendo al fianco di Coletti, Tony D’Amico, autore di una buona prestazione domenica contro la Cavese.
Partendo comunque dalla consapevolezza che con un attacco che sta pian pianino carburando e che vede in Salgado e Del Core due autentici spauracchi per qualsiasi avversario, il primo colpo esterno può essere molto più che una semplice speranza.
da Capitanatasport.it

PESCARA: Galderisi, "Calciatori dimostrate di essere uomini"

(18/09/2008)
La sconfitta di Terni ha fatto male a tutti, e forse ha dato la scossa che serviva. I risultati sul campo si potranno vedere solo domenica prossima contro il Perugia, intanto però la figuraccia del Liberati ha spinto il presidente Gerardo Soglia ad uscire allo scoperto dopo tante settimane di silenzio . Ieri il numero uno del club è piombato al Vestina di Montesilvano per guardare in faccia tecnico e giocatori. Come fece un anno fa dopo la debacle di Sorrento.
Oltre a dare la carica ad una squadra apparsa spenta domenica scorsa, Soglia ha cercato di tranquillizzare tesserati e dipendenti sul futuro della società, dicendo che resterà alla guida del Pescara almeno fino al 30 giugno prossimo. Poi il presidente ha incontrato anche una delegazione di tifosi. Anche Galderisi ha avuto un confronto con la squadra prima dell´allenamento, per capire cosa non ha funzionato nella testa dei giocatori durante la partita di Terni. «Ci ha fatto molto piacere che sia venuto il presidente - ha detto il tecnico a fine seduta - perchè ci ha detto cose importanti, e la sua presenza serve per creare la giusta mentalità. Forse questo è un passaggio chiave della nostra stagione, è il momento di compattarci e dimostrare di essere uomini».
Galderisi ha guardato in faccia i suoi giocatori, con cui ha stabilito dall´inizio un rapporto di dialogo costante: «Non mi piacciono gli omertosi e i permalosi, quelli che si nascondono e non si assumono le responsabilità. Parlare e confrontarsi è un modo per risolvere i problemi e crescere. Anche per il sottoscritto. Nel nostro spogliatoio questo avviene». Sotto i colpi di Scappini e Rigoni, però, i biancazzurri sembravano piccoli così. «Purtroppo ho visto bene dall´alto la partita di Terni (Nanu ha scontato la terza giornata di squalifica al Liberati, ndc) e non siamo stati affatto quelli che ci aspettavamo di essere dopo aver preparato benissimo la partita in settimana.
Con il passare dei minuti ci siamo sfaldati, abbiamo perso fiducia e abbiamo smesso di credere in alcune certezze che abbiamo costruito lavorando assieme da un po´ di tempo: velocizzare la manovra, far girare palla rapidamente, stare corti in mezzo al campo. E soprattutto: avere unità d´intenti». Tutte cose che non si sono viste contro la formazione di Giorgini. C´entra anche la condizione atletica non ancora idonea di alcuni singoli? «Non credo, martedì scorso abbiamo effettuato dei test e tutti sono apparsi in condizioni ottimali - afferma Galderisi -. Il problema di quella prestazione sta tutto nella testa dei ragazzi. Per questo, in vista del Perugia, dobbiamo azzerare tutto e prepararci a giocare una partita giocata sui nervi e in qualsiasi situazione». Domenica scorsa ha pesato come un macigno l´assenza all´ultimo istante di Bazzani.
«Per le caratteristiche che ha lui è importantissimo per questa squadra. Se manca è problema, anche perchè abbiamo solo due attaccanti. Ma dobbiamo adattarci alle situazioni che si creeranno durante la stagione e a giocare al massimo sia con Bazzani in campo che senza di lui».
da il messaggero

COPPA ITALIA PRO: Decise tutte le qualificate

(18/09/2008)
I recuperi della prima fase di coppa Italia hanno definito il quadro delle qualificate: Val di Sangro e Barletta sono primi (grazie ai rispettivi scontri diretti), mentre tra le 6 migliori seconde, dopo Venezia, Spal e Varese, passano anche Catanzaro, Poggibonsi e Montichiari (miglior differenza reti). Ecco i risultati:








GIRONE C
PizzighettoneCaratese 1-3.
Classifica: Lecco p. 12; Carpenedolo e Montichiari 7; Caratese 3; Pizzighettone 0.
Qualificato Lecco.

GIRONE I
Giulianova-Val di Sangro 2-1.
Classifica: Val di Sangro e Samb p. 7; Sangiustese e Tolentino 4; Giulianova 3.
Qualificato Val di Sangro.

GIRONE L
Alghero-Ternana 2-1.
Classifica: Cisco* p. 9; Ternana e Olbia 6; Arrone e Alghero* 3. (*una in meno).
Qualificata: Cisco.

GIRONE N
Manfredonia-Barletta 1-1.
Classifica: Barletta e Campobasso p. 7; Lanciano 6; Manfredonia 3; Pescina 2.
Qualificato Barletta.
da La Gazzetta dello Sport

Foggia-Juve Stabia vietata ai tifosi ospiti

(18/09/2008)
Foggia-Juve Stabia sarà vietata ai tifosi ospiti. Lo ha deciso il Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive (Casms).
Il 28 settembre, quindi, lo stadio Zaccheria non aprirà le porte per i tifosi gialloblù. I ticket validi per l´ingresso nell´impianto pugliese potranno essere venduti solo ed esclusivamente nella provincia di Foggia.







da tuttomercatoweb.com

A ´ForzaFoggia´ questa sera ospite Zanetti

(18/09/2008)
Ritorna oggi in prima serata con la sua quarta puntata "ForzaFoggia", il talk-show autogestito dell´U.S. Foggia giunto al suo quarto ciclo di trasmissioni.
Dallo studio 1 di Teleradioerre riflettori puntati sul match in programma domenica prossima a Foligno, ma l´occasione come sempre sarà propizia per spaziare a 360° attorno al pianeta-Foggia.
Ospiti del salotto di Pino Autunno e di Arianna Amodeo il difensore Gian Luca Zanetti, il giornalista Mario Ciampi, la danzatrice Giada Ordine ed il prof. Davide Colella.





da usfoggia.it

Coletti&D´Amico. Per ora è il Foggia dei «mazzolatori»

(18/09/2008)
«Lo prendiamo come un grosso complimento. Il nostro compito è di correre per la squadra».
In attesa dei big come Pecchia e Del Core, tra i rossoneri si stanno mettendo in luce i centrocampisti di quantità.
dÈ sempre più il Foggia dei gregari. In attesa dell´esplosione dei big come Pecchia e Del Core, nella scia del goleador Salgado sbloccatosi con la Cavese, sta toccando agli uomini di quantità mettersi in evidenza e trascinare i rossoneri. A giocatori come Coletti e D´Amico, instancabili lavoratori del centrocampo, l´etichetta di «mazzolatori» non dispiace affatto.
«Anzi, lo ritengo un grosso complimento — dice Tommaso Coletti, 24 anni —. Ciascuno ha un proprio ruolo, compreso chi deve correre a perdifiato sulla mediana. È un lavoro oscuro ma importante per la squadra e non cancella l´aspetto propositivo: domenica scorsa ho colpito un palo e tirato più volte in porta».

Equilibri - Nel Foggia di Novelli, poi, c´è un aspetto tattico da non trascurare:
«Giochiamo sempre con tre attaccanti di ruolo — spiega notare Tony D´Amico, 28 anni —. Perciò a centrocampo bisogna sacrificarsi e correre per salvaguardare gli equilibri: il nostro 4-3-3 richiede ritmo e intensità da parte di tutti i giocatori. Così, è fondamentale il contributo di chi mette in campo tanta quantità».

Idoli - Significativa la scelta dei campioni preferiti: D´Amico indica Davids («Aveva una carica straordinaria e in campo si sentiva: quasi un animale, come piace a me»); Coletti sceglie Gattuso («Gioca con il cuore, non si arrende mai, è l´anima del Milan»).

Duttilità - I due rossoneri l´hanno dimostrata contro la Cavese: D´Amico ha rilevato dopo soli 11´ l´infortunato Pecchia; Coletti, solitamente mediano, ha disputato tutta la gara da play. «Sono entrato subito in partita come mezzala — spiega D´Amico —, cambiando versante nella ripresa con Mancino». Pure Coletti è entusiasta: «Per caratteristiche individuali sono a mio agio anche come centrale e poi gioco tanti palloni».

Colpaccio - Si avvicina la trasferta di Foligno e i gregari del Foggia suonano la carica: «Occorre iniziare a fare punti in trasferta — afferma Coletti —, ma occhio al nostro ex compagno De Paula, ha già realizzato due reti». E D´Amico avverte: «Gli umbri sono reduci da due sconfitte e cercheranno il riscatto, dovremo giocare con umiltà e concentrazione». Oggi (ore 14.30) prove generali ad Ascoli Satriano con la Berretti.
Roberto Pellegrini da La Gazzetta dello Sport

FOLIGNO: Falchetti avvolti nel silenzio dei tifosi

(18/09/2008)
Non ci sono stati applausi ma nemmeno contestazioni: è una fiducia condizionata quella che i tifosi biancazzurri hanno concesso al Foligno. La ripresa degli allenamenti, ieri pomeriggio dopo il brutto stop subito dai falchetti a Gallipoli, era attesa non tanto per capire le scelte tecniche di Cevoli in vista del prossimo impegno contro il Foggia quanto per il duplice confronto diretto della squadra con la società e la tifoseria.
Proprio con il pubblico c´è stato il primo faccia a faccia, esattamente tra il nutrito gruppetto di presenti agli impianti di Campo di Marte e Paolo Guastalvino, che pure in questa circostanza non si sottratto agli obblighi del ruolo di capitano. La richiesta dei calciatori è stata una sola, sintetizzata nel manifesto preparato per la prossima partita dal gruppo Cuore Biancazzurro ed appeso lungo tutto il perimetro del recinto del campo di allenamento: recita “Cuore, grinta e rabbia fino alla fine”.
Uno slogan coniato già prima della trasferta a Gallipoli, a conferma che i sintomi del momento no dei biancazzurri erano nell´aria ancora prima dell´ultima sconfitta. Guastalvino non si è sottratto al confronto, comunque sempre molto civile, con i tifosi, garantendo l´impegno suo e dei suoi compagni perché già domenica al Blasone scenda in campo un altro Foligno, con una mentalità diversa sia negli ultimi arrivati che nel gruppo della vecchia guardia. Un impegno che, con molta probabilità, è stato ribadito nel chiuso dello spogliatoio tra tutti i giocatori della rosa, il tecnico Roberto Cevoli e la dirigenza, rappresentata dalla coppia Cherubini e Pizzimenti, ma pure dal vicepresidente Giuseppe Diotallevi.
Un confronto a porte chiuse, durato circa venti minuti, che più che riprendere i giocatori ha avuto lo scopo di far maturare quel senso di squadra che ancora manca, forse pure per questo ad affiancare Cevoli c´era Valeriano Recchi, già vice di Bisoli e conoscitore dello spogliatoio del Foligno. Alla fine è iniziato l´allenamento e questa volto intorno c´era solo silenzio, un´atmosfera che a Campo di Marte non si viveva più da diverso tempo.
Simone Lini da Il Mesaggero

Zemanlandia, una mostra nell´isola pedonale di Foggia

(18/09/2008)
Si inaugura oggi, negli stand della festa provinciale de "la Rinascita" del PdCI, la mostra su Zemanlandia. Il dirigente del Foggia Pino Autunno, accompagnato da alcuni calciatori del Foggia, parteciperà alla inaugurazione che avrà luogo alle ore 18 presso l´isola pedonale di Foggia. "Mai come il periodo di Zemanlandia - scrive il giornalista Filippo Santiglian nella presentazione del mostra - la storia di una squadra diventa anche la storia di una Città..
Nella straordinaria apparizione del Foggia in A con il "Ceko" lo spirito rossonero torna ad essere un desiderio di confrontarsi, voglia di socialità, straordinario spirito competitivo per ridisegnare non solo le gerarchie sportive ma quelle urbane. Il Foggia di Zeman per lunghi anni è stato il calcio non solo pugliese e meridionale, ma un modo di essere su "scala" addirittura mondiale. In assoluto, la mostra di Zemanlandia di Foggia rappresenta infine una vera e propria chicca a livello nazionale".
da teleradioerre.it

http://www.foggiaweb.it/foggiacalcio/index.php

facebook

sfoglia    agosto        ottobre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo