235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Taranto, falsa partenza | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    agosto        ottobre


1 settembre 2008

Taranto, falsa partenza



 di Redazione (31-8-2008) 
Ridateci Cingolana, Massafra e Ostuni…
Dopo la sconfitta interna contro il Bassano all’esordio in Coppa, il Taranto regala il bis ed esce sconfitto dallo Iacovone anche nell’esordio in campionato.
Due partite ufficiali, due sconfitte casalinghe. Sempre in vantaggio, il Taranto si fa rimontare e rimedia solo polvere. Peggio di così la stagione non poteva iniziare.
Solo il Sig. Blasi può pensare che questa squadra sia più forte della scorsa stagione. Tutti gli altri sono convinti del contrario. Da tempo

IACOVONE SPOGLIO

Iacovone spoglio sia dentro che fuori. Solita tribuna Vip affollata di “autorità” ma fuori solo Polizia a prendere il sole: i tifosi sono rimasti a casa o andati al mare. Non che le porte aperte avessero portato chissà quanta altra gente… le porte chiuse possono solo rimandare il verdetto (amaro) che i tifosi del Taranto danno alla gestione del Sig. Blasi.
In Curva uno striscione dedicato alla memoria di un guerriero scomparso a soli 44 anni: in settimana, alla Salinella, ci sono stati i funerali di Mauro con tante corone e fiori rossoblu. Un saluto anche da noi Supporters.
Iacovone inespugnato la scorsa stagione, Iacovone violato già due volte in due settimane in questa. E’ tempo di austerità: il piccio del presidente porta a queste situazioni. Tappiamoci il naso e andiamo avanti.

VIGILIA ANOMALA

Nei giorni scorsi parlavamo di scoglionamento. Non a caso.
In città l’evento non esisteva. Prima partita con tanta pubblicità sui giornali locali della nuova emittente esclusivista (Radio Manbassa) in accoppiata con Tele Rama.
Iniziano i collegamenti: BS inizia in discreto anticipo la diretta dallo Iacovone con Carrieri e Creti in conduzione e Giancane a saltellare tra un Vip e l’altro.
La troupe di Studio 100 è relegata verso la Curva Sud con una sistemazione evidentemente di fortuna lontana dalla “zona stanmpa” e Gianni Sebastio, orfano della radiocronaca, lamenterà del trattamento.
Ma la vera novità è la radiocronaca: dopo 25 anni ininterrotti bisogna spostarsi dai 99.2oo Mhz di Publiradio per rintracciare la frequenza di Radio Manbassa. Al microfono due giovani cronisti che pagano lo scotto dell’emozione.

VIGILIA ANOMALA ANCHE IN SEDE

Noi Supporters ci raduneremo in sede. La radiocronaca consente a tutti di immaginare ciò che avviene sul rettangolo verde. Ci si esalta al gol di Dionigi su penalty, si stappa una bottiglia al rigore fallito dalle vespe, si impreca per la traversa di Pastore, si bestemmia la gol del pari campano, si scomodano tutti i santi in paradiso per la beffa arrivata nel finale da parte di un tarantino.
Il tutto mentre il pollice verde del gruppo innaffia le piante, il reparto “stricature & affini” sbrina il frigo e tutti gli altri a commentare ciò che si riesce a capire dalla radio.
Inutile rimarcare la delusione: nemmeno il cornetto rosso posto sulla targhetta riesce a portare quel briciolo di fortuna che serve a Mister Dellisanti e ai suoi uomini.
Giusto per non perdere lo smalto dei tempi migliori, decidiamo di fotografarci col lo striscione di contestazione: un messaggio forte ed inequivocabile che va rimarcato.

LA STAGIONE INIZIA MALE

Il Taranto esce sconfitto. Domenica si va a Foligno (che ha espugnato Pagani) forse con qualche elemento in più. Nell’aura negativa di questo caldo 31 agosto da considerare la perdita delle tv della sede che è finita in maniera assurda sul ginocchio malandato di Gianluca.
Ovviamente la nostra preoccupazione è tutta rivolta alla tv… Gianluca è tuest!!!! domenica chi di noi non andrà a Foligno vorrà vedersi la partita in sede: altra annata, altre spese, soddisfazioni ancora latitanti. Siamo in austerità: l’ha deciso il Sig.Blasi.

Visita la galleria fotografica a cura di Giuann Ferragosto

http://www.tarantosupporters.com/homepage.htm


Taranto - Juve Stabia 1-2


Taranto: Nordi, D’Alterio, Migliaccio, Pastore, Prosperi; Cazzola, Giorgino, Shala, Carrozza (22’ st Pagliuca); Dionigi, Marolda (22’ st Barrotti). A disp.: Barasso, Di Bari, Sciaudone, Selvaggi, Di Lonardo. All.: Dellisanti.
Juve Stabia: Brunner, Ferrara, Maury, Gritti, Radi; Ametrano (48’ st Marino), Monticciolo, De Rosa; Artistico, Morello (18’ st Peluso), Rastelli (40’ st D’Ambrosio). A disp.: Dellacorte, Correale, Barbosa, Marano. All.: Costantini.
Arbitro: Pecorelli di Arezzo (ass.: Longo di Paola e Bisceglia di Crotone)
Reti: 37’ pt Dionigi (rig.), 45’ pt Radi, 46’ st Peluso
Note - Partita giocata a porte chiuse. Ammoniti: al 1’ pt Prosperi per gioco falloso, al 28’ pt Gritti per condotta scorretta, al 36’ pt Ferrara per gioco falloso, al 37’ Dionigi per essersi tolto la maglietta dopo il gol, al 39’ D’Alterio per gioco falloso, al 3’ st Monticciolo per gioco falloso, 19’ st Shala per gioco falloso, al 33’ st Ametrano per gioco falloso. Corner: 10-2 (8-0). Recuperi: 2’ pt e 5’.

  Esordio con sconfitta per il Taranto di mister Dellisanti, ma è un risultato che non rispecchia appieno i valori mostrati in campo: più che altro ai rossoblù si può imputare di non aver disputato un secondo tempo sui livelli del primo, in cui erano anche andati in vantaggio con un rigore di Dionigi. E’ parsa una squadra che poteva portare la prima vittoria stagionale, ma la Juve Stabia è stata molto più accorta e cinica (anche se a sua volta ha sbagliato un rigore) ma soprattutto ha disputato una ripresa in maniera più organizzata e decisa ed ha colpito proprio negli ultimi minuti. Taranto sfortunato anche, ma non da disprezzare: anzi, si temeva qualcosa in meno, ma il risultato non gli è stato amico, è solo in questo la differenza, ma è la sostanza.
  Il Taranto cerca di vivacizzare subito la gara ed al 6’ ha già battuto quattro calci d’angolo, ma non li riesce a sfruttare. Al 10’ Marolda pesca bene Carrozza a pochi passi dalla porta, ma è fuorigioco. I rossoblù replicano così ad un paio di sortite della Juve Stabia (una in piena area fermata in offside) e sembrano essere in palla. Dionigi esce in barella e si teme il peggio, ma per fortuna continua di buona lena. La squadra di Dellisanti è col preannunciato 4-4-2, ma con la novità Carrozza sulla fascia sinistra: non c’è Pagliuca, che è in panchina, ed al centro si piazza Shala. La formazione campana è invece schierata col 4-3-3.
  I padroni di casa in più di qualche circostanza mettono alle strette gli avversari, sono lontani dalle versioni delle amichevoli che avevano fatto preoccupare un po’, comunque non si rendono particolarmente pericolosi. Anzi la prima vera occasione da rete è per le “vespe” al 26’: Ametrano crossa in area ed il pallone perviene al solissimo Morello che stoppa bene e spara di sinistro appena sopra la traversa. Subito le repliche del Taranto: prima Giorgino mette fuori di testa da posizione ravvicinata ma angolata un cross di Cazzola, poi Dionigi costringe Brunner ad inarcarsi con un collopiede insidiosissimo, deviando in angolo, poi ancora l’estremo campano deve respingere di pugni un bel destro teso di Cazzola.
  Il risultato si schioda col gol del Taranto: al 36’ Giorgino lancia Carrozza in area che cerca di stoppare di petto o deviare di testa, ma Ferrara lo travolge. Pecorelli decreta il rigore tra le proteste degli avversari, ma Dionigi segna angolando e colpendo il palo. Appena il tempo di tornare in campo ed il Taranto subisce un rigore: D’Alterio atterra in area De Rosa che stava scendendo, ma Morello dal dischetto spara alto. E l’undici di Dellisanti prova a raddoppiare: al 42’ Cazzola crossa teso in area dalla destra e Monticciolo devia in angolo rischiando l’autogol. Al 44’ Pastore calcia una punizione dalla sinistra dell’area e centra in pieno sulla traversa. E’ più preciso Radi dopo un minuto che dal limite dell’area e di sinistro, scavalca la barriera sorprendendo Nordi sull’altro palo.
  Il Taranto va vicinissimo alla seconda rete ad inizio ripresa: al 3’ Pastore batte una punizione lunga in area, Migliaccio tutto solo ed a pochi metri impatta bene di testa, ma Brunner si oppone proprio sulla linea in tuffo e Marolda non arriva in tempo sulla respinta. Al 9’ Prosperi lancia lungo Marolda, ma il bel sinistro aereo va fuori. Dopo un minuto ancora l’ex tramano si presenta in piena area dopo una discesa (lo aveva lanciato Cazzola che aveva rubato palla) ma il tiro è fiacco. Al 12’ splendida azione del Taranto: Prosperi blocca con classe un’azione della Juve Stabia e dopo dei rapidi passaggi Shala lancia Dionigi, il quale raccoglie, si accentra e lascia partire un insidioso destro che lambisce il palo.
  I campani non si lasciano chiudere, attaccano anche con un certo ordine ed al 23’ Artistico impensierisce Nordi (che respinge in angolo) dopo un’azione controllata male in area dalla difesa rossoblù. Al 20’ Cazzola al limite serve di fino Dionigi che si libera bene in area con un bel dribbling, lì vicino c’è Barrotti che tira prontamente, ma un difensore ribatte. Al 32’ Radi ci prova ancora su punizione: calcia dai pressi della bandierina e sembra intenzionato a crossare, poi tira in porta ed in extremis Nordi sventa. Poi ancora gli avversari si fanno vedere un paio di volte in area jonica ed abbastanza pericolosamente.
  Al 42’ il Taranto va di nuovo vicino al raddoppio: Cazzola batte un angolo a scendere e Brunner respinge, oltre l’area attende Pagliuca che spara in porta, ma la sfera giunge sui piedi di Barrotti che tira prontamente, con la difesa avversaria che respinge. Dopo un minuto è Pastore che tenta la via del gol con una punizione delle sue, però Brunner respinge di pugni. Il Taranto sembra finire in crescendo, ma subisce la beffa: Peluso scende bene in area, crossa rasoterra, ma la difesa rossoblù interviene male e l’attaccante campano si riappropria della sfera, stoppa e trafigge tutto solo Nordi. Pagliuca sta per rimediare con un tiro da lontano (Brunner mette in angolo con le dita), ma è tutto inutile.

                                                                                                              Carlo Greco

Luigi Blasi: «Comunque il Taranto c'era»



  Di fronte ad una rete segnata e con un po’ di fortuna negli ultimi minuti non si scompone, anche se ha comportato l’esordio amaro del Taranto in Prima Divisione: c’era tutto sommato dell’ottimismo, ma non cambia nulla, anche perché il Taranto è sembrato una spanna in su a quello un po’ macchinoso e poco sciolto che si è potuto vedere nelle prove di inizio stagione e nella partita persa in casa con la Virtus Bassano in Tim Cup. Ma ora c’è il campionato. Luigi Blasi fa buon viso a cattivo gioco ed al termine guarda al bicchiere mezzo pieno. «Per me è una sconfitta ingiusta - esordisce in sala stampa - ma devo anche ammettere che la Juve Stabia ha costruito la gara per vincere. Noi però l’abbiamo giocata e loro se la sono aggiudicata con sole due-tre occasioni. Direi che il Taranto abbia giocato un grande primo tempo, è andato meno bene nel secondo, ma sono dell’opinione che il Taranto c’era: ha avuto un calo fisico ed una disattenzione ha permesso ai campani di conquistare l’intera posta in palio, bravi loro a segnare ed a vincere la partita. Non mi preoccupo: è la prima gara di campionato e credo si siano fatti sentire i carichi di lavoro effettuati in ritiro, con i giocatori che sentono ancora un mese di fatica. Ma è mancata un po’ di lucidità, c’era un po’ di stanchezza: a loro è andata meglio, ma io nel primo tempo ho visto un Taranto brillante e che si è espresso bene, però in campo ci sono anche gli avversari. Abbiamo sbagliato più di qualche palla gol, ma ritengo che lavorando sodo e rinforzando la squadra sicuramente in futuro andrà meglio».
  E l’attenzione si sposta quindi sul calcio mercato: c’è un’ultima giornata per mettere a segno qualche operazione ed il presidente rossoblù promette qualcosa. Probabile che si concluda per un centrocampista esterno ed il nome più probabile è quello di Fabio Visone, un acquisto che si potrebbe dare per certo, ma anche per un altro attaccante, mentre non sono escluse delle operazioni in uscita. «Andiamo a Milano ed abbiamo a disposizione 12-13 ore per fare degli acquisti, magari alcuni che non avevamo in mente e che lì si proporranno e che poi potremo anche concludere. Se capita l’occasione giusta, cercheremo di non farcela scappare, ma tutti andranno a Milano con l’intento di fare qualche colpo». Poi torna sulla partita contro la Juve Stabia e ci tiene a sottolineare che il Taranto non gli è dispiaciuto. «A parte il risultato, che è il solo dato negativo, ho visto una squadra che ha costruito del gioco e che poi è calata fisicamente nella ripresa. Ricordo che nello scorso campionato nella prima giornata si giocò una partita disastrosa contro il Perugia e se dovessi fare un confronto sul piano atletico, sembrerebbe che il Taranto di questo campionato sia già alla quarta o alla quinta giornata. Inutile secondo me fare pronostici sul torneo che è appena iniziato: da qui fino alla fine possono accadere tante cose che non si possono prevedere, quindi le tabelle che si leggono su alcuni giornali non sono particolarmente significative, possono essere sovvertite da avvenimenti ed incognite. Vedete che è successo con la Juve Stabia? Si è perso per un rimpallo e probabilmente un pareggio sarebbe stato il risultato più giusto».

Dellisanti: «Il Taranto ha ampi margini di miglioramento»


  Si deve attendere: la prestazione del Taranto non è stata ottima, ma certamente è stata la migliore che potesse offrire. Il campionato è appena iniziato e non è il caso di fare un dramma per questa sconfitta, ma vedremo che riuscirà a fare nelle prossime giornate: non si può essere ancora al top a fine agosto, però la Juve Stabia dal punto di vista atletico stava meglio, anche se non si deve dimenticare che i rossoblù nello scorso torneo da questo punto di vista nel finale ha bruciato tutti. Sotto il profilo tattico è sembrato anche ben messo: non ha commesso grossi errori (se non nel gol definitivo degli avversari) ed anche in fase di possesso si sono registrati dei progressi. Il tecnico dei rossoblù scruta gli aspetti positivi della sconfitta e ne trova, perché la squadra per ampi frangenti si è disimpegnata abbastanza bene. «Nel primo tempo mi è sembrata una buona partita - ha affermato alla fine - ed i giocatori hanno creato delle situazioni per mettere in difficoltà gli avversari, poi ne hanno avute anche per porre la gara definitivamente in nostro favore. Io credo che il Taranto possa ancora migliorare, perché di questa gara con la Juve Stabia è deludente solo il risultato e secondo me può dare delle belle soddisfazioni: se guardo a quello che ha espresso nel primo tempo posso stare abbastanza tranquillo. E dai giocatori non mi attendevo più di quello che hanno fatto: Cazzola e Carrozza sono andati bene sulle fasce, ma è difficile salire e scendere per tutta la partita, hanno fatto quello che era nelle loro possibilità. Anche Shala è andato benissimo e può essere impiegato sulla sinistra da esterno, se vogliamo parlare dei singoli, ma secondo me il Taranto ha giostrato bene nell’arco dei primi 45’ e per 15-20’ della ripresa: ho intravisto dei momenti positivi e delle situazioni favorevoli. Per la Juve Stabia era molto più facile giocare, ma noi dovevamo essere più cinici e sfruttare quelle occasioni per raddoppiare, è mancato il secondo gol, però consideriamo che la squadra attualmente non può essere al 100%».
  Ma mister Dellisanti guarda anche agli avversari. Che con buona scaltrezza si sono impossessati della partita proprio nei momenti finali, quando il Taranto stava operando del pressing ed aveva avuto anche un paio di occasioni per riportarsi in vantaggio. Un colpo a freddo delle “vespe” a cui era difficile rimediare in poco tempo. «La Juve Stabia ha vinto con una rete che definirei fortunata, più che un movimento sbagliato della nostra difesa, è stato un rimpallo che si è risolto a loro favore. Questa gara è stata la fotocopia di quella di Tim Cup con il Bassano: non abbiamo concretizzato al massimo, poi gli avversari si sono ripresi ed hanno messo le mani sul risultato. Sono tranquillo lo stesso: ho visto un bel Taranto, ma deve capitalizzare meglio le occasioni, dacché abbiamo avuto sei-sette chance alla nostra portata. E credo che se ci fosse stato il pubblico, che è un valore aggiunto, ci avrebbe aiutato e ci avrebbe dato la carica per sopperire alle lacune. Ma è un danno fatto al Taranto, quello di giocare a porte chiuse, sia in termini economici perché la società ne risente, sia per la squadra che non può usufruire del suo appoggio ed invece ne risente dal punto di vista psicologico. Se il valore del Taranto è questo, credo che il Taranto in questa stagione possa giocarsela con chiunque: siamo in difficoltà, però col tempo ci possiamo rimettere in carreggiata. La Juve Stabia è un’ottima squadra e ciò può dare l’idea sul tipo di campionato che affronteremo»

I giocatori: «Non siamo al top, un calo nella ripresa»


  Era andato sull’1-0 grazie ad un rigore, che legittimava una leggera supremazia del Taranto sulla Juve Stabia, la quale a sua volta ne ha avuto uno a disposizione dopo un minuto. Sarebbe stato pari e patta, ma Morello lo ha scaraventato fuori: due rigori non evidentissimi, ma Pecorelli di Arezzo li ha dati entrambi o per compensare, o per non concedere alcun privilegio. La Juve Stabia al termine del primo tempo è comunque arrivato al pareggio con una punizione precisa di Radi, poi negli ultimi giri di lancetta la doccia fredda con il gol del tarantino Peluso: hanno pescato il jolly proprio in extremis, con un’azione che poteva essere controllata meglio. Ma negli spogliatoi i giocatori non sembrano affatto demoralizzati: autore del gol del vantaggio Dionigi, su rigore. «Sì, ho segnato il penalty ed ho avuto altre occasioni, ma secondo me la squadra ha interpretato bene la partita per 60’ ed è questo l’aspetto in cui migliorare. Siamo ancora alla prima giornata, non si può andare benissimo. L’intesa con Marolda va bene: ha caratteristiche differenti dalle mie e ci completiamo bene, ma avremo il tempo per conoscerci meglio. Anche lo scorso anno ho segnato il primo gol in campionato con la Sambendettese, ma questa volta non è servito per ottenere la vittoria: ci saranno altre occasioni, ma per me era la seconda gara che giocavo dopo l’infortunio al crociato, per cui dopo un periodo molto travagliato della mia carriera posso essere in un certo senso soddisfatto. E non sono vere quelle voci che mi dicono partente per Modena: ho già smentito, forse sono nate perché sono nato lì e sono cresciuto tra i gialloblù, ma sono voci che forse provengono dall’Emilia. Mi dispiace infine che si sia giocato senza pubblico: credo che con i tifosi avremmo vinto facilmente una partita da noi ben giocata».
  Shala trae delle considerazioni positive. «Sono contento della mia prova, ma resta ovviamente il rammarico per non aver vinto. Sono da una decina di giorni qui e l’intesa con i compagni va migliorando, però credo che possa ancora far meglio in futuro se ogni giorno ed ogni domenica si dà il massimo. Così il Taranto potrà dire la sua: gli errori di questa partita li valuteremo in settimana, però nel fare un’analisi della sconfitta con la Juve Stabia direi che noi siamo stati bravi nel primo tempo e loro nel secondo, anche se nella prima parte della gara gli avversari non hanno fatto un tiro in porta. Sì, ho giocato a centrocampo da centrale, si prevedeva invece che fossi impiegato a sinistra, ma per me non è un problema: sono a completa disposizione del mister e se decide di farmi scendere in campo, cercherò di farmi trovare pronto comunque: per la squadra questo ed altro».
  In sala stampa c’è il tempo per presentare l’ultimo acquisto, Salvatore Caturano, giovane promettente attaccante proveniente dall’Empoli. Che prima si sofferma sulla gara che ha visto in tribuna. «Mi è parso un grande Taranto, solo il risultato è negativo, ma sono dell’avviso che con questa squadra si possa arrivare in alto. Ci sono anche giocatori dal passato prestigioso: Dionigi lo vedevo giocare ed ora sono con lui in squadra, è una grande emozione. So che il pubblico di questa città è esigente: sono qui per fare bene e sono a disposizione di mister Dellisanti. Fa giocare con il 4-4-2 e ritengo possa adeguarmi bene, sia con il modulo che nell’intesa coi compagni di reparto e con il resto della squadra. No, non mi spaventa giocare in Prima Divisione: non ho paura e poi ho fatto questa scelta in maniera consapevole, spinto dalla serietà che ha mostrato di avere la società rossoblù. Taranto ha un pubblico stupendo e l’ho visto in tivù in alcune partite: anche questo ha influito nella mia decisione e sono arrivato qui per fare bene e dare una mano alla squadra». Ma su Caturano c’era un piccolo giallo: era stato ufficializzato dal Taranto, ma sabato aveva giocato tra le fila dell’Empoli nella gara di B contro il Brescia. Nessun mistero e tutto è stato spiegato: il contratto sarà depositato lunedì e nel frattempo, poiché era ancora tesserato coi biancazzurri toscani, aveva tutta la possibilità di scendere in campo. Ora invece è a disposizione del Taranto
http://www.tarantosport.net/


facebook

sfoglia    agosto        ottobre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo