235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Foggia e altro | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    giugno        agosto


2 luglio 2008

Foggia e altro

Andrea Rispoli ad un passo dal Foggia

(02/07/2008)
Dovrebbe essere Andrea Rispoli, giovane difensore classe '88, proveniente dal Brescia, il primo acquisto ufficiale del Foggia.
Fonti vicine alla società lombarda parlano di un accordo già raggiunto tra le parti, per cui Rispoli, 5 presenze ed una rete nella scorsa stagione in Serie B, dovrebbe essere il primo acquisto ufficiale dell'era Fusco. Si muove qualcosa anche sul fronte cessioni. Pare infatti che oltre alla Paganese, si siano concentrate sull'esterno offensivo Esposito anche il Ravenna e la Pistoiese.
da Foggialandia.it

Zappino sempre più rossonero.Per Salgado richieste dalla B

(02/07/2008)
Sembra ormai questione di ore l'annuncio dell'acquisto del portiere Zappino da parte della società di via napoli.
Intanto, sul fronte cessioni sembra essere sempre più probabile la partenza di Mario Salgado, per il quale si sono fatte sotto diverse squadre di Serie B. Il giocatore, valutato all'incirca 1 milione di euro, ha ricevuto proposte rispettivamente da Frosinone, Grosseto, Mantova e Triestina, che hanno sondato in qualche modo la disponibilità al trasferimento del cileno. Il Foggia si è detto disponibile a cedere anche solo la metà del cartellino, anche se il mercato in entrata dei rossoneri dipenderà in modo "pesante" da quanto Fusco riuscirà ad ottenere dall'operazione legata al forte centravanti.
da Foggialandia.it

Esposito: oltre alla Paganese anche Ravenna e Pistoiese

(02/07/2008)
Il passaggio alla Paganese dell´esterno Antonio Esposito sembra complicarsi. Il calciatore quasi sicuramente lascerà Foggia ma non è più quella di Pagani la destinazione certa. Ravenna e Pistoiese, infatti, sembrano interessate al calciatore. Per i romagnoli si tratterebbe di un ritorno di fiamma viste le pressanti richieste rivolte al Foggia nell´ultima giornata di mercato estivo della passata stagione. Circa un anno fa i rossoneri, subito dopo aver acquistato dalla Juve Stabia il calciatore, rifiutarono le offerte del Ravenna militante in serie B. Evoluzioni sulla trattativa sono attese nelle prossime ore.
Intanto un obiettivo del Foggia sembra allontanarsi sempre di più. Di Miceli, estroso attaccante esterno di ventidue anni, interessa alla Juve Stabia.



Domenico Carella da Calciofoggia

Foggia, in arrivo Zàppino

(02/07/2008)
Sta per mettere a segno un altro colpo il Foggia: entro la fine di questa settimana, infatti, dovrebbe essere ufficializzato il passaggio di Massimo Zenildo Zàppino al Foggia.
C'è sia l'accordo tra i rossoneri ed il Frosinone, club di appartenenza del calciatore, sulla base della comproprietà che l'okay del 27enne portiere brasiliano; in linea di massima, quindi, a parte qualche semplice formalità e l'inserimento in extremis del Cesena, possiamo ormai dire che è tutto fatto. Si attende solo la firma del contratto.




Mario Ciampi da ilatanello.it

Verona, c´è Puccio, Foggia e Padova su Ripa

(02/07/2008)
I gialloblù aspettano Girardi, cercato anche dal Cesena. Il Ravenna prova a riprendersi Trotta. Comincia a prendere forma il nuovo Verona di Remondina. Ufficializzato Gabriele Puccio, che arriva in comproprietà dall´Inter (per 250 mila euro), ma sono molti i colpi pronti a esplodere.
L´Hellas aspetta dal Chievo l´attaccante Girardi (quest´anno al Foligno), nonostante il tentativo di inserimento del Cesena, e il primavera Moracci; Anaclerio torna dal prestito al Perugia per restare, mentre sembrano già chiusi gli ingaggi di Gomez Taleb (dal Bellaria) e Da Dalt (dalla Triestina). Interessano anche Campagna, capitano della Primavera della Juventus, e Pomini, portiere del Sassuolo.


Asse Ravenna-Reggina - Comincia a muoversi anche il mercato di un´altra grande di Prima Divisione, il Ravenna: nell´ambito del ritorno di Cosenza alla Reggina, in Romagna dovrebbero finire in prestito Thackray, difensore della Primavera reggina, i centrocampisti Pettinari (già in C1 con la Sangiovannese) e Ungaro, quest´anno a Perugia; i romagnoli proveranno anche a riprendersi Trotta, che ha giocato la seconda parte di stagione in prestito con i giallorossi e che ha ancora due anni di contratto con il Treviso (ma vorrebbe cambiare aria). Sorpresa invece a Pescara: il d.s. Carmine Gentile ha lasciato la società rescindendo consensualmente il contratto.

Altri affari - Il Portosummaga ha preso il giovane portiere Marcato dall´Union Quinto (serie D). Il Monza intanto ha rescisso il contratto con Breviario e va a pescare giovani addirittura in Promozione: oggi firmerà infatti un triennale Amadou Samb, attaccante classe ´88 che quest´anno ha giocato con la Forza e Costanza Martinengo (Bg) e per il quale si era mossa anche la Reggina. Capuano, tecnico della Paganese, ha chiesto Morello (l´ha avuto a Sora) ma l´attaccante sarebbe disposto a prolungare con il Gallipoli, rifiutando dunque anche le avance del Sorrento, che rischia seriamente di perdere il centravanti Ripa. Su di lui, oltre al Foggia, c´è l´interesse anche del Padova e del Sassuolo. Il difensore Campi (Lecco) è corteggiato dalla Pro Sesto:
sarebbe un ritorno. Attenzione poi alle vicende societarie della Lucchese: Cangi, Chiarini, Bolzan, De Simone e soprattutto il bomber Masini fanno gola a molti, anche perché se il club toscano fallisse si svincolerebbero automaticamente.

Spal a caccia - La Spal, che ha appena cambiato proprietà, sta cercando un allenatore. Nelle ultime ore c´è stato un contatto con Aldo Dolcetti
(che un anno fa risolse il contratto con il Lecco due giorni prima dell´inizio del campionato), ma gira anche il nome di Massimo Gadda. Sempre in Seconda Divisione, il Lecco rischia di perdere Jose Maria La Cagnina: l´attaccante sarebbe infatti vicinissimo al Como, proprio la storica rivale dei blucelesti.
Alex Frosio e Gianluca Vighini da La Gazzetta dello Sport

Matarrese: «Riduciamo i club di B e C: c´è intesa già con Macalli»

(02/07/2008)
«C´è un progetto di riforma della serie B che punta a diminuire i club, ora 22, obiettivamente troppi, d´intesa con la serie C che a sua volta sarebbe ridisegnata. Mi sono incontrato con Macalli, sarà compito del nuovo presidente federale varare il nuovo calcio professionistico italiano»: lo annuncia il presidente della Lega Antonio Matarrese al termine dell´assemblea della serie A convocata per decidere la mutualità verso la serie B. Matarrese ha anche detto che «Campana è favorevole alla riforma, ma per la prossima stagione vorrebbe che il minimo di tesserati per squadra sia 20 e non 19 e poi 18. Il tavolo è aperto».



Proposte - Moroni e Galliani Il consigliere federale Moroni del Lecce propone «che alla B vadano tutti i proventi della A dai diritti collettivi meno il paracadute della A per chi va in B, con un tetto massimo di 90 milioni». Il consigliere federale Galliani aggiunge: «Si potrebbe dare alla B la minor somma tra 95 milioni detratti i proventi dai diritti soggettivi della B e il paracadute della A per chi retrocede in B». All´incirca si dovrebbe tradurre in 75 milioni circa. La serie B in consiglio chiede «85 milioni più il 50% dei diritti individuali». Matarrese: «Cercherò una mediazione, ma di certo la A non si dimentica della B e lo sta dimostrando. Certo, poi dal 2010 la B camminerà da sola».
L´amministratore delegato della Sampdoria Marotta: «Bisogna prima capire quanto riuscirà a raccogliere la serie A tra diritti tv in chiaro e sponsorizzazioni. Se deve prima avere certezza dei nostri introiti collettivi ». Intanto oggi Matarrese e Rossi di Nike presentano il pallone per A e B del prossimo anno.
Antonello Capone da La Gazzetta dello Sport

40 anni la carriera ricomincia nel Como

(02/07/2008)
Per Brevi e Balleri contratto biennale: «Giusto il tempo di tornare in serie B». Como ricomincia dai quarantenni. Il ritorno nel professionismo, dopo tre anni di serie D, si apre con due nuovi arrivi importanti. Quello di Oscar Brevi — che a Como fu il capitano della doppia promozione dalla C alla A dal 2000 al 2002 — e quello di David Balleri, che arriva sul Lario da ex capitano del Livorno. Scelta particolare, la loro. Un contratto biennale per entrambi, e la «promessa» da parte della società di costruire intorno a loro una squadra in grado di puntare alla risalita. L´età non sembra essere un problema, come non lo è la discesa di categoria.
«Certo, lasciare Livorno non è stato un distacco indolore — racconta Balleri, 39 anni — ma la società ha deciso così, ha fatto altre scelte. Inutile pensarci troppo: per me la cosa importante era continuare a giocare. E non ho voluto perdere tempo. La categoria non è un problema, l´importante è trovare chi ti dà fiducia ed è in grado di darti motivazioni importanti.
È per questo che ho scelto Como».

Como nel cuore - Per Oscar Brevi, 40 anni, l´anno scorso in C1 a Venezia, ci sono anche motivi affettivi. «Como per me significa qualcosa di molto importante nella mia vita calcistica e personale. Me n´ero dovuto andare a malincuore, non per mia scelta, nel gennaio 2003. Poi la mia carriera è andata bene, ma questa è una sfida che mi carica, vestire di nuovo questa maglia è un´emozione forte. E fisicamente mi sento ancora benissimo, con la stessa voglia di sempre». Due anni ancora a disposizione, «il tempo giusto per riportare il Como in B», dicono entrambi. E poi si vedrà, a 40 anni la vita è ancora lunga…
Liliana Cavatorta da La Gazzetta dello Sport

Oggi inizia il mercato del Foggia?

(02/07/2008)
Oggi il mercato del Foggia potrebbe avere una netta accelerata con la messa a degno dei primi colpi. Vicinissime, come riportato dal sito ufficiale, le firme di Colombaretti e Zanetti che nella giornata di oggi potrebbero sancire ufficialmente, salvo problemi dell´ultima ora, il rinnovo del contratto con il Foggia. A dire il vero il più vicino alla firma sembra il jolly di Marotta mentre restano da limare importanti dettagli con il centrale Zanetti. In dirittura di arrivo anche l´ingaggio di Zappino per il quale le parti sembrano molto vicine ma resta da definire la forma della cessione. Il Foggia preme per averlo in comproprietà, ma i gialloblù, proprietari del cartellino del calciatore, vorrebbero cederlo solo in prestito, concedendo al massimo il diritto di riscatto della metà ai rossoneri. Nelle prossime ore si saprà qualcosa in più.
Intanto da ieri non esiste più la vecchia "serie C". I campionati di terza e quarta serie italiani sono denominati "Lega italiana calcio professionistico" di prima e seconda divisione. Eccon nella foto il nuovo simbolo della "Lega pro".

Domenico Carella da Calciofoggia

Foggia si difende da Galderisi, Zappino obiettivo per la porta

(02/07/2008)
L´ex tecnico rossonero vorrebbe portare a Pescara Rinaldi, Coletti, Di Roberto e Del Core. Domani il vertice tra il d.t. Fusco e i dirigenti imprimerà un´accelerata al mercato del Foggia. Per il portiere: è in pole Zappino, ex Pro Sesto. Per l´attacco pista Ripa (Sorrento). Il Pescara insiste per assicurare a Galderisi qualche ex allievo rossonero tra Rinaldi, Coletti, Di Roberto e Del Core.

ACQUISTI Pecchia (c, Frosinone), Del Core (a, Catania), Salgado (a, Avellino), Mancino (c), Liccardi (p, Barletta), Quinto (c, Sansovino), Posillipo (a, Aversa), Zagaria (a, Olbia).

CESSIONI Plasmati (a, Catania), Agazzi (p, f.p.), Castelli (p, f.c.), Cavaliere (p, f.c.), Colombaretti (c, f.c.), Ignoffo (d, Benevento), Mora (d, f.c.), Russo (d, f.c.), Zanetti (d, f.c.), Giordano (c, f.c.), Groppi (c, f.c.), Roselli (c, f.c.), De Paula (a, f.c.), Biancone (a, f.c.).

ALLENATORE Novelli (nuovo).

Roberto Pellegrini da La Gazzetta dello Sport

Lucchese e Spezia iscritte ma a rischio

(02/07/2008)
Sono in ritardo anche Venezia e Juve Stabia. Non sembra ma il campionato di Lega Pro è già iniziato. Le prime scadenze regolamentari sono già arrivate: la situazione non è drammatica ma non tutte le società sono a posto. E per ogni inadempienza sarà inflitta la penalizzazione di un punto nel campionato 2008-09.
Nei guai - È il caso, innanzitutto, di Lucchese e Spezia, che versano in condizioni critiche: sono state iscritte, ma senza presentare né le liberatorie (mancano gli stipendi da gennaio) né la fideiussione da 207 mila euro necessaria all´iscrizione. Se riusciranno a completare l´iter, partiranno quasi sicuramente con qualche punto di penalizzazione, ma a questo punto sarebbe il male minore. La Juve Stabia, che a maggio era sull´orlo del fallimento, ha pagato stipendi, contributi, imposte e tassa d´iscrizione, ma non ha presentato la fideiussione, come il Venezia, ricaduto nell´errore della passata stagione, quando un disguido bancario obbligò il club a presentarla con un giorno di ritardo. Questa carenza determinò la penalizzazione di un punto in classifica a stagione inoltrata. Eventualità che potrebbe ripetersi per chi è in ritardo. Non hanno invece presentato l´iscrizione il Castelnuovo e il Martina.
Le scadenze La Co.vi.soc. esaminerà la documentazione prodotta dalle società l´11 luglio, la data ultima sull´ammissione ai campionati è fissata per il 18 luglio con le decisioni del Consiglio Federale.
da La Gazzetta dello Sport

Manfredonia: si decide sul nuovo presidente

(02/07/2008)
Giornate cruciali per i dirigenti del Manfredonia, chiamati a nominare il nuovo presidente al posto del dimissionario Angelo Riccardi, e a scegliere il nuovo allenatore. Ai biancocelesti piace Roberto Rizzo, ex tecnico di Lecce e Martina. Uno dei pochi, secondo il direttore sportivo Peppino Pavone. in grado di guidare una squadra di giovani. La scelta per la panchina dovrebbe essere definita nei prossimi giorni. Resistono però le ipotesi D´Arrigo, Auteri e Bucaro.

ACQUISTI Cossu (a, Monopoli f.p.) .

CESSIONI Sau (a, Cagliari f.p)., Burrai (c, Cagliari f.p.), Bergamelli (d, Atalanta f.p.), Franco (d, Bari f.p.), Arigò (c, Messina f.p)., Frison (p, Treviso f.p.), Bindi (p, Inter f.p.), Kras (d, Reggina f.p.), Barbagallo (c, Reggina f.p.).

ALLENATORE Rizzo? D´Arrigo? Auteri? Bucaro?
Saverio Serlenga da La Gazzetta dello Sport

Il Taranto cerca l’allenatore. Il nuovo Foggia ricomincia da Zanetti. Gallipoli: Barba riflette - Chiarenza il nome più accreditato per la panchina della squadra jonica

(02/07/2008)
TARANTO – Formalizzata l’iscrizione al prossimo campionato di serie C1, nella cittadina jonica adesso si parla di mercato. Molto dipenderà dalla situazione societaria: il presidente Blasi cerca soci per costruire una squadra che possa ambire alla promozione. Nelle ultime settimane era circolato il nome di Salvatore Gramigna che, però, non si è detto interessato a rilevare il club. È possibile, comunque, che decida di sostenere economicamente la stagione e quindi il mercato, già entrato nel vivo. Le principali società si sono già mosse mentre il Taranto deve ancora sciogliere il nodo dell’allenatore. Si è parlato con insistenza di Vincenzo Chiarenza (ex tecnico della Primavera della Juventus) ma, al momento, il nome più accreditato è quello di Franco Dellisanti: tarantino, esperto e conosce l’ambiente. Potrebbe essere l’uomo giusto.

FOGGIA – Verso la conferma i difensori Zanetti e Colombaretti. Il nuovo Foggia potrebbe cominciare da loro ma, per il momento, si registrano solo cessioni. Sono già partiti Russo (ceduto alla neo-promossa Marcianise), Mora (al Grosseto di serie B) e Ignoffo (all’ambizioso Benevento); è dato in partenza anche Di Ruberto, richiesto da alcune società di categoria superiore. Interessano il portiere Zappino (Chievo Vr), il difensore Gaveglia (Messina) e l’attaccante Cutolo (ex Taranto ma di proprietà della Cisco Roma. Per fine prestito, è rientrato dall’Avellino l’attaccante Salgado, probabile che rimanga, anche perché il mercato sarà fatto con limitati mezzi economici.

GALLIPOLI – Si attende la decisione del presidente Barba. Il petroliere farà sapere se intenderà continuare e, nel caso, se costruire una squadra da promozione. L’ipotesi più probabile è che il prossimo sarà un anno di transizione. Amarezza e delusione per il finale di campionato sono ancora vivi e, a fine stagione, Barba aveva più volte chiesto il sostegno di imprenditori locali.

MONOPOLI – Ufficializzata l’iscrizione al campionato di C2, la società dei fratelli Ladisa (nonostante i tentennamenti di maggio, sempre loro al comando) è al lavoro per ricostruire la squadra quasi ex novo. Trovato l’accordo con il nuovo allenatore, Geretto, adesso si punta al prestito di elementi da valorizzare dai settori giovanili di Fiorentina, Reggina, Sampdoria e Treviso.

NOICATTARO – Salvo senza aver dovuto disputare i play-out, quella noiana è stata una delle prime squadre di C2 a muoversi sul mercato. Dopo la cessione di Suàrez, Sangirardi, Zotti e Sabini (questi ultimi due al Barletta di serie D, società che sta costruendo una squadra che vinca il campionato), i primi ‘acquisti’ sono conferme: l’esperto centrocampista Menolascina e l’attaccante Doria. Per l’attacco, si punta all’italo-argentino Galetti (svincolatosi dal Monopoli) e, grazie all’intercessione del nuovo allenatore Sciannimanico, del ‘Primavera’ barese Rana.
da quotidianopuglia.it

Cutolo al Pescara.Pressing dei biancoazzurri su Coletti e Rinaldi

(02/07/2008)
E' atteso a Foggia in queste ore il vicepresidente dei biancoazzurri Soglia, intenzionato più che mai a regalare al suo allenatore sia Coletti che Rinaldi.
Parte con il botto il calciomercato del Pescara dell'ex Galderisi. Infatti, nella giornata di ieri è stato trovato con la Cisco Roma l'accordo per aggiudicarsi la comprorietà del forte esterno Aniello Cutolo, giocatore inseguito da diverse squadre di Serie C, tra le quali il Foggia. Manca ancora la firma sul contratto, poichè il giocatore è in vacanza, ma ormai pare scontato il fatto che Cutolo nella prossima stagioni giochi in riva all'Adriatico. E' intenzione del vicepresidente Soglia di fare di tutto per accontentare le richieste del suo tecnico, tanto che in queste ore è atteso in Capitanata nel tentativo di riformulare le offferte per strappare ai rossoneri anche il centrocampista Tommaso Coletti ed il difensore centrale Giuseppe Rinaldi, per i quali però, oltre ad esserci il veto alla cessione da parte del tecnico Novelli, non sembra esserci da parte della società di via napoli l'intenzione di cederli.
da Foggialandia.it


De Rosa, agente di Ripa, è alla ricerca di soluzioni

(01/07/2008)
L´annuncio di Ripa di voler cambiare aria: nessun commento ufficiale da parte della società, ma la seccatura è palese. Castellano aspetta acquirenti che, oltre a non averlo contattato, dovranno comunque soddisfare le improrogabili richieste per il cartellino. In caso di fumata nera, la società è propensa a trattenerlo. Così, De Rosa, agente di Ripa, è alla ricerca di soluzioni: oltre al Benevento, si parla pure del Foggia.






da solosorrento.it

Ripa, il procuratore: "Non andrà al Foggia"

(01/07/2008)
Viene, va, sta arrivando, non viene più, addio. A chiarire il "caso" Francesco Ripa ci pensa il procuratore del calciatore, l´avvocato Maurizio De Rosa, che mette la parola fine sulla trattativa tra il suo assistito ed il Foggia.

Avvocato, sembra che Benevento e Foggia si stiano contendendo Ripa...ci chiarisce la situazione una volta per tutte?

"Certo. Il Benevento mi ha chiesto la disponibilità del calciatore fino ad un mesetto fa e da allora è scomparso mentre per quanto riguarda il Foggia...si, fino ad una settimana fa era tutto fatto ma poi ci sono state delle cause extra contrattuali che hanno fatto saltare la trattativa quasi definitivamente e che verranno rese pubbliche a momento debito".

Mi scusi avvocato: quasi o definitivamente?

"Dico quasi perchè sono un positivo di natura, ma penso che sarà molto difficile vedere Ripa il prossimo anno a Foggia".

Ripa è vincolato col Sorrento per altri due anni, ma vorrebbe andar via...
"Il ragazzo dopo tre anni in rossonero e tanti gol ha espresso il desiderio di provare nuovi stimoli ed il Sorrento lo cederà solo se si presenterà un´offerta vantaggiosa. Al momento ho ricevuto chiamate da Sassuolo e Padova, due piazze importanti, ma nulla di concreto. Staremo a vedere nei prossimi giorni".
Mario Ciampi da ilsatanello.it

Benevento: tocca vendere per la nuova riforma

(01/07/2008)
Si cambia, signori. Si cambia strategia, si cambiano politiche di mercato. Anzi, si stravolgono interamente. E´ innegabile che tutto il vantaggio accumulato in questo periodo di tempo, in cui il Benevento si è mosso sul mercato con larghissimo anticipo, è andato perso. Anzi, tutti gli accordi presi diventano adesso un ulteriore “fardello” per la società.
Sono 33 i giocatori in rosa. Sono troppi, decisamente troppi. Analizziamo, uno per uno, i possibili “problemi” che il Benevento calcio S.P.A.si troverà ad affrontare.
Problema tecnico: è fin troppo chiaro che la rosa attuale è disomogenea. Tanti difensori, tanti centrali di centrocampo, pochi esterni di centrocampo, tante punte. Tra questi nessun under (anzi uno, Sgambato). Parlare di nuovi acquisti, in questo momento, è da suicidio. E´ innegabile, tuttavia, che la rosa attuale è carente in settori che già nello scorso torneo hanno palesato difficoltà, come le fasce di centrocampo.
Problema logistico: con la riforma del Ragioniere molti giocatori si aggrapperanno al proprio contratto. Sia chiaro, ognuno ha diritto a fare i propri interessi. Ma non ci aspettiamo rescissioni facili da parte di nessun calciatore che non rientra nei programmi societari. Non ce lo aspettavamo prima, in virtù dei lauti stipendi garantiti dalla società del presidente Vigorito, ancor meno ce le aspettiamo ora. E già, perché oggi molti giocatori della nostra attuale rosa potrebbero avere difficoltà insormontabili nel trovare una squadra. Pensiamo ai vari Taua, Di Fiordo, De Porras quali squadre li prenderanno?
In seconda divisione le rose degli over sono ridotte a 15 giocatori. Cominceranno dei veri e propri “ricatti” da parte di società modeste che, per accollarsi dei giocatori, pretenderanno che addirittura vengano pagate, o quanto meno, gli venga pagata parte dell´ingaggio del calciatore. Non solo, alcune società non avranno spazio in rosa per nessun giocatore, che rimarrà quindi a fare il “disoccupato di lusso” stipendiato che non potrà essere utilizzato, neppure in coppa.
Problema degli under: In un mondo dove le società calcistiche “piccole” si fanno sempre in qualche modo “adottare” da qualcuna di serie superiore (si pensi ad una piazza prestigiosa come Salerno che fa parte della cooperativa Siena-Cassino-Salerno-Pescina) il Benevento ha ereditato l´orgoglio e l´indipendenza operativa della famiglia Vigorito. Nessun aiuto, nessuna solidarietà, nessun giovane da svezzare.
I giovani si acquistano per tenerli e farli crescere nel settore giovanile e, secondo una programmazione tecnica, è il Benevento che man mano cederà in prestito i gioiellini per far fare loro esperienza. Ed ora? Da martello si potrebbe passare ad incudine, dovendo procacciarsi giocatori under 21 già pronti ad affrontare un campionato, peraltro di vertice ed in una piazza “calda” avente l´ambizione dichiarata di dover lottare per il vertice.
Possibili soluzioni: Ed allora? Bisogna vedere tutto nero? Chi ha sentito la Presidenza ieri sera, dopo la riunione a Firenze, riferisce di non aver mai sentito Oreste e Ciro cosi amareggiatii. E come dargli torto. Sanno benissimo le situazioni complicate che andranno ad affrontare con la nuova riforma. Tuttavia abbiamo la sensazione che fossero comunque preparati al peggio. Prima gli acquisti esclusivamente di giocatori col contratto in scadenza il 30 giugno, e quindi a titolo non oneroso. Poi il ritardo nell´acquisto della punta che dovrebbe essere il fiore all´occhiello della campagna di rafforzamento di quest´anno. Dulcis in fundo, l´ingaggio del DS Massimo Mariotto, praticamente a mercato concluso. A lui saranno affidati i compiti di supporto a Francesco Maglione per lo sfoltimento della rosa. Dunque, la situazione è difficile, ma affrontabile grazie alle capacità ed alla lungimiranza della proprietà del Benevento Calcio.
Anche noi tifosi, nel nostro piccolo, possiamo dare una mano a sbrogliare questa “ingarbugliata matassa”. In primo luogo, non dobbiamo avere fretta per quel che riguardo il completamento della rosa. La società ha altre urgenze in questo momento.
In secondo luogo, sotto con gli abbonamenti. Sotto con i segnali di stima e fiducia per queste persone che meritano il nostro affetto e la nostra gratitudine. Facciamo in modo che l´entusiasmo di Oreste e Ciro sia sempre a livelli altissimi.
Siamo sicuri che, anche questa volta, non ci deluderanno…
da LoStregone.net

Lippi: ´Tornare grandi con umiltà´

(01/07/2008)
E´ cominciata all´Hotel Parco dei principi di Roma l´era ‘Lippi 2´. Abbronzato, con grande voglia di parlare, il neo ct azzurro ha iniziato la conferenza parlando dei motivi che l´hanno spinto ad accettare di nuovo la panchina azzurra.
“Dopo il Mondiale ho rifiutato le panchine di altre nazionali, perche` anche nell´epoca della globalizzazione dopo quanto vissuto con l´Italia non potevo proprio accettare. Ho rifiutato anche alcuni club prima per scelta, poi perche` sentivo di avere un debito di riconoscenza verso questa Federazione e questo era il mio modo di sdebitarmi, perche` Abete prima dell´Europeo aveva chiesto la mia disponibilita`. All´epoca gli dissi, intanto giocate l´Europeo, io me lo guardo dalla tv facendo un tifo scatenato, poi se le cose vanno bene e` giusto che continui Donadoni, nel caso le cose andassero male io sono disponibile”.
Il neo ct ha poi parlato di quei giocatori come Amauri che stanno per prendere la cittadinanza italiana. “Non mi sembra che ci sia una rincorsa verso questi giocatori. Piuttosto mi sembra ci sia da parte loro una volonta` forte di sfruttare l´opportunita` che la legge ci offre. Dal mio punto di vista l´importante e` che da parte loro ci sia la volonta` reale di fare questa scelta”.
Lippi ha poi illustrato quelle che saranno le linee guida di questa nuova gestione. “Dobbiamo evitare di seguire l´ondata di entusiasmo che c´e` in Spagna, dove ci sono giocatori giovani ma gia` con una grossa esperienza internazionale maturata nei loro club. La nostra posizione e` diversa: da una parte abbiamo un gruppo di giocatori campioni del Mondo dal quale ripartire senza debiti di riconoscenza, per cui non e` che debbono essere convocati perche` hanno vinto il Mondiale. Dall´altra un gruppo di giocatori giovani e talentuosi da inserire gradualmente. Ripartiremo da questo e dall´umilta` che ci ha permesso di raggiungere determinati traguardi. Sotto il profilo tattico abbiamo gia` dimostrato di poter giocare un buon calcio, moderno, offensivo. Non siamo piu` l´Italia catenacciara e credo anche gli altri se ne siano accorti. Per quanto riguarda il 20 agosto, data d´inizio del nuovo ciclo, e` presto per fare previsioni. Parlero` con i tecnici delle squadre di A, cerchero` di capire i primi problemi della nuova stagione e popi faro` le mie scelte. Non dimenticate pero` che il precedente ciclo e` iniziato con una sconfitta e poi sapete tutti come e` andata a finire. Ovviamente non e` certo un obiettivo quello di perdere la prima gara, andremo a giocarcela come sempre cercando di imporre il nostro gioco”.
Inevitabile affrontare il discorso Totti e Nesta, di cui in questi giorni si e` spesso ventilato un ritorno. Anche in questo caso Lippi ha dimostrato di avere le idee chiare.
“Ripeto quanto dissi ai tempi: bisogna rispettare le loro scelte che sono state certamente dolorose anche per loro. Voglio solo dare un consiglio a quei giocatori che rischiano di trovarsi nella stessa situazione di non riuscire a gestire un doppio impegno: non dicano abbandono la nazionale, ma rinuncio momentaneamente, se poi in futuro ci fosse bisogno di me potrei tornare a disposizione. Questo perche` magari poi si pentono anche loro di certe scelte drastiche. Comunque Totti lo sento spesso ma non abbiamo mai parlato di nazionale”.
Il ct e` tornato poi sulle motivazioni che lo hanno spinto a tornare, respingendo al mittente l´accusa di essersi imborghesito che qualcuno gli ha rivolto nell´ultimo periodo. “Sono state talmente belle e profonde le sensazioni vissute due anni fa che la voglie di riprovarle e` enorme. Quando parlo di sensazioni non mi riferisco alla vittoria, ma ai vari momenti che hanno scandito la marcia di avvicinamento nei quali abbiamo gettato le basi per il successo Mondiale. In questi due anni pero` non mi sono certo seduto; intanto ho condiviso con migliaia di italiani la gioia per un successo meraviglioso, ma sono stato invitato da tutte le Federazioni europee, da 23 universita` a parlare di gestione del gruppo, ho visto tutte le partite possibile immaginabili, insomma ho continuato a vivere per il calcio”.
Lippi ha poi chiarito che si occupera` di tutte le squadre nazionali. “Anche nel biennio precedente le cose sono andate cosi`, ma forse alla stampa interessava relativamente. Ho un confronto continuo con i ct di tutte le nazionali, dall´under 15 in poi; ad esempio la prossima settimana andro` a trovare l´Olimpica che si ritrovera` a Coverciano. Talvolta mi permetto di dare loro suggerimenti. Faccio un esempio: ho caldeggiato io il prematuro esordio di De Rossi nella nazionale maggiore, perche` quando uno ha talento deve essere supportato in qualche modo”.
Il ct ha poi parlato del rapporto che lo lega ai vari tecnici di Serie A. “Anche con loro ho un rapporto continuo, serrato. Non chiedero` loro alcun favore ma certo un po´ di collaborazione. Conosco perfettamente le problematiche di quei calciatori che giocano ogni tre giorni, e so bene che il loro problema principale resta l´impossibilita` di allenarsi. Per questo abbiamo gia` stabilito che certi giocatori salteranno quelle amichevoli ritenute meno importanti proprio per allenarsi. Dal canto mio cio` mi permettera` di provare qualche nuovo elemento e di far fare esperienza internazionale a chi ne ha meno”.
Il viareggino e` poi tornato sui motivi che due anni fa lo spinsero a mollare la baracca. “Decisi di andare via perche` sul mio nome circolavano tante dicerie e io non potevo difendermi. Ora c´e` un dibattito aperto, e` possibile dare la propria versione dei fatti, insomma e` tutto piu` semplice. Ci sono state cose non belle chiarite o comunque evidenziate, ora e` giunto il momento di voltare pagina anche perche` il mondo del calcio va avanti”.
Lippi ha poi voluto chiarire un aspetto del suo rapporto con la Federazione. “Io sono qui senza avere un contratto firmato e senza aver mai parlato di soldi. L´unica cosa che ho chiesto e` stata la totale autonomia, carta bianca nelle mie decisioni. Il resto sono solo particolari di poco conto”.
Il ct ha poi evitato di fare i nomi dei giovani che potrebbero essere inseriti nel gruppo. “Ce ne sono molti, l´Olimpica stessa ne e` piena. Per quanto riguarda il modulo vedremo; voglio una squadra che sappia cambiar pelle in corsa ma che conosca alla perfezione quei due, tre moduli da interpretare a gara in corso. Immagino comunque una squadra equilibrata, in grado d´imporre il proprio gioco ma capace anche di soffrire quando e` attaccata”.
Lippi ha poi approfondito il ruolo di Angelo Peruzzi. “Ho chiesto ad Abete di lavorare con lo stesso gruppo di persone del passato a cui si aggiunge Angelo Peruzzi, un ragazzo e un professionista fantastico. Lui era gia` nell´ottica della Federazione, Il 20 luglio iniziera` il corso di allenatore e di conseguenza sara` inserito nei quadri tecnici della Figc, per cui potro` chiamarlo a lavorare con me”.
da datasport.it

Zeman, l´uomo giusto

(01/07/2008)
Zdeněk Zeman spera di raggiungere "successi nazionali ma anche europei" come nuovo allenatore dell´FK Crvena Zvezda.





´L´uomo migliore´Il 61enne ceco, che per la maggior parte della sua carriera ha allenato in Italia - US Foggia, Parma FC, S.S. Lazio e AS Roma - ha firmato un biennale con la Stella Rossa dopo che il club, che ha terminato al secondo posto il campionato serbo, ha deciso di esonerare il 36enne Aleksandar Janković - l´allenatore più giovane ad aver mai guidato il club. Il direttore sportivo Goran Bunjevčević ha così motivato la scelta: "Zeman preferisce il calcio offensivo ed è quello che vogliamo per il futuro. Sentiamo di aver scelto l´uomo migliore per la squadra".

Legame specialeZeman, che aveva allenato anche il Fenerbahçe SK nel 1999/00, è soddisfatto per il nuvo incarico. "Ero a Bari nel 1991, quando la Stella Rossa ha battuto in finale il Marsiglia in Coppa dei Campioni", ha ricordato Zeman. "Amo questo club. Mi piaceva anche prima di firmare il contratto. Ho visto sei DVD della Stella Rossa con sei partite della scorsa stagione. Non hanno mai perso in campionato e la mia prima impressione è stata buona". La Stella Rossa inizierà la Coppa UEFA dal secondo turno preliminare.

Campagna di rafforzamentoIl processo di rafforzamento è già iniziato: arrivati l´ex giocatore e terzino destro Marjan Marković, il portiere Sasa Stamenković, i centrocampisti Dragomir Vukobratović e Nemanja Nikolić e l´attaccante Ibrahim Somć. Altri sei rinforzi dovrebbero arrivare a breve, tra cui l´attaccante dell´Olimpiacos CFP Darko Kovačević e il difensore dell´RC Lens fender Milan Biševac - entrambi avevano già giocato per il club.
©uefa.com 1998-2008. Tutti i diritti riservati.

Angelo Basta da Foggiacalciomania

Pescara, Carmine Gentile lascia

(01/07/2008)
Carmine Gentile non è più il direttore sportivo del Pescara. Questo pomeriggio il 54enne diesse ha infatti risolto consensualmente il contratto con la società abruzzese, alla quale era legato dallo scorso ottobre.









da tuttomercatoweb.com

Molinari nuovo responsabile organizzativo del Verona

(01/07/2008)
Claudio Molinari è il nuovo responsabile organizzativo dell´Hellas Verona. Presentazione sabato 5 luglio alle 10 e 30 presso la sede sociale per il nuovo dirigente gialloblù, che in passato ha lavorato anche con Trento, Spal, Sambenedettese e Manfredonia.






da tuttomercatoweb.com
foto manfredoniacalcio.com

FOGGIA, SI ACCENDE IL MERCATO...


Salutati Ignoffo (al Benevento), Russo (Marcianise) e Mora (Grosseto), il direttore tecnico Fusco pare vicino all´intesa biennale con il jolly Colombaretti e il centrale Zanetti. Manovre sempre più intense in entrata. Nel mirino il portiere Zappino (Chievo), il difensore Gaveglia (Messina) e gli attaccanti Cutolo (Cisco Roma, ex Taranto) e Ripa (Sorrento)
Molte delle mosse sul mercato sono subordinate alla difficile conferma di Del Core e Salgado, che vantano ingaggi di quasi 250 mila e 200 mila euro, di gran lunga superiori ai parametri del club rossonero. «Incontreremo procuratori e giocatori nei prossimi giorni per verificare la disponibilità a sposare il nostro progetto», dice Fusco. Del Core andrà al migliore offerente. C'è uno spiraglio per la permanenza di Salgado (fine contratto 2010). La paventata rinegoziazione degli stipendi potrebbe sortire altri addii, come quelli di Arno, del play Tisci e persino di Mounard. Tra le cessioni più probabili, quelle di Di Roberto (Rimini?) ed Esposito (Paganese).
Roberto Pellegrini da La gazzetta sport

Pescara: In stand-by l´operazione con il Foggia

(01/07/2008)
Fumata grigia ieri a Foggia, era logico attenderselo. La tempestività del blitz in Puglia difficilmente avrebbe portato alla conclusione della trattativa a primo acchito.
L´operazione è complessa e riguarda diversi calciatori. Il Pescara ha mostrato interesse per Coletti e Rinaldi, il Foggia ha voluto inserire anche Del Core nella trattativa. Gli operatori biancazzurri hanno risposto picche, spostando il mirino sull´esterno Di Roberto. Per il momento tutto in stand-by, prima di risentirsi a stretto giro. Difficilmente F.Soglia mollerà la presa, anche perchè Rinaldi e Coletti sono espresse richieste di mister Galderisi.



da forzapescara.com

D´Amico no alla Paganese, si al biennale col Foggia

(01/07/2008)
Anche Colombaretti e Zanetti hanno ormai trovato l´intesa economica per restare altri due anni con il Foggia. La novità è che il Foggia non mette in agenda le cessioni del centrocampista D´Amico, del difensore centrale Rinaldi e del mediano Coletti.
A meno di offerte clamorose, che non possono certo essere i 50 mila euri del Pescara per la metà di Coletti (una offerta offensiva per lo stesso giocatore oltre che per il Foggia).
Anzi, dei tre il centrocampista Tony D´Amico, portato lo scorso anno da Campilongo che lo aveva tenuto a Cava ma protagonista di una stagione sfortunata, ha deciso di accogliere la proposta della società di una decurtazione dello stipendio e di firmare per altre due stagioni.
Per il resto il direttore sportivo Filippo Fusco tiene in piedi una serie di trattative per la cessione di Salgado, riscattato dall´Avellino, al Mantova o al Grosseto (dove seguirebbe Mora) o addirittura in A al Catania che potrebbe però utilizzarlo per qualche scambio. Anche Del Core, riscattato dal Foggia, dovrebbe cambiare aria ed accasarsi al Pescara dell´ex Galderisi, ma il Foggia ha fatto intendere a chiare lettere che non svende il suo patrimonio.
Altre operazioni in uscita. Con la scadenza dei contratti, il Foggia non ha rinnovato al difensore Ignoffo (passato al Benevento), all´attaccante Biancone, ai portieri Castelli e Cavaliere e al mediano Giordano ha deciso di cambiare aria (il Foggia voleva tenerlo). Russo ha rifiutato il biennale del Foggia per un triennale a Marcianise. Colombaretti deve dare una risposta. E´ opportuno ricordare che la società rossonera, per quei giocatori che intende trattenere, è vero che ha abbassato il tetto degli ingaggi (salary cup sul modello della Fiorentina) ma è altrettanto vero che ha offerto a tutti un biennale. Di questi tempi non è poco.
Va ricordato che non fanno parte più del Foggia per fine prestito il portiere Agazzi e l´esterno Groppi (rientrati alla Triestina), il play Roselli (all´Arezzo), il centravanti De Paula (al Chievo), il difensore Zanetti (alla Lucchese).

Sono rientrati invece l´esterno Posillipo (dall´Aversa), il portiere Liccardi (dal Barletta), il play Quinto (Dal Sansovino), l´attaccante Zagaria (dall´Olbia). Altri giocatori in partenza: l´esterno d´attacco Esposito che piace alla Paganese. Tra i confermati i centrali Lisuzzo e Rinaldi (comunque richiesto), il terzino Arno, i centrocampisti Coletti e Mancino, gli attaccanti Mounard (a meno di richieste) e Di Roberto (piace a Lecce e Brescia).

Operazioni in entrata: a parte il play Pecchia (dal Frosinone), il Foggia cerca un portiere (Zappino del Chievo Verona), ed un difensore centrale (Migliaccio del Taranto o lo stesso Zanetti). In piedi una trattativa con la Cisco per gli attaccanti Cutolo (il Foggia offrirebbe Tisci più un conguaglio), con il Lecce per Matteoli, con il Sorrento per il centravanti Ripa ed infine con l´esterno Di Miceli (ex Gallipoli).
da La Gazzetta del Mezzogiorno

Ravenna, Iuliano positivo alla cocaina

(01/07/2008)
L´ex difensore della Juventus e della nazionale, Mark Iuliano, attualmente al Ravenna, è risultato positivo ad un metabolita della cocaina. Il controllo antidoping risale alla partita giocata dalla squadra romagnola il primo giugno scorso contro il Cesena. Il Ravenna nella stagione conclusa è retrocesso in serie C1. Iuliano, 35 anni, era arrivato a Ravenna nel gennaio scorso, proveniente dal Messina.


da tuttomercatoweb.com

Ripa a calciofoggia:"Con il Foggia d´accordo su tutto, ma c´è anche il Benevento"

(01/07/2008)
“Oggi incontrerò i dirigenti del Sorrento e manifesterò la mia intenzione di cambiare squadra”. Esordisce così Francesco Ripa, attaccante battipagliese dal gol facile e dalle idee, a quanto pare, estremamente chiare. Chiusa una porta, dice un proverbio, si apre un portone. Ripa lo sa, forte delle richieste di due “grandi” della prossima prima divisione. "Ho ricevuto offerte da Benevento e Foggia, due società importanti. Al momento nessuna delle due è in vantaggio sull´altra. Col Foggia, però, abbiamo già parlato e siamo praticamente d´accordo su tutto. Con il Benevento, invece, devono essere discussi alcuni dettagli. Spero che la situazione con il Sorrento si chiarisca al più presto perchè, dopo quattro anni, ho bisogno di nuovi stimoli. Mi hanno proposto un rinnovo con ingaggio “spalmato” in più stagioni ma non è questa la mia intenzione. Ripeto, voglio andare via e speriamo al più presto".
Domenico Carella da Calciofoggia

Colombaretti dice sì, Zanetti ci pensa

(01/07/2008)
Con la presentazione della domanda di iscrizione al campionato, dopo aver svolto tutti gli adempimenti richiesti, si è aperta una settimana fondamentale per il Foggia che, a 11 giorni dall´inizio del ritiro a Gubbio (dal 12 luglio al 1° agosto), stringe i tempi per definire l´organico a disposizione del nuovo tecnico Novelli. A oggi gli acquisti sono gli attaccanti Del Core e Salgado (riscattati alle buste da Catania e Avellino), i centrocampisti Pecchia (dal Frosinone) e Mancino (opzione biennale esercitata dal club), oltre al rientro dei giovani Liccardi, Quinto, Posillipo e Zagaria.




Rinnovi - Il fronte più immediato è costituito dai rinnovi dei rossoneri in scadenza di contratto. Salutati Ignoffo (al Benevento), Russo (Marcianise) e Mora (Grosseto), il direttore tecnico Fusco pare vicino all´intesa biennale con il jolly Colombaretti e il centrale Zanetti. «Non siamo affatto lontani, dobbiamo solo limare le distanze», spiega con ottimismo il primo. Mentre il secondo (inseguito dal Pescara) è più cauto: «A parità di categoria e di ingaggio, Foggia resta la mia prima scelta. Decideremo entro un paio di giorni». Pare scontata la permanenza del mediano D´Amico, che accetterà riduzione dell´ingaggio e prolungamento fino al 2010.

Austerity - Molte delle mosse sul mercato sono subordinate alla difficile conferma dei goleador Del Core e Salgado, che vantano ingaggi di quasi 250 mila e 200 mila euro, di gran lunga superiori ai parametri del club rossonero. «Incontreremo procuratori e giocatori nei prossimi giorni per verificare la disponibilità a sposare il nostro progetto», dice Fusco, anticipando di fatto l´addio a Del Core (in scadenza tra un anno, andrà al migliore offerente) e lasciando uno spiraglio alla permanenza di Salgado (fine contratto 2010). La paventata rinegoziazione degli stipendi potrebbe sortire altri addii, come quelli del laterale difensivo Arno, del play Tisci e persino dell´attaccante Mounard: tre situazioni tutte da seguire. Tra le cessioni più probabili, quelle delle ali Di Roberto (seguito da club di serie superiore) ed Esposito (alla Paganese).

Trattative -
Manovre sempre più intense anche in entrata. Nel mirino il portiere Zappino (Chievo), il difensore Gaveglia (Messina) e gli attaccanti Cutolo (Cisco Roma, ex Taranto) e Ripa (Sorrento).
Roberto Pellegrini da La Gazzetta dello Sport

Pescara, nulla di fatto nel blitz foggiano

(01/07/2008)
E´ scaturito un "nulla di fatto", ieri, nell´incontro serale tra la dirigenza abruzzese, rappresentata dal vicepresidente Francesco Soglia e da un altro operatore di mercato e quella foggiana per discutere di tre calciatori rossoneri indicati dal tecnico pescarese Galderisi come possibili rinforzi per la sua squadra.
Il blitz notturno, dunque, non è andato a buon fine: presentata un´offerta ufficiale per Coletti, Rinaldi e Di Roberto, il Foggia ha ascoltato ma pare che la richiesta dei rossoneri sia stata davvero alta, anche perchè al momento non ha alcuna intenzione di cedere i primi due, ritenuti incedibili dal club dauno. Diversa invece la posizione di Nunzio Di Roberto, che con ogni probabilità verra ceduto (in comproprietà) ad uno dei diversi club di serie A e B (Siena, Lecce, Reggina, Brescia, Rimini, Livorno) che se lo contendono.
Soglia comunque non demorde e voci provenienti da Pescara parlano di una nuova offerta già pronta per i pugliesi, molto ghiotta, che verrà presentata molto presto.
Mario Ciampi da tuttomercatoweb.com


L´attaccante Scarpa alla Salernitana

(01/07/2008)
La Salernitana prende in comproprietà dalla Paganese il centrocampista esterno Francesco Scarpa (28). "Sono felicissimo di approdare finalmente nella Salernitana - dichiara il giocatore dalle pagine del sito ufficiale dei granata -, società nella quale avrei voluto militare già 14 anni fa quando, poco più che tredicenne, non fui preso al termine di un provino a cui tenevo molto. Ringrazio la Salernitana Calcio ed il direttore sportivo della Paganese D´Eboli".
Il presidente Antonio Lombardi, da parte sua, fa sapere: "Crediamo molto in questo atleta dalle grandi prospettive ed in possesso di notevoli doti tecniche e professionali. Scarpa è un giocatore importante che si farà valere nel campionato di serie B; lo sa ed è entusiasta di vestire la maglia granata. L´operazione dimostra quanto siano buoni i rapporti di collaborazione tra la Salernitana e la Paganese, due società amiche".
da tuttomercatoweb.com

Pescara, nulla di fatto nel blitz foggian

o
(01/07/2008)
E´ scaturito un "nulla di fatto", ieri, nell´incontro serale tra la dirigenza abruzzese, rappresentata dal vicepresidente Francesco Soglia e da un altro operatore di mercato e quella foggiana per discutere di tre calciatori rossoneri indicati dal tecnico pescarese Galderisi come possibili rinforzi per la sua squadra.
Il blitz notturno, dunque, non è andato a buon fine: presentata un´offerta ufficiale per Coletti, Rinaldi e Di Roberto, il Foggia ha ascoltato ma pare che la richiesta dei rossoneri sia stata davvero alta, anche perchè al momento non ha alcuna intenzione di cedere i primi due, ritenuti incedibili dal club dauno. Diversa invece la posizione di Nunzio Di Roberto, che con ogni probabilità verra ceduto (in comproprietà) ad uno dei diversi club di serie A e B (Siena, Lecce, Reggina, Brescia, Rimini, Livorno) che se lo contendono.
Soglia comunque non demorde e voci provenienti da Pescara parlano di una nuova offerta già pronta per i pugliesi, molto ghiotta, che verrà presentata molto presto.
Mario Ciampi da tuttomercatoweb.com

Colombaretti dice sì, Zanetti ci pensa

(01/07/2008)
Con la presentazione della domanda di iscrizione al campionato, dopo aver svolto tutti gli adempimenti richiesti, si è aperta una settimana fondamentale per il Foggia che, a 11 giorni dall´inizio del ritiro a Gubbio (dal 12 luglio al 1° agosto), stringe i tempi per definire l´organico a disposizione del nuovo tecnico Novelli. A oggi gli acquisti sono gli attaccanti Del Core e Salgado (riscattati alle buste da Catania e Avellino), i centrocampisti Pecchia (dal Frosinone) e Mancino (opzione biennale esercitata dal club), oltre al rientro dei giovani Liccardi, Quinto, Posillipo e Zagaria.




Rinnovi - Il fronte più immediato è costituito dai rinnovi dei rossoneri in scadenza di contratto. Salutati Ignoffo (al Benevento), Russo (Marcianise) e Mora (Grosseto), il direttore tecnico Fusco pare vicino all´intesa biennale con il jolly Colombaretti e il centrale Zanetti. «Non siamo affatto lontani, dobbiamo solo limare le distanze», spiega con ottimismo il primo. Mentre il secondo (inseguito dal Pescara) è più cauto: «A parità di categoria e di ingaggio, Foggia resta la mia prima scelta. Decideremo entro un paio di giorni». Pare scontata la permanenza del mediano D´Amico, che accetterà riduzione dell´ingaggio e prolungamento fino al 2010.

Austerity - Molte delle mosse sul mercato sono subordinate alla difficile conferma dei goleador Del Core e Salgado, che vantano ingaggi di quasi 250 mila e 200 mila euro, di gran lunga superiori ai parametri del club rossonero. «Incontreremo procuratori e giocatori nei prossimi giorni per verificare la disponibilità a sposare il nostro progetto», dice Fusco, anticipando di fatto l´addio a Del Core (in scadenza tra un anno, andrà al migliore offerente) e lasciando uno spiraglio alla permanenza di Salgado (fine contratto 2010). La paventata rinegoziazione degli stipendi potrebbe sortire altri addii, come quelli del laterale difensivo Arno, del play Tisci e persino dell´attaccante Mounard: tre situazioni tutte da seguire. Tra le cessioni più probabili, quelle delle ali Di Roberto (seguito da club di serie superiore) ed Esposito (alla Paganese).

Trattative -
Manovre sempre più intense anche in entrata. Nel mirino il portiere Zappino (Chievo), il difensore Gaveglia (Messina) e gli attaccanti Cutolo (Cisco Roma, ex Taranto) e Ripa (Sorrento).
Roberto Pellegrini da La Gazzetta dello Sport

Manfredonia: In lizza anche Bucaro

(01/07/2008)
Oltre a Roberto Rizzo c´è anche Giovanni Bucaro (ex calciatore del Foggia di Zeman) tra i più accreditati alla panchina del Manfredonia. La società ha sentito anche Francesco D´Arrigo e Gaetano Auteri, anche se ci sono problemi per l´ingaggio.






Saverio Serlenga da La Gazzetta dello Sport

Calcio Flash: Messina, corsa contro il tempo

(01/07/2008)
Il F.C. Messina ha presentato ieri negli uffici della lega nazionale professionisti la documentazione relativa alla domanda d´iscrizione al campionato di serie B per la stagione sportiva 2008-09. La conferma è arrivata nel pomeriggio di ieri dalla società giallorossa attraverso il sito ufficiale.





Iscrizione «finta» Una domanda monca però come del resto era stato preannunciato dal vicepresidente Vincenzo Franza. Il Messina, a corredo della documentazione, non ha intanto presentato i documenti comprovanti il pagamento degli stipendi dei calciatori di febbraio e marzo. E tanto basta, nell´ipotesi di iscrizione, a partire con alcuni punti di penalizzazione. Ma sotto questo aspetto ormai i tifosi si aspettano molto di peggio. Cioè che la Covisoc alla fine dell´iter invierà alla Federcalcio parere negativo per l´iscrizione della squadra. Il consiglio federale a quel punto non potrà che escludere il Messina.

Acquirenti - Tutte le speranze invece sono riposte nella disponibilità manifestata da un gruppo di imprenditori del nord a rilevare l´intero pacchetto azionario del Messina. È stato il sindaco Giuseppe Buzzanca a fungere da trait d´union con i vertici della società giallorossa. Un emissario di questo gruppo ha già incontrato il presidente Franza facendosi consegnare alcuni documenti utili per analizzare la posizione debitoria della società. «È ovvio — ha detto Buzzanca — che tutto passi dalla verifica dei conti. Da quando mi è dato sapere le parti dovrebbero rivedersi nel corso di questa settimana per approfondire la questione e avviare quindi una vera e propria trattativa. Per raggiungere l´accordo è necessario che le parti siano ragionevoli».

Situazione pesante - Il bilancio del Messina è abbastanza pesante. Ma se c´è la volontà di concludere la trattativa non è impossibile arrivare ad una conclusione positiva. L´orientamento lo si vedrà in settimana. Il sindaco Buzzanca ha anche anticipato che lo stesso gruppo di imprenditori non è interessato se il Messina dovesse ripartire dalla serie C2 sfruttando il lodo Petrucci. «Sono interessati solo se con il loro intervento posso assicurare il mantenimento della serie B». Non resta che aspettare quindi ma senza farsi nessuna illusione. La trattativa non si presenta facile e solo se realmente ci sarà la disponibilità da un lato e dall´altro sarà possibile arrivare ad un punto d´incontro per salvare il calcio a Messina.
Il tempo pero stringe. D´ora in avanti ci sono degli adempimenti da onorare e bisogna farlo alle scadenze stabilite. In queste tre settimane i potenziali acquirenti oltre a chiudere l´accordo con i Franza dovranno sistemare alcune pendenze. Altrimenti rischierebbero di rendere vano anche il loro eventuale intervento.
Orazio Raffa da La Gazzetta dello Sport -

Il Varese pensa a Carmignani, Mounard richiesto dal Pescara

(01/07/2008)
Oggi si apre il mercato ufficiale, ma non sono soltanto i giocatori a cambiare: passano di mano anche le società. Così, dopo Spal e Pro Patria (acquistata dal duo Zoppo-Cerbone), tocca al Varese: il nuovo proprietario è Antonio Rosati, imprenditore nel settore navale già interessato all´acquisizione dello Spezia. Per la panchina biancorossa si fa il nome di Pietro Carmignani, ex vice di Sacchi ed ex tecnico del Parma, nella scorsa stagione vice di Roberto Lorenzini.






Panchine - Alla Sambenedettese, che ha divorziato dal d.s. Nucifora (Maurizio Natali al suo posto?), torna Enrico Piccioni, esonerato lo scorso gennaio; probabile l´ingresso in società di nuovi imprenditori a fianco dei fratelli Tormenti. L´Avellino, in attesa di chiarire le vicende societarie, potrebbe affidarsi a Sasà Campilongo (anche in caso di ripescaggio in B). In Seconda divisione, la Sangiovannese ha scelto Fabrizio Tazzioli, che arriva dal San Marino. Mario Petrone (ex Lumezzane) e Francesco D´Arrigo (ex Pistoiese) sono i candidati per la panchina della Spal.

Altre trattative - Il Pescara fa sul serio: in arrivo Lucas Correa dalla Lazio (ma era al Gallipoli) in comproprietà, intesa di massima anche con Aniello Cutolo (ex Taranto), riscattato dalla Cisco (ai romani andrà in cambio Ciofani più conguaglio); gli abruzzesi vorrebbero anche Mounard del Foggia (che prolunga con Colombaretti e Zanetti). Comincia a muoversi anche il Perugia di Covarelli. Molti i nomi sul taccuino del d.s. Polenta, a partire dai brasiliani Mezavilla (di proprietà del Catania, era a Pisa) e Tesser (svincolato dal Taranto); il nuovo tecnico Indiani vorrebbe Fiasconi e Basso, con lui a Crotone, come Pederzoli (è del Venezia) e Ogbonna (tornato al Torino dal prestito). Il Sorrento tratta Morello, che si è svincolato dal Gallipoli.
da La Gazzetta dello Sport

Avellino: dietrofont Pugliese

(01/07/2008)
Rinvio a sorpresa della conferenza sul futuro dell´Avellino E resta l´incertezza. La settimana inizia con l´ennesimo dietrofront del patron Massimo Pugliese. La tanto attesa conferenza stampa, fissata per ieri, è stata improvvisamente rinviata a data da destinarsi.
In città tutti si aspettavano una volta per tutte chiarezza sul futuro del club, invece si dovrà attendere ancora. La pazienza dei tifosi è al limite e laddove in altre realtà già si parla di ritiro, di programmi, di campagna abbonamenti, ad Avellino la tifoseria rischia di spaccarsi e di allontanarsi dalla squadra.

Società ombra - «Forse è questo che vuole il signor Pugliese— fa sapere un gruppo di tifosi che, mediante un sito, per protesta ha pensato di creare una società-ombra —. Proprio per far capire che ad Avellino il calcio può essere compreso e vissuto in altra maniera. Ora ci comporteremo come un club parallelo, cercando di affrontare "virtualmente" la prossima stagione». Questo, però, non basta a svelare il misterioso rinvio della conferenza stampa.

Dubbi - Nemmeno regge l´ipotesi di problemi relativi all´iscrizione in quanto già venerdì tutta la documentazione occorrente era stata regolarmente inviata alla Lega. A meno di clamorose, quanto improbabili sorprese la squadra in questo momento è iscritta al campionato. Allora è probabile che all´origine del rinvio possa esserci qualche clamoroso colpo di scena in merito ad un ipotetico passaggio di proprietà. In ogni caso, Pugliese ha comunicato ai suoi più stretti collaboratori che qualsiasi nuova situazione o primo passo verso il futuro, non partirà prima del 15 luglio. Forse si riferisce alla questione del Messina, la cui iscrizione sarebbe tuttora in dubbio: quantomeno, i siciliani dovrebbero beccarsi una penalizzazione.
Remo D´Acierno da La Gazzetta dello Sport

Macalli: «Tagliare le rose? O così o falliamo»

(01/07/2008)
La strada è disegnata e Mario Macalli non intende tornare indietro. Da oggi la serie C diventa ufficialmente Lega Pro, con i campionati di Prima e Seconda divisione. E il suo presidente ribadisce la volontà di restringere le rose, come da regolamento emanato ieri dal Consiglio di Lega a integrazione delle altre novità. Diciotto over 21 in Prima e quindici in Seconda, dunque: nonostante l´opposizione di Sergio Campana, presidente dell´Assocalciatori. «Non vedo perché non dovremmo farlo — spiega Macalli — non leviamo niente a nessuno, e io faccio solo l´interesse delle 90 società che mi hanno eletto. Nel calcio si arricchiscono tutti: gli unici in perdita sono sempre gli imprenditori».




Azienda in fallimento - L´imperativo è ridurre i costi di gestione. Perché? Semplice: «Il calcio italiano è come l´Alitalia: un´azienda in fallimento. Lo dirò giovedì in Consiglio Federale. E mi meraviglia che le istituzioni non abbiano mai preso un provvedimento: si gioca ogni domenica senza che nessuno faccia niente». Invece la serie C, pardon la Lega Pro, qualcosa fa: taglia posti di lavoro. «Non ce l´ho con i trentenni e non siamo in guerra con nessuno, ma bisogna fare una scelta per salvaguardare l´azienda calcio», spiega Macalli. E se un´azienda va male, arrivano i licenziamenti: altrimenti ecco il fallimento e il posto di lavoro non ce l´ha più nessuno.

I numeri - Nella nuova Lega Pro, numeri alla mano, resteranno a casa in 300. «Gli svincolati non troveranno posto? Affari loro, non siamo un ente di assistenza. La verità è che i disoccupati cronici sono quelli scarsi. I giocatori bravi una squadra la troveranno. E lo stesso discorso vale per i giovani: chi lo dice che l´anno prossimo gli ´87 resteranno fuori dal sistema? Se sono bravi stanno dentro, altrimenti cambieranno mestiere. E comunque so che al 30 giugno quasi tutte le società non hanno più di 9 fuori quota in rosa». I giovani bravi ci sono già: «Ho visto la finale Berretti tra Pro Sesto e Pescara — racconta Macalli — e quei ragazzi potrebbero giocare tranquillamente in B».

Il consenso - La soluzione non potrà essere definitiva. Il presidente della Lega Pro è convinto che «tra un anno saremo ancora nei guai, l´unica speranza è che qualcuno si ravveda e si decida a ristrutturare i campionati». Intanto, Macalli ha i presidenti con sé: «Qualcuno non ci sta ed è legittimo, l´importante è che il buon senso sia comune ». I club più ambiziosi vorrebbero costruire squadre senza troppe limitazioni: «Ma se poi vanno in B — riflette Macalli — dove le rose saranno limitate, che fanno? Rinunciano? Non credo». Il presidente ne ha anche per i tecnici, molti dei quali si sono detti contrari alle nuove regole, che rischierebbero di impoverire il livello tecnico della categoria: «Gli allenatori pensino a fare gli allenatori. Quante volte li abbiamo sentiti lamentarsi di avere rose troppo vaste? Bene, non avranno più questo problema. Anzi, la vera rosa sarà quella della stagione 2009-10». Cioè con appena 14 fuori quota in Prima e 11 in Seconda. Solo così, il calcio non farà la fine di Alitalia: «Che poi Alitalia sta pure meglio di noi — chiude Macalli — perché almeno loro qualche aereo riescono ancora ad alzarlo. Noi invece non ci stacchiamo da terra nemmeno per due metri...».
Alex Frosio da La Gazzetta dello Sport

Foggia-Zappino: ci siamo quasi

(01/07/2008)
Il Foggia sembra aver trovato il suo nuovo numero uno.
A difendere i pali della porta rossonera potrebbe essere il portiere Massimo Zappino, ultima stagione alla Pro Sesto.
Il club rossonero e il portiere italobrasiliano (è nato a Pesqueira, in Brasile, ndr) sarebbero, infatti, vicini all´accordo.
Il Foggia preme per averlo in comproprietà, ma il Frosinone, proprietario del cartellino del calciatore, vorrebbe cederlo solo in prestito, concedendo al massimo il diritto di riscatto della metà ai rossoneri.

Importanti novità in merito sono attese nelle prossime ore.




Daniele Affatato da Calciofoggia

ll Foggia ‘blinda’ tre giocatori. R. Rizzo si candida per la panchina del Manfredonia - Colombaretti, Zanetti e D’Amico punti fermi della squadra dauna

(1/07/2008)
FOGGIA- La società rossonera sta dimostrando con i fatti di voler attuare una squadra competitiva senza i troppi proclami del passato. Un altro passo fondamentale è stato compiuto con il rinnovo dei contratti per Colombaretti e Zanetti per le prossime due stagioni. Il centrocampista rossonero a Puglia:” Ho ricevuto diverse offerte da altri club ma in Capitanata sono sempre stato bene e poi voglio la promozione sfiorata nelle ultime due stagioni. Il progetto di Novelli? Inutile negarlo, la sua telefonata è stata decisiva per il mio si a Fusco.” Così come per il centrocampista e il jolly è stato decisivo l’intervento del mister per bloccare la trattativa inerente a D’Amico su cui la Paganese aveva decisamente puntato. Novelli ritiene D’Amico uno di quei “senatori” fondamentali per l’equilibrio sia in campo che nello spogliatoio. Chi invece potrebbe andar via da Foggia sono i due attaccanti Del Core e Salgado riscattati da Catania e Avellino nei giorni scorsi. Tra i due pare che l’attaccante barese sia quello che non vestirà la casacca rossonera ma bensì quella biancoazzurra del Pescara dove in panchina c’è Galderisi che lo ha richiesto con insistenza ai suoi dirigenti. Salgado, invece, potrebbe rimanere se abbassasse le sue pretese economiche visto che dal punto di vista tecnico Novelli si è espresso chiaramente(n giocatore che può e deve far la differenza). Chi ha salutato il club dauno definitivamente è Nicola Mora che svincolatosi si è accordato col Grosseto ritrovando dopo una stagione la serie B. Con l’addio di Mora sono venti i giocatori sotto contratto e sono: Agostinone, Arno, Coletti, Colombaretti, Compierchio, D’Amico, Del Core, Di Roberto, Esposito, Liccardi, Lisuzzo, Mancino, Mounard, Pecchia, Posillipo, Quinto, Rinaldi, Salgado e Tisci.

NOICATTARO- La squadra del presidente Tatò inizia a muoversi concretamente sul mercato dopo le numerose rescissioni contrattuali di suoi ormai ex calciatori( Sangirardi, Zotti, Suarez, Sabini). La conferma del bomber Doria, idolo dei tifosi per la sue qualità tecniche ed umane e del centrocampo, pezzo forte della squadra dello scorso campionato con Menolascina nuovo capitano e dei baresi Coppola e Piccinni, è il primo segnale importante in attesa di un grande “colpo”. Questo sarebbe il fantasista argentino Galetti la scorsa stagione a Monopoli dove ha dimostrato con fortune alterne tutto il suo potenziale. I tifosi sognano già un trio delle meraviglie Galetti, Doria, Rana con quest’ultimo che arriverebbe dal Bari in prestito con Sciannimanico che lo ha richiesto espressamente assieme a Baldassarre per cui manca solo l’ufficialità. Per quanto concerne il pacchetto arretrato si segue il difensore Mastronardi reduce da un ottima stagione nelle fila del Siracusa.

MANFREDONIA- Roberto Rizzo potrebbe esser a giorni il nuovo responsabile tecnico della squadra sipontina. Dopo i nomi di D’Arrigo, Bucaro e Autieri, l’ex tecnico della Primavera del Lecce sarebbe prossimo ad accordarsi con il club biancoceleste. Rizzo ha un curriculum di tutto rispetto visti i due scudetti vinti, le due Coppa Italia e la Supercoppa conquistate a Lecce ma anche per aver guidato la prima squadra dopo il doppio esonero di Gregucci e Baldini. Radiomercato indica anche i due primi acquisti dei “delfini”: Silvano Garibaldi, centrocampista del Genoa e Andrea Cocco, attaccante ventiduenne l’anno scorso a Pistoia.
Marcello Mancino da quotidianopuglia.it

Pescara, blitz foggiano per Coletti e Rinaldi

(30/06/2008)
Passo davvero importante quello mosso dal Pescara, questa sera, in chiave mercato. Il vice presidente Francesco Soglia ed un altro operatore di mercato degli abruzzesi hanno rotto gli indugi ed in questo momento si trovano nel capoluogo dauno per chiedere ufficialmente il mediano Tommaso Coletti ed il difensore Geppy Rinaldi alla società rossonera.
Entrambi i calciatori sono sotto contratto col Foggia, che li ritiene incedibili, salvo offerte "irrinunciabili"; staremo a vedere quale sarà la risposta dei satanelli.





Mario Ciampi da tuttomercatoweb.com

Taranto, ipotesi Chiarenza per la panchina

(30/06/2008)
Effettuata l´iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro Prima Divisione per mano del direttore generale Vittorio Galigani presente nella giornata di lunedì in quel di Firenze, in casa Taranto si attendono a breve le prime novità. Sarà una squadra giovane, ma ciò non significa che il prossimo Taranto non sarà ambizioso. Il calcio mercato entrerà nel vivo a stretto il giro e la società rossoblu non sembra intenzionata a farsi trovare impreparata. Sul fronte direttore sportivo con Pagni ingaggiato dal Sorrento, anche la possibilità di vedere Logiodice in rossoblu è da considerare sfumata. A questo punto sembra probabile che sia lo stesso presidente Blasi coadiuvato dal diggì Galigani a manovrare in prima persona le singole operazioni di mercato. Per quanto riguarda il ruolo di allenatore invece a breve la società potrebbe sciogliere il nodo legato a questa situazione.
L´ipotesi Furlan non è ancora passata agli archivi, molte strade portano anche al tarantino Dellisanti ed all´ex Marcianise Vullo, ma nelle ultime ore è balzata alle cronache la possibilità che sia Chiarenza (ex allenatore della primavera della Juventus ed ex calciatore del Taranto) il prossimo trainer rossoblu, è invece da considerare del tutto svanita l´ipotesi Lerda tra i papabili a guidare il Potenza. Sul fronte calciatori infine, dopo averlo riscattato dal Genoa il Taranto potrebbe cedere a titolo definitivo Barasso alla Salernitana confermando Faraon come portiere titolare.
da tuttomercatoweb.com

Il Crotone insegue Biancolino, il Marcianise pensa a Russo del Foggia

(30/06/2008)
Per il Crotone inizia la stagione del riscat­to. Il campionato che nei progetti della so­cietà deve essere coronato dalla promozione in serie B. Mercoledì ci sarà la presentazio­ne ufficiale del nuovo allenatore Francesco Moriero, che già ha già avviato il suo lavoro, anche se la preparazione vera e propria e il ritiro per la Sila cominceranno infatti il 20 e continuerà sino a qualche giorno prima del 9 agosto, quando i calabresi saranno impegna­ti nella prima gara di Coppa Italia. Dovreb­bero arrivare Andrea Pintori (28), Lorenzo Del Prete (22) e Carlo Vicedomini (22), già allenati da Moriero a Lanciano. Il colpo po­trebbe arrivare in attacco: serve un bomber di peso. La società sta ora puntando Raffaele Biancoli­no (31) del Messina. Se l´ex punta dell´Avellino non do­vesse restare in serie B, Crotone, forte dei soldi incassati con la cessione di Ghezzal, potrebbe essere la sua nuova destinazione.
La Juve Stabia, portata a termine la ricapitalizzazione, con in mano le liberatorie firmate dai calciatori, si appre­sta a definire l´iscrizione al prossimo campionato. Resta da superare lo scoglio Covi­soc. Sul fronte del mercato, oggi potrebbe essere il giorno di Alex Brunner (34). Il por­tiere infatti si libererà oggi dal Sorrento, che ha chiesto al Gallipoli la comproprietà del centrocampista Giuseppe Russo (25). Sem­pre dal Sorrento potrebbe poi arrivare Mas­simo Rastelli (39). L´esperto attaccante si tro­va davanti a un bivio: o calcare i campi per un´altra stagione, viceversa sedersi dietro una scrivania con il ruolo di direttore gene­rale e lavorare quindi fianco a fianco con il diesse Amodio. Il Marcianise tratta il terzino sinistro Massimiliano Russo (27) del Foggia.
Il Cesena oggi formalizzerà un doppio scambio di comproprietà. La ventenne pun­ta rumena Christian Cristea (l´anno scorso in prestito al Poggibonsi) passa alla triestina in cambio dell´attaccante argentino (classe 1980) Franco Chiavarini. Da Mantova arriva il centrocampista Stefano Mondini (21) in cambio di Christian Jidayi (21), che sale quindi in Lombardia alla corte del presiden­te Lori.
In settimana Simone Motta (31) passerà dalla Pistoiese al Cesena e dai romagnoli ar­riverà in arancione Emanuele Giaccherini (22). Le due società hanno già trovato l´accor­do. Restano da limare alcuni dettagli sul con­tratto. Il Cesena ha proposto al bomber un biennale: la richiesta è invece un accordo per tre stagioni. La soluzione alla fine potrebbe essere trovata sulla base di un biennale, ma con un ritocco sull´ingaggio. Per l´attacco, al­la Pistoiese, oltre a Lorenzo Dal Rio (27), pia­ce anche Giuseppe Giglio (30), giocatori che Benedetti conosce molto bene per averli al­lenati a Grosseto. Dovrebbe rimanere il portiere Gian­matteo Mareggini (38), se­guito con interesse dal Figli­ne. La società ha infine ri­scattato il cartellino del cen­trocampista Michele Lanzil­lotta (24).
Il Gela ha blindato il bom­ber Franciel e pressa su Da­rio Bettini (33) del Pescina. I siciliani trattano pure gli esterni Giovanni Campo (30) del Lumezzane e Alessandro Alessandrì (29) della Cisco Roma, su cui c´è pure il Ca­tanzaro. L´Aversa vicino al di­fensore Maurizio Maraucci (24) del Sorrento.
L´allenatore Agenore Maurizi, che ha un contratto che lo lega alla Massese sino al 2009, potrebbe anche far le valigie, qualora la società toscana decidesse di scegliere un nuovo tecnico. In quel caso, in pole c´è la Sca­fatese. La Carrarese ha ufficializzato l´ingag­gio di Andrea Briotti (23). Il Como cerca uomini d´esperienza e per questo sono vicinissimi Oscar Brevi (40) e Davide Balleri (39). Il primo è reduce da un buon campionato di C1 con il Venezia, men­tre il secondo è stato capitano del Livorno in A. Intanto, Adil Mezgour (25) non arriverà. L´attaccante della Virtus Castelfranco che piaceva al Modena non rientra più nei pro­getti della società gialloblù. Si accaserà per­tanto al Bellaria.
Michele Marchetti da Il Corriere dello Sport

Foggia-Zappino: ci siamo quasi (30/06/2008)


Il Foggia sembra aver trovato il suo nuovo numero uno.
A difendere i pali della porta rossonera potrebbe essere il portiere Massimo Zappino, ultima stagione alla Pro Sesto.
Il club rossonero e il portiere italobrasiliano (è nato a Pesqueira, in Brasile, ndr) sarebbero, infatti, vicini all´accordo.
Il Foggia preme per averlo in comproprietà, ma il Frosinone, proprietario del cartellino del calciatore, vorrebbe cederlo solo in prestito, concedendo al massimo il diritto di riscatto della metà ai rossoneri.

Importanti novità in merito sono attese nelle prossime ore.
(nella foto di www.frosinonecalcio.com, il portiere Zappino mentre para un calcio di rigore ad Allegretti)
Daniele Affatato da Calciofoggia

http://www.foggiaweb.it/foggiacalcio/index.php

facebook

sfoglia    giugno        agosto

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo