235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    aprile   <<  10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19  >>   giugno


27 maggio 2008

Anche il Perugia bussa alla porta di Braglia?

Anche il Perugia bussa alla porta di Braglia?

27/05/2008 09:16

Per Piero Braglia si fa avanti anche il Perugia. I grifoni, freschi reduci dalla semifinale play-off persa contro l'Ancona e in procinto di entrare nell'orbita di Covarelli, sarebbero intenzionati a ripartire - dopo aver falito la promozione con Cuccureddu - da un altro mostro sacro della categoria. Tra i nomi che rimbalzano dalla città umbra c'è anche quello dell'allenatore rossonero, che ha più volte detto che resterà a Lucca solo in presenza di adeguate garanzie sul futuro societario.

Arezzo e Padova, sinora, erano state le piazze che con più insistenza avrebbero reclamato il trainer maremmano. La seconda, con le vociferate dimissioni del direttore sportivo Meluso e il possibile cambio di proprietà, parrebbe aver raffreddato l'interesse. Da oggi, comunque, dovranno fare i conti anche con il Perugia e, forse, anche con una squadra attualmente in serie B. Ma naturalmente, prima di tutti, con la Lucchese che vanta un biennale con l'allenatore maremmano e che se le condizioni lo consentissero resterebbe la prima scelta. Su questo se, ovviamente, ruota tutta la vicenda. Braglia, proprio in questa settimana, dovrebbe incontrarsi nuovamente con il presidente Fouzi Hadj per un faccia a faccia decisivo

http://gazzettalucchese.it/news_view.php?idart=2219

facebook

27 maggio 2008

Sangiovannese, Iacobelli e Fraschetti per la panchina

Sangiovannese, Iacobelli e Fraschetti per la panchina

Fresca di retrocessione in Serie C2, la Sangiovannese si guarda intorno alla ricerca del nuovo tecnico. Sono per il momento due i nomi che si fanno: l'allenatore del Cuoiopelli Cappiano Iacobelli oppure l'ex tecnico dell'Arezzo Fraschetti. Per quanto riguarda l'ultimo, Mancini ha già annunciato che non sarà riconfermato.



SAN GIOVANNI VALDARNO - Tedino ha salutato tutti: il miracolo di portare la Sangiovannese alla salvezza non è riuscito. Adesso per la società di Piazza Palermo è tempo di guardarsi intorno. Allestire una rosa competitiva ed ingaggiare un tecnico adatto a fare la Serie C2.
E più adatto di Agostino Iacobelli proprio non c'è. Il tecnico residente ad Arezzo conosce a menadito la categoria per l'esperienza con la Sansovino e la lunga militanza nella Cuoiopelli Cappiano. E' lui uno dei nomi che circola fra gli addetti ai lavori. Sarebbe un allenatore pratico della categoria, a cui sarebbe l'ideale affidare una squadra giovane e con tanta voglia di far bene.
L'altro candidato alla panchina azzurra è Fabio Fraschetti, una lunga carriera in Serie D prima di approdare all'Arezzo, dove ha condotto felicemente e per diverse stagioni la formazione Berretti. Quest'anno, chiamato alla guida della squadra maggiore, ha centrato il massimo con tre vittorie in altrettante partite, una delle quali proprio a San Giovanni. Il presidente amaranto Mancini, ciò nonostante, ha già annunciato che il rapporto fra Fraschetti e l'Arezzo finisce qui.
Staremo a vedere i prossimi sviluppi in casa Sangiovannese, in un periodo in cui si parla di allenatore ma anche di società, dove ci potrebbero essere importani sviluppi nel corso dei mesi estivi.

Aggiornato 27/05/2008 14:22   Scritto da Matteo Bacci
http://www.calciotoscano.it/modules.php?op=modload&name=PagEd&file=index&page_id=23396

Sangio, non c'è solo il nodo allenatore

Si parla anche della dirigenza in casa Sangiovannese: ad affiancare la famiglia Lazzerini potrebbe arrivare l'imprenditore valdarnese Nosi, attualmente alla guida della Castelnuovese (Eccellenza). Con lui arriverebbero anche il ds castelnuovese Vetrini e Vitale, atleta dell'Audace Legnaia, figlio del ds dell'Empoli Pino.



SAN GIOVANNI V.NO – Con la sconfitta a Pistoia la Sangiovannese ha definitivamente salutato la C1 dopo quattro anni di permanenza. Che la categoria fosse già stata persa lo si era capito al termine dello 0 a 3 interno, ieri l’altro è arrivata l’ufficialità e senza troppi rammarichi si sta pensando a come ripartire dal prossimo campionato di C2. Inutile nascondere che qualcuno spera nel ripescaggio ma come ovvio è importante pensare al presente e a programmare il prossimo campionato che sarà molto insidioso. Sono attese a breve alcune novità societarie circa l’ingresso di nuovi imprenditori che si sono detti disponibili a dare una mano alla famiglia Lazzerini. Non è un mistero che uno di questi sia Piero Nosi, sangiovannese DOC e titolare di una ditta di confezioni con sede proprio in città. Nosi è da 3 anni presidente della Castelnuovese (campionato di eccellenza) ed è già stato all’interno del consiglio quando era presieduto dal compianto Arduino Casprini. Le trattative per il suo ingresso paiono in dirittura d’arrivo e non è poi tanto da escludere la possibilità che possa prendere per intero le quote del sodalizio del Marzocco. Se così sarà è già pronta la carica di DS che sarà affidata a Filippo Vetrini attualmente proprio nella Castelnuovese. Potrebbe seguirlo in questa avventura anche Lorenzo Vitale figlio di Pino direttore generale dell’Empoli al momento tesserato come atleta dell’Audace Legnaia compagine di prima categoria fiorentina. Vetrini e Vitale sono amici da molto tempo e le due strade potrebbero congiungersi sempre che, è bene ricordare, vada tutto a buon fine. Il presidente azzurro Andrea Failli ha anche parlato nei gironi scorsi con altre persone e nelle prossime ore tutto dovrebbe essere reso noto. La retrocessione, quindi, è stata smaltita piuttosto bene e l’imperativo primario adesso è quello di programmare il futuro per cercare se sarà possibile la pronta risalita in C1.

Aggiornato 27/05/2008 14:49   Scritto da Massimo Bagiardi
http://www.calciotoscano.it/modules.php?op=modload&name=PagEd&file=index&page_id=23399

facebook

27 maggio 2008

Hellas Verona, salvezza thrilling

Hellas Verona, salvezza thrilling


La storia della salvezza del Verona assomiglia da vicino a un thriller. Merito di Davide Pellegrini. Ma anche dei fantastici tifosi gialloblu. Che non hanno mai lasciata sola la squadra, sostenendola comunque e dovunque. Prova provata che nessuna missione si deve considerare impossibile.

Hellas, sciarpata dei "butei"

L’Hellas Verona ha concluso la sua stagione nel campionato di serie C1 all’insegna del thrilling. Una salvezza guadagnata all’ultimo minuto dei playout, che ha messo fortemente a rischio le coronarie dei suoi tanti e impagabili tifosi. Una salvezza timbrata Davide Pellegrini, senza se e senza ma, dopo il clamoroso fallimento di Colomba prima e Sarri poi. Un allenatore vincente quanto schivo, in assoluta controtendenza rispetto alla mediocre fauna che spesso popola l’ambiente del calcio italiano. Ma questa è un’altra storia.

 

L’alta tensione, che aveva accompagnato fin dal suo discutibile esordio il desolante torneo del club scaligero precipitato in una categoria che doveva essere interpretata in modo assai diverso, è cominciata già nell’ultima e decisiva giornata del campionato.

 

Ovvero quando l’Hellas, che stava pareggiando con il Manfredonia al Miramare la gara che significava l’accesso ai playout, subiva quasi in chiusura la rete che regalava la vittoria ai locali. Grazie a questo gol (casuale o voluto?) la squadra gialloblu evitava negli spareggi per la retrocessione il pericoloso confronto con la Paganese (che se la sarebbe vista con il Lecco, poi finito in C2). Per giocarsi le residue speranze di evitare il doppio ribaltone in quarta serie con la Pro Patria. Vale a dire con una formazione che si trova, logisticamente, a un tiro di schioppo da Verona rispetto alla lontana Pagani.

 

La doppia sfida con i tigrotti di Busto Arsizio si è svolta all’insegna del rischio-infarto per i prodi sostenitori gialloblu. Forse per questa ragione la gioia è stata incontenibile. Quasi si fosse raggiunto chissà quale traguardo. Come è giusto che sia quando si parla, come in questo caso, di amore genuino per le maglie.

 

Nella gara di andata, davanti a una folla davvero inusuale per una gara di playout (i 15mila del Bentegodi lasceranno un segno indelebile nella storia della terza serie e non solo…), risolveva a sorpresa Daniele Morante. Una specie di oggetto misterioso, arrivato a Verona con la fama di bomber e finito con un misero zero nella casella dei gol segnati in trentaquattro partite di campionato. La rete arrivava al 49’ del secondo tempo, un attimo prima del fischio finale. La propiziava l’uzbeko Zeytulaev, un altro coniglio tirato fuori dal miracoloso cilindro di Pellegrini, che metteva in area la palla giusta per la testa dell’ex cannoniere romano. L’esplosione del Bentegodi resterà nella memoria dei presenti e di quanti hanno avuto modo di vedere i riflessi filmati della partita.

 

La partita di ritorno si giocava in uno Speroni per tre quarti colorato di gialloblu. Merito dei tifosi scaligeri che aggiravano con nonchalance tutti i divieti della Lega di serie C, diretta in modo così sciatto da Mario Macalli, e si accaparravano la quasi totalità dei tagliandi in vendita. Quando le lancette dell’orologio stavano per completare il novantesimo minuto, e mentre i tifosi dell’Hellas vedevano già in fondo al tunnel l’incubo della C2, ci pensava ancora Zeytulaev a togliere le castagne dal fuoco con un diagonale che faceva secco il portiere bustocco Anania. Boato in campo e in piazza dei Signori, dove era stato allestito un maxischermo appositamente per i tifosi del Verona. E pensare che, in contemporanea, il Chievo si riprendeva a Grosseto la serie A. Ovvio riflettere su qual è la vera squadra di calcio della città scaligera.

 

Una salvezza tanto sudata quanto meritata, in cui ha giocato un suo ruolo importante il fattore C. E però sappiamo che la fortuna aiuta gli audaci. In questo caso il prode Davide Pellegrini, che ha saputo regalare alla sua città di adozione una permanenza in terza serie che vale oro per come si erano messe le cose. Ma, soprattutto, i fantastici “butei” dell’Hellas. Tifosi encomiabili, che la maglia gialloblu se la portano davvero nella mente e nel cuore.   

Sergio Mutolo – www.calciopress.net

http://www.calciopress.net/news/125/ARTICLE/4778/2008-05-27.html

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. calciopress verona

permalink | inviato da ipse dixit il 27/5/2008 alle 16:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


27 maggio 2008

Lucchese, il punto della situazione

Lucchese, il punto della situazione


Quando mancano tre giorni alla possibile messa in mora del club rossonero da parte dei giocatori, cresce il disagio in casa Lucchese per una situazione dai contorni molto complessi. Facciamo un punto sullo stato delle cose.

Lucchese, Masini esulta

La situazione in casa Lucchese si fa ogni giorno più difficile. E' una constatazione fondata su dati oggettivi. La prolungata assenza di Fouzi Hadj e il fragoroso silenzio sulle sue effettive intenzioni, stanno complicando maledettamente le cose. La società perde via via pezzi fondamentali. Il segretario storico del club rossonero, Antonio Magli, ha ufficializzato le proprie dimissioni aprendo un buco nero non indifferente in un momento assai complesso dal punto di vista delle incombenze burocratiche. L’allenatore Piero Braglia è di fatto sul piede di partenza. Troppe, e troppo importanti, le società (Arezzo, Padova e Perugia) che lo stanno braccando perché il sanguigno tecnico grossetano decida di restarsene ancora con le mani in mano in attesa di sapere cosa farà l’amletico presidente. 

Il club rossonero è ormai in mano a Silvio Giusti. Solamente grazie alla sua mediazione i giocatori (imbufaliti con il presidente e già partiti per le rispettive residenze) hanno deciso di aspettare la data del 30 maggio per mettere in mora la società. Devono incassare gli stipendi da gennaio ad aprile e, in carenza di un pronto pagamento, non firmeranno le liberatorie. Un atto essenziale per l'iscrizione al prossimo campionato. Sembra inoltre che tre calciatori rossoneri, due tesserati nella stagione appena conclusa e uno nel campionato precedente, abbiano aperto un contenzioso ufficiale nei confronti del loro presidente. Sempre entro il 30 maggio andavano comunicati, secondo la nuova normativa federale, tutti i pagamenti fiscali dovuti all’Agenzia delle Entrate. Qualcuno avrà provveduto a farlo?

In questo bailamme il presidente Fouzi ha fatto sapere che sarà a Lucca domani, 28 maggio, per appianare tutte le questioni in sospeso. Che cominciano a diventare davvero tante (troppe?), in rapporto al poco tempo e al molto danaro che serve per appianarle. La tifoseria assiste incredula a questa specie di drammatica fiction. Tre anni fa, in occasione del centenario della fondazione della Lucchese, Fouzi aveva prospettato la serie A in tre anni. Oggi la stessa iscrizione al prossimo campionato di serie C1 è fortemente in bilico. Alcuni sostenitori, la minoranza, sono ancora fiduciosi e confidano che in settimana Hadj tapperà tutti i buchi. Altri, la maggioranza, si mostrano viceversa assai scettici. E' in corso una raccolta di firme per sollecitare l'intervento delle istituzioni, prima che sia troppo tardi. E, in particolare, quello del sindaco Favilla.

Spuntano le prime cordate interessate a rilevare la società, come sempre avviene in casi consimili. I nomi, lasciatecelo dire, sono di quelli che lasciano davvero assai perplessi. Si è parlato di Ernesto Pellegrini (ex presidente dell’Inter), che spunta sempre fuori in casi complicati come questo. Poi di Lancini e della PetraItalia (già interessati all’acquisto dell’Hellas Verona), sui quali basterà fare qualche ricerca nel web (anche su Calciopress) per capirne la reale consistenza. Infine si parla, molto genericamente, di imprenditori umbri. Insomma, tanto fumo e poco arrosto. Anche perché, quando un club è alla canna del gas come lo è la Lucchese oggi 27 maggio, nessuno è disposto a mettere le mani in tasca per qualcosa che si potrebbe prendere dopo poco senza immettere troppa liquidità. E’ sempre stato così, nel mondo del calcio.

Il fatto è che il fragoroso silenzio di Fouzi Hadj sta spiazzando tutto il contesto. Dura da troppo, mentre il tempo scorre inesorabile e le scadenze sono ormai dietro l’angolo. Si presta a troppe (dietrologiche?) interpretazioni perché possa essere accettato senza pensare che la situazione stia per avviarsi verso una soluzione finale esiziale per il futuro della Lucchese. Questa settimana chiarirà tutto ciò che deve essere chiarito. Si auspica che, nel caso in cui il presidente Fouzi non ottemperasse a quanto ha promesso, resti il tempo per riuscire a salvare il salvabile. 

Sergio Mutolo – www.calciopress.net
http://www.calciopress.net/news/125/ARTICLE/4777/2008-05-27.html

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lucchese calciopress

permalink | inviato da ipse dixit il 27/5/2008 alle 16:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


27 maggio 2008

Taranto-Ancona finale per la B

Taranto-Ancona finale per la B

Eliminate Crotone e Perugia (entrambe ko 2-0). Nel girone A escono Foggia e Foligno: ultimo atto Cremonese-Cittadella

I tifosi del Taranto esultano© Grazia Neri

ROMA, 25 maggio - Il campionato, dopo le semifinali play off, ha confermato i valori già espressi durante la regular season. Accedono infatti alla doppia finale le seconde e le terze dei due gironi: Cittadella-Cremonese e Taranto-Ancona. Nessuna sorpresa dunque (ricordiamo che statisticamente chi chiude secondo in classifica, ha oltre tre possibilità su quattro di essere promossa in serie B). Si perdono per strada le speranze del Foggia, che spreca una grande occasione di far sua la partita a Cremona, dopo essere passata in vantaggio e potendo contare anche sulla superiorità numerica. Finisce anche il sogno del Foligno, piegato dal Cittadella: difficile a questo punto pensare che Bisoli possa continuare a sedere sulla panchina dei “falchetti".

Allo stadio “Del Conero" va in scena il suicidio sportivo del Perugia. All'Ancona serviva l'impresa: i ragazzi di Cuccureddu non hanno opposto resistenze insormontabili. Eppure i “Grifoni" ci hanno provato fino alla fine, ma un super Guarna ha impedito che il risultato finale potesse cambiare. Il Crotone allo stadio “Iacovone" ha espresso un buon gioco, dimostrando di potersi giocare le proprie carte per la promozione. Eppure una grande prestazione di Mancini (era alla sua prima partita da titolare dopo l'infortunio) e un bolide di Cutolo sotto il sette hanno condannato la formazione di Indiani alla permanenza in serie C. Il Verona si salva all'ultimo minuto e condanna la Pro Patria, mentre uno scialbo Lanciano non va oltre il pari con la Juve Stabia e si accomoda in C2. Come la Sangiovannese. Impresa casalinga della Paganese che rovescia la sconfitta dell'andata e manda in C2 il Lecco.

Questo il quadro dei risultati:

PLAY OFF

GIRONE A (Sassuolo Promosso in serie B, Manfredonia retrocesso in serie C2)
Cremonese-Foggia 1-1 (andata 0-0, passa la Cremonese per miglior piazzamento in classifica)
Cittadella-Foligno 2-0 (andata 0-1).

Finale andata (domenica 1 giugno): Cittadella-Cremonese

GIRONE B (Salernitana promossa in serie B, Martina retrocesso in serie C2)
Taranto-Crotone 2-0 (andata 2-3)
Ancona-Perugia 2-0 (andata 1-3, passa l'Ancona per miglior piazzamento in classifica)

Finale andata (domenica 1 giugno): Taranto-Ancona 
 
PLAY OUT - Lecco, Pro Patria, Lanciano e Sangiovannese sono retrocesse in serie C2. Questi i verdetti dopo le gare di ritorno dei playout di serie C1. Le quattro si uniscono a Manfredonia e Martina. Questo il quadro dei risultati:

GIRONE A
Paganese-Lecco 2-0 (andata 0-1)
Pro Patria-Verona 1-1 (andata 0-1)

GIRONE B
Juve Stabia-Lanciano 0-0 (andata 1-0)
Pistoiese-Sangiovannese 1-0 (andata 3-0)


facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. play-off c1/a c1/b c1 cds play-out

permalink | inviato da ipse dixit il 27/5/2008 alle 8:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


27 maggio 2008

Giudice Sportivo playoff e playout

Tre giornate a Galderisi, una a Del Core 

26/05/2008

Tre giornate di squalifica al tecnico Galderisi, una giornata a Del Core e ammenda di 1.500 euro alla società rossonera.

Il Giudice Sportivo Not. Pasquale Marino, assistito dal Rappresentante dell´A.I.A. Cav. Giulio Ciacci, nella seduta del 26 Maggio 2008 ha adottato le deliberazioni che di seguito integralmente si riportano:

P L A Y - O F F

GARE DEL 25 MAGGIO 2008

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
In base alle risultanze dei documenti ufficiali, per le altre gare, sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari:

SOCIETA´

AMMENDA

€ 10.000,00 TARANTO SPORT S.R.L. per grave mancanza di collaborazione con i responsabili dell´ordine pubblico ed i vigili del Fuoco  nel controllo delle porte di accesso allo stadio, con ciò impedendo la corretta esecuzione delle operazioni di prefiltraggio all´ingresso degli spettatori e la evacuazione dello stadio, al termine della gara; in pratica la società non metteva a disposizione adeguato personale, come da impegni assunti in sede di organizzazione del piano di sicurezza; perchè propri sostenitori introducevano e facevano esplodere nel proprio settore un petardo durante la gara.
€ 1.500,00 CREMONESE S.P.A. perchè propri sostenitori, prima dell´inizio della gara, introducevano e accendevano nel proprio settore numerosi fumogeni e lanciavano un petardo che esplodeva sul terreno di gioco, senza conseguenze.
€ 1.500,00 FOGGIA S.P.A. perchè propri sostenitori, in campo avverso, prima dell´inizio della gara, introducevano ed accendevano numerosi fumogeni e facevano esplodere diversi petardi, il tutto nel proprio settore e senza conseguenze.
€ 1.000,00 ANCONA S.P.A. perchè propri sostenitori introducevano, accendevano e lanciavano nel recinto di gioco due fumogeni e due bottiglie di plastica, senza conseguenze.
€ 1.000,00 PERUGIA CALCIO S.P.A. perchè propri sostenitori in campo avverso danneggiavano i servizi igienici ed altre strutture del settore dello stadio loro riservato (obbligo risarcimento danni, se richiesti).
€ 700,00 CROTONE S.R.L. perchè propri sostenitori in campo avverso introducevano e facevano esplodere nel proprio settore, un petardo, senza conseguenze.

ALLENATORI

SQUALIFICA PER TRE GARE EFFETTIVE

GALDERISI GIUSEPPE (FOGGIA S.P.A.)
perchè, al termine della gara, al rientro negli spogliatoi si avvicinava con atteggiamento platealmente minaccioso alla terna arbitrale, rivolgendo agli ufficiali di gara reiterate frasi offensive (r.A.-A.A. e proc. fed.).

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA

VALLESI GILBERTO (ANCONA S.P.A.)
per comportamento offensivo verso l´arbitro durante la gara (espulso, allenatore in seconda).

CALCIATORI ESPULSI

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA

ANACLERIO GIUSEPPE (ANCONA S.P.A.)
per condotta gravemente scorretta verso un avversario.
BIANCHI GIORGIO (CREMONESE S.P.A.)
per aver commesso fallo su un avversario lanciato a rete, senza ostacolo.
CATINALI EDOARDO (PERUGIA CALCIO S.P.A.) per condotta gravemente scorretta verso un avversario.

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER DOPPIA AMMONIZIONE
FIALDINI JIMMY (ANCONA S.P.A.)
entrambe per condotta scorretta verso un avversario.

CALCIATORI NON ESPULSI

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA

DEL CORE UMBERTO (FOGGIA S.P.A.)
perchè al termine della gara, negli spogliatoi, esprimeva giudizi offensivi verso la terna arbitrale (r. proc. fed.).

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITA´ IN AMMONIZIONE (II INFR)

CARTERI DAVIDE (CITTADELLA S.R.L.)
GUASTALVINO PAOLO (FOLIGNO CALCIO S.R.L.)
CUTOLO ANIELLO (TARANTO SPORT S.R.L.)

I AMMONIZIONE:
NASSI MAURIZIO (ANCONA S.P.A.)
SIRIGU SALVATORE (CREMONESE S.P.A.)
TEMELIN GIANLUCA (CREMONESE S.P.A.)
ESPINAL MARTE EDUARDS VINICIO (CROTONE S.R.L.)
GALARDO ANTONIO (CROTONE S.R.L.)
OGBONNA OBINZE ANGELO (CROTONE S.R.L.)
ESPOSITO ANTONIO (FOGGIA S.P.A.)
MORA NICOLA (FOGGIA S.P.A.)
RINALDI GIUSEPPE (FOGGIA S.P.A.)
TISCI IVAN (FOGGIA S.P.A.)
CACCIATORE FABRIZIO (FOLIGNO CALCIO S.R.L.)
NOVIELLO GIORGIO (FOLIGNO CALCIO S.R.L.)
PASCALI MANUEL (FOLIGNO CALCIO S.R.L.)
VOLTA MASSIMO (FOLIGNO CALCIO S.R.L.)
BENZOUIEN SOFIAN (PERUGIA CALCIO S.P.A.)
CHERUBINI CARLO (PERUGIA CALCIO S.P.A.)
ERCOLANO SERGIO (PERUGIA CALCIO S.P.A.)
PUGGIONI CHRISTIAN (PERUGIA CALCIO S.P.A.)
UNGARO GAETANO (PERUGIA CALCIO S.P.A.)
MIGLIACCIO VINCENZO (TARANTO SPORT S.R.L.)

Comunicato Lega calcio Serie C
http://www.foggiacalciomania.com/rubriche/news.asp?id=17528

facebook

27 maggio 2008

Macalli: 'Finale playoff Taranto-Ancona all'Olimpico? Si può'






PLAYOFF: Taranto-Ancona si gioca a Roma?
26.05.2008
Incredibile proposta del presidente di Lega, Mario Macalli


di Danilo Costante

Incredibile, ma vero. Sembra che questa mattina, il presidente della Lega Calcio Serie C Mario Macalli abbia proposto alle due società finaliste dei playoff di C1 Girone B, cioè Ancona e Taranto, di giocare entrambe le partite (sia andata che ritorno) allo stadio Olimpico di Roma.
Motivo: entrambi i match sarebbero considerati a rischio dall'Osservatorio e per questo sarebbe meglio, secondo la Lega, giocarle entrambe in campo neutro.
A quanto pare la proposta è stata rifiutata, almeno per il momento, da entrambe le società interessate.

http://www.blunote.it/index.asp?sez=6&id=56188


MACALLI: 'Finale all'Olimpico? Si può'
26.05.2008
Il presidente della Lega di Serie C non esclude nulla
STADIO OLIMPICO Sarà questo il teatro?
di Umberto Pavone

"La doppia finale del Girone B all'Olimpico? E’ una possibilità”. Esordisce cosi Mario Macalli, presidente della Lega Calcio di serie C, sulla proposta da lui stesso avanzata nella mattinata di lunedì di giocare entrambe le finali nella cornice dello stadio Olimpico di Roma che di recente ha ospitato anche la finale (gara unica) di Coppa Italia tra Roma e Inter. “Non è un’ipotesi da scartare a priori - ha rimarcato il numero 1 della Lega con sede a Firenze -, certo noi vorremmo che Taranto e Ancona giocassero nei propri impianti, ma se non dovessero esserci le condizioni troveremo un luogo sicuro, sarà la Lega Calcio a decidere...".

http://www.blunote.it/index.asp?sez=3&id=56191

TARANTO: BLASI: 'STEFANO, VAI A CASA'
26.05.2008
Il presidente sulla possibilità dell'Olimpico: 'Una umiliazione'
AMAREGGIATO Blasi agli amministratori di Taranto: 'Se non siete capaci, dimettetevi...'
Delusione e sconforto. La possibilità di far disputare la doppia finale tra Taranto e Ancona allo stadio Olimpico di Roma ha lasciato il presidente del Taranto, Gigi Blasi, piuttosto amareggiato: "Nel corso della riunione di Lega svolta nella mattinata di lunedì - ha dichiarato il numero 1 di via Umbria - siamo stati umiliati per colpa di chi amministra la nostra città. E’ una vergogna. Come tarantino mi sento offeso: il sindaco e gli assessori allo Sport e al Patrimonio devono dimettersi”.
Non usa mezzi termini Blasi: “Macalli è stato chiaro - ha aggiunto -, la Lega ha perso ingenti somme di denaro per via delle capienze ridotte tanto che per le prossime due gare non consentirà ingressi gratuiti. La tolleranza è a zero, ed esiste la seria possibilità di disputare la doppia finale con l'Ancona all’Olimpico di Roma. Attendiamo nelle prossime ore una risposta dal Comitato, diversamente si dovrà giocare, così come stabilito in mattinata, le gare di andata e ritorno rispettivamente a Taranto ed Ancona combattendo con i soliti assurdi limiti di capienza. Io mi auguro ovviamente che il Coni non accetti”.
L'imprenditore di Manduria ce l'ha con chi governa la città bimare: “Chi amministra Taranto deve essere in grado di farlo, altrimenti è pregato di fare spazio ad altri. Siamo stati umiliati, non mi stancherò mai di ripeterlo, perchè in tutti questi mesi non è stato fatto un solo passo in avanti, anzi stiamo peggiorando. Questa Amministrazione ha illuso i cittadini promettendo interventi mai eseguiti con evidenti risultati: migliaia di sostenitori, gente che ama e soffre per i colori rossoblu, non potranno assistere a una gara storica. Sono davvero rammaricato, chi si è reso responsabile di questa situazione deve avere il coraggio di andare a casa”.
A questo punto, si attende la replica dell'Amministrazione Comunale...

http://www.blunote.it/index.asp?sez=6&id=56192

facebook

26 maggio 2008

I gialloblù del verona evitano la caduta in C2

I gialloblù evitano la caduta in C2 grazie al gol di Zeytulaev proprio al 90’. Buono l’avvio,
poi Negrini della Pro Patria manda in tilt Bellavista e compagni. Arvedi, lieve malore
Salvhellas



di Gianluca Vighini


Mai salvezza è stata più sofferta. E mai squadra è stata più vicina alla C2 dell’Hellas. Il ritorno con la Pro Patria che il Verona affrontava con il vantaggio psicologico del gol dell’andata (Morante al 94’) è diventata una sorta di Monte Calvario. Così il piccolo vantaggio (sarebbe stato sufficiente lo 0-0 per salvare i gialloblù) è stato subito sciupato. Al 36’ la Pro Patria passa in vantaggio: Negrini entra in area e di sinistro cecchina Rafael. Con identico risultato, dice il regolamento, è la squadra meglio piazzata al termine della regular season a salvarsi.
In questo caso i “tigrotti” di Busto Arsizio. Il gol, è una doccia fredda e complica terribilmente i piani di Pellegrini. Il campo è pesante, viscido, la peggiore tra le condizioni ambientali per tentare la rimonta. In avvio di ripresa Cissè ha però sul piede la palla d’oro per pareggiare. Servito da Zeytulaev, sbaglia una rete clamorosa. Passano i minuti e il Verona sembra rassegnato. Non c’è traccia di reazione, solo i duemila veronesi (forse più...) arrivati a Busto Arsizio continuano incessantemente a sostenere la squadra del cuore. Al 90’, dopo una prestazione inguardabile, Zeytulaev s’inventa un gol da campione: discesa e tiro da posizione impossibile, gol che fa tremare lo stadio “Speroni”. E dopo 6’ di recupero, l’arbitro fischia la fine.
L’Hellas è salvo, la Pro Patria In C2. patròn Arvedi se n’era andato all’85’, a causa di un lieve malore e veniva ricoverato all’ospedale di Busto Arsizio per accertamenti. Nulla di grave. Solo colpa dell’incredibile sofferenza che gli ha causato l’Hellas. (ass)


La squadra in delirio

Gioia Pellegrini:
«Ci abbiamo
sempre creduto»

di Mario Padovani


BUSTO ARSIZIO - Al 96’ esplode il “delirio”. Dentro e fuori il campo. Lo spogliatoio dell’Hellas si trasforma in un’enorme festa itinerante, tra cori, urla e inni di gioia. Davide
Pellegrini è l’unico a mantenere la calma, almeno in apparenza. «Una gioia infinita - sbotta il condottiero gialloblù -. Ci abbiamo creduto sino alla fine, è stata una grande sofferenza, ma ce l’abbiamo fatta». E sul suo futuro, il mister nulla aggiunge. «Non so ancora nulla (patròn Piero Arvedi ha lasciato lo stadio sull’1-0, all’85’, ndr), le decisioni verranno prese nei prossimi giorni».
Maschera di felicità: è quella di capitan Giovanni Orfei. «Una sensazione indescrivibile, abbiamo iniziato male, però non abbiamo mollato mai e alla fine fine siamo stati premiati». Eccoci all’uomo della partita, Ilyas Zeytulaev. «Il mio gol un’eslosione di felicità: abbiamo dato tutto, anche oltre il 90’. Una salvezza sofferta, ma meravigliosa». (ass
http://www.leggo.it/sfoglia.php?data=20080526&pag=14&citta=VERONA&sez=SPORT&ediz=VERONA

facebook

26 maggio 2008

De Gasperi e un autogol portano il Citta in finale

Battuto 2-0 il Foligno, granata come otto anni fa. Domenica andata al “Tombolato” con la Cremonese
De Gasperi e un autogol portano il Citta in finale
di Stefano Tubaldo


CITTADELLA - E’ finale. A otto anni di distanza dalla promozione in serie B, il Citta ha di nuovo l’occasione di assaporare i fasti della cadetteria. Nel momento più importante dell’intera stagione, la truppa granata si è risvegliata dal torpore e, con una prova di grande spessore, ha acciuffato contro il Foligno il pass per la finale di andata play off, che si giocherà domenica prossima contro la Cremonese ancora al “Tombolato”.
Per la squadra umbra, avanti 1-0 nel parziale grazie all’autorete decisiva di Manucci nella gara d’andata, ieri si è fatta davvero dura. In 4’ i sogni dei biancoazzurri umbri sono andati in frantumi grazie al micidiale uno-due realizzato prima da De Gasperi e poi dall’involontario tocco di Girardi, valutato dal guardalinee oltre la linea di porta.
In avvio di partita la Bisoli-band è più arrembante e già al 1’ Girardi impegna Pierobon, che metta la pezza anche al 13’, deviando la girata di Noviello. I biancazzurri spingono e al 25’ Carteri salva sulla linea la girata di Noviello a porta vuota. Il Foligno sembra sul punto di passare e invece, sul lungo rilancio di Marchesan, De Gasperi silura Ripa (28’). Ristabilita la parità, i padroni di casa si fan più temerari e dopo 4’ raddoppiano: punizione-cross di Iori, Manucci va giù e Girardi di coscia sorprende Ripa sul primo palo. L’arbitro fa correre, ma il guardalinee non ha dubbi sul gol, anche se, vista poi al replay tv, la palla non avrebbe attraversato completamente la linea.
Nella ripresa il Citta legittima il vantaggio mostrando maggiore solidità di gioco. Il Foligno si risveglia solo nel finale, ma Pierobon al 94’ smanaccia sulla traversa il tiro di De Angelis. E il “Tombolato” può esplodere di gioia. (ass)



PIEROBON 7
(nella foto con mister Foscarini) Provvidenziale nelle prime battute e soprattutto in pieno recupero.
MANUCCI 6,5
Si rifà sull’autogol dell’andata mandando fuori tempo Girardi nel 2-0.
GORINI 6
Non ha lavoro facile perché Girardi e Noviello lo portano ovunque.
TURATO 6
Attento e concreto.
MARCHESAN 6,5
Tempismo e precisione.
CARTERI 6
Cacciatore è un brutto cliente. Determinante quanto salva sulla linea su Noviello (dal 65’ VOLPE 5,5: dà fiato dove non ce n’è più).
IORI 6,5
Leone della mediana, ma non solo: assiste i compagni in tutti i reparti.
MUSSO 6,5
In avvio lascia perplessi, poi si scalda e torna il solito “mastino” (dall’83’ CAMPO ng).
DE GASPERI 6,5
Partenza in sordina, ma poi fa quasi crollare lo stadio. Splendida la girata che apre la strada alla finale play off (dal 78’ OLIVEIRA ng).
CORALLI 6
Marcato a vista da Pascali, riesce a districarsi con fatica anche se cerca troppo spesso l’azione personale.
MEGGIORINI 5,5
Incide poco: è nervoso. (S.Tub./ass)
Foscarini felice: «Volevamo
fortemente questo traguardo»
CITTADELLA - «Che fatica. Abbiamo rischiato di affondare in avvio, poi siamo riusciti a conquistare la finale con grande merito. Peccato: il risultato avrebbe potuto essere più ampio». Sfodera un sorriso a trentasei denti il tecnico Claudio Foscarini, all’ingresso in sala stampa dopo la breve festa negli spogliatoi. «Capisco le lamentele di Bisoli sul secondo gol, ma in campo il Foligno ha fatto troppo poco. Volevamo la finale e ce la siamo presa. Domenica con la Cremonese servirà un’altra partitona come questa». (S.Tub./ass)
http://www.leggo.it/sfoglia.php?data=20080526&pag=12&citta=PADOVA&sez=SPORT&ediz=PADOVA

facebook

26 maggio 2008

Sambenedettese, Capuano sta per essere annunciato

Sambenedettese, Capuano sta per essere annunciato
26.05.2008 14.28 di Stefano Sica  articolo letto 589 volte
E' cosa fatta l'accordo tra la Sambenedettese ed Eziolino Capuano. L'ex tecnico della Juve Stabia ha un accordo sulla parola con la famiglia Tormenti e, nel giro, di pochissimi giorni, sarà annunciato dal club rossoblu.
http://www.tuttomercatoweb.com/?action=read&id=105726

facebook

sfoglia    aprile   <<  10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19  >>   giugno

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo