235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    aprile   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10  >>   giugno


31 maggio 2008

Sorrento: situazione societaria, finalmente notizie positive


Orgoglio rossonero: "Improvvisazione: "NO,GRAZIE"


Un’attesa snervante che, qualche ora dopo le delucidazioni dell’unico azionista del Sorrento Castellano, nei fatti, vede la società ancora lontana dalla risoluzione “materiale” anche se, da indiscrezioni fondate, le premesse per un’agognata svolta a stretto giro sono tutt’altro che remote. Anzi. L’apertura definitiva di Castellano alla cordata sorrentina, è stata accolta, da ambienti vicini agli imprenditori locali, con grande soddisfazione. Le parole del presidente hanno dato linfa al desiderio di subentrare e, forse, ha contribuito ad accelerare, sostanzialmente, i tempi. Ciò però che, ora più di prima, interessa primariamente ai tifosi rossoneri è il nodo dell’iscrizione. Un problema impellente guardando anche alle scadenze, fissate per il 27 giugno. Stante così le cose, Castellano – come ha annunciato – non è in grado di garantire per la fidejussione di 207mila euro. Proprio in questo strambo tourbillon ricco di nuove e cambi repentini d’opinione, si pone la fedele voce di Orgoglio rossonero. Il comitato (che la prossima settimana, presso un notaio, si costituirà in fondazione anche per possedere una forma giurisprudenziale che, quando sarà chiamata in causa dall’interlocutore, non potrà essere dribblata) è rimasto un po’ spiazzato dalle ultime mosse dell’attuale proprietà del Sorrento. Non era preventivata la cessione della metà di quote da Giglio a Castellano (formalizzata) e, sulla stessa lunghezza d’onda di questa perplessità - mentre le adesioni incontrano un gravoso periodo di stanca - a titolo personale, Gaetano Mastellone – ideatore del progetto d’azionariato – si fa sentire.

E’ una telenovela ricca di colpi di scena, quella rossonera. E’ una telenovela dove quel che è scontato il giorno prima, non lo è quello dopo. E’ una telenovela dove manca ancora il lieto fine che, parafrasando il Castellano pensiero (“nell’esclusivo bene del Sorrento”), dovrà per forza di cose concretizzarsi quanto prima. Mastellone, su questa falsariga, chiarisce che non è detto che l’azionariato supporti un discorso tecnico-societario improvvisato. “Il progetto – precisa il banchiere – per il rispetto che si deve ai tifosi, ai cittadini ed agli imprenditori partecipanti alla sottoscrizione, è stato ideato solo se lo scenario, triennale, si fosse presentato concreto ed affiancato da un serio dialogo imprenditoriale prospettico. Questo, sarà sempre il nostro punto di vista. Pertanto, potremmo esser coinvolti solo se si dovessero materializzare queste condizioni. Il danaro della città di Sorrento e della Penisola Sorrentina dovrà confluire in una società che abbia una gestione attiva, ricca di idee e spessore manageriale. L’improvvisazione, nel calcio d’oggi, è pericolosa”. Il riferimento, esplicito, è al mese trascorso dalla conferenza stampa: oltre trenta giorni ricchi di voci, annunci e dietrofront di posizioni e d’opinione. Il progettista di Orgoglio rossonero, lo sottolinea: “Nelle ultime tre settimane – continua Mastellone - si è perso solo tempo. Gli unici attivi che hanno fatto qualcosa di concreto sono i membri del Comitato per l’azionariato popolare. Da parte del Sorrento Calcio, mi pare che si navighi senza una rotta ben precisa, con azioni e dichiarazioni che si smentiscono dopo poche ore”. L’affondo, poi, prosegue anche sulla cordata locale: “Più di ieri – dice – credo che l’unica strada percorribile sia quella dell’azionariato. Non credo che uscirà allo scoperto un’alleanza di imprenditori disposta ad autotassarsi con cifre imponenti. E’ più facile coinvolgere cento imprenditori che versino diecimila euro e cento alberghi che contribuiscano per una somma di quasi quattromila euro. Invito la proprietà del Sorrento Calcio a non sottovalutare il progetto”. Non crede alla discesa in campo della cordata sorrentina, Mastellone. Di contro, però, ci sono spifferi incoraggianti. Il gruppo costiero che tra i membri vede - non solo nel ruolo di mediatore - il dg del Sorrento ed albergatore Diodato Scala, si è riunito per gettare le premesse di una trattativa lampo con Castellano. Se tutto filasse liscio, addirittura, da giovedì in poi potrebbe essere indetta una conferenza stampa.

Salvatore Dare
http://www.solosorrento.it/home-page/castellano-apre-alla-cordata.html

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. solosorrento.it sorrento

permalink | inviato da ipse dixit il 31/5/2008 alle 20:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


31 maggio 2008

Juve Stabia, mercoledì sarà effettuata la ricapitalizzazione


Si è svolto questa mattina presso l´Hotel dei Congressi di Castellammare di Stabia un incontro tra le varie componenti (Istituzioni cittadine, imprenditori e rappresentanti della S.S. Juve Stabia spa) che stanno lavorando per progettare il futuro della Juve Stabia. La riunione odierna è servita alle parti per verificare i passi avanti percorsi rispetto al primo incontro tenutosi a Palazzo Farnese lo scorso 23 maggio. Alla presenza del Sindaco Vozza e dell´Assessore allo Sport Corrado, l´Amministatore Unico dimissionario della S.S. Juve Stabia Giovanni E. Gregorio, in rappresentanza dei soci di minoranza del sodalizio gialloblù, ha confermato la volontà di provvedere a ricapitalizzare per il 50% del capitale sociale. L´altro 50% verrà garantito da un altro gruppo di imprenditori e professionisti stabiesi, rappresentati alla riunione di stamane da due commercialisti che hanno confermato che un primo versamento da un primo gruppo di imprenditori è stato effettuato presso lo studio del Notaio Salvatore Di Martino di Castellammare di Stabia. L´operarzione di ricapitalizzazione verrà completata da tutte le componenti entro e non oltre la giornata di mercoledì 4 giugno. Un altro incontro tra le parti, comunque, è stato già fissato per martedì 3 giugno per decidere il futuro assetto societario e stilare un programma per gli adempimenti da compiere per l´iscrizione al prossimo campionato di serie C1.

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. juve stabia resport.it

permalink | inviato da ipse dixit il 31/5/2008 alle 20:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


31 maggio 2008

Paganese. Capuano replica a Miggiano: "Non ha avuto gratitudine per la società"


Paganese. Capuano replica a Miggiano: L’addio al veleno di Roberto Miggiano alla Paganese ha aperto il dibattito nella città di Sant’Alfonso. Le dichiarazioni piccate del tecnico salentino hanno colto di sorpresa tutto l’ambiente, abituato a sentire un Miggiano sempre calmo e dai toni pacati. La tifoseria si è divisa sullo sfogo dell’ex allenatore della Paganese. Miggiano ha accusato il club azzurrostellato di aver raggiunto un accordo con Capuano già a Marzo.
Lo stesso tecnico salernitano, contattato telefonicamente, ha espresso il suo pensiero: “ Non capisco il senso delle parole di Miggiano, dovrebbe essere grato alla Paganese che gli ha offerto una grossa chance in C ”. Sul suo probabile approdo sulla panchina della Paganese, Capuano nicchia: “L’interesse della Paganese mi lusinga, Pagani è una piazza importante e sarebbe davvero un onore per me guidare gli azzurrostellati ma per ora non c’è nulla di concreto, solo voci. Poi vorrei chiarire che vado a cena con D’Eboli da anni, siamo legati da una grande amicizia, penso non ci sia nulla di male ”.
Francesco Pepe
http://www.resport.it/sport.asp?idcat=3

De Sanzo ritorna alla Paganese

Fabio De Sanzo ritorna alla Paganese. Il difensore calabrese, quest´anno a Monopoli, dopo aver rescisso il contratto con il club biancoverde firmerà martedì un nuovo accordo con la Paganese. De Sanzo, capitano azzurrostellato per due stagioni e idolo della Curva, sarà l´uomo spogliatoio della Paganese di Ezio Capuano.
Francesco Pepe
http://www.resport.it/leggi.asp?id=19114&idcat=3&t=n

facebook

31 maggio 2008

Reggiana: Primo addio: Michele Malpeli

Dopo tre anni di Reggiana e oltre 50 partite in granata, nelle quali ha sempre dimostrato attaccamento alla maglia, non è stato rinnovato il contratto a Michele Malpeli. Ci uniamo al saluto della società a questo prezioso giocatore che ha contribuito sul campo e fuori dal campo al ritorno della nostra amata Regia nel calcio che conta. Buona fortuna Miky!

http://www.reggianasupporters.it/node/146

In bocca al lupo Michele
La Reggiana ha rinunciato ad assicurarsi le prestazioni di Michele Malpeli per la Stagione Sportiva 2008/2009. La decisione è stata comunicata al giocatore oggi e nel corso di un incontro cordiale gli sono state spiegate le motivazioni che hanno portato a tale scelta.
Una decisione sofferta, perché riguarda un’atleta eccellente, generoso e disciplinato, che ha svolto il suo compito con professionalità e gentilezza.
La Società ringrazia di cuore l’Uomo ed il Calciatore e gli augura i successi più belli.
http://www.reggianacalcio.it/#

facebook

31 maggio 2008

Paganese: Il bilancio della stagione

Liberatorie

Quella che sta terminando è stata la settimana nella quale i calciatori azzurrostellati si sono avvicendati in sede per firmare le liberatorie di fine rapporto con la società, condizione essenziale per l'iscrizione al prossimo campionato di C1.
Tra questi anche l'attaccante Lucas Cantoro che ha rescisso consensualmente il contratto che lo legava alla Paganese sino al 30 giugno 2009.
Il prossimo impegno per la società azzurrostellata prevede il colloquio definitivo con il tecnico Roberto Miggiano e l'eventuale ingaggio del nuovo trainer.
Con la definizione del nuovo allenatore si passerà, poi, all'individuazione della sede del prossimo ritiro il cui inizio è previsto per la seconda settimana di luglio. Potrebbe essere l'Umbria la regione che ospiterà la comitiva azzurrostellata per il romitaggio estivo.
Peppe Nocera

La stagione 2007/2008 si è rivelata molta sofferta per la Paganese che è riuscita a raggiungere la salvezza solo attraverso la lotteria dei play out. Per il raggiungimento dell'obiettivo sono stati decisivi ben due cambi di allenatore (da Cosco a Chiappini e da quest’ultimo a Miggiano). Analizziamo l'intero percorso e gli ostacoli che gli azzurrostellati hanno incontrato durante il campionato.
La Paganese è inserita nel Girone A con la Cavese e molte compagini del nord. L’allenatore prescelto per questa nuova avventura è mister Cosco. Ma la sua l’avventura non dura molto e, dopo aver ottenuto solo un punto nelle prime tre gare (Paganese – Sassuolo 1-2, Lecco – Paganese 1- 0 e Paganese – Manfredonia 1-1), l’ex allenatore dell’Isernia si dimette dall’incarico che la società gli aveva affidato. Al suo posto subentra Andrea Chiappini il quale, però, non migliora certo la situazione. Anzi nelle sue prime cinque partite subisce altrettante sconfitte (Monza, Pro Sesto, Cremonese, Padova e Foggia). La Paganese, si ritrova, dopo otto giornate, ultima in classifica con solamente un punto. Ma dopo le tenebre arriva finalmente un po’ di luce con i primi risultati che incominciano ad arrivare; gli azzurro-stellati, infatti, sfruttando anche tre gare casalinghe, riescono ad ottenere sette punti in quattro incontri (Paganese – Foligno 2-0, Novara – Paganese 1-0, Paganese – Legnano 1-0 e Paganese – Ternana 0-0) togliendosi così dalla scomoda ultima piazza in classifica.
Nelle restanti cinque giornate, che separano la chiusura del girone di andata, gli uomini di mister Chiappini riescono a racimolare altri sei punti (Venezia – Paganese 1-0, Paganese – Pro Patria 0-0, Verona – Paganese 0-0, Paganese – Cavese 1-0 e Cittadella – Paganese 3-3) chiudendo al terz'ultimo posto. Terminato il girone d’andata, gli azzurro-stellati affrontano il ritorno con la fatidica speranza di raggiungere quota 40 punti che significherebbe salvezza senza passare per la lotteria dei play out. Il giro di boa, però, non inizia certo nel migliore dei modi; la Paganese, che è ancora a secco di vittorie fuori casa, viene sconfitta a Sassuolo, riuscendo solo sette giorni dopo a rifarsi battendo nello scontro diretto il Lecco per una rete a zero. Nella giornata successiva per la squadra di Chiappini c’è la delicata trasferta di Manfredonia, anch’essa in lotta per non retrocedere. L’esito finale da ragione ai pugliesi che superano la Paganese per 1-0.
I tifosi azzurro-stellati iniziano a stufarsi del brutto gioco di mister Chiappini e chiedono ripetutamente alla società di esonerarlo. Trapani, però, gli conferma la fiducia e si riparte dalla gara interna con il Monza nella quale però non si va oltre lo 0-0. Dopo questo pareggio gli azzurro-stellati sono proiettati con la testa a Sesto San Giovanni per affrontare la Pro Sesto che occupa in classifica la sest’ultima posizione che significherebbe salvezza senza play out ma, complice una pessima prestazione, la Paganese viene sconfitta con un secco 3-0. Dopo quest’ennesima sconfitta esterna, la posizione di Chiappini si complica sempre di più e la sua permanenza sulla panchina azzurro-stellata è appesa ad un filo. Bisogna, però, pensare alla gara interna contro la Cremonese di Mondonico, prima in classifica. La società, intanto, abbassa i prezzi dei tagliandi d'ingresso per far ritornare il proprio pubblico che quest’anno, eccezion fatta con la Cavese, è venuto a mancare. La Paganese disputa una gara perfetta, ma il punteggio finale è soltanto di uno a uno con il pareggio dei grigio-rossi arrivato solo nel finale.
Nelle seguenti due gare, per la Paganese arrivano altre sconfitte pesanti contro Padova e Foggia e dopo la sconfitta con i rossoneri Chiappini è esonerato. La società, per le restanti nove giornate, decide di affidare la squadra a Roberto Miggiano ex conoscenza del Lecce. Il suo esordio è a Foligno e Miggiano riesce subito a centrare un buon pareggio. Dopo questo pareggio esterno però arrivano risultati non soddisfacenti come il pari interno con il Novara (1-1) e la doppia sconfitta esterna con Legnano (5-0) e Ternana (2-1). La Paganese è ultima in classifica quando mancano solo cinque giornate al termine della stagione; gli uomini di mister Miggiano dovranno cercare di ottenere più punti possibili per acquisire l'accesso ai play out. Si parte dalla gara in casa contro il Venezia che si conclude con un confortante 3-1 a favore degli azzurro-stellati. Dopo la gara con i lagunari la Paganese affronta prima in trasferta il Pro Patria, poi al "Torre" l’attesissimo Verona impegnato anch’esso a non retrocedere. Gli uomini di Miggiano, però, riescono ad ottenere solo due punti e a questo punto per evitare la retrocessione diretta saranno fondamentali le gare contro Cavese e Cittadella. Grazie ad un ottimo lavoro svolto in settimana, gli azzurro-stellati riescono a tornare vincitori a casa nel derby con gli aquilotti aggiudicandosi tre punti d’oro che in futuro risulteranno decisivi. Nell'ultima giornata gli azzurro-stellati affrontano il Cittadella in una gara ricchissima di emozioni. La prima frazione di gioco si conclude col risultato di 0-0 con la Paganese che virtualmente è in C2. Nel secondo tempo gli undici di mister Miggiano riescono a vincere per 2-1 e di conseguenza affrontare il Lecco negli spareggi play out. La gara di andata si svolge a Lecco con la Paganese sconfitta per 1-0 grazie ad una contestatissima rete arrivata nei minuti finali del match. Il ritorno vede trionfare la Paganese per 2-0 nell'"inferno" del "Torre" e finalmente si può festeggiare una salvezza davvero strappata coi capelli.
Ora la palla passa alla società per programmare un campionato che tutti auspicano sia più tranquillo di questo appena terminato.
Alessandro Mancuso

http://www.paganese.it/public/news.htm

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. paganese paganese.it

permalink | inviato da ipse dixit il 31/5/2008 alle 19:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


31 maggio 2008

Apertura a Potenza: Postiglione “vuole” il gruppo Donofrio e pensa a una prima trattativa


La proposta poggia sulle cessioni di 4 giocatori

IL DISCORSO relativo a ipotesi
d’intesa tra i potentini e Postiglione,
lo ribadiamo, è legata
alla necessità di trovare
un terzo interlocutore.
Il lavoro di questi giorni,
prima di perfezionare i punti
di un’intesa che, lo ripetiamo,
al momento resta embrionale
che difficilmente decollerà se
non si trovasse appunto un altro
socio o gruppo di soci, è
volto proprio a reperire la disponibilità
di qualcuno.
Stando alle voci di corridoio,
qualcuno che lavora
nell’ombra, sta effettivamente
mettendosi in moto per far
affiancare ai potentini e a Postiglione
(se già non lo stanno
facendo per conto loro) il famoso
terzo soggetto. Si parla
con insistenza di due imprenditori
che operano al Nord,
ma che hanno interessi nel capoluogo
di regione, ma anche
di un potentino verace che
vorrebbe tentare l’approccio
al mondo del calcio.
Di qui non si scappa. Il
gruppo che fa riferimento a
Donofrio si avvicinerebbe a
Postiglione solo con un altro
interlocutore nel mezzo.Mail
patron è caparbio e, nel breve
giro di qualche giorno, potrebbe
formalizzare una proposta
chiara e concreta che
potrebbe far vacillare le resistenze
altrui, indicando ruoli
e competenze specifiche (un
presidente onorario, tre vicepresidenti,
un direttore generale,
più tutta l’area di dirigenti
accompagnatori), ma
soprattutto non pretendendo
nulla per l’ingresso nelle quote
societarie.
Nei termini più stretti, sembra
che Postiglione, proprio
per il desiderio di ricostruire
il tessuto imprenditoriale potentino
intorno alla società,
sia disposto a cedere quote
della società a costo zero e dinanzi
a una situazione debitoria
che lui stesso, al 30 giugno
2008, porterà a zero. Un passo
indietro fondamentale e
che non deve stupire. Il benefit
di cui il patron potrebbe godere
è vincolato esclusivamente
alla gestione diretta
(quindi senza coinvolgere il
resto dei soci) delle tre-quattro
cessioni che si prospettano
all’orizzonte.
Di Bella, Berretti e Delgado,
ma anche un giovane della
Berretti, il portiere Di Vincenzo,
hanno mercato e potrebbero
rappresentare quel “risto -
ro” per tutte le spese affrontate
in passato da Postiglione
che, in questo modo, azzererebbe
la situazione, potendo
“permettersi” di ripartire da
zero con gli altri due gruppi
di soci nuovi, ciascuno con le
sue quote del 33%.
Qualcuno potrebbe anche
obiettare che, in questo modo,
Postiglione avrebbe la base
per andare avanti da solo e
rinviare tutto al prossimo anno,
ma è lo stesso giovane imprenditore
che ha capito l’im -
portanza di contornarsi di
persone che hanno un certo
“fascino” in città e che hanno
anche le giuste conoscenze e
competenze per poter dar vita
a un progetto ambizioso per il
Potenza. Cosa che non potrebbe
accadere nel caso in cui restasse
ancora isolato dal contesto
cittadino.
La proposta non è per nulla
indecente. Anzi, certamente è
la più concreta degli ultimi
tempi. Non è stata ancora formalizzata
a Donofrio e al suo
gruppo di amici, ma c’è da credere
che questo accadrà molto
rapidamente, così come il
passaggio successivo relativo
all’analisi delle carte contabili
e alle pendenze future.
Postiglione ha sempre dichiarato
ai quattro venti di
avere tra le mani una società
che, in futuro, non sarà esposta
a rischi di esposizioni debitorie
pregresse. E’ chiaro:
esiste un parco giocatori che
sono stati già vincolati al Potenza
con contratti pluriennali
che hanno un loro costo,
ma è anche vero che, cambiando
le sorti della società,
ogni singolo accordo, specie
quelli più onerosi, possono
essere ridiscussi con i calciatori
in questione. Anzi, aggiungiamo,
è certo che il Potenza
dovrà ricevere anche alcuni
crediti dalla Lega, per
l’impiego di giovani, per le valorizzazioni.
Ora, che il patron
voglia ricevere il suo
“tornaconto”, gestendo direttamente
le cessioni dei giovani
succitati, francamente,
non ci sembra un’assurdità. Il
nodo, quindi, potrebbe essere
lì: trovare il modo giusto per
organizzare tutto. Fermo restando,
come detto e ridetto,
che servono sempre altri interlocutori
per l’investimento
el a programmazione minima
di tre anni.
Alfonso Pecoraro
http://www.ilquotidianodellabasilicata.it/

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. potenza ilquotidianodellabasilicata.it

permalink | inviato da ipse dixit il 31/5/2008 alle 19:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


31 maggio 2008

Se salta Somma, in pole c'è Campilongo


wall

Si aspetta Mario Somma fino a lunedì, poi la scelta verrà fatta.
Questo in estrema sintesi l'intendimento del sodalizio biancazzurro sul nome di chi siederà sulla panchina adriatica la prossima stagione.
Nel week end ci sarà un nuovo tentativo, un nuovo approfondimento con il tecnico di Latina. Se non dovesse dare i frutti sperati ci si rivolgerà altrove. L'altrove ha un nome ben preciso: Salvatore Campilongo.
Con il trainer napoletano pare che il più sia stato già fatto qualche giorno addietro, un'intesa di massima che avrebbe bisogno solo di essere formalizzata. Campilongo ha assistito, nella stagione appena conclusa, più volte alle prestazioni dei biancazzurri ed avrebbe già un quadro abbastanza esauriente della rosa di cui andrebbe ad occuparsi.
L'ex Foggia, dunque, nel caso in cui la trattativa Somma saltasse, brucerebbe la concorrenza di Moriero, Indiani, Cari, Galderisi e Lerda.
Con il tecnico di Fossano, infatti, l'incontro di ieri sembra sia stato soltanto un doveroso chiarimento fra gentiluomini per lasciarsi senza strascichi polemici e nulla di più.
A tal proposito il Ds "Mimmo" Gentile si esprime così:"Credo che l'incontro sia stato doveroso, un modo per confrontarci, scrollarci di dosso scorie formatesi negli ultimi giorni. Ci tengo a precisare, comunque, che qualsiasi sia la nostra scelta sul mister sarà presa congiuntamente dal gruppo e dopo una valutazione attenta ed analitica della situazione. Quello che ne verrà fuori sarà ciò che di meglio possa essere considerato da parte nostra per il Pescara."
Per un tecnico che dovrebbe arrivare ce n'è uno che potrebbe partire. Cetteo Di Mascio, attuale coordinatore dell'intero settore giovanile biancazzurro, infatti, sarebbe entrato nelle grazie della famiglia Maio. La neo proprietà del Lanciano ha sondato il terreno qualche giorno fa per affidare al trainer pescarese la panchina della prima squadra. Un incontro potrebbe esserci nei prossimi giorni.
 

31 05 2008 alle 17:08:36 da Donato Giampietro

http://www.forzapescara.com/

facebook

31 maggio 2008

In attesa della finale play-off...

venerdì 30 maggio 2008 - 15:36
Domenica prossima avrà luogo la partita d'andata della finalissima play-off, che consacrerà la seconda squadra promossa in compagnia del Sassuolo. Cremonese o Cittadella ? Abbiamo fatto un'analisi sulle due squadre, nella consapevolezza che chiunque dovesse trionfare avrà centrato un traguardo importante, alle quali molte società puntano per tornare "nell'Olimpo del Calcio"

Domenica prossima s’incomincerà a delineare la conclusione di questa stagione. Per quanto concerne il nostro girone, approdano alla finalissima play-off due squadre ben diverse fra loro. La Cremonese, candidata come una delle favorite all’inizio dell’avventura, che ha riscontrato non poche difficoltà a giungere fino in fondo, cogliendo anche qualche sconfitta pesante ed inaspettata, (fra le quali fa piacere ricordare quella inflitta proprio dagli azzurri al “Silvio Piola”). Ed il Cittadella, squadra solida e ben organizzata, da diversi anni prova concreta di come si possa centrare un obiettivo anche con risorse limitate, se ci si avvalga di profonde motivazioni.

Difficile stabilire chi la spunterà fra le due compagini, ma per gli appassionati sportivi la sfida che si prospetta è avvincente, soprattutto per il clima di indecisione sulla squadra che riuscirà a trionfare.

Qualunque risultato ne scaturisca, saranno molte le società professionistiche interessate all’evento. Principalmente perché una finale è sempre meritevole di essere apprezzata e lodata come tale, ma in concreto perché se ne può sempre trarre profitto, magari scrutando un giocatore seguito da diverso tempo o più semplicemente per cercare di carpire il segreto, che ha portato una delle due compagini ad arrivare a questo traguardo.

Anche la società azzurra sarà interessata sicuramente in questo senso. E la speranza per tutti i tifosi resta quella di poter vivere presto, in prima persona, emozioni simili.

Già… mancano soltanto due domeniche. Due partite e poi, come di consueto, si tornerà alla fatidica attesa dell’apertura del “calciomercato”, con il solito giro di notizie che daranno in arrivo campioni e fenomeni, quasi sempre non veritiere e smentite da ingaggi di giocatori fino ad allora “sconosciuti”. L’apprensione nel voler vedere i propri beniamini in ritiro, nella nuova fisionomia della squadra, con l’innesto dei nuovi ingaggi che si fondono con la “vecchia guardia”. La voglia di essere presenti a tutte le cerimonie dove presenzierà la squadra azzurra, a cominciare dal giorno che verrà fissato per la presentazione ufficiale e che sancirà, di fatto, l’inizio della nuova stagione. Il debutto della squadra, che segna sempre il tifoso, (in un modo o nell’altro), a sbilanciarsi in un pronostico di quello che sarà.
L’attesa è lunga, spasmodica… Questa stagione non è ancora terminata in maniera definitiva, ma già mi manca (ops… CI manca) tutta la magia di cui sopra. Non resta che rassegnarci ed aspettare, fiduciosi, consapevoli che la dirigenza azzurra saprà come agire per farci tornare a sognare e che, in caso di successo, tutto avrà un sapore ancor più bello, perché atteso da tanto (troppo) tempo ormai.

Forza Novara sempre !

Giovanni Chiorazzi

http://www.forzanovara.net/index.php?id=1053

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. forzanovara.net novara play-off c1/a

permalink | inviato da ipse dixit il 31/5/2008 alle 19:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


31 maggio 2008

Playoff: Finale Andata, Taranto e Cittadella favorite


Roma, 28 maggio 2008 – Eccole, infine, le quattro squadre che disputeranno le finali play-off di Serie C1 e che si contenderanno due posti per la B. Nel girone A la sfida sarà tra Cremonese e Cittadella. La squadra di Mondonico, al termine di una gara emozionante e ricca di colpi di scena, è riuscita a spuntarla sul Foggia, ed ora ad attenderla c’è il Cittadella, che in semifinale contro il Foligno è riuscito a ribaltare lo 0-1 di sette giorni prima. Proprio la squadra di Foscarini parte con i favori dei pronostici Better (a 2,25), mentre l’undici di Mondonico è a 3,40.

Nel girone B l’Ancona è riuscito nella grande impresa, capovolgendo l’1-3 subito nel primo incontro contro il Perugia. Ora la squadra di Monaco (a 5,00) si appresta al difficile match sul campo del Taranto (a 1,80), che nell’ultima partita contro il Crotone ha offerto una lezione di grande calcio.
http://www.click4soccer.com/it/View_News.php?c=C1A

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. play-off c1/a c1/b click4soccer.com

permalink | inviato da ipse dixit il 31/5/2008 alle 19:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


31 maggio 2008

Cavese: Cambia la facciata del Simonetta Lamberti

Cambia la facciata del Simonetta Lamberti

di Fabio Apicella

Stamane, alle ore 12, sono state scoperte i due pannelli in onore di Simonetta Lamberti dinanzi allo stadio. All'incontro hanno partecipato numerose autorità cittadine tra cui il primo cittadino Gravagnuolo, Monsignor Soricelli ed il delegato allo sport Pasquale Scarlino. Presente anche il giudice Lamberti con la moglie. A realizzare la stele commemorativa sono stati gli artisti calabresi Antonello ed Ermonde Leone. Dopo aver "liberato" le opere il sindaco ha dato l'opportunità di poter ammirare gli ultimi lavori effettuati all'interno dello stadio stimabili in una bella rinfrescata alla tribuna.....

P.S. permettetemi un appunto, essendo l'opere fatta di ceramica mi sono chiesto: ma tra tante industrie e botteghe artigiane di ceramica che pullulano nel nostro territorio c'era realmente il bisogno di richiederle fuori regione. Ovviamente non offendendo i due artisti autori di un opera molto bella che sicuramente verrà apprezzatta da tutta la città.

Di seguito le foto dell'opera.

P1060257.JPG

 

 

P1060260.JPG

 

P1060261.JPG

 

Il calciomercato aquilotto

 

di Fabio Apicella

 

Scelto l'allenatore ora bisognerà allestire la compagine che disputerà il prossimo campionato. Il D.S. Dionisio sembra avere le idee chiare su quelli che saranno i movimenti di mercato per rinforzare e, di conseguenza, sfoltire l'attuale rosa. La prima questione da affrontare è quella riguardante il portiere. Al momento sono poche le possibilità di rivedere il cavese Criscuolo come portiere titolare per la prossima stagione. La società è alla ricerca di un portiere più giovane e che dia ampie garanzie sotto il profilo atletico. Ovviamente tutto può essere messo in VENEZIA-CAVESE CRISCUOLO.JPGdiscussione se il buon Vincenzo accetti di rigiocarsi il posto con l'eventuale nuovo arrivo. In difesa sembrano certe le riconferme di Nocerino, Cipriani, Farina, Geraldi, Cipriani e Pierotti. A loro si andrà ad aggiungere il ritorno del giovane Andreozzi, reduce da due buone stagioni disputate con l'Aversa Normanna. Dopo le buone prestazioni nel campionato appena concluso è da ritenersi difensore anche Frezza. Andrà via Panarelli, in scadenza di contratto, dopo una stagione abbastanza travagliata.  A centrocampo Dionisio è alla ricerca di un regista di categoria che sappia dettare i tempi ed a cui verranno affiancati Alfano, Favasuli e Scartozzi. Promosso in prima squadra il promettente Siano. In bilico la posizione di Vincenzo Riccio, legato da un altro anno di contratto. Sicuro partente Catalano. Lascerà Cava anche Pietro De Giorgo destinato a giocare in serie B. Le destinazioni più probabili sembrano essere Ascoli, Bari e Salerno. In attacco sicuri di una riconferma Tarantino ed Aquino. Per Sorrentino si dovrà aspettare un pò di tempo per capire le strategie di mercato del Perugia anche se il calciatore hamartina-cavese 013.jpg un ingaggio abbastanza elevato e per rimanere dovrà, inevitabilmente, essere disposto ad un piccolo sacrificio economico decurtandosi una parte dell'attuale stipendio. Incassati gli acquisti dell'esterno Bernardo e della scommessa Mallardo, il reparto offensivo verrà rinforzato con l'ingaggio di una punta centrale già bloccata dalla società ma di cui non si conosce ancora il nome. Andrà via l'albanese Shiba, probabilmente in C2, che ha bisogno di fare esperienza. Per quanto riguarda Giampaolo, anch'egli con il contratto in scadenza nel 2009, si valuterà in comune accordo con mister Camplone e con il calciatore stesso per capire se il talentuoso attaccante ha ancora voglia di mettersi in discussione.

 

Vincenzo Cestaro torna alla Cavese

                             

di Vincenzo Paliotto

 

 La Cavese nell’ambito del progetto del rinnovo dello staff tecnico da mettere a disposizione del nuovo allenatore Andrea Camplone si affida nuovamente nel ruolo di preparatore atletico a Vincenzo Cestaro, già in forza alla squadra metelliana per ben tre stagioni dal 2004 al 2007. Al 38enne preparatore atletico di origini napoletane la società metelliana ha proposto un contratto biennale. Reduce dall’esperienza non proprio fortunata in quel di Foggia, in cui era stato accompagnato anche dal preparatore dei portieri Cotugno, Cestaro ha accettato con entusiasmo il suo ritorno alla Cavese, convinto da una società che ha apprezzato l’ottimo lavoro svolto in passato. Oltretutto lavorerà al fianco di Camplone adotta il modulo del 4-3-3, che lo stesso Cestaro conosce in maniera approfondita.

 Cestaro in pratica ha speso fino ad ora la sua carriera alla corte di mister Salvatore Campilongo, che lo aveva scoperto e lanciato nella stagione del 2003/2004 in Serie D con l’Ariano Irpino di Ottavio Cutillo. Quindi, il suo approdo a Cava de’ Tirreni, dove in tre anni Cestaro e Campilongo hanno raggiunto per due volte i play-off, nel 2007 in Serie C1, e quindi brindato ad una promozione dalla Serie C2 nel 2006. Il preparatore atletico era già stato scelto prima che fosse individuato il nuovo allenatore della squadra. Cestaro, infatti, conosce bene l’ambiente di Cava de’ Tirreni e soprattutto avrà il vantaggio di aver lavorato già con molti degli atleti che avrà alle sue dipendenze come Alfano, Farina, Cipriani, Nocerino, Tarantino e quel Peppe Aquino, che già sogna di riportarlo ai suoi abituali livelli. Oltretutto il tecnico di origini napoletane è stato tra i maggiori artefici dell’esplosione di Sergio Ercolano, pescato nel Sapri ed adesso trascinatore del Perugia.

 Cestaro sarà accompagnato nella sua nuova avventura con la Cavese anche dal prof. La Marca, che si preoccuperà di rimettere in sesto ed allenare i calciatori infortunati. Un ritorno quello di Cestaro sicuramente gradito dalla città e dalla tifoseria.

Andrea Camplone è il nuovo allenatore della Cavese

di Vincenzo Paliotto

 Andrea Camplone proviene da un ambiente calcistico affascinante, prestigioso e romantico come fu il Pescara di Giovanni Galeone, che approdò in Serie A tra lo stupore generale, rivelando anche un calcio bello e scintillante. Pescarese doc, classe 1966, Camplone è del quartiere di Borgomarino, zona della città rinomata soprattutto per la dedizione dei loro abitanti alla pesca. Ed il mister abruzzese ha proprio due fratelli pescatori, mentre lui si è dedicato a quel calcio, che ne ha fatto un professionista serio ed apprezzato. Un carattere forte e deciso, per uno che ha perso prematuramente la figura paterna quando aveva appena dieci anni.

 Calcisticamente è cresciuto nel Pescara e nel 1986/87 ha vinto, con alla guida appunto Galeone, il campionato cadetto approdando in massima divisione con molto clamore. Infatti, quel Pescara si iscrisse in extremis al campionato e con una squadra quasi tutta fatta in casa approdò nel campionato più bello del mondo. Con gli abruzzesi ottenne la permanenza in Serie A, quasi con gli stessi effettivi, rinforzandosi però con gente come il brasiliano Leo Junior e lo slavo Blaz Sliskovic, maestro nei calci di punizione. Tra A e B ha indossato per 188 volte la maglia del Pescara con un gol all’attivo, prima di passare al Perugia, all’Ancona ed al Gubbio, spendendo un’ottima carriera. Il suo nome passò alla leggenda del calcio pescarese come il GattaBeniniCamplone, i primi tre giocatori della mitica squadra di Galeone.

 Ha iniziato ad allenare abbastanza giovane all’età di 36 anni nella stagione del 2002/2003, sedendosi sulla panchina del Penne, piccola squadra ma con molta tradizione della provincia pescarese. Il Penne disputava il campionato di Eccellenza Abruzzese. Con la formazione biancorossa Camplone rimane per ben quattro stagioni, ottenendo nel 2004/2005 la promozione in Serie D. Quindi, nello stesso campionato di Serie D ottenne un quinto posto, portando la squadra alla disputa dei play-off. Un risultato decisamente clamoroso ed importante. Tra l’altro nelle file della propria squadra si mette in luce l’argentino Correa, che lo seguirà al Lanciano, prima di spiccare il volo per la Serie A. Camplone adotta il modulo del 4-3-3, molto equilibrato e poco sbilanciato, e si rivela allenatore dalla personalità forte. Infatti, nell’estate del 2006, mentre pensa di continuare la propria carriera in D con la Cagliese o al massimo in C2 con la Pro Vasto, lo chiama  addirittura in C1 il Lanciano, che ha rivoluzionato la propria politica societaria. Infatti, i frentani si affidano ad una squadra giovane e su cui scommettere e scelgono come guida tecnica proprio quella di Camplone. Non a caso il Lanciano figura come la rivelazione del girone b della C1. Anche se a gennaio del 2007 viene esonerato per divergenze con la società, che nel mercato di riparazione cede i migliori, tra cui Correa e Colussi, senza rimpiazzarli. Arriva in panchina Andrea Chiappini, che però deve lasciare nuovamente il posto a Camplone, che guida la squadra rossonera alla salvezza meritata. L’exploit di Lanciano lo fa diventare un nome importante per la serie C ed infatti arriva la chiamata più attesa da parte del Pescara. Il sogno di Camplone è proprio quello di allenare il club biancazzurro, che però è in un momento di crisi senza società e senza squadra. L’avventura dell’allenatore pescarese dura pochissimo, in quanto in riva all’Adriatico non ci sono i presupposti per allenare. Per non rimanere a spasso accetta coraggiosamente la panchina del Martina nello stesso girone. Tuttavia, anche i martinesi vivono una situazione societaria precaria e Camplone conclude anzitempo il proprio mandato, lasciando il posto a Florimbi.

 Quindi, dopo una trattativa lunga ma non estenuante, Camplone approda con entusiasmo e buoni propositi sulla panchina della Cavese, firmando un contratto annuale. L’allenatore pescarese sostiene fermamente il progetto di Dionisio e della società e si sente molto stimolato dall’avventura con i metelliani. Il suo vice sarà Dario Rossi, che chiusa la carriera agonistica si mette a disposizione della società con grande professionalità. Con Camplone ed il suo 4-3-3 la Cavese inizia un’altra entusiasmante avventura.

 

vincenzopaliotto@cavese.it

http://www.cavese.it/principale.htm

facebook

sfoglia    aprile   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10  >>   giugno

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo